Qualcuno ti pensa.....

04 novembre 2008 ore 08:59 segnala
Ti senti sovente abbattuto?
Ti senti solo e abbandonato?
Sei persuaso che nessuno s'interessi a te?
Credi che tutti se ne infischino di te, dei tuoi successi così come dei tuoi problemi?
Che nessuno noti i tuoi successi o le tue sconfitte?
Che la tua vita o la tua morte non interessi a nessuno?

Ti sbagli !!!!!!!!!

C'è qualcuno che si interessa enormemente a quello che fai e alla tua vita............................



MINISTERO DELLE FINANZE
Uffici Tributi, Tasse e Imposte

Quando tutti ti abbandonano,
NOI
.....
siamo i soli
.......
a pensare sempre e costantemente
a TE
.......



Questa ce la dovevano raccontare da piccole...

19 ottobre 2008 ore 12:17 segnala
C´era una volta,
In un paese lontano lontano,

Una bellissima principessa,

Indipendente e sicura di sè
.
Incontrò una rana mentre stava seduta,
Contemplando argomenti ecologici,
Sulle sponde di un laghetto incontaminato
,
In un prato verde vicino al suo castello.

La rana le saltò in grembo

E disse:

"Elegante Signora,io ero un bel principe finchè una strega cattiva non mi fece un incantesimo.
Un bacio da te, comunque,
ed io ritornerò ad essereil bel principe che sono
E poi, dolcezza, noi ci potremo sposare
E mettere su casa nel tuo castello insieme a mia madre.
Dove tu potrai cucinare per me
Lavare I miei vestiti
Portare nel tuo grembo I miei figli

Ed esserne per sempre grata."

Quella sera
Mentre la principessa cenava beatamente
Con gambe di rana saltate in padella
Con un vino bianco
Ed una salsa di cipolle
Ridacchiava a pensava tra sè
Col cazzo.

Riflessione...

22 settembre 2008 ore 17:08 segnala
Ecco un breve testo da leggere quando le cose non vanno bene e/o una email da inviare agli amici per farli stare meglio e dimostrargli la nostra amicizia

Siamo convinti che la nostra vita sarà migliore quando saremo sposati, quando avremo un primo figlio o un secondo.
Poi ci sentiamo frustrati perché i nostri figli sono troppo piccoli per questo o per quello e pensiamo che le cose andranno meglio quando saranno cresciuti.
In seguito siamo esasperati per il loro comportamento da adolescenti. Siamo convinti che saremo più felici quando avranno superato quest'età. Pensiamo di sentirci meglio quando il nostro partner avrà risolto i suoi problemi, quando cambieremo l'auto, quando faremo delle vacanze meravigliose, quando non saremo più costretti a lavorare.
Ma se non cominciamo una vita piena e felice ora, quando lo faremo?
Dovremo sempre affrontare delle difficoltà di qualsiasi genere.
Tanto vale accettare questa realtà e decidere d'essere felici, qualunque cosa accada.
Alfred Souza dice: "Per tanto tempo ha avuto la sensazione che la mia vita sarebbe presto cominciata, la vera vita!
Ma c'erano sempre ostacoli da superare strada facendo, qualcosa d'irrisolto, un affare che richiedeva ancora tempo, dei debiti che non erano stati ancora regolati.
In seguito la vita sarebbe cominciata.
Finalmente ho capito che questi ostacoli erano la vita".
Questo modo di percepire le cose ci aiuta a capire che non c'é un mezzo per essere felici ma la felicita è il mezzo. Di conseguenza, gustate ogni istante della vostra vita, e gustatelo ancora di più perché lo potete dividere con una persona cara, una persona molto cara per passare insieme dei momenti preziosi della vita, e ricordate vi che il tempo non aspetta nessuno.
Allora smettete di aspettare di finire la scuola, di tornare a scuola, di vederli andare via di casa.
Smettete di aspettare di cominciare a lavorare, di andare in pensione, di sposarvi, di divorziare.
Smettete di aspettare il venerdì sera, la domenica mattina, di avere una nuova macchina o una casa nuova. Smettete di aspettare la primavera, l'estate, l'autunno o l'inverno.
Smettete di aspettare di lasciare questa vita, di rinascere nuovamente, e decidete che non c'è momento migliore per essere felici che il momento presente.
La felicita e le gioie della vita non sono delle mete ma un viaggio.
Un pensiero per oggi: Lavorate, come se non aveste bisogno di soldi; Amate, come se non doveste soffrire; Ballate, come se nessuno vi guardasse.
Ora rifletti bene e cerca di rispondere a queste domande:
1 - Nomina le 5 persone più ricche del mondo.
2 - Nomina le 5 ultime vincitrici del concorso Miss Universo.
3 - Nomina 10 vincitori del premio Nobel.
4 - Nomina i 5 ultimi vincitori del premio Oscar come miglior attore o attrice.
Come va? Male? Non preoccuparti. Nessuno di noi ricorda i migliori di ieri.
E gli applausi se ne vanno! E i trofei si impolverano! I vincitori si dimenticano!
Adesso rispondi a queste altre:
1 - Nomina 3 professori che ti hanno aiutato nella tua formazione.
2 - Nomina 3 amici che ti hanno aiutato in tempi difficili.
3 - Pensa ad alcune persone che ti hanno fatto sentire speciale.
4 - Nomina 5 persone con cui passi il tuo tempo.
Come va? Meglio? Le persone che segnano la differenza nella tua vita non sono quelle con le migliori credenziali, con molti soldi, o i migliori premi... Sono quelle che si preoccupano per te, che si prendono cura di te, quelle che ad ogni modo stanno con te.
Rifletti un momento. La vita è molto corta! Tu, in che lista sei? Non lo sai?...
Permettimi di darti un aiuto... Non sei tra i famosi, però sei tra quelli che ricordo per mandargli questo messaggio.
Qualche anno fa, alle Paraolimpiadi di Seattle, nove atleti, tutti mentalmente o fisicamente disabili erano pronti sulla linea di partenza dei 100 metri. Allo sparo della pistola, iniziarono la gara, non tutti correndo, ma con la voglia di arrivare e vincere. In tre correvano, un piccolo ragazzino cadde sull'asfalto, fece un paio di capriole e cominciò a piangere.
Gli altri otto sentirono il ragazzino piangere.
Rallentarono e guardarono indietro.
Si fermarono e tornarono indietro... ciascuno di loro.
Una ragazza con la sindrome di Down si sedette accanto a lui e cominciò a baciarlo e a dire: "Adesso stai meglio?"
Allora, tutti e nove si abbracciarono e camminarono verso la linea del traguardo. Tutti nello stadio si alzarono, e gli applausi andarono avanti per parecchi minuti. Persone che erano presenti raccontano ancora la storia.
Perché? Perché dentro di noi sappiamo che: La cosa importante nella vita va oltre il vincere per se stessi.
La cosa importante in questa vita è aiutare gli altri a vincere, anche se comporta rallentare e cambiare la nostra corsa. Se invii questa mail, magari riusciamo a cambiare il nostro cuore e quello di qualcun altro...
"Una candela non ci perde niente nell'accendere un'altra candela".

