...e diciamolo...

24 maggio 2014 ore 09:50 segnala
La stampa estera spesso dipinge l'Italia come uno stato qualunquista, di quelli che fanno della loro politica un fatto eclatante e delle poltrone del governo un luogo adatto per coloro che comprano i voti con l'ingenuità dei cittadini. È l'Italia della burocrazia lenta, della sanità discutibile, della giustizia lunga e spesso ingiusta, delle raccomandazioni e delle concussioni, degli scandali dei politici e della magistratura impreparata, della mafia, camorra ed altre organizzazioni criminali, dei 18mila dna per scoprire l'assassino di una bimba, dei Misseri tutti colpevoli ma che ancora sono liberi di inquinare le prove, del delitto di Garlasco e quello di Perugia, del Parolisi imputato ma non ancora punito nella coscienza, degli appalti truccati e auto blu mai immatricolate, del calcio violento e controlli scarseggianti, carceri troppo piene e delinquenti latitanti, falsi invalidi e veri assenteisti, degli sbarchi di clandestini e carenza di mezzi per sostenerli...
Ma è anche l'Italia della solidarietà, del volontariato, delle università prestigiose e delle formazioni di scienziati, dei Medici senza Frontiere e delle Comunità di recupero, di cittadini che pagano le tasse, di informazione che denuda l'ipocrisia, di Arte, Cultura, impegno Sociale e funzionari onesti. È l'Italia che si è costruita sulle macerie di una classe politica, che ha portato lo Stato a dover far fronte alle tante carenze che hanno subito i nostri ragazzi. L'Italia che vince quattro mondiali ed unisce in Festa tutti gli Italiani. Dei Carabinieri, nei secoli fedeli e della Polizia di Stato, attenta e presente sempre, della Guardia di Finanza e di tutti i membri della Giustizia, di quella "giusta", quella che ti fa credere che lo Stato è vigile. È l'Italia che un terremoto scuote tutta la penisola ed isole comprese, l'Italia che se nasci al sud non sei piu' terrone, ma sei integrato in uno Stato che ha eliminato le discriminazioni. L'Italia che crea alloggi per i tantissimi profughi, apre le scuole e le chiese ad ogni ceto e religione. L'Italia degli italiani, di quei cittadini onesti che si recheranno a votare, che forse ci sperano ancora e decidono di unire le loro forze, di votare con coscienza e determinazione, affinché l'Italia resti il Bel Paese che tutta la stampa estera comunque ci invidia.
e2ac1c49-f5a8-4139-a336-1d193ca91de3
La stampa estera spesso dipinge l'Italia come uno stato qualunquista, di quelli che fanno della loro politica un fatto eclatante e delle poltrone del governo un luogo adatto per coloro che comprano i voti con l'ingenuità dei cittadini. È l'Italia della burocrazia lenta, della sanità discutibile,...
Post
24/05/2014 09:50:36
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    31

Commenti

  1. julia.pink 24 maggio 2014 ore 10:22
    L'Italia degli italiani, di quei cittadini onesti che si recheranno a votare, che forse ci sperano ancora e decidono di unire le loro forze, di votare con coscienza e determinazione,


    Con la speranza ancora una volta che le cose possano cambiare...io ci credo :-)
  2. black.nick 24 maggio 2014 ore 10:28
    Come vedi sono passata....ho letto ciò che cercavi di spiegarmi ieri sera....
    ora ho capito....un solidale saluto.....
  3. 1975martina 24 maggio 2014 ore 10:43
    Speriamo....io ci spero ancora nonostante tutto!.Mi permetto di lasciarti questo link.Ciao evelin :-) :rosa http://www.youtube.com/watch?v=bYg68ODdgMM&feature=player_detailpage
  4. AllisonBrake 24 maggio 2014 ore 10:47
    non c'è da aggiungere nient'altro! Oltre che con la rabbia vedi ccon l'obiettività ed il cuore, orgogliosi di essere nati in qst splendida è contraddittoria nazione, che non ha eguali :-) :-) un saluto a te sincero Allison
  5. antioco1 24 maggio 2014 ore 11:07
    se posso dire una cosa l Italia , e una nazione di persone brave , quello che ci frega , sono i nostri amministratori, che ci hanno fatto diventare , lo zimbello del Europa, ciao Evelin e grazie per i tuoi post , Ale
  6. 69leone69 24 maggio 2014 ore 11:09
    Dolce week-end :rosa
  7. patty1953 24 maggio 2014 ore 11:32
    Orgogliosa di essere Italiana, orgogliosa se le critiche che possiamo muovere possono migliorare questo paese, che avrà tanti difetti ma che comunque rimane "un popolo di santi, poeti e navigatori, o meglio: popolo di eroi, di santi, di poeti, di artisti, di navigatori, di colonizzatori, di trasmigratori" Gli eroi sono quelli che tutti i giorni con coraggio affrontano le difficoltà e non si lasciamo abbattere da esse, sono la gente qualunque quella che incontri per strada e che ogni giorno puntalmente fa il suo dovere senza imbrogli o inciuci. Sono i Falcone e Borsellino, che ci hanno creduto sino alla morte. Gli Italiani meritano un governo che li rispetti e li rappresenti veramente, un governo degno dei loro predecessori che hanno redatto la nostra Costituzione:
    Principi fondamentali

    Art. 1

    L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.

