Zingari

14 maggio 2019 ore 11:11 segnala


tutto cambia nello scorrere del tempo, oggi li chiamiamo Rom un tempo li chiamavamo zingari. Alcune volte quando ne sento parlare in TV mi tornano in mente i ricordi della mia fanciullezza e proprio di questi tempi io e mio cugino che abitavamo nella stessa casa di paese quando li vedevamo arrivare correvamo in casa avvertendo mamme e nonna che stavano arrivando gli zingari. Come erano diversi da quelli di oggi, arrivavano con un carro coperto come quelli che vediamo nei film del Vecchio West trainato da un paio di cavalli. Per noi ragazzi era un momento di curiosità e anche di un certo timore, c'è sempre stata infatti la paura dei furti perpetrati ai danni della gente ma, a quel tempo la paura era del furto di polli o galline, non si era mai sentito che entrassero nelle case, e allora la nonna la notte chiudeva gli animali dentro al pollaio, di giorno poi pensava lei a far da guardia ai suoi animali.
Da quanto ricordo erano famiglie composte da padre madre e tre o quattro figli, si insediavano in alcuni spazi abbastanza vicini alle case ma non ricordo di furti, loro chiedevano viveri oppure cercavano oggetti da riparare come pentolame ombrelli, affilature di coltelli o frullane visto che in paese vi erano parecchi contadini e vivevano con quello che veniva loro dato in cambio dei lavori svolti. Chiedevano acqua e a quel tempo ne potevamo dare in abbondanza visto che avevamo un grande pozzo. Di solito erano sempre i soliti che tornavano ogni anno e così vedevamo i figli che crescevano. Qualcuno si avvicinava a me e mio cugino quando ci vedevano giocare all'aperto ma mia mamma non voleva che ci avvicinassimo a loro per la paura che ci trasmettessero i pidocchi ma a parte questo e da quanto ricordo non fecero mai del male a nessuno, almeno dalle mie parti. E a quel tempo potevamo davvero chiamarli nomadi o zingari, non si fermavano più di tanto, una mattina ci svegliavamo e non c'erano più.

Oggi è tutto diverso, hanno roulotte o camper e si riuniscono in gruppi in campi definiti Rom appunto. E rubano, chiedono elemosine e rubano, rubano nelle case, rubano nei cimiteri ciò che è rame e anche le docce delle case costringendo i proprietari a rimetterle in plastica invece che in rame, rubano perfino nelle Chiese. Addestrano bambini e ragazzi minorenni nel portare a termine i furti in quanto non punibili dalla Legge. E la Sindaca di un paese vicino a me ha anche dato loro soldi per sgomberare un campo, hanno preso i soldi e sono andati 4 o 5 km più avanti, fuori da quel Comune e si sono di nuovo installati come prima. Ci sono persone che li difendono, logicamente anche tra di loro ci saranno lavoratori, bambini che frequentano le scuole ma, credo siano una minoranza, è proprio il loro modo di concepire la vita di nomadi sentendosi nel contempo in diritto di vivere alle spalle degli altri ignorando le Leggi di chi li ospita e non possiamo più chiamarli nomadi, qui si sono installati e qui restano.

cb56bd25-1466-4126-9971-e4343f85d4b4
« immagine » tutto cambia nello scorrere del tempo, oggi li chiamiamo Rom un tempo li chiamavamo zingari. Alcune volte quando ne sento parlare in TV mi tornano in mente i ricordi della mia fanciullezza e proprio di questi tempi io e mio cugino che abitavamo nella stessa casa di paese quando li ve...
Post
14/05/2019 11:11:44
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7