per le girls

19 settembre 2008 ore 20:45 segnala
Questo è il mese delle belle donne....e anche tu ke leggi ne fai parte, perchè....

Lo sai che esistono 3 miliardi di donne che non assomigliano a super modelle?

E solo otto lo sono.
Lo sapevi che
Marilyn Monroe indossava la taglia 46?

Se Barbie fosse una donna vera, sarebbe costretta a camminare a quattro zampe per via delle sue proporzioni!  

La donna 'media' pesa 66 kg. ed indossa una taglia compresa tra la 44 e la 46.  

Una donna su quattro fra i 20 e i 25 anni soffre di disordini dell'alimentazione.

Le modelle sulle riviste sono PETTINATE - NON Perfette!!

Uno studio psicologico del 1995 ha dimostrato che 3 minuti trascorsi a guardare una rivista di moda provoca nel
70%delle donne una sensazione di depressione, colpa e di VERGOGNA!

Le modelle di 20 anni pesano l' 8% in meno della donna 'media'.


Oggi pesano il 23% in meno......


~~ Bellezza di una Donna ~~
La bellezza di una donna non si basa sugli abiti che indossa, la figura che porta o il modo in cui porta i capelli.
La bellezza di una donna si vede dai suoi occhi perché questa è la porta del suo cuore, il luogo dove l'amore risiede.
La bellezza di una donna non è un neo sul viso, ma la vera bellezza in una donna si riflette sulla sua anima.
Sono le cure che lei dona amorevolmente, la passione che dimostra.
La bellezza di una donna con il tempo, può solo crescere...


L'immagine di una mamma


ALL'ETA DI 4 ANNI
- Mia mamma sa fare tutto!
8 ANNI
- Mia mamma sa tutto! Proprio tutto!
12 ANNI
- Mia mamma non sa veramente proprio tutto.
14 ANNI
- Naturalmente, mamma non lo sa, neppure questo!
16 ANNI
- Mamma? E' una fuori moda senza speranza.
18 ANNI
- Quella vecchia donna? É fuori tempo!
25 ANNI
- Beh, potrebbe sapere qualcosina al riguardo.
35 ANNI
- Prima di decidere, sentiamo l'opinione di mamma.
45 ANNI
- Mi chiedo che cosa ne avrebbe pensato mamma al riguardo?
65 ANNI
- Vorrei poterne parlare con mamma...

Dai libri...

19 settembre 2008 ore 14:16 segnala

<<...quando perdi tempo al telefono...quando i minuti scorrono senza che te ne accorgi, quando le parole non hanno senso, quando pensi che se qualcuno ti ascoltasse penserebbe che 6 pazzo, quando nessuno dei 2 ha voglia di attaccare, quando dopo che lei ha attaccato controlli bene che l'abbia fatto veramente allora 6 fregato...o meglio 6 innamorato...che poi è 1 pò la stessa cosa...>>

