Giovinezza E Vecchiaia

21 marzo 2021 ore 18:07 segnala


A volte quando mi guardo allo specchio mi chiedo cosa sia successo in un tempo che a me sembra tanto breve ed invece no, tempo ne è passato tanto se torno a contare quanti anni sono trascorsi dalla mia nascita ad oggi.
E allora mi sorge spontanea una domanda:
Qual'è l'età in cui possiamo ritenerci giovani? E' quella in cui non abbiamo ancora le rughe sulla pelle o quello che la nostra mente ci convince che ancora lo siamo qualunque sia l'età che riporta il documento che ci portiamo sempre appresso?
E qual'è invece l'età della vecchiaia? Quando vediamo le rughe che segnano viso e corpo o quando la nostra mente risulta essere svogliata senza più interessi di alcun genere non riuscendo a provare più alcun tipo di interesse o emozione?

Ogni persona ha modi di pensare diversi.

Ricordo che dieci anni fa, feci un post dove consigliavo di appuntare sopra un'agenda, in quel dato giorno, tutto ciò che erano i nostri pensieri, le nostre emozioni, le nostre aspettative, i nostri sogni e le nostre speranze di allora e poi chiudere l'agenda, riaprirla a distanza di dieci anni e notare la differenza che si fosse creata dentro e fuori di noi tra quel giorno ed il giorno di oggi.

Bene, io l'ho fatto e, le uniche differenze che ho notato sono solo a livello fisico ed è normale, mentre mentalmente sono rimasta la stessa identica di allora nonostante già a quel tempo non fossi più giovanissima (dal documento).

Quindi sono giunta ad una conclusione, almeno per quanto riguarda me. La giovinezza e la vecchiaia sono solo uno stato mentale. Se ami leggere, restare aggiornata su tutto quanto accade nel mondo che ci circonda, se pur non potendolo praticare continui ad amare il ballo, la voglia mai sopita di viaggiare anche se per ora non si può per i ben noti motivi, lo fai comunque impegnando la mente con voli giornalieri spostandoti da un luogo ad un altro visitando vari Paesi con Internet guardando foto, modi di vivere degli abitanti, le loro risorse, tutto questo è sempre meglio di niente ed è un modo di viaggiare anche questo. Amare ed ascoltare musica, quella preferita, quella immortale, sempre bella, sempre viva, quella che ancora riesce a farti immergere nei sogni, anche se tali poi rimangono ma non importa, anche questi sono necessari per continuare a vivere aiutandoci nel restare giovani. Sempre e comunque giovani. Sono sicura che se facessi oggi la stessa cosa di dieci anni fa, tra dieci anni, almeno a livello mentale, sarei ancora quella di oggi, se da qui ad allora non dovesse farsi viva quella donna con la falce in mano, logico, ma a questo ci penserò quando sarà il momento. Intanto scrivo sull'agenda di oggi !
Certo che, tra dieci anni, se dovessi far parte ancora di questo mondo sarà davvero arrivata l'età della vecchiaia ma difficilmente di me diranno “che dolce nonnina”, ma come dicono i miei figli: cosa ti inventerai di nuovo! Essì, sono sempre stata donna imprevedibile nel suo fare, non vedo perchè la cosiddetta età della vecchiaia dovrebbe cambiare il mio carattere! :-)))

Ho scritto vecchia ma, vecchio è anche un tramonto, vecchio è un bel quadro di Monet, vecchia è la Luna, vecchia è una quercia di 1000 anni ,eppure tanta gente riesce ad apprezzarle queste cose. Allora chi non apprezza la vecchiaia, non ama nemmeno i propri nonni? Eppure questi giovani che dileggiano le persone anziane chissà se lo sanno che un giorno toccherà loro la stessa sorte? Beh almeno io, auguro loro di poterlo diventare!

:cuore

Non sono giovane, e non sarò mai vecchia.
Appartengo ad una tribù di donne che possiedono il riso delle bambine e il ghigno insolente delle vecchie,
capelli lunghi e liberi, e occhi antichi come la Terra,
dove la bellezza interiore non finisce.
Sorelle di uomini che hanno lo spirito del lupo e dell'aquila,
gioiosi folletti che non hanno mai smesso di giocare.
Esseri che attraversano il tempo, in costante movimento,
ardenti di curiosità.
Non ho e non avrò mai l'età che indicano i documenti,
perchè non sono giovane e non sarò mai vecchia.
Io Sono Eterna.

