Chiamate in un CALL CENTER....

05 settembre 2008 ore 15:41 segnala
(preso da Fuoriditesta.it)

OPERATORE: Buongiorno.

CLIENTE: Devo intestarmi il telefonino come posso fare?
OP: Se mi manda la documentazione via fax la effettuo io personalmente, me li manda via fax al numero...
Il cliente interrompe: "Giuvinò se mi dicite addò stà 'sta Via FAX v'a port'io a mano".
---------------------------------------------------------------------------
 
OP: "Ma lei ha il contratto oppure un cellulare ricaricabile?"
 
CL: "Ma io, veramente, ho quello con la batteria..."
------------------------------------------------------------------------------
 
CL: Buongiorno vorrei avere delle informazioni sulla tariffa duello
OP: forse si riferisce alla tariffa duetto
CL: ...sì? sì: all'opzione duello
------------------------------------------------------------------------------
CL: Per disinnescare la segreteria come devo fare?

OP: Chiami gli artificieri!
CL: mi da il numero?
--------------------------------------------------------------------------------
CL: Come tolgo la segreteria telefonica?

OP: bla bla bla
(sta spiegando)
CL: Ma il cancelletto è quell'asterisco quadrato?

----------------------------------------------------------------------------------
OP: Mi può dire il codice di avviamento postale?

CL: Cosa?

OP: Il codice di avviamento postale!
CL: Non ho capito!
OP: Signora, il c.a.p.!!
CL: AAAH!!... il capoluogo!
----------------------------------------------------------------------------------
OP: buongiorno sono....
 
CL: ho un problema: il telefono è spento ma suona lo stesso non è che siete stati voi a chiamarmi?
------------------------------------------------------------------------------------
 
OP: XXX buongiorno sono..... in cosa posso ....
 
CL: Se prendo il telefono di un mio amico, poi posso fare il passaggio di proprietà ?
------------------------------------------------------------------------------------
CL: Ma lei è sicura che non mi hanno inclonato il telefono?
---------------------------------------------------------------------------------------
CL: Non mi va più il telefonino.
OP: Cosa le compare sul display?
CL: "Verificare SIM".
OP: Allora dovrebbe come prima cosa estrarre la scheda del telefonino e provare a pulirla...
 
CL: Sì, sì, me l'ha già detto una sua collega, ho pulito la scheda con la trielina ma continua a non funzionare!
OP: Mmmm, credo di capire...

-------------------------------------------------------------------------------------------
CL: Ho comprato la scheda con la promozione della festa del papà può vedere se ho i 200 sms gratuiti?
OP: (dopo controllo) Si li ha!
 
-----------------------------------------------------------------------------------------
CL: (signora sui 50-60 anni).: Mi scusi, ma questa autoricarica non ricarica un c a z z o !

OP (un po' imbarazzato): In che senso, signora? Non ha ricevuto il suo credito dopo i 100 minuti?
CL: Cosa c a z z o vuol dire 100 minuti?
OP: Vede, il credito di 7200 lire viene erogato unitariamente al raggiungimento del centesimo minuto di traffico ricevuto...
CL: 7200 lire per 100 minuti ? Mi scusi se glielo dico, ma è una cagata pazzesca! Io pensavo che mi davate tutte le 50.000 lire di ricarica...
----------------------------------------------------------------------------------------
CL: Ho fatto la ricarica col Bancomat, ma ho fatto un numero sbagliato. Mi devo sparare nelle palle o cosa?
OP: Mmm... non sia così drastico...

CL: Quando il telefono si spegne non riesco più a rimetterlo in moto...

CL: Voi siete dei ladri. Queste batterie che costano così tanto e durano così poco...

OP: In che senso scusi?

CL: Insomma le compro, durano un giorno o due e poi sono costretto a comprarne delle altre...
OP: Ma scusi... (lunga pausa di silenzio perchè gli viene da ridere) ma lo sa che si ricaricano le batterie?
CL: Si ricaricano? E come?
----------------------------------------------------------------------------------------
OP: buongiorno servizio clienti
CL: buondì io ho il Nokia 6150: volevo sapere se potevo mettere il "VIBRATORE"!

--------------------------------------------------------------------------------------
CL: buongiorno volevo sapere il mio credito.

OP: deve contattare il 916.

CL: no, io il 916 non lo chiamo sono dei maleducati!

OP: ma signore e' una fonia...

CL: l'altro giorno ho chiamato al 916 e gli ho chiesto quant'era il mio credito e loro mi hanno risposto: e che c***o ne so io del suo credito!
(PROBABILMENTE IL CL HA CHIAMATO IL 116)
------------------------------------------------------------------------------------------
OP: scusi il suo telefonino e' un TACS o un GSM?
CL: un NOKIA!
------------------------------------------------------------------------------------------
CL: buongiorno, sono il possessore di un telefonino TAXI, ho la cartella dei soldi scarica.