<<Una storia non è fatta solo di un inizio e di una fine.
C'è sempre qualcosa che la precede e qualcuno che la seguirà, oltre l'ultima parola.
Una storia è un viaggio. E, quando non puoi partire davvero, quando mancano le mappe, ecco la fantasia.
Fantasia. Possibilità. Il senso finale di mille altre storie, vere o presunte, vissute o solo raccontate e riviste poi con la fantasia.
Una storia non è mai solo tua.
È come un sasso gettato nell'acqua. Non sai dove arriveranno i cerhi e forse nemmno quanto ci metterà a toccare il fondo. Sai solo che un fondo c'è, da qualche parte laggiù e, quando il sasso lo raggiungerà, forse i cerchi non avranno ancora terminato la loro corsa, non avranno smesso di cercare mete. Per questo poi tutti ci sentiamo toccati da quei cerchi, abbracciati. Ci sentiamo parte di qualcuno he in realtà abbiamo solo sfiorato.>>

<<Di mal d'amore non si guarisce tanto facilmente. E non ci sono medicine. Né rimedi, non si sa quando passa, non si sa nemmeno quanto fa male. Fa bene solo il tempo e tanto, perché più è stata grande la bellezza di un amore, tanto più sarà lunga la sofferenza quando questo finisce.>>

<<Nella vita ci abituiamo troppo spesso che tutto debba andare per forza in un certo modo, in quel senso prestabilito, che una storia non possa che essere quella e con quella persona. Ma a volte ci possiamo sbagliare. E allora restiamo sorpresi, non troviamo le parole. E sorridiamo. È vero. Non c'è niente di più bello di quell'errore che si chiama amore.>>

<<la domanda più difficile. "Lei mi ama o no?" E la risposta più semplice. "Non lo so però ci sto!">>

<<Sorride anche lei e si lascia andare. Bacio. Bacio morbido, bacio lento, bacio non irruento. Bacio al Traminer, bacio leggero, bacio di lingue in lotta, bacio surf, bacio sull'onda, bacio con morso, bacio vorrei andare avanti ma non posso. Bacio non si può. Bacio c'è gente...>>

<<Lei chiude gli occhi trattenendo il respiro, improvvisamente rapita da quell'emozione incredibile, da quel dolore d'amore, da quel magico diventare sua per sempre. Alza il viso verso il cielo, sospirando, aggrappando alle sue spalle, abbracciandolo forte. Poi si lascia andare, delicatamente più tranquilla. Sua. Apre gli occhi. Lui è lì, dentro di lei. Quel morbido sorriso ondeggia d'amore sul suo viso baciandola ogni tanto. Ma lei non c'è più. Quella ragazza dagli occhi azzurri spaventati, dai tanti dubbi, dalle mille paure, è scomparsa...>>

 

Il potere delle donne

16 settembre 2008 ore 11:53 segnala

Undici persone si trovano appese alla corda di un elicottero: erano dieci uomini e una donna.
Dal momento che la corda non era sufficentemente resistente per sostenere tutte e undici le persone, decisero che uno doveva lasciarsi cadere nel vuoto altrimenti sarebbero dovuti morire tutti.
Non riuscivano a mettersi d'accordo su chi dovessere compiere il gesto fino a quando la donna non tenne un commovente discorso dicendo che sarebbe stata lei a lasciare volontariamente la corda dal momento che le donne sono abituate rinunciare a tutto per i loro figli e i loro uomini, regalare tutto agli uomini senza ricevere nulla in cambio.
Appena finì di parlare, tutti gli uomini iniziarono a battere le mani.

Non sottovalutate mai il potere di una donna...

Il pannolino...

16 settembre 2008 ore 11:38 segnala

Cosa accade quando un papà decide di cambiarlo al suo bebè...

1. Il pannolino può essere cambiato per tre ragioni:
a) perché lo dice la mamma;
b) perché lo dice la suocera;
c) perché il bimbo ha cagato.

Naturalmente il gesto perde, nei primi due casi, gran parte della sua drammaticità.
Il vero, autentico, cambio di pannolino prevede la presenza della merda.
Di solito accade così:
La mamma prende in braccio il bambino, lo annusa un po' e dice, con voce gaia e piuttosto cretina: 'E qui cosa abbiamo fatto, eh? Sento un certo odorino... Cosa ha fatto l'angioletto?'
Poi la mamma va di là e vomita. A questo punto si riconosce il padre di destra e il padre di sinistra.
Il padre di destra dice: 'Che schifo!' e chiama la tata.
Il padre di sinistra prende il bambino e lo va a cambiare.

2. Il pannolino si cambia, rigorosamente, sul fasciatoio.
Il fasciatoio è un mobile che quando lo vedi a casa tua, capisci che un sacco di cose sono finite per sempre, tra le quali la giovinezza.

Comunque è studiato bene: ha dei cassettini vari e un piano su cui appoggiare il bambino.
Far star fermo il bambino su quel piano è come far stare una trota in bilico sul bordo del lavandino. E' fondamentale non distrarsi mai.
Il neonato medio non è in grado quasi di girarsi sul fianco ma è perfettamente in grado, appena ti volti, di buttarsi giù dal fasciatoio facendoti il gesto dell'ombrello: pare che si allenino nella placenta, in quei nove mesi che passano sott'acqua.

Dunque: tenere ben ferma la trota e sperare in bene.

