pezzi di me

15 febbraio 2011 ore 20:44 segnala
la stanza buia, una flebile candela sul tavolo

odore di fumo, alcol, sesso

Lei è distesa sul letto

La vedo nella penombra
i capelli sciolti sulla schiena nuda
la pelle bianca, il collo morbido scoperto
sento il suo sguardo su di me
mi avvicino, sento il ritmo del suo leggero sospiro
sento l'odore della sua pelle mischiata al tabacco,
al gin, all'assenzio,

mi siedo sul letto

Lei si avvicina
il suo viso accanto al mio

mi guarda con i suoi grande occhi languidi
piena di malizia mi tocca la spalla
mi sussurra all'orecchio, un brivido lungo la schiena

"benvenuto straniero,
stanotte ti farò giungere alle porte dell'inferno
io sono un'anima dannata, consumata dal piacere

ti getterò nell'abisso del desiderio
perderai la tua anima finchè starai accanto a me
conta solo la carne, la mia, la tua, fuse insieme
abbandona i tuoi istinti, lasciali a me
soddisferò ogni tuo desiderio,
fa' di me ciò che vuoi
ma sappi che stanotte avrai soltanto il mio corpo,
il mio involucro corrotto e marcio,

ricorda, straniero, tu non meriti il mio amore."

mi bacia, le labbra ebbre di lussuria spinte, con forza,
sulle mie.
la sua passione immorale mi svuota,
la sua pelle è bollente, brucia già all'inferno
allungo la mano per afferrarla, avido

afferro il vuoto, apro gli occhi

lei è sparita.

il suo sapore perverso indelebile su di me.
11913740
la stanza buia, una flebile candela sul tavolo odore di fumo, alcol, sesso Lei è distesa sul letto La vedo nella penombra i capelli sciolti sulla schiena nuda la pelle bianca, il collo morbido scoperto sento il suo sguardo su di me mi avvicino, sento il ritmo del suo leggero sospiro sento...
Post
15/02/2011 20:44:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9

Commenti

  1. ieu79 16 febbraio 2011 ore 19:25
    ...il passo dall'immaginazione all'immedesimazione è decisamente breve.. riesci a trasformare singole parole in immagini e sensazioni. complimenti!! mi hai impressionato positivamente, tu hai tanto da insegnare.. non so se son stato chiaro, ma è decisamente un complimento!!
  2. Epona 16 febbraio 2011 ore 22:04
    grazie.. davvero... mi fa eramente piacere sentire queste cose :)
  3. Gianpool47 16 febbraio 2011 ore 23:37
    Indubbiamente si tratta di un vissuto onirico che pur soffermandosi su aspetti fisici di non sublimazione, descrive l'istintualità e l'istintività che" vivi"; riverberi, ma non trova uno sfogo soddisfacentemente costruttivo. Forse il disagio di una pena interiore di un giudizio ricevuto e il terrore di qualcosa che perseguita dal passato.

    Aspetti profondi del tuo abisso interiore.
    Ci sono da esaminare diversi aspetti.


    P. es: <<Il bruciare all'inferno>> altro non simboleggia che un'esasperata incapacità di armonizzarsi con il reale.


    Ma allora qual'è qui la cosa più importante da tener nota?
    L'acutezza della propria auto indagine: attrazione e fuga dal proprio corpo, paura delle richieste interiori che fanno difficoltà a battersi col principio di una realtà che ancora non ha una netta distinzione tra mondo interno ed esterno.
    Un'autocritica spietata! 
    Aggressività, giudizio severo, autoindotto.
  4. boscoabbandonato 17 marzo 2011 ore 13:22
    Magnfica!un applauso virtuale!ciò che scrivi sento quasi di averlo già vissuto...quell'atmosfera dolce, corrotta, incline alla schiavitù, ei baci di giuda , e dell edonismo sfrenato ...come se il corpo fosse u isola in cui naufragare per sempre e non tornare piu...mi ricordo anche certe atmosfere che riproduco in casa mia...due o tre giorni con le tende chiuse, senza luce solare, puza di gin o birra o vino, tabacco, essenze , incensi, e si sta li quello stupendo oblio..
  5. LuciaTatankaFreesoul 22 aprile 2011 ore 00:08
    :rosa
  6. eddy99 06 novembre 2011 ore 15:59
    ... : :-) !
  7. Ettorissimo 10 aprile 2013 ore 19:00
    Era troppo bello per essere vero...
    Potrebbe essere un sogno...lui si risveglia sudato ansimando nel suo letto.
    Si era un sogno;si volta accende la luce e...sul cuscino vede....
  8. M.Myers 17 aprile 2013 ore 14:40
    vede che?
  9. Epona 17 aprile 2013 ore 21:28
    eh?
  10. M.Myers 18 aprile 2013 ore 14:37
    Cosa vede nel cuscino????
  11. Epona 18 aprile 2013 ore 14:50
    Rimarrà un mistero.
  12. M.Myers 18 aprile 2013 ore 14:57
    Odio i misteri e i misteriosi..
  13. Epona 18 aprile 2013 ore 14:58
    Fattene una ragione, c'è chi odierà te, non si può piacere a tutti. Ora, te ne vai? :)
  14. M.Myers 18 aprile 2013 ore 15:01
    Agli ordini Vs onore è stato un piacere!!!!!!!!!!!!
  15. Epona 18 aprile 2013 ore 15:02
    Pare di no.
  16. M.Myers 18 aprile 2013 ore 15:03
    Gia pare..
  17. Epona 18 aprile 2013 ore 15:05
    Susu, va' a cercare luoghi meno macabri! Saluti!
  18. Kikkone69 11 aprile 2017 ore 17:30
    Ogni parola è un'immagine, un flssh di vita vissuta, un sogno irrealizzato, un desiderio di possesso, una speranza che non muore e non vuole annegare in un mare infernale. La profondità delle parole ti raggiunge nell'intimo e ti lascia attonito a sognare. Bravissima.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.