"Amore - Ricchezza - Successo"

09 maggio 2012 ore 18:56 segnala
Una donna stava innaffiando il giardino della sua casa
quando vide tre vecchietti con i loro anni di esperienza che stavano di fronte al suo giardino.
Ella non li conosceva e disse:
‘Non mi sembra di conoscervi, ma dovrete essere affamati.
Vi prego, entrate in casa così che mangiate qualcosa.’
Essi domandarono:
‘Non c’è l’uomo di casa?’
- ‘No,’ rispose lei, ‘non è in casa.
- ‘In tal caso, non possiamo entrare dissero.
All’imbrunire, quando il marito rincasò, ella gli raccontò tutto ciò che le era capitato.

- ‘Allora, di’ loro che sono rientrato e, dunque, invitali pure ad entrare!’
La donna uscì per invitare i tre uomini a casa.
- ‘Non possiamo entrare tutti e tre insieme in una casa’, spiegarono i vecchietti.

- ‘Perché?’, volle sapere lei.
Uno degli uomini indicò uno dei suoi amici e spiegò: ‘Il suo nome è Ricchezza’.
Subito dopo indicò l’altro. ‘Il suo nome è Successo’
‘ed io mi chiamo Amore.’
‘Adesso va’ dentro e decidi con tuo marito quale di noi tre desiderate invitare a casa vostra.’
La donna entrò in casa e raccontò a suo marito tutto ciò che i tre uomini le avevano detto. Lui si rallegrò e disse: ‘Che bello!’.
‘Se è così, allora invitiamo Ricchezza,’ ‘che venga, e riempia la nostra casa!’
Sua moglie non era d’accordo:
‘Caro, perché non invitiamo Successo?’
La figlia della coppia stava ascoltando dall’altra parte della casa ed entrò di corsa.
‘Non sarebbe meglio far entrare Amore?’
‘Così la nostra famiglia sarebbe piena di amore:’
‘Prendiamo in considerazione il consiglio di nostra figlia’, disse il marito alla moglie.
‘Va’ fuori ed invita Amore perché sia nostro ospite.’
La moglie uscì e chiese loro:
‘Chi di voi è Amore?’
‘Che venga, per favore, e sia il nostro invitato.
Amore si sedette sulla sua sedia e cominciò ad avanzare in direzione della casa.

Anche gli altri due si alzarono e lo seguirono.
Alquanto sorpresa, la signora chiese a Ricchezza e a Successo:
‘Io ho invitato solo Amore: perché venite anche voi?’
I tre replicarono insieme:
- ‘Se avessi invitato Ricchezza o Successo gli altri due sarebbero rimasti fuori, ma giacché hai invitato Amore, laddove egli vada, noi andiamo con lui.’

Laddove c’è amore, c’è anche ricchezza e successo.



Devo ringraziare un mio carissimo amico per avermi fatto conoscere questa storia stupenda, che ho voluto condividere con voi...
Grazie Patrick.. :rosa
b0739007-46f2-482b-a3fd-6a5885c99133
Una donna stava innaffiando il giardino della sua casa quando vide tre vecchietti con i loro anni di esperienza che stavano di fronte al suo giardino. Ella non li conosceva e disse: ‘Non mi sembra di conoscervi, ma dovrete essere affamati. Vi prego, entrate in casa così che mangiate qualcosa.’ Essi...
Post
09/05/2012 18:56:11
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7
  • commenti
    comment
    Comment
    10

Romanticismo??????

08 maggio 2012 ore 22:02 segnala




Dov'è finito il romanticismo?
Esistono ancora al giorno d'oggi uomini romantici?
Possibile che il sesso venga prima di ogni cosa?
Ed i sentimenti dove sono?
Essere romantici è una caratteristica innata, fa parte del carattere del singolo individuo, è come essere simpatici o no,o preferire un colore rispetto ad un altro, non deriva da nulla.... ma credo si sia estinto con il tempo....
La cosa più importante è diventata il sesso.. e soddisfare i propri bisogni fisici... l'altro diventa solo un oggetto..
Mentre le persone che mettono i sentimenti e le emozioni al primo posto si vanno via cia estinguendo..


01c528da-196f-4767-8510-d12bf637570f
« immagine » « immagine » Dov'è finito il romanticismo? Esistono ancora al giorno d'oggi uomini romantici? Possibile che il sesso venga prima di ogni cosa? Ed i sentimenti dove sono? Essere romantici è una caratteristica innata, fa parte del carattere del singolo individuo, è come essere simpa...
Post
08/05/2012 22:02:02
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    15

"L'Anima..."

