......

24 marzo 2011 ore 21:49 segnala
La stanza fredda,
siamo soli,
lei e io..
Mi avvicino,
le accarezzo dolcemente i capelli,
rossi,mossi,
al tatto sono come seta.
Le sfioro la spalla, bianca come la neve,
screziata da piccole lentiggini.

Tante piccole stelle nella Via Lattea

Ha gli occhi azzurri,
come il mare
limpido,
in una giornata d'Agosto,
baciato dal sole caldo e dorato.
La guardo con tenerezza, quasi con amore.
La bocca pallida,
le labbra delicatamente dischiuse.

Parrebbe quasi dormire...
se gli occhi non fossero aperti
e se una lunga ferita incisa da una mano colma d'odio sulla parte posteriore del cranio,
rigonfia di sangue ormai secco, non intrappolasse in una rete crudele e sadica i suoi bei ricci.

Distesa lì, su quel lettino d'acciaio,
coperta da un telo grigio,
sotto la luce bianca e sterile del neon,
era bella lo stesso.
9f2d9fc8-e966-4e65-8877-93252dc97724
La stanza fredda, siamo soli, lei e io.. Mi avvicino, le accarezzo dolcemente i capelli, rossi,mossi, al tatto sono come seta. Le sfioro la spalla, bianca come la neve, screziata da piccole lentiggini. Tante piccole stelle nella Via Lattea Ha gli occhi azzurri, come il mare limpido, in una...
Post
24/03/2011 21:49:37
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5

Commenti

  1. chiaraoscura 04 aprile 2011 ore 21:10
    sei brava a poetare immagini
  2. M.Myers 17 aprile 2013 ore 14:43
    Macabro
  3. Epona 17 aprile 2013 ore 21:28
    Cambia aggettivo.
  4. M.Myers 18 aprile 2013 ore 14:12
    Cambia poesie
  5. Epona 18 aprile 2013 ore 14:49
    Cambia blog se non ti piace, nessuno ti obbliga a leggere ciò che ho scritto.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.