•Myriam Aram

90c6ea03-fdde-4e38-a2ef-cb7c85ab18df
« immagine » A volte quando mi guardo allo specchio mi chiedo cosa sia successo in un tempo che a me sembra tanto breve ed invece no, tempo ne è passato tanto se torno a contare quanti anni sono trascorsi dalla mia nascita ad oggi. E allora mi sorge spontanea una domanda: Qual'è l'età in cui poss...
Post
21/03/2021 18:07:10
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    10

Commenti

  1. Aria59 21 marzo 2021 ore 22:50
    Bello quello che hai scritto! Facevo, proprio in questi giorni, i tuoi medesimi pensieri e si: senza guardarsi allo specchio, si è quelle che si era. Siamo sempre noi, con il nostro bagaglio di esperienze, che siano negative o positive ci hanno permesso di diventare le giovani donne e poi le donne mature che siamo oggi. Vecchiaia, una parola che talvolta può spaventare ma hai ragione, siamo sempre noi, giovani indomabili piene di speranze. Anche a questa età. Ed è questo, che ci mantiene giovani. Oltre che l'amore per noi stesse.
    Grazie davvero per aver scritto il tuo pensiero, che è anche il mio.
    :rosa :rosa :rosa :cuore
  2. chissadoveequando 21 marzo 2021 ore 23:34
    Bel post, grazie!
    L'età per alcuni è un sentire, uno stato d'essere. Per altri un sistema di classificazione.
    A volte sono saggia come un'eternità, a volte sono folle più di una bambina. Di sicuro posso dire che sono,sono in mille modi e sono sempre io nel tempo.
  3. Yasumi 22 marzo 2021 ore 13:28
    Rispondo al tuo pensiero molto intimo e sincero con una citazione dal Discorso Amoroso Roland Barthes, che sinceramente mi è sempre stata di compagnia quando mi trovo a riflettere sull'età, su ciò che rappresenta, e su quello che mi si dice dovrei fare od essere in base ad essa:

    "Chi vuole le età? Le società arcaiche, le società militari, le società concorrenziali, in breve ogni società forte, dal momento che si attribuisce il diritto di rappresentare gli interessi della specie. L’interesse della specie è classificare, codificare il flusso delle generazioni, nella speranza di controllarlo e assicurargli un miglior rendimento (“aspetta – per sostituirmi”, o “Togliti che mi metto io al tuo posto”; è ciò che dice elegantemente la classificazione delle età). Nessun altro disordine è maggiore di quello delle età vaghe, indifferenziate, reversibili: indenominabili, inclassificabili; nessun’altra maggiore sovversione di quella di vivere o di pensare contro la divisione delle età, di permutare liberamente i ruoli umani, di ritrovare l’adolescente nel vecchio, il bambino nel maschio adulto, e di voler sostituire ai gradi della piramide umana l’immagine di un soggetto uniforme (un tenore), che non potesse essere diviso se non da lui stesso, dall’interno, e che avesse la stessa esistenza dal primo secondo della sua nascita a quello della sua morte."