3. Una volta spogliato il bambino, appare il pannolino contenente quello che Gadda chiamava "l'estruso".

E' il momento della verità.
Si staccano due pezzi di scotch ai lati e il pannolino si apre.
La zaffata è impressionante.
E'singolare cosa riesca a produrre un intestino tutto sommato vergine: cose del genere te le aspetteresti dall'intestino di Bukowski, non di tuo figlio.
Ma tant'è: non c'è niente da fare.
O meglio: si inventano tecniche di sopravvivenza.
Io, ad esempio, mi son convinto che tutto sommato la merda dei bambini profuma di yogurt.
Fateci caso: se non guardate potrebbe anche sembrare che vostro figlio si sia seduto su una confezione famiglia di Yomo doppia panna.
Se guardate è più difficile.
Ma senza guardare... Io con questo sistema sono riuscito ad ottenere ottimi risultati:
adesso quando apro uno yogurt sento odor di merda.

4. Impugnare con la mano sinistra le caviglie del bambino e tirarlo su come una gallina. Con la destra aprire la confezione di salviettine profumate e prenderne una.
Neanche il mago Silvan ci riuscirebbe: le salviettine vengono via solo a gruppi di ottanta.
Scuotete allora il blocchetto fino a rimanere con tra le dita un numero inferiore a cinque salviette.
A quel punto, di solito, la gallina-trota, stufa si stare appesa come un idiota, dà uno strattone: se non vi cade, riuscirà comunque a spargere un po' di cacca in giro.
Tamponate ovunque con le salviettine profumate.
Ritirate su il pollo e con gesto rapinoso pulite il sedere del bambino.
Posate le salviettine usate nel pannolino e richiudetelo.

A quel punto la vostra situazione è: nella mano sinistra un pollo-trota coi lineamenti di vostro figlio.
Nella mano destra, una bomba chimica.

5. NON andate a buttare la bomba chimica: la trota scivolerebbe per terra.
Quindi, posatela nei paraggi (la bomba, non la trota) registrando il curioso profumo di yogurt che si spande per l'aria.
Senza mollare la presa con la mano sinistra, usate la destra per detergere a fondo e poi passate all'olio. Ve ne versate alcune gocce sulla mano. Esse scivoleranno immediatamente giù verso il polso, valicheranno il confine dei polsini, e da li spariranno nell'underground dei vostri vestiti.
La sera ne troverete traccia nei calzini.
Completamente lubrificati, passate alla Pasta di Fissan, un singolare prodotto nato da un amplesso tra la maionese Calvè e del gesso liquido, ne riempite il sedere del pollo e naturalmente ve ne distribuite variamente in giro per giacche, pantaloni, ecc. A quel punto avete praticamente finito.

A quel punto il bambino fa pipì.

6. Il bambino non fa pipì a caso. La fa sul vostro maglione. Voi fate un istintivo salto indietro.
Errore.
La trota, finalmente libera, si butta giù dal fasciatoio. Ritirate su la trota e non raccontate mai alla mamma l'accaduto.

7. Prendere il pannolino nuovo.
Capire qual è il lato davanti (di solito c'è una greca colorata che aiuta, facendovi sentire imbecilli). Inserire il pannolino tra le gambe del bambino e chiudere.
Il sistema è stato studiato bene: due specie di pezzi di scotch e il pannolino si chiude. Sì, ma quanto si chiude? Così è troppo stretto, così è troppo largo, così è troppo stretto, così è troppo largo.
Si può arrivare anche ad una ventina di tentativi.
E' in quel momento che il bambino comincia ad intuire di avere un padre scemo: giustamente manifesta una certa delusione, cioè inizia a gridare come un martire.
Da qui in poi si fa tutto in apnea e in un bagno di sudore.

8. Nonostante i decibel espressi dal bambino, mantenere la calma e provare a rivestire il bambino.
E' questo il momento degli automatici. Quando Dio cacciò gli uomini dal paradiso terrestre disse: partorirete con dolore e dovrete chiudere le tutine dei vostri figli con gli automatici.
Per chiudere un automatico bisogna avere: grandissimo sangue freddo, mira eccezionale, culo della madonna.
Il numero degli automatici presente in una tutina è sorprendente e, perfidamente, dispari.

9. Se nonostante tutto riuscite a rivestire il bambino, avete praticamente finito. Vi ricordate che avete dimenticato il borotalco: il culetto si arrosserà. Pensate ai bambini in Africa e concludete: si arrossirà, e che sarà mai.
Quindi prendete il bambino e lo riconsegnate alla mamma. Lei chiederà: 'L'hai messo il borotalco?'. Voi direte: 'Sì'.
Con convinzione.

10. Ripercussioni fisiche e psichiche. Fisicamente, cambiare un pannolino, brucia le stesse calorie di una partita di tennis. Psichicamente il padre post-pannolino tende a sentirsi spaventosamente buono e in pace con sé stesso.
Per almeno tre ore è convinto di avere la nobiltà d'animo di Madre Teresa di Calcutta.

Quando l'effetto svanisce, subentra un irresistibile desiderio di essere single, giovane, cretino e un po' di destra.
Alcuni si spingono fino a consultare il settore 'Decappottabili' su Gente & Motori.
Altri telefonano ad una ex-fidanzata e quando lei risponde mettono giù. Pochi dicono che devono andare a comprare le sigarette, escono e poi, tragicamente, ritornano.

In casa li avvolge la sicurezza del focolare, il tepore dei sentimenti sicuri, e un singolare, acutissimo profumo di yogurt.