    La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.

    Art. 2

    La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.

    Art. 3

    Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

    Credo che in questi primi tre articoli ci sia il nostro spirito.
  8. kimi.777 24 maggio 2014 ore 22:01
    Cucù :)ciao Evelin :rosa :bacio
  9. Evelin64 25 maggio 2014 ore 11:24
    Ho scritto questo post con la consapevolezza che l'Italia è fatta dagli Italiani, anche se ad onor del vero è la mentalità degli stessi a dover essere cambiata diciamo, poichè nello specifico, spesso e volentieri ci si "accomoda" in un meccanismo che conviene un po' a tutti. Per esempio le tasse, certo, sono un cavillo non da poco, pero' se non si pagano, ovviamente c'è la carenza, quasi totale, dei servizi, quindi bisogna cambiare mentalità a riguardo in primis e poi "buttare fuori" quei politici corrotti che hanno reso ridicola l'Italia intera. Sarei solidale con Grillo, pero', data la burocrazia assurda appunto, pare che io non possa votare.
    Vi spiego in breve il motivo:
    Vivo all'Estero da oltre 24 anni, dove ho residenza e lavoro. Sono iscritta all'EIRE, ufficio di competenza del Consolato Italiano. Bene, giorni fa mi arriva una raccomandata con su scritto: "purtroppo le dobbiamo dare la notizia che lei, signora Evelin xxxxxxx, per l'EIRE non esiste. Non vi è traccia della sua residenza in alcun ufficio di Stato Civile, per tanto non le possiamo inviare i moduli che riguardano le votazioni del 25 maggio...." Ma come? Ma se mi avete scritto!!!??? :testata Ho telefonato immediatamente...volete sapere la risposta? Eccola: "signora, resti calma, tanto il suo voto sarebbe andato perso! Cosa crede, che davvero ci importa cosa votate voi all'estero?" Assurdo no? Non aggiungo altro, neanche il nome dell'impiegato ignorante, poichè sarebbe comunque troppo tardi per poter usufruire di un mio diritto. Chiedo ad uno qualsiasi di voi, di dare il mio voto a Grillo in caso, confidando che sia l'unico modo in cui posso far sapere che ANCHE io vorrei un'Italia piu' "giusta".
    Grazie a tutti...Evelin :rosa
  10. g.randeuomo 25 maggio 2014 ore 11:39
    Fiero di essere italiano.....ma si deve cambiare...
  11. barcoIIomanon.mollo 25 maggio 2014 ore 11:49
    Belle parole ma in Italia lo schifo supera di gran lunga le poche cose buone rimaste, sono nato e vivo in Italia ma non sono italiano mi vergognerei ad affermarlo.
  12. abacogreco 25 maggio 2014 ore 21:15
    Apro la finestra e vedo l'Italia,vedo ragazzi che vanno a scuola,anziani che passeggiano osservando tutto quello che incontrano,gente che va a lavorare,gente qualunque,con il suo bene e con il suo male. Genericamente siamo(ne faccio parte) come tutti gli altri,forse un pò più romantici,bambinoni,ingenui se vuoi ma la maggior parte con un unico denominatore comune...l'amore. Non parlo dell'amore cercato nelle discoteche o nelle riviere turistiche di qualche spiaggia,ma dell'amore disinteressato che molti hanno per il prossimo,certo non lo è come qualche anno fa,eventi straordinari e immigrazione selvaggia hanno portato ad una diffidenza e paura di questi ultimi. Siamo un popolo unito,caldo,mediterraneo,viviamo più di emozioni che azioni,ci potremmo commuovere di fronte ad un gelato,ad un bambino,ad un fiore,ma sappiamo anche difenderci con i denti stretti,ci piace il rispetto,lo diamo e lo pretendiamo,siamo sognatori si...ma non potremmo avere futuro senza sogni,siamo italiani....un popolo. :rosa
  13. black.nick 25 maggio 2014 ore 21:24
    Evelin....stamane mentre votavo..ho fatto la croce sul Movimento due volte..
    la prima da parte mia...e la seconda perché avevi espresso questo desiderio....
    Non credo che io debba aggiungere molto altro...su come la penso di questi pseudo governanti e sulle loro strategie politiche e sociali..
    però ricordo ciò che disse un giorno Flaiano....per tanto che un popolo segua un capo nonostante la sua stupidità...non disperate....