    Grazie per il tuo pensiero.
  4. Traparentesi 22 marzo 2021 ore 21:49
    È bellissimo quello che hai scritto :rosa
  5. EtruscanLady 23 marzo 2021 ore 10:01
    Aria59, Sapessi quante ne ho avute esperienze di vita. Tu mi dirai: come tutti, si è vero, tutti abbiamo avuto le nostre ed è su quelle che ci confrontiamo su ciò che siamo diventati oggi. Del resto si dice spesso che noi siamo il nostro passato, ci sono però nette differenze tra persona e persona. Più il destino si accanisce nelle negatività, c'è chi, come me, lo ha sempre sfidato e continua a farlo. Mi porto dietro anche cose positive per fortuna e, tutto questo serve nel completare il mio bagaglio di vita. Non ti guardi allo specchio? Lo faccio poco anche io perchè se quello che mi rimanda non è di mio gradimento, preferisco guardare la mia interiorità. Dentro lui non può vedere e a me questo basta.
    Grazie del gradito commento e buona giornata :rosa
  6. EtruscanLady 23 marzo 2021 ore 10:07
    chissadoveequando, non sono certo una pelle liscia e levigata o le antipatiche rughe a cambiare il nostro modo di essere e di sentire, questo è chiaro. Il tempo trascorso ci ha donato la saggezza ma anche la voglia mai sopita di voler essere ancora donna in ogni senso nonostante certe limitazioni che l'età talvolta ci impone, e parlo per me naturalmente. Essenziale è che non si fermi l'attività cerebrale, quella che ci fa essere ludiche quando ne sentiamo la necessità o sagge e severe in altri contesti.
    Buona Giornata :rosa
  7. EtruscanLady 23 marzo 2021 ore 10:16
    Yasumi, lo so, noi siamo spesso in balìa dei pensieri altui, la nostra Società esige tempi diversi per quanto riguarda ogni individuo, nel fare o non poter più fare viene deciso a tavolino, ciò che conta è l'Ufficio Anagrafe che decide il chi, il come ed il quando. Una Società, la nostra, vecchia stantia che non vede la possibilità o l'impossibilità, le esige da ognuno di noi. E l'età è alla base delle classificazioni di ogni individuo.
    Si dice che il periodo della vecchiaia non produca più tutto quanto è stato nella nostra giovinezza, questo in parte è vero ma in compenso sarà stata acquisita una maggiore consapevolezza che, tra esperienze vissute ed il chiedersi tra il se avessi fatto e se avessi potuto è allora che avremo completato e capito a fondo la nostra personalità, più o meno gradita agli altri, ma questo è. Ciò che conta alla fine sarà il rendersi conto di quanto ancora potremmo dare o ricevere in ogni contesto.
    Grazie a te per l'interessante commento. Buona Giornata :-)
  8. EtruscanLady 23 marzo 2021 ore 10:17
    Traparentesi,
    Grazie ! :rosa
  9. Yasumi 23 marzo 2021 ore 20:23
    Se può farti stare meglio, la neurologia ha recentemente corroborato questa prospettiva, dimostrando come se è vero che l'età senile è associata ad un'obbiettiva riduzione del tessuto neuro-celebrale, è anche associata ad una maggiore plasticità. Il cervello, in età anziana, si adatta per venire incontro alle carenze prodotte dal passare degli anni, esattamente come, psicologicamente, la minor prestanza fisica viene compensata dalla saggezza portata dal tempo.
    Oggi si è un po' persa la visione dell'età senile come età della consapevolezza di sé, si vive come un'età della perdita. Ma se c'è qualcosa che i saggi del passato ci hanno insegnato è che perdere a volte significa solo lasciare il superfluo, per permettere a ciò che è importante di emergere.