06 maggio 2012 ore 19:48 segnala


......L'anima è come un fragile fiore che puro, tenero e delicato si nutre di emozioni sincere, di palpiti, di malinconia, di silenzi, di sogni......
L'anima vive e soffre ma sa anche rinascere a nuova Vita!!!
fe926f42-20f4-454e-b97f-c46572b9e1da
« video » ......L'anima è come un fragile fiore che puro, tenero e delicato si nutre di emozioni sincere, di palpiti, di malinconia, di silenzi, di sogni...... L'anima vive e soffre ma sa anche rinascere a nuova Vita!!!
Post
06/05/2012 19:48:56
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    15

“Non incolpare nessuno”

04 maggio 2012 ore 22:13 segnala


Non incolpare nessuno,
non lamentarti mai di nessuno, di niente,
perché in fondo
Tu hai fatto quello che volevi nella vita.
Accetta la difficoltà di costruire te stesso
ed il valore di cominciare a correggerti.
Il trionfo del vero uomo
proviene delle ceneri del suo errore.
Non lamentarti mai della tua solitudine o della tua sorte,
affrontala con valore e accettala.
In un modo o in un altro
è il risultato delle tue azioni e la prova
che Tu sempre devi vincere.
Non amareggiarti del tuo fallimento
né attribuirlo agli altri.
Accettati adesso
o continuerai a giustificarti come un bimbo.
Ricordati che qualsiasi momento è buono per cominciare
e che nessuno è così terribile per cedere.
Non dimenticare
che la causa del tuo presente è il tuo passato,
come la causa del tuo futuro sarà il tuo presente.
Apprendi dagli audaci,
dai forti
da chi non accetta compromessi,
da chi vivrà malgrado tutto
pensa meno ai tuoi problemi
e più al tuo lavoro.
I tuoi problemi, senza alimentarli, moriranno.
Impara a nascere dal dolore
e ad essere più grande, che è
il più grande degli ostacoli.
Guarda te stesso allo specchio
e sarai libero e forte
e finirai di essere una marionetta delle circostanze,
perché tu stesso sei il tuo destino.
Alzati e guarda il sole nelle mattine
e respira la luce dell’alba.
Tu sei la parte della forza della tua vita.
Adesso svegliati, combatti, cammina,
deciditi e trionferai nella vita;
Non pensare mai al destino,
perché il destino
è il pretesto dei falliti.


Pablo Neruda


3e104694-8ec1-4579-8d08-857ee84adb24
« immagine » Non incolpare nessuno, non lamentarti mai di nessuno, di niente, perché in fondo Tu hai fatto quello che volevi nella vita. Accetta la difficoltà di costruire te stesso ed il valore di cominciare a correggerti. Il trionfo del vero uomo proviene delle ceneri del suo errore. Non lament...
Post
04/05/2012 22:13:01
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    19

Chiuso per un po'......

27 marzo 2012 ore 22:25 segnala








Vado via per un po'...
è strano, ma quì non mi sento più a mio agio..
mi sento sola...
allora credo sia arrivato il momento di allontanarmi un po'...
non so per quanto... tanto potrebbe essere un giorno , tanto un anno...
non cancellerò il mio blog.. nè il mio profilo...
e per gli amici ci sarò sempre...
cercatemi e mi troverete... :-)
per adesso arrivederci..




6dad9452-9043-4dcd-8e78-e0cd82f9545b
« immagine » « immagine » « immagine » « immagine » Vado via per un po'... è strano, ma quì non mi sento più a mio agio.. mi sento sola... allora credo sia arrivato il momento di allontanarmi un po'... non so per quanto... tanto potrebbe essere un giorno , tanto un anno... non cancellerò...
Post
27/03/2012 22:25:27
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7
  • commenti
    comment
    Comment
    58

"Brucia la vecia..."

16 marzo 2012 ore 10:24 segnala




Oggi un amico mi ha parlato di “Brucia la vecia”… un rito popolare di metà quaresima molto diffuso in Veneto…
Incuriosita sono andata a guardare di cosa si trattava…
Nel giovedì di mezza Quaresima vien fatta bruciare una vecchia curva e brutta, vestita di stracci (un fantoccio naturalmente :-) )… una strega, simbolo dell'inverno, della miseria, del male in persona sia spirituale che carnale, con lei nel rogo si brucia il male stesso dando vita ad una specie di purificazione e rinascita spirituale e corporea.
Il rogo è preceduto da un "processo", durante il quale la vecchia fa da capro espiatorio per tutti i mali subiti dalla comunità: tasse, cattiva amministrazione, calamità naturali, etc.
Il rogo della vecchia si lascia definitivamente alle spalle l'inverno e opera la magia che affretta l'arrivo della primavera, un dono divino, da ingraziarsi e per cui espiare le colpe passate


e8f12c25-dfc9-400d-8bc6-c47de8acf1c0
« immagine » « immagine » Oggi un amico mi ha parlato di “Brucia la vecia”… un rito popolare di metà quaresima molto diffuso in Veneto… Incuriosita sono andata a guardare di cosa si trattava… Nel giovedì di mezza Quaresima vien fatta bruciare una vecchia curva e brutta, vestita di stracci (un ...
Post
16/03/2012 10:24:02
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    33