Frasi raccolte dai dipendenti Unieuro

16 settembre 2008 ore 11:08 segnala

Di fronte ai forni a microonde: "Sono tutti portatili questi televisori?"

"Avete quello per attirare le farfalle nei negozi?"

"Perche' sul mio televisore non si vede più Rai Quattro?"

"Che differenza c'è tra questi due televisori Sony?"
"Questo costa di più perché è stereo"
"Ah, non e' Sony?"

"Quella sveglia ha la sveglia?"

"Avete autoradio per auto?"

"Che differenza c'è tra le cassette da 30 minuti e quella da 45 minuti?"

"Buonasera, senta, si interessa di pinguini lei?"

"Volevo una spina tripla"
"Grande o piccola?"
"Mah, una cosa media"

Il commesso spiega il funzionamento di un telefono senza filo: "Questo ha una portata di 100 metri"
"Ah, allora posso telefonare solo a quelli del palazzo di fronte?"

"Scusi, cosa vuol dire la scritta SCART che vedo su alcuni televisori?"
"Vuol dire che hanno una presa apposita per i videoregistratori" "Ah, credevo fossero degli scarti di magazzino"

"Questo televisore che tipo di tubo cattolico monta?"

Mimando il gesto di lavarsi i denti: "Volevo vedere dei rasoi elettrici"

"Avete un televisore a 18 cavalli?"

"Avete le lampade a basso risparmio energetico?"

"Questa telecamera ha anche l'effetto piovra?"

"Questo trapano serve anche per svitare e invitare?

"Ci sono i telefoni tipo walkman?"

"Vorrei uno stereo, volevo spendere tra le 500mila e il mezzo milione"

"Vorrei delle informazioni sulle vostre dilatazioni di pagamento"

"Com'è questo videoregistratore?"
"Molto buono, è un Sony"
"Mah, preferisco qualcos'altro, io delle marche italiane non mi fido"

Parlando dei telecomandi e delle relative custodie: "Ma se io ce l'ho
lungo come faccio a farlo entrare in questo coso di gomma?"

Al telefono: "Senta, siccome abito lontano, potrebbe farmi ascoltare la differenza tra due impianti stereo?"

"Avete il phon che fa alzare i capelli?"

Davanti ai ventilatori accesi: "Senti che vento, sembra di essere in
Africa!"

"Avete mica i nuovi telefonini GPL?"

"Avete phon da uomo?"

"Avete il TV Sony 28 metri?"

"Avete un orologio da mettere nel freezer per vedere la temperatura?"

"In questo negozio si può pagare col Bancomarket?"

"Vorrei avere delle informazioni su un tostapane"
"Certo, può rivolgersi alla commessa"
"Ah, li fa lei i toast?"

"Scusi, che polliciaggio ha questo TV?"

"Questo telefonino ha anche la fibrillazione?"

Il giorno dopo l'entrata in vigore dell'ora legale: "Senta, mi cambia la pila dell'orologio, che da ieri mi va un'ora indietro?"

"Avete fusilli a 5 volts?"

"Senta, ho messo i panni nella lavastoviglie, ora mi si è incastrato tutto e non si apre piu'"

"Senta, il mio frigorifero è guasto, perde acqua, trovo tutti gli
indumenti bagnati"

"Mi hanno cromato il telefonino"

"Vorrei uno di quei forni a infrarossi, sa, per un neonato"

"Quell'antenna a 99.000 lire costa 99.000 lire?"

"Volevo una radiolina per mettere nella vigna e far scappare i cinghiali"

SVOCABOLARIO DELLA LINGUA ITALIANA

16 settembre 2008 ore 11:07 segnala

A
* ABBECEDARIO - Espressione di sollievo di chi s'è accorto che c'è anche Dario
* ACCOZZAGLIA - Gruppo di ragazze d'aspetto poco gradevole
* ADDENDO: urlo della folla quando a Nairobi stai per pestare una merda
* AEROFAGIA - Fenomeno caratteristico della zona di Ustica
* ALANO - Cane di cui e' certo almeno un particolare anatomico
* ALLUCINAZIONE - Violento colpo inferto col ditone del piede
* ALUNNO: esclamazione sfuggita a Papa Leone all'apparire di Attila
* AMPLIFICATORE - Apparecchio per ingrandire la fica
* ANABBAGLIANTE - Ano luminosissimo
* ANACRONISTA (1) - Giornalista che scrive articoli di merda
* ANACRONISTA (2) - Giornalista gay
* ANAFILATTICO - Profilattico per rapporti anali
* ANAGRAFICO - Disegnatore di chiappe
* ANALISTA (1) - Elenco di buchi del culo
* ANALISTA (2) - Esaminatore di buchi del culo
* ANALITICO - Culo di pietra
* ANALOGO - Dialogo fra buchi del culo
* ANAMNESI - Fenomeno a causa di cui ci si dimentica di avere il culo
* ANATOMICO - Culo radioattivo
* ANIMALE - Dolore localizzato nella zona del buco del culo
* ANOMALIA - Patologia dolorosa del buco del culo
* ANALGESICO - Calmante per i dolori al fondoschiena
* APPARECCHIO - Elettrodomestico per preparare la tavola
* APPENDICITE: attaccapanni per scimmie
* ARCANO - Buco del culo molto antico
* ASPARAGINA: invito alla Gina che non si decide a tirare il grilletto
* ASSILLO: scuola materna sarda
* AUTOCLAVE - Armi automatiche dell'eta della pietra
* AUTORIZZAZIONE - Erezione spontanea
* AZOTO - Ultima lettera dell'alfaboto

