La macchina del tempo.

11 agosto 2015 ore 20:34 segnala
Ho resistito due giorni.
Una domenica in piscina, anche con la pioggia.
Una serata con una persona che mi fa più male che bene.
Una nottata casuale fino all'alba.
Una giornata completamente incosciente, vittima della mancanza di sonno.
Ma ora, che mi son fermata.
E' inevitabile il pensiero di Te.
Il pensiero della tua mancanza.
Ché a distanza di 9 anni, ancora è un proiettile tra le costole.
Non lo so accettare.
Posso accettare di non essere amata da Lui.
Ma non riesco a trovare una cazzo di motivazione logica alla tua morte.
Mi manda fuori di testa.
Cos'è, una dimostrazione del Divino? Il modo per ricordarmi quanto sia piccola ed insignificante contro al suo volere? Bene, ce l'ho bene in mente.
Ma ora basta .. Ho bisogno di un motivo per tornare a fidarmi.
Ho bisogno di credere che non tutto quello che tocco andrà via.
Ed è così folle scriverlo qui e non riuscire a dirlo a nessuno che conti davvero qualcosa. Mi sento così sola. Così persa. Così fragile.
Figlia di un equilibrio che non ho, che non trovo, che non posso recuperare se non dentro di me. Se solo non fossi così stanca di tutte queste delusioni.
Mi sto arrendendo .. Non posso continuare a lottare contro i mulini a vento.
17638147-8bb3-44b7-ba72-46b9628d3a42
Ho resistito due giorni. Una domenica in piscina, anche con la pioggia. Una serata con una persona che mi fa più male che bene. Una nottata casuale fino all'alba. Una giornata completamente incosciente, vittima della mancanza di sonno. Ma ora, che mi son fermata. E' inevitabile il pensiero di...
Post
11/08/2015 20:34:37
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Commenti

  1. FreeSpirit 14 agosto 2015 ore 20:50
    Comprendo, o almeno cerco di farlo.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.