La disperazione è seduta su una panchina

11 marzo 2012 ore 23:11 segnala




In un giardinetto su una panchina
C'è un uomo che vi chiama quando passate
Ha un binocolo un grigio vestito liso
Fuma un sigaretto ed è seduto
E vi chiama quando voi passate
O semplicemente egli vi fa un cenno
Non bisogna guardarlo
Non bisogna ascoltarlo
Conviene andare avanti
Fingere di non vederlo
Fingere di non sentirlo
Bisogna camminare affrettare il passo
Se voi lo guardate
Se voi l'ascoltate
Egli vi fa un cenno e niente e nessuno
Puó impedirvi di andare a sedervi accanto a lui
Allora egli vi guarda e sorride
E soffrirete atrocemente
E l'uomo non la smette di sorridere
E voi sorriderete come lui
Esattamente
Più sorriderete e più soffrirete
Atrocemente
Più voi sorriderete e più soffrirete
Irrimediabilmente
E voi restate là
Seduto congelato
Sulla panchina sorridente
E fanciulli giocano vicino a voi
Passano i passanti
Tranquillamente
S'involano gli uccelli
Un albero lasciando
Per un altro
E voi restate lì
Sulla panchina
E voi sapete voi sapete
Che mai più voi giocherete
Come quei fanciulli
Sapete che mai più voi passerete
Tranquillamente
Come quei passanti
Che mai più voi volerete
Un albero lasciando per un altro
Come gli uccelli.
Jacques Prèvert




Quando ho letto questa poesia..
mi è quasi sembrato di essere lì,, su quella panchina, seduta vicino a quell'uomo..
mi sono sentita assalire da emozioni contrastanti e quasi dolorose.. come se una mano stesse stringendo il mio cuore nel suo pugno...
ed ho avuto una grandissima voglia di fuggire... lontano da quel foglio.. e da quella panchina..
Voi che sensazioni avete avuto?


8107ac7a-94db-4df0-8640-08da046cce85
« immagine » « immagine » In un giardinetto su una panchina C'è un uomo che vi chiama quando passate Ha un binocolo un grigio vestito liso Fuma un sigaretto ed è seduto E vi chiama quando voi passate O semplicemente egli vi fa un cenno Non bisogna guardarlo Non bisogna ascoltarlo Conviene anda...
Post
11/03/2012 23:11:47
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    9

Ci sono donne...

26 febbraio 2012 ore 15:11 segnala


Ci sono donne che camminano controvento da una vita….
Ci sono donne che hanno occhi profondi e sconosciuti come oceani…
Ci sono donne che cambiano pelle per amore….
Ci sono donne che donano il loro cuore..per poi ritrovarsi a raccattarne i
cocci da sole…
Ci sono donne che in silenzio fanno ballare la propria anima su una spiaggia
al tramonto…
….se ti fermi un istante le puoi sorprendere….mentre lottano contro il
proprio istinto…mentre fanno passeggiare il proprio dolore a piedi
nudi…affrontando onde che ad ogni mareggiata sono sempre più minacciose….

Ci sono donne che chiudono gli occhi…ascoltando una musica lenta…che rende
ancora più salate le loro lacrime…..
Ci sono donne che con orgoglio ma con il nodo in gola….rinunciano alla
felicità….
Ci sono donne che con i loro occhi fotografano quegli splendidi ma così
fugaci attimi in cui si sentono abbracciate dall'amore….
…sperando di mantenerli vivi e colorati per sempre…..
…se apri gli occhi un istante le puoi osservare…mentre disseminano briciole
di se stesse lungo il percorso verso quel treno che le porterà
via….mentre
urlano la loro rabbia contro vetri tremolanti di una casa diventata
prigione…..mentre sorridono di disperazione a chi le vorrebbe far tornare
alla vita di sempre…

Ci sono donne che non si fermano davanti a nulla….perché non troveranno mai
la fine di quel filo…

Ci sono donne che hanno fatto un nodo per ogni loro lacrima…sperando che
arrivi qualcuno a scioglierli….
…non fermare il cuore di una donna….niente vale di più…non far piangere
una donna….ogni lacrima è un po' di lei stessa che se ne va…..non farla
aspettare da sola ed impaurita seduta sul confine della pazzia….

