Passeggiata "lento pede"

10 settembre 2020 ore 17:41 segnala
Al supermercato trovai tempo fa, tra gli altri, un libriccino di certo Ciarleglio "Lo struscio fiorentino" dove si va alla scoperta di curiosita', leggende, credenze popolari della Firenze mediovale e rinascimentale.

Ve ne trascrivo un paio davvero curiose e carine:

I POVERI RIDOTTI AL LUMICINO

Nella piazzetta di San Martino, accanto alla porta dell'ononima chiesina si Sam Martino del Vescovo (all'interno affreschi della scuola del Ghirlandaio) esiste una cassetta in pietra serena, sotto un tabernacolo, dove venivano raccolte le "limosine per li poveri vergognosi", come recita ancora oggi una scritta.

I poveri vergognosi sono tutte quelle persone che, per vari, motivi, non avevano piacere di far conoscere la propria situazione e che pertanto si vergognavano di chiedere l'elemosina per le strade o davanti le chiese; si trattava in prevalenza di vedove che dovevano mantenere i propri figli o di nobili decaduti oppure di persone anziane che non riuscivano a vivere con i propri mezzi.

Curava la raccolta delle offerte la Compagnia dei "Buonomini" (ancora oggi si defische "buonuomo" una persona ricca di sensibilita' e di altruismo), fondata da Sant'Antonino, Vescovo di Firenze, i cui confraterni provvedevano a suddividere quanto era stato elemosinato in parti uguali fra tutti i poveri vergognosi. Ma quando la cassetta delle offerte era vuota, i Buonomini erano soliti accendere un cero o una candela davanti all'immagine di San Martino per avvertire la popolazione....che c'era bisogno di aiuto. Proprio da questo episodio deriva il detto "essere ridotti al lumicino" per indicare una situazione di estrema indigenza.



Il sasso di Dante

"io mi sedea in parte - scrive Dante nella "Vita Nova"- ne la quale ricordandomi di lei, disegnava un angelo, sopra certe nuvolette". Beatrice era morta nel 1290, l'episodio degli angeli era del 1291 e forse Dante tentava di riprodurre i lineamenti della donna amata.

Dunque esisteva veramente un luogo dove il sommo poeta era solito sedersi, scrivere, concentrarsi, riposarsi, ispirarsi oppure dissertare con amici ed artisti; egli restava per ore ed ore seduto in quel punto, assorto nei propri pensieri ed intento a guardare gli scavi dell'Opera del Duomo, la cui costruzione era appena abbozzata.

Ancora oggi, tra Piazza delle Pallottole e Via dello Studio si scorge su una delle case che si affacciano in Piazza del Duomo una pietra sulla quale la scritta "sasso di Dante" ricorda quel luogo.

Si narra di un episodio che ebbe per protagonisti proprio in quel punto lo stesso Dante ed un mercante di Bologna, suo vecchio amico; il mercante tentata di portare avanti un improbabile conversazione di argomento culinario, visto che il poeta, seduto su di una pietra, era sempre piu' assorto nei pensieri ed assente con la mente.

Ma prima di andar via per non disturabare oltre l'amico pensieroso, il mercante chiese un'ultima cosa: "secondo te qual'e' il cibo piu' gustoso??? e Dante, senza alzar il capo: "l'ovo sodo".

Passarono alcuni mesi ed il mercante ritorno' nuovamente a Firenze per affari; volle vedere a che punto erano i lavori per la costruzione di Santa Maria del Fiore e ritrovo' Dante esattamente come lo aveva lasciato l'ultima volta: seduto nella stessa pietra e sempre assorto nei propri pensieri.

Volle fargli uno scherzo e, ricordandosi delle ultime parole scambiate tra di loro, si avvicino' alle spalle del poeta facendo in modo che non si accorgesse della sua presenza e gli chiese a bruciapelo: "con che cosa?", e Dante senza scomporsi: "con il sale".
e023ea9e-3801-44ba-b2a3-61d666c36ba3
Al supermercato trovai tempo fa, tra gli altri, un libriccino di certo Ciarleglio "Lo struscio fiorentino" dove si va alla scoperta di curiosita', leggende, credenze popolari della Firenze mediovale e rinascimentale. Ve ne trascrivo un paio davvero curiose e carine: I POVERI RIDOTTI AL...
Post
10/09/2020 17:41:08
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.