CL: ho paura che mi abbiano clonato il cellulare

OP: Mi dia il numero che facciamo delle verifiche?
CL: eh no! Ci mancherebbe, se adesso le do il numero me lo clonate anche voi!

Il T9...

05 settembre 2008 ore 15:33 segnala
(preso da Fuoriditesta.it)

A me piacerebbe fare quattro chiacchiere con l'inventore del T9, un giorno.
Me lo metterei davanti. Gli offrirei un tè. Lui è sicuramente uno che non beve alcolici, lui sarà per forza uno che beve tè e un sacco di caffé.
Gli offrirei dei pasticcini, anche. Aspetterei di vederlo addentare la ciliegia verde della frolla per bloccargli il polso e chiedergli:
- Ma ora, dimmi: come ***** ti è venuto di mettere "vi" come prima opzione al posto di "ti"?
Chi è che non ha mai ricevuto il famigerato sms ottocentesco "Vi passo a prendere stasera"?
E quando lui tossirà, si ingolferà, si batterà il petto e cercherà di arrivare con quella sua mano pallida alla tazzina di tè, io stringerei ancora di più la morsa e gli chiederei:
- E come ***** ti è venuto di mettere "paura" come prima opzione rispetto a "scusa"?? ... "Paura, ero senza credito!".
Chi è che utilizza la parola "paura" negli sms? A chi pensavi come utente ideale? A Stephen King? Dimmelo.
A questo punto ingollerei anch'io un pasticcino per ostentare nervosismo.
E perché (sputando briciole di pasticcino) quando scrivo "tu" mi viene fuori "tv"? Che prendi, le mazzette dalla Rai?
A questo punto lui cercherebbe di bofonchiare qualcosa. Io lo interromperei bloccandogli anche l'altro polso. Alla mia coinquilina oggi è arrivato un messaggio che diceva: "Ti rifaccio gli ampliodoti per il meraviglioso sorriso!"
- Cosa sono gli ampliodoti, testa di minchia? I complimenti???
"Ampliodoti" n-o-n-e-s-i-s-t-e. Il tuo dizionario di merda è pieno di parole che n-o-n-e-si-s-t-o-n-o. A questo punto gli toglierei la tazza davanti, mi alzerei e la metterei nel lavandino. Così, per fare massaia. Con voce ferma gli direi (magari strofinandomi le mani sul grembiule):
- Il mio amico si chiama Savior. Ok, ha un nome di merda, siamo d'accordo. Fatto sta che per colpa del tuo ***** di T9 lui non si chiama più Savior, che è un brutto nome, si chiama Pathos, che è peggio.
E per dirti quante vite hai incasinato. Il mio amico Bernardo. Ok, un nome di merda anche quello, siamo d'accordo, infatti è amico di Savior. Bè il caro Bernardo stava tampinando una ragazza. Era riuscito ad avere il numero. Le stava mandando il primo dannato messaggio galante per rompere il dannato ghiaccio. Il messaggio diceva: "Vi va se stasera andiamo a mangiare qualcosa e poi andiamo a ballare? Vi porto a Testaccio, c'è il mio amico che mette i dischi. Vi riaccompagno a casa io".
E a parte che sembra scritto da Mozart. Ma a parte. A un certo punto lo spazio era quasi finito, per cui Bernardo non si firmò "Bernardo", si firmò "Bern".
Peccato che il messaggio sia arrivato firmato "Afro", a sottintendere un individuo con una minchia di due metri intenzionato a concludere degnamente la serata sul divano.
Ovviamente la ragazza in questione non si è mai più fatta viva, e Afro si è fatto un anno di pippe.
A questo punto mi risiederei e lo fisserei negli occhi.
Uno scrive aiuto. E fin qui. Poi gli diventa aiutò. E fin qui. Poi diventa bitum. Sì, esatto, bitum. Intendi bitume? Sì, intendi bitume. E allora se conosci la fottuta parola bitume, perché non mi prendi "merda"?? Secondo te c'è più gente al mondo che scrive "merda" o che scrive "bitume"!?
Poi volteggerei sollevando la gonna e direi:
- Oggi mi sento romantica: "Variazioni sul Ti amo".
1) "Vi con" (dislessia allo stato puro. Variante: un noto detersivo d'importazione)
2) "Vi amo" (un po' demodé, ma pur sempre efficace)
3) "Vi amm" (vi amm, vi amm, 'ncopp viamm ià)
4) "Ti bon" (nota bistecca)
5) "Ti anm" (un volgare insulto in foggiano)
6) "Ti coo" (...pulo)
7) "Ti bom" (bo)
"Ti ano" (vabè)
9) "Tg com" (mazzetta da Canale 5)
10) "Tg cnn" (notizie dal mondo).
Perché? Non? Vai? Da? Un? Buon? Psicologo?
Dovresti smettere di fare questo lavoro. Dovresti fare un lavoro che più ti si confà.
E a questo punto lo porterei al lavandino e gli farei lavare la tazzina.