B
* BACCANALE - Frutto selvatico usato una volta come supposta
* BALALAICA - Testicolo anticlericale
* BALESTRA - Sala ginnica per gente di colore
* BANALE - Frutto tropicale da infilarsi nel culo (togliere prima il bollino blu)
* BASILICA: chiesa aromatica
* BENEVENTO - Peto profumato
* BIDELLO: sanitario per la pulizia intima delle maestre
* BIDET - Detto due volte
* BIGODINO - Doppio orgasmo
* BINARIO - Condizione normale del naso (gravi malformazioni, come detto, sono i SETTENARI, gli OTTONARI ecc. Gli ULTRACENTENARI, si sa, sono rarissimi, e muoiono in breve tempo)
* BISCAZZIERE - Persona sessualmente molto dotata
* BISCIA - Volgarismo in gergo negro per "urina"
* BISOGNO - Sogno ripetitivo, quindi necessità da soddisfare
* BISTECCA - Errore ripetuto nell'esecuzione di un brano musicale
* BOA - Serpente in vacanza al mare
* BUCANEVE: precisa pisciata maschile invernale

C
* CACAO - Lassativo brasiliano
* CACHEMIRE - Andare di corpo con precisione (francesismo)
* CACHI: domanda che rivolgi ad uno chinato dietro un cespuglio
* CAFFETTANO - Clistere a base di caffè'
* CALABRONE - Grosso abitante di Cosenza
* CALAMARI - Molluschi responsabili della bassa marea
* CALCIFICARE - Tirare calci alle parti intime femminili
* CANALIZZARE - Esaminare attentamente l'ano di un cane
* CAPPUCCETTO ROSSO - Profilattico sovietico
* CARIATIDE - Antica statua raffigurante persona col mal di denti
* CASUS BELLI - Superdotato
* CATALESSI - Catalani condannati alla pentola a pressione
* CAUCCIÙ: sputo gommoso
* CERBOTTANA - Cervo femmina di facili costumi
* CERCHIONE - Dolore che viene a chi soffre di mal di testone
* CERVINO - Domanda dei clienti all'oste romano
* CIAMBELLANO - Colui che ha il più' bel buco di culo del reame
* CINIGLIA - Cinese in bottiglia
* CITOFONO - Scimpanzè' musicale
* COLONIA PENALE - Detergente intimo maschile
* COMPROMESSA - Donna dedita al commercio di funzioni religiose
* CONCLAVE: riunione di cardinali violenti e trogloditi
* CONGIUNTIVITE - Mania di iniziare i discorsi con frasi del tipo "Che io vada.."
* CONTORSIONISTA - Ebreo arrotolato
* COREOGRAFO - Studioso delle mappe della Corea
* CREDENZA POPOLARE - Armadio economico
* CUCULO: gay balbuziente
* CULINARIA - Associazione Paracadutisti Gay
* CULMINARE - Fare uso di supposte esplosive
* CULTORI - Glutei di bovini maschi
* CULTURA - Qualità' di cibo molto astringente
* CULTURATO - Stitico
* CULTURISMO - Viaggio di piacere di una supposta
* CULTURISTA - Villeggiante gay
* CURRICULUM - Gara di finocchi ai tempi dell'antica Roma

D
* DALLA: suggerimento alla vergine
* DECANO - Persona avente dieci buchi del culo
* DERAGLIARE - Uscire dalle rotaie facendo il verso dell'asino
* DIABETE - 1)Divinità delle foreste del nord. Per gli intimi, Pino
2)Bestemmia botanica
* DISCORSO A POSTERIORI - Discussione con dei sederi
* DISPUTARE - Litigare tirandosi dei catarri
* DISSENTERIA - Attitudine a dir sempre di no
* DODECAGONO - Figura piana di 12 lati nei cui 12 angoli vanno di corpo 12 persone
* DOPING - Pratica anglosassone del rimandare a più' tardi
* DOPPIAGGIO: Vespa a 4 posti

E
* ECCEDENTE: frase di un dentista latinista dopo un'estrazione
* ELETTROPOMPA: novità bolognese a luci rosse
* EMPORIO: fratello di Giorgio Armani
* EQUIDISTANTI - Cavalli in lontananza
* EQUINOZIO (1) - Zio del cavallo
* EQUINOZIO (2) - Matrimonio fra cavalli
* EQUINOZIO (3) - Cavallo che non lavora
* ESASPERATO - Drogato che proprio non ne può più
* ESATTO - Lunga rappresentazione teatrale in 6 atti
* ESCURSIONE TERMICA - Gita in montagna quando fa molto caldo
* ESTERREFATTO - Drogato straniero
* ESTESO - Uomo orientale nevrotico
* EUFRATE - Monaco mesopotamico