....e se la vuoi amare..fallo davvero...

…con tutto te stesso….

stringila e proteggila….lotta per lei….uccidi per lei….piangi con lei…

donale il più bel raggio di sole….ogni
giorno….tieni sempre accesa quella luce nei suoi occhi….quella luce è
speranza…è amore…è puro s pirito…è vento…è la più bella stella di
qualsiasi notte…


Dal web

daf5cc2b-dabd-4774-a2fb-3e679074f94c
« immagine » « immagine » Ci sono donne che camminano controvento da una vita…. Ci sono donne che hanno occhi profondi e sconosciuti come oceani… Ci sono donne che cambiano pelle per amore…. Ci sono donne che donano il loro cuore..per poi ritrovarsi a raccattarne i cocci da sole… Ci sono donne c...
Post
26/02/2012 15:11:56
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    14
  • commenti
    comment
    Comment
    40

Venerdì 17

17 febbraio 2012 ore 21:37 segnala


Oggi è venerdì 17 e i superstiziosi probabilmente non si sono nemmeno alzati dal letto per evitare di imbattersi in qualche sfortuna. Per chi non ci crede è solo una sciocca paura, ma per quelli che non passano mai sotto una scala c'è poco da scherzare: questo giorno è un concentrato di sfortuna!

Come mai si è associata una superstizione proprio al giorno venerdì 17?
Anzitutto, è una credenza solo italiana: in America e Inghilterra si teme venerdì 13, mentre in Spagna, in Grecia e in Sud America porta sfortuna il martedì 13.
Il venerdì non è ritenuto un giorno felice perché Gesù sarebbe morto proprio quel giorno della settimana (il venerdì Santo).

Per quanto riguarda il 17, invece, già ai tempi dell'antica Grecia non era considerato un "bel" numero. I seguaci di Pitagora lo consideravano imperfetto in quanto era tra il 16 e il 18, perfetti nella loro rappresentazione di quadrilateri 4×4 e 3×6. Inoltre, nell'Antico Testamento è scritto che il diluvio universale cominciò il giorno 17. Non proprio un numero propizio, quindi.

Un altro motivo per cui non si ama il numero 17 è che questa cifra in numeri romani si scrive XVII, che è l'anagramma di VIXI, verbo latino che significa "ho vissuto" e che veniva scritto sulle lapidi. Infine, se si osserva come viene scritto con i numeri arabi (quelli che usiamo tutti i giorni) si potrebbe intravedere l'immagine di un impiccato: il numero 1 è il condannato appeso e il 7 è il patibolo.

Insomma, quale che sia il motivo di questa credenza, non c'è alcun fondamento scientifico. Se ci accade qualcosa di spiacevole in questa giornata è solo frutto di una coincidenza. Ma se proprio non potete farne a meno, allora toccate ferro e andate a letto presto, domani è un altro giorno!


Tratto da Focus

45e9401d-ceb3-4d83-94b3-cffde33c407e
« immagine » Oggi è venerdì 17 e i superstiziosi probabilmente non si sono nemmeno alzati dal letto per evitare di imbattersi in qualche sfortuna. Per chi non ci crede è solo una sciocca paura, ma per quelli che non passano mai sotto una scala c'è poco da scherzare: questo giorno è un concentrato...
Post
17/02/2012 21:37:42
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    8
  • commenti
    comment
    Comment
    15

Buon San Valentino..

13 febbraio 2012 ore 12:55 segnala


San Valentino è la festa dell'amore....
ma non dobbiamo intenderlo per forza come amore tra uomo e donna..
quello con la "A" maiuscola...
anche l'amicizia è una forma d'amore... perchè non festeggiarla?
Poi c'è l'amore verso i figli.. verso i geniotori.. verso i fratelli..
l'amore ha tantissime forme...
allora Buon San Valentino a tutti...


4ff9af75-9818-4c06-9442-a043603fdb04
« immagine » San Valentino è la festa dell'amore.... ma non dobbiamo intenderlo per forza come amore tra uomo e donna.. quello con la "A" maiuscola... anche l'amicizia è una forma d'amore... perchè non festeggiarla? Poi c'è l'amore verso i figli.. verso i geniotori.. verso i fratelli.. l'amore ha...
Post
13/02/2012 12:55:15
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9
  • commenti
    comment
    Comment
    33