Aiutati, che Dio t'aiuta ;)

05 settembre 2008 ore 15:31 segnala

Scoppia un diluvio, tutti cercano di trovar riparo e mettersi in salvo tranne un uomo la cui Fede è fortissima.
Passa un uomo in macchina e gli dice: “Corri, vieni con me che sto scappando”, ma l’uomo dalla profonda Fede risponde: “No, credo in Dio e lui mi salverà!”.
Continua a diluviare, il livello dell’acqua aumenta, passa una barca e gli grida: “Ho posto, sali e mettiti in salvo!”, ma l’uomo risponde: “No, credo in Dio e lui mi salverà”.
L’acqua ormai è altissima, arriva un elicottero, dall’alto viene detto all’uomo di aggrapparsi alla fune, ma l’uomo risponde: “No, credo in Dio e lui mi salverà!”.
L’uomo muore, sale in paradiso, vede Dio e gli dice: “Signore mio, io credevo in te, perché non mi hai salvato?!”.
E Dio risponde: “ La macchina…la barca…l’elicottero…ma tu da me che vuoi?!!!”.

Storiella 2

05 settembre 2008 ore 15:22 segnala
UN UOMO STA GUIDANDO SU UNA TORTUOSA E STRETTA STRADA DI MONTAGNA.
UNA DONNA GUIDA SULLA STESSA STRADA MA IN SENSO INVERSO. NEL MOMENTO
IN CUI SI INCROCIANO, LA DONNA APRE IL FINESTRINO DELL' AUTO E GRIDA:
"MAIALEEE!! " 

L' UOMO, IMMEDIATAMENTE, APRE IL PROPRIO FINESTRINO E RISPONDE:
" PUTTANAAA!! ".
...OGNUNO DI LORO CONTINUA PER LA PROPRIA STRADA E, APPENA L' UOMO GIRA,
AL TORNANTE SUCCESSIVO VA A SBATTERE CONTRO UN GROSSO MAIALE AL CENTRO DELLA STRADA.
Morale della storia: SE SOLO GLI UOMINI STESSERO AD ASCOLTARE.....

storiella 1

05 settembre 2008 ore 15:17 segnala
Una coppia sta festeggiando le nozze d'argento e contemporaneamente anche 60 anni di vita. Durante la celebrazione appare una fata e dice alla coppia: "come premio per la vostra fedeltà di 25 anni, vorrei concedervi un desiderio a testa". La moglie entusiasta esclama: "voglio fare un viaggio attorno al mondo con mio marito" e subito dopo che la fata ha dato un tocco con la bacchetta magica, appaiono i biglietti aerei e i voucher per gli alberghi. Il marito ci pensa un attimo, poi rivolto alla moglie: "questo clima e' molto romantico, ma questa chance c'e solo una volta nella vita, quindi scusami cara, ma il mio desiderio è di avere una moglie di 30 anni più giovane di me". La moglie rimane scioccata, ma desiderio è desiderio, quindi la fata lo accontenta, da' un colpo di bacchetta e zac!!!!! l'uomo diventa un novantenne !!!

Morale della storia: tutti gli uomini sono bastardi, ma le fate sono femmine (e sanno come fartela pagare)!!!

frasi belle....(in aggiornamento)

27 agosto 2008 ore 17:13 segnala
<<Gli occhi fanno quel che possono, niente meno, niente più...tutto quello che non vedono è perchè non vuoi vederlo tu...>> (ligabue)

<<Avrei preferito avere un solo respiro dei suoi capelli, un solo bacio della bocca, un solo tocco della mano che stare un'eternità senza>> (city of angels)

<<L'amore è passione, ossessione, qualcuno senza cui non vivi, io ti dico: buttati a capofitto, trova qualcuno da amare alla follia e che ti ami alla stessa maniera. Come trovarlo? Beh, dimentica il cervello e ascolta il tuo cuore >> (vi presento Joe Black)

<<Prima di cambiare il mondo, devi capire che ne fai parte anche tu: non puoi restare ai margini e guardare dentro>> (the dreamers)