Commenti

  1. freepause 14 maggio 2019 ore 11:25
    Hanno anche ville con allacci abusivi e prestanomi, Ferrari e Maserati con targhe straniere, collane e bracciali e perfino denti d'oro per non citare depositi interi di refurtiva oro e diamanti da far invidia ad Ali Babà .... ma la colpa è dello stato che li sottovaluta. ;-)
  2. LINTERDIT 14 maggio 2019 ore 13:00
    FINCHE RISPETTANO GLI ALTRI E NON DELINQUONO , finche' non usano i bambini per far soldi ,finche' cercano di integrarsi nella societa' ecco ..finche' troppe cose ...io li lascerei stare , ma il problema e' dove si insediano? come si insediano? esistono aree per camper in modo che non vivano al limite dell'umano?
    se devono creare baraccopoli insieme ai nostri barboni non ha senso ospitarli o farli insiedare ....
    non e' chiaro come il nostro paese deve porsi rispetto questa situazione
  3. crenabog 14 maggio 2019 ore 19:17
    tragicamente vero, inutile girarci intorno o fare i buonisti, l'unico buonista è chi questi li vede solo in televisione. io ci combatto tutti i giorni, e anni fa mi devastarono casa, lasciando come ricompensa i loro escrementi nella culla di mio figlio. all'atto della denuncia si misero a ridere dicendo che tanto li prendiamo e li facciamo uscire subito. salvo poi, poche settimane dopo, quando rubarono a casa di Cossiga, si alzarono con gli elicotteri, circondarono il campo di Tor di Quinto e in mezz'ora ritrovarono la refurtiva. quindi inutile stare a parlare. blindatevi e armatevi. poi Dio giudicherà.
  4. vagarsenzameta 14 maggio 2019 ore 21:33
    Si ,le cose eran un po diverse da ora.
  5. EtruscanLady 16 maggio 2019 ore 09:05
    freepause, non sono al corrente di quanto dichiari su di loro ma se lo dici significa che tu lo sei. Che alcuni indossino oggetti preziosi soprattutto oro quello lo so perchè ne ho visti parecchi, proventi di?????. I denti d'oro sono un loro marchio indiscutibile. Comunque anche di questi esistono diversi ceti sociali, chi è ricco e chi è ladro. e come si sa la ricchezza non si accumula con il lavoro ma con ben altro.
    Ho studiato un poco la loro storia e ci sarebbe da farne un romanzo ma qui non mi sembra il caso :-))
  6. EtruscanLady 16 maggio 2019 ore 09:13
    LINTERDIT, purtroppo il problema di dove insediarli non spetta a noi ma a chi ci governa e non sarà facile poterlo fare, sono tanti, sono in ogni dove, forse uno dei popoli e delle Etnie più numerose di tanti altri popoli anche se dislocati ovunque sul nostro Pianeta.
    La tua domanda è anche la mia ma purtroppo anche per me resta senza una risposta adeguata.
  7. freepause 16 maggio 2019 ore 09:16
    @EtruscanLady ne parlano le cronache giudiziarie ed i sequestri oltre i TG .... ;-)
  8. EtruscanLady 16 maggio 2019 ore 09:19
    crenabog, immagino ciò che provasti e ciò che provano coloro che ogni giorno subiscono la stessa cosa. Non sono una buonista e non tollero certi comportamenti, mi dispiace solo per i bambini che prima o poi diventeranno adulti e si adegueranno a certi comportamenti.
    Le grandi città saranno sicuramente in grande difficoltà, più di noi che abitando in un paese e quasi ogni giorno di queste storie ne sentiamo a ripetizione. da un po' di tempo specialmente non ci si salva.
  9. EtruscanLady 16 maggio 2019 ore 09:20
    vagarsenzameta, direi proprio di si, tutto si evolve e pure loro nei modi di vivere.
  10. EtruscanLady 16 maggio 2019 ore 09:25
    freepause, storie di tutti i giorni lo so e dovrebbero essere proprio coloro che esercitano la Legge nel prendere i dovuti provvedimenti. Ma non vedi che siamo in carenza di tutto?
  11. s.hela 17 maggio 2019 ore 09:26
    Sin dall'infanzia nei miei ricordi , la parola zingari ,la sentivo poco detta dai miei genitori , anche perche' non c'erano insediamenti nell'intorno , per cui nemmeno ci facevo caso . Col passare degli anni però e ti parlo di quando avevo 20 anni e con il mio lavoro riuscivo a mettermi via ogni mese i soldi per riuscire a dare un anticipo per acquistare una casa con il mio fidanzato (attuale marito) :-)
    E fu lì che iniziai a capire quanto la loro vita di girovaghi ,fosse improntata sui furti , ebbene si , era una domenica noi eravamo andati in montagna , partiti di mattina presto , ed dopo qualche ora ritornammo perche' pioveva e con nostra infinita sorpresa trovammo i carabinieri in casa , una mia zia che per fortuna proprio quella mattina era venuta a trovarci , subito andai in camera mia dove avevo i soldi (900 mila lire) erano tanti ai tempi , non c'erano piu' , come non c'era piu' l'oro , ma per fortuna che arrivando la zia sono stati disturbati .
    Comunque dopo questo spiacevole episodio , iniziai a capire qual era il loro vero lavoro .Poi successero altre cose , di cui una spiacevolissima capitatami quando ero incinta , per cui gli zingari li evito quando li vedo nemmeno li guardo.
    Purtroppo lo Stato gli dà anche le case ....e non aggiungo oltre.

    Un abbraccio cara Anna ,augurandoti un lieto fine settimana , qui' piove , spero da te sia migliore .

    Giulia :bacio :rosa :batarosa
  12. EtruscanLady 19 maggio 2019 ore 08:33
    s.hela, il tuo uno dei tanti furti perpetrati da chi invece di lavorare preferisce rubare. Di casi come questo come dicevo sopra se ne sentono ogni giorno. Nessuno a quanto pare riesce a prendere provvedimenti adeguati e tu parli di case guarda che, mica tutti sono d'accordo nell'accettarle eh? preferiscono il nomadismo, sono meno tracciabili e continuano a fare i comodi loro alla barba della gente per bene.
    Da te piove e qui piove, ci ha graziato un paio d'ore ieri pomeriggio per fortuna ma oggi, almeno per il momento, è quasi buio tanto è nuvoloso.
    Comunque nonostante questo spero nel futuro prossimo in qualche raggio di sole.
    :rosa :bacio

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.