    Grazie a te :cuore
  10. ninfeadelnilo 25 marzo 2021 ore 19:57
    Le stagioni della nostra vita, possono essere tutte belle, basta saperle comprendere. Ho conosciuto giovani che erano già vecchi, e vecchi che erano eternamente giovani. Secondo me è il nostro percorso di vita e ciò che ci imprime dentro. La nostra indole resta la stessa ma crescendo dovremmo acquisire la saggezza, ma non sono sicura che accada a tutti. Per una legge di natura, come ogni forma di vita, cresce il deterioramento psicofisico. E' solo questione di tempo e non è per tutti alla stessa età. Certo la giovinezza è intraprendenza a vivere la vita, la vecchiaia è ponderatezza dovuta ad una prolungata e saggia riflessione. Due modi secondo me importanti della nostra vita. In qualunque stagione ci sono i pro e i contro, ma li affrontiamo da sempre giorno dopo giorno. Mia cara amica, il tuo post è meraviglioso come sai essere tu. :rosa Buona serata. :batarosa
    Raffy :fiore
  11. EtruscanLady 26 marzo 2021 ore 09:30
    Yasumi, mai come in questi ultimi tempi mi sono documentata sul settore della neurologia ed i suoi contenuti e non solo per quanto riguarda l'età.
    Ti ringrazio molto per la spiegazione che tra l'altro approvo nella sua totalità.
    Ti auguro una splendida giornata di sole visto che, almeno qui, sta piovendo :-))
  12. EtruscanLady 26 marzo 2021 ore 09:44
    ninfeadelnilo, in realtà mi sento saggia solo a tratti mentre a volte sono colta da momenti di moderata follia ma forse non sono la sola e credo sia cosa buona nonostante cerchi di tenerla ben nascosta per non dare adito ad altri di scoprire quel mio sentire quasi folle.
    Per fortuna la saggezza prevale sempre su comportamenti che potrebbero sembrare scorretti, quelli che vengono perdonati ai giovani ma meno tollerati quando provengono dalle persone di una certa età.
    In fondo che cos'è, quando inizia quella “certa “ età? Difficile stabilirlo, credo sia un fattore caratteriale e così come asserisci tu, ci sono giovani vecchi e vecchi che si sentono ancora giovani.
    Sono comunque d'accordo con te del decadimento psicofisico, più fisico che psicologico, almeno in alcuni casi. Fin quando vi sarà possibilità di ricordare, di sapere, di conoscere se stessi e delle proprie possibilità, credo che la mente sia ancora efficiente.
    Certo, ho parlato di vecchiaia anche se tale ancora non mi ritengo. Cosa pensano gli altri è una cosa che riguarda solo loro.
    Grazie mille per l'apprezzamento al post e buona giornata cara Raffy. :rosa
    :grazie :batafiore
  13. ninfeadelnilo 26 marzo 2021 ore 19:37
    Mi si è cancellato il mio bel commento. Ripasso quando entro con il PC. Il tablet o cell. e problematico. Un bacio
  14. EtruscanLady 27 marzo 2021 ore 09:37
    ninfeadelnilo, mi dispiace, a volte succede, sempre benvenuta nel mio blog come e quando vuoi. E' occasione per augurarti un buon fine settimana :rosa :bacio :rosa
  15. ninfeadelnilo 28 marzo 2021 ore 18:25
    Eccomi cara, quando scrivo e poi si cancella tutto, ci resto così male. :bacato :lamentino Grazie sono sempre ben lieta di venire da te e leggerti. :batatifo
    La vecchiaia, arriva solo per chi si sente tale. Conosco alcuni genitori e nonni ultranovantenni delle mie amiche così vitali e voglia di fare anche meglio di me che a volte sono scarica e apatica. Comunque tutto dipende dalla buona indole ma anche la fortuna di una buona salute. Quando non ci si sente bene tutto è difficile e uno si sente novantenne. Lo so perchè il mio papà morto a 54 anni malato e sofferente per sette anni era ridotto all'aspetto di un ottantenne e più. Per cui bando alla vecchiaia che come dici tu tante altre cose sono vecchie ma piacciono. I soliti pregiudizi infondo si è solo diversamente giovani. Del resto tutti facciamo lo stesso percorso di vita. :-)))
    Buona domenica delle Palme :batarosa :batafiore
    Raffy :fiore
  16. ninfeadelnilo 04 aprile 2021 ore 15:53
    Auguri di serenità per una Buona Pasqua per te ed i tuoi cari.
    Raffy 0:-)
  17. EtruscanLady 04 aprile 2021 ore 21:16
    ninfeadelnilo, grazie mille, amo gli auguri e, scusa se non li ho fatti io per prima ma credo li accetterai anche se in ritardo.
    Ne faccio tantissimi a te ed a chi ami :rosa

    :kissy
  18. EtruscanLady 04 aprile 2021 ore 21:17
    cambio post altrimenti ci fa la muffa :-)))
  19. ninfeadelnilo 04 aprile 2021 ore 22:21
    :-))) Grazie cara amica, nessun ritardo, gli auguri sono sempre bene accetti sempre. Buona Pasquetta. Un abbraccio. :angel
  20. s.hela 06 aprile 2021 ore 10:58
    Hai scritto dei pensieri bellissimi cara Anna . Ognuno di noi vive questo passaggio della vita cercando come meglio può di imprimere soprattutto dei valori in se stessi e magari riuscendo ad insegnarli ai figli .La giovinezza, la più bella parte della vita, proprio per la spensieratezza e la gioia che la contraddistinguono. La vecchiaia non esiste finché in noi alberga la voglia di conoscenza , di lettura , di curiosità , è un passaggio che la vita ci dona , colmo di saggezza e di esperienza , per questo bisogna farne Tesoro fino alla fine dei nostri giorni .

    Un abbraccio cara Anna.

    Buona giornata :rosa

    Giulia
  21. EtruscanLady 06 aprile 2021 ore 15:10
    s.hela, si, dobbiamo cercare in ogni modo di vivere le stagioni della nostra vita nel miglior modo possibile, sapendo che ogni giorno è uno in meno da vivere. Nel mio piccolo cerco di fare il meglio che posso nei confronti delle persone che amo. Non limiterò mai la voglia di conoscenza in tutti quei settori a cui mi dedico. Ogni giorno sono nuove esperienze, non sempre belle ma le accetto comunque, dico sempre a me stessa che forse domani andrà meglio. Mi accetto così come sono anche perchè diversamente credo sia impossibile e mi amo, così come sono. Stessa cosa dovrai fare tu che sei ancora nel fiore degli anni.
    Grazie del commento e abbraccio ricambiato.
    Buona serata :rosaa :bacio

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.