Chiacchiere de mercato

03 dicembre 2009 ore 17:19 segnala
"Sora Nena ve dico er vero,
lo credeva regazzino da cotta,
sempre appiccicato a core sincero,
invece l'ha scoperto fio de na mignotta".

"E d che j'aveva 'mposto li comannamenti,
nun f questo nun f quello,
e lui zitto piegato a li tormenti,
ubbidiva come n'cane, come 'n monello".

"Ma si voleva n'cane, o un rigazzino,
je conveniva a piallo scojonato,
pupo da pannolino".

"E che pretenneva? A letto giovine e montone;
fora 'n sordatino in riga,
contento e beccaccione?".

"Si ho capito quello che dite,
ma pure lui senza n'arte,
de cazzate je n'ha connite,
pareva n'antro j'ha fatto la parte".

"Poi co quer contorno de famija,
co que la casa in culo ar monno,
senza nissuno che lo consija,
s'arischia de casca ne lo sprofonno.

"E sapete quello che f pi peggio? 
Che noi qu a chiacchier,
e loro l a ride quasi pe sfreggio".

"Er fatto che la vita piena de pene,
loro pare che pe istinto ce lo sanno, 
e in mezzo a tanti cazzi se vonno ancora bene".
11287511
"Sora Nena ve dico er vero,lo credeva regazzino da cotta,sempre appiccicato a core sincero,invece l'ha scoperto fio de na mignotta"."E d che j'aveva 'mposto li comannamenti,nun f questo nun f quello,e lui zitto piegato a li tormenti,ubbidiva come n'cane, come 'n monello"."Ma si voleva n'cane,...
Post
03/12/2009 17:19:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.