<<
Non permettere mai a nessuno di dirti che non sai fare qualcosa. Se hai un sogno tu lo devi proteggere. Quando le persone non sanno fare qualcosa lo dicono a te che non la sai fare. Se vuoi qualcosa, vai e inseguila. Punto>> (la ricerca della felicità)

<<
Mi piace svegliarmi alla mattina e non sapere cosa mi capiterà o chi incontrerò, dove mi ritroverò. Secondo me la vita è un dono, e non ho intenzione di sprecarla, non sai mai quali carte ti capiteranno nella prossima mano, impari ad accettare la vita come viene.. così ogni singolo giorno ha il suo valore!>> (titanic)

<<
Io non lo so cosa penserò dei miei sedici anni quando sarò come mio padre. Non so neanche cosa ci sarà dopo la morte. Ora mi sento come se non morirò mai e penso che l’amore conta più di tutto. Conta più della paura di innamorarsi, più della paura di morire, più della voglia di non essere omologati e della voglia di fare qualcosa per cambiare questo mondo…E cambiarlo non è facile…>> (come te nessuno mai)

<<Ci provi fallisci, ci riprovi fallisci di nuovo, ma il vero fallimento è quando smetti di provare>> (la casa dei fantasmi)

<<
Che stupidi che siamo, quanti inviti respinti, quanti...quante frasi non dette, quanti sguardi non ricambiati... tante volte la vita ci passa accanto e noi non ce ne accorgiamo nemmeno>> (le fate ignoranti)

Quanto sai essere sexy? (risultato del test)

26 agosto 2008 ore 10:05 segnala
Equilibrata

Una cosa è certa: sai sempre individuare il momento appropriato per sfoggiare con disinvoltura le tue qualità seduttive. E hai pure la preziosa capacità di mantenere le misure, evitando pericolose cadute di stile. La tua personalità equilibrata si riflette a pieno nei tuoi modi: discreti, eleganti, persuasivi.

Che la tua sia una dote innata o frutto di una ponderata esperienza ha poca importanza: puoi essere sicura di risultare convincente praticamente a ogni mossa. Certo, questo non significa però che tu debba lasciarti sfuggire interessanti occasioni per enfatizzare il look. Come acquistando un paio di vertiginose décolletées dall'allure super sexy...

In che favola vivo....

26 agosto 2008 ore 09:33 segnala
IL BRUTTO ANATROCCOLO

Il ritornello della tua vita potrebbe essere vorrei, ma non posso. Ti piacerebbe fare, osare, mostrare, ma poi, al dunque, una sottile timidezza (o forse insicurezza), ti frena sul più bello. Ed è un peccato, perché le qualità non ti mancano: leale e di buon carattere, susciti grande fascino in chi ha la fortuna di conoscerti da vicino. Se solo ti aprissi un po' di più al mondo, potresti sfoggiare senza timore le tue splendide ali da cigno.


Te dirò che c'ha preso... :-)


Ho imparato...

06 agosto 2008 ore 09:54 segnala
Ho imparato... che nessuno è perfetto... finché non ti innamori!


Ho imparato... che la vita è dura... ma io di più!!!


Ho imparato.. .che le opportunità non vanno mai perse.
Quelle che lasci andare tu... le prende qualcun altro.


Ho imparato... che quando serbi rancore e amarezza, la felicità va da un'altra parte.


Ho imparato... che bisognerebbe sempre usare parole buone...
perché domani forse si dovranno rimangiare.


Ho imparato... che un sorriso è un modo economico per migliorare il tuo aspetto.


Ho imparato... che non posso scegliere come mi sento...
ma posso sempre farci qualcosa.


Ho imparato... che quando tuo figlio appena nato tiene il tuo dito nel suo piccolo pugno...
ti ha agganciato per la vita.


Ho imparato... che tutti vogliono vivere in cima alla montagna....
ma tutta la felicità e la crescita avvengono mentre la scali.


Ho imparato.... che bisogna godersi il viaggio
e non pensare solo alla meta.

Regalo di compleanno tra marito e moglie

06 agosto 2008 ore 09:40 segnala

La moglie era scontenta della sua vecchia auto
e si lamentava spesso con il marito.
Mancando pochi giorni al proprio compleanno, ne approfittò per chiedere al marito:
'Mi fai una bella sorpresa per il mio compleanno?
Vorrei qualcosa..... che vada da 0 a 100 in 4 secondi!'
E sorrise ammiccando. E la vorrei blu!'

OK, disse lui.

La moglie non stava più nella pelle e contava i giorni mancanti al compleanno.

Quel giorno finalmente ebbe il fantastico regalo che il marito prontamente le diede...

Il marito oggi è all'ospedale in fin di vita; la moglie è in carcere per lesioni volontarie.