F
* FAHRENHEIT - Tirar tardi la notte
* FALLIMENTARE - Dare colpi col mento sull'uccello o viceversa
* FALSARIGA: sniffata di farina o di borotalco
* FANTASCIENZA - Aranciata spaziale
* FANTASMA - Malattia dell'apparato respiratorio che colpisce i forti consumatori di aranciata
* FECI: passato remoto di merda
* FEDINA PENALE - Piccolo anello da mettere attorno al cazzo
* FOCACCIA - Foca estremamente malvagia
* FONETICA - Disciplina che regola il comportamento degli asciugacapelli
* FORBICI - Bicicletta inglese per quattro persone
* FORMICHIERI - Insetti che si incazzano il giorno prima
* FRACASSO - Monaco veneto con un uccello di enormi dimensioni
* FREGATA - Unita' navale sottratta al nemico
* FRIGIDITÀ' - Malattia dell'apparato genitale femminile che ne causa la rigidità'
* FREGATA - Unita navale sottratta al nemico
* FURETTO - Culo morto

G
* GABBIANO - Volatile dal culo imprigionato
* GAIEZZA: gioia omosessuale
* GAMBERETTO - Pratica sessuale consistente nell'infilarsi gli arti inferiori nell'ano.
* GESTAZIONE - Gravidanza di moglie di ferroviere
* GIORNO SIDERALÈ - Periodo in cui si sta senza mutande, col culo alla luce
* GIULIVA - Slogan di chi e' vessato dall'Imposta sul Valore Aggiunto
* GIUMENTA - Bibita tenuta in cantina

K
* KIBBUTZ: domanda dell'ebreo che sente dei colpi alla porta

I
* IGLOO - Rumore di un eschimese che affoga
* INCAVOLARSI - Buttarsi in un campo di cavoli
* INCUBATRICE - Macchina fabbricatrice di sogni terribili
* INTERPRETATO - Posto tra due preti
* IPPOCASTANO (1) - Ippopotamo ossigenato
* IPPOCASTANO (2): Cavallo ossigenato
* ISLAM - Rumore provocato da un ceffone di Maometto

L
* LACERO: riflessione del Papa su ogni posto del pianeta
* LATITANTI - Poligoni con moltissime facce
* LAVANDA GASTRICA - Profumo a base di vomito
* LORD - Signore inglese molto sporco
* LUX: primo tipo in assoluto di FIAT

M
* MAGNA CARTA -1000 piani di morbidezza
* MAIALETTO - Animale che non dorme mai
* MANGANELLO: assente ad una riunione di neri
* MANICARETTO - Parte di camicia infilata nel culo
* MARCITA: scimmia andata a male
* MAREMMA: nome di una famosa maiala
* MARRON GLACES - Testicoli sotto zero
* MASCELLA - Ascella maschile
* MASCHILISTA - Elenco di persone di sesso maschile
* MELODIA - Preghiera di una vergine
* MESSA IN PIEGA - Funzione religiosa eseguita da un prete in curva
* MESCOLARE - Avere un ciclo mestruale molto intenso
* METANO - Mezzo buco di culo
* MINARETO - Pratica islamica per far esplodere il culo
* MOCASSINI - Scarpe al caffè
* MONASTERO - (o anche MONASTEREO) Doppia vagina
* MONETA - Piantagione veneta di passere
* MONOMANIA - Essere privo di un arto superiore
* MOTOSEGA - Applicazione tecnologica dell'erotismo
* MOTTEGGIARE - Colpire qualcuno con delle merendine Motta


N
* NAUSEABONDO - Vagabondo in preda a conati di vomito
* NEOLAUREATO - Punto nero della pelle che ha fatto l'università'
* NIENTEPOPODIMENO - Lassativo molto, molto potente
* NOMADE - Indica che non e' stato fatto nel luogo specificato (nomade in Italy, nomade in Taiwan, ecc.)
* NONNO - Negazione Convinta
* NOVANTENNE - Dotato di 9 antenne (anche ottantenne, settantenne,ecc.)

O
* OBIETTORE - Ottico fabbricante di obiettivi che se e' particolarmente serio viene chiamato "obiettore di coscienza"
* OMOSESSUALE - Colui che lava il suo arnese con "OMO"
* OPOSSUM - Marsupiale americano possibilista
* ORDINE MONASTICO - Sindacato autonomo delle puttane venete
* OTTANTA - Casa esposta ai 4-20
* OTTOMANI - Scimmie gemelle siamesi
* OVIPARI - Animali che depongono le uova solo in numero pari

P
* PALAFITTA - Intenso dolore al testicolo
* PANZAROTTO: ferito al ventre
* PAPARAZZO - Missile vaticano
* PARTITI: movimenti politici che nonostante il nome sono ancora qui
* PENTIMENTO - Un doppio mento con 5 pieghe
* PIUMONE: richieste di sporcaccioni veneti mai sazi di sesso
* PREGARE - Allenamenti prima delle competizioni sportive
* PRETERINTENZIONALE - Un prete che lo fa apposta
* PREVENIRE - Soffrire di eiaculazione precoce
* PROFILATTICO - Mansarda in puro lattice naturale
* PROFITEROL - Magnaccia parigino
* PROSTATA: malattia che colpisce i patiti della Formula 1
* PUB - Tipico locale inglese ricoperto di peli

Q
* QUADRIGLIA - Pesce a quattro pinne; si distingue dalla triglia che ne ha tre, dalla biglia che ne ha due e dalla maniglia che ne ha una.
* QUERCIA: albero sinistrato