    quando essa sfocerà nella idiozia....il popolo si ribellerà....
  14. libellulach 25 maggio 2014 ore 21:58
    orgogliosa di essere italiana insieme possiamo cambiare tante cose.
  15. AthenaNoctua 26 maggio 2014 ore 16:06
    condivido in parte il tuo ottimismo circa gli italiani, rinfaccio loro , noi, la mancanza reale di arrabbiarsi e tradurre in fatti il malcontento..
  16. Evelin64 27 maggio 2014 ore 09:02
    Grazie a tutti ragazzi (si fa per dire :-))) ), credo che il post-votazioni abbia già dato i risultati...come sempre vince la "massa". Ecchedobbiamofare? Pazienza, ha ragione Athena, dovremmo rinfacciare loro per come ci hanno ridotti.
    Buona giornata a tutti :rosa
  17. AthenaNoctua 27 maggio 2014 ore 09:04
    grazie Eve, sempre gentilissima e saggia..
  18. gabriel.61 08 giugno 2014 ore 21:03
    io ero in lista nel 2009 e 2010 un piccolo partito di sx, non credo piu nel voto e comunque in nessun deputato,onorevole,ministro,leader e partito...qui in italia abbiamo uno stato politico che ci meritiamo visto il gregge di pecore che siamo..mi spiace Evelin che tu ci tenessi a votare e ti sei scontrata con ....
    Devo dire che però in Italia come in tutto il mondo c'è gente onesta e che vorrebbe con i fatti i cambiamenti,che non vanno fatti solo in italia ma nel mondo..vedi esempio come stanno vivendo ora in venezuela ecc.....ps la politica è mafia in tutto il mondo.
  19. nicneim.1966 26 agosto 2014 ore 10:44
    È l'Italia della burocrazia lenta, della sanità discutibile, della giustizia lunga e spesso ingiusta, delle raccomandazioni e delle concussioni, degli scandali dei politici e della magistratura impreparata, della mafia, camorra ed altre organizzazioni criminali, dei 18mila dna per scoprire l'assassino di una bimba, dei Misseri tutti colpevoli ma che ancora sono liberi di inquinare le prove, del delitto di Garlasco e quello di Perugia, del Parolisi imputato ma non ancora punito nella coscienza, degli appalti truccati e auto blu mai immatricolate, del calcio violento e controlli scarseggianti, carceri troppo piene e delinquenti latitanti, falsi invalidi e veri assenteisti, degli sbarchi di clandestini e carenza di mezzi per sostenerli...
    Questa è l'Italia......la parte bella che hai descritto è sucube di quella brutta e sarà sempre peggio a non solo qui, il discorso è generale, mondiale, è nell' animo umano.
  20. LaPasquinata 28 gennaio 2017 ore 19:11
    In merito alla questione per cui hai ripostato questo blog, ha da dire solo una cosa, che ho seguito con attenzione le vicende di Rigopiano, ho seguito con partecipazione emotiva le sorti degli ospiti e quello che hanno fatto i soccoritori, che secondo me si sono distinti per competenza ma sopratutto per umanità e dedizione. Ora che tutto è finito che rimarra il loro ricordo sarà chi di dovere a valutare le responsabilità se ce ne sono state, ma sinceramente questo ora non mi interessa. Quello che mi ha emozionato è vedere persone che grazie alla loro collaborazione sono riuscite a salvare cmq 11 vite umane tra cui 4 bambini. Non ci dimentichiamo per favore dei 5 morti dell'elicottero , sei con la persona per cui sono intervenuti. Non sono eroi facevano il loro lavoro vero, ma anche loro hanno dato la vita per compierlo. Spero che ci sia un lassù per tutti loro, eroi senza volerlo essere. Ciao
  21. amico62a 28 gennaio 2017 ore 22:47
    Devo essere sincero che non sono molto contento dei nostri politici, qualsiasi colore siano, non sono contento di quanto siano pagati, non sono contento delle tasse che pago in rapporto alla qualità del servizio che ricevo, però sono contento per tutte le altre cose.
  22. Anassagora.70 29 gennaio 2017 ore 15:21
    Non sono per nulla d'accordo, e se vuoi che amplio qui o dovunque, quanto ti ho scritto in bacheca, non hai che da sollecitarmi ... Ciao.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.