R
* RADIARE - Colpire violentemente usando una radio
* RADIOATTIVITÀ' - Lavoro svolto da un DJ in una radio privata
* RAZZISMO - Scienza che studia i propulsori a reazione
* RAZZISTA - Fabbricatore di missili
* REDUCE - Sovrano con tendenze di estrema destra
* RIASSUNZIONE: bis della Madonna
* RIMEMBRARE - L'atto di rimettere al suo posto il "coso" a chi e' stato evirato (vocabolo coniato da J.W.Bobbitt)
* RINCULO - Seconda sodomizzazione
* RODODENDRO: africano incazzato che non lo dimostra esteriormente
* RUBINETTO - Gemma preziosa di piccole dimensioni

S
* SALADINO - Biscotto salato con il raffreddore
* SALAME: tipo di figura che il maiale non vorrebbe mai fare
* SALMONE - Cadavere di obeso
* SANCULOTTO - Patrono degli omosessuali
* SBRONZI: ubriachi di Riace
* SCAPPELLOTTO - Masturbazione frettolosa di 8 colpi
* SCIACALLO - Escrescenza della pelle tipica dei campioni di slalom
* SCIMUNITO - Attrezzato per gli sport invernali
* SCORFANO - Pesce che ha perduto i genitori
* SCREMARE - Ricostruire un cadavere dalle sue ceneri
* SEDUTA FIUME - Prolungato attacco diarroico
* SETTENARI, OTTONARI - Mostri dai molti orifizi nasali dediti alla poesia
* SETTIMANALE - Supposta da infilarsi dopo le prime sei
* SMARRIMENTO - Perdita del mento
* SOMMARIO - Indicativo presente del verbo "Essere Mario"
* SOPRANO - Parte superiore del culo
* SOVRANO - Buco del culo del rè
* SPAVENTO - Società' per azioni eolica
* SPECULATORE (1) - Chi si guarda il culo allo specchio
* STERZARE - Sottomultiplo di squartare
* STRAFOTTENTE - Dicesi di persona di grandi qualita amatorie
* SUCCESSO - Posizione da toilette
* SVENIRE - Avere un orgasmo al di fuori della sede più' idonea

T
* TACCHINO - Parte della scarpina
* TELEPATIA - Malattia che colpisce chi guarda troppo la TV
* TEMPOREGGIARE - Scoreggiare andando a tempo (tipico dei musicisti poco educati)
* TETANO (1) - Malattia che provoca la scomparsa del seno
* TETANO (2) - Chiappe con i capezzoli
* TETRA GIORNATA - Il quarto giorno della settimana greca
* TINTORETTO - Pittore che si faceva spesso clisteri colorati
* TIROLESI - Coloro che hanno l'erezione danneggiata
* TOCCATA E FUGA - Palpeggiamento di culo non gradito
* TONNELLATA - Marmellata di tonno
* TOPONOMASTICA - Scienza che studia le ragioni per cui il ratto inghiotte il cibo intero
* TRIBALE - Malformazione degli organi genitali maschili
* TROIKA: Donna russa di facili costumi
* TURCO: uomo sposato con una donna che è un vero cesso

U
* UGELLO - Volgarismo in gergo negro per "pene"
* UFFICIO - Luogo dove si sbuffa
* URBI ET ORBI: doppia benedizione alla città e ai non vedenti

V
* VANO - Malformazione dello sfintere, che assume forma di V
* VERDETTO - Cosmetico verde (a differenza del rossetto che è rosso)
* VERIFICARE - Alle Olimpiadi, accertamento del sesso delle partecipanti alle gare femminili di atletica
* VETERANO - Detto di colui che ha il culo di vetro
* VIBRATORI - Macchina per vibromassaggio bovino
* VIGILIA - Donna vigile urbano
* VULNERARE - Dipingere la figa di nero

Z
* ZAMPOGNA - Masturbazione animale
* ZONA DISCO - Parcheggio per gli UFO
* ZOOLOGICO - Assembramento di programmatori

Segno di Dio

16 settembre 2008 ore 10:15 segnala

Un uomo e una donna si scontrano in un incidente in macchina. Le due automobili sono distrutte anche se nessuno dei due è ferito. Riescono a strisciare fuori dalle loro macchine sfasciate e la donna fa all`uomo:
- Non posso crederci: tu sei un uomo... io una donna. E ora guarda le nostre macchine: sono completamente distrutte eppure noi siamo illesi. Questo è un segno di Dio: voleva che ci incontrassimo e che divenissimo amici e che vivessimo insieme in pace per il resto dei nostri giorni...
E lui:
- Sono d`accordo: deve essere un segno del cielo!
La donna prosegue:
- E guarda quest`altro miracolo...
La mia macchina è demolita ma la mia bottiglia di vino non si è rotta! Di certo Dio voleva che noi bevissimo questo vino per celebrare il nostro fortunato incontro...
La donna gli passa la bottiglia, lui la apre, se ne beve praticamente metà e la passa a lei...
Ma la donna richude la bottiglia e la ridà a lui...
L`uomo le chiede:
- Tu non bevi???
E lei risponde:
- No... io aspetterò che arrivi la polizia...

Ahahahaha...che paracula la donna :-))) (anche un pò stronza lo ammetto....)