da L'ELISIR D'AMORE di G. Donizetti

06 luglio 2008 ore 17:33 segnala

il contadino Nemorino, povero, impacciato e timido, vedendo l'unica donna del paese che gli fa suscitare istinti d'amore parla di lei, Adina, cos:

QUANTO BELLA, QUANTO CARA:

Quanto bella, quanto cara! Pi la vedo, e pi mi piace...ma in quel cor non son capace  lieve affetto ad inspirar. Essa legge, studia, impara...non vi ha cosa ad essa ignota...Io son sempre un idiota, io non so che sospirar. Quanto cara. Quanto bella. Ah! Quanto bella, quanto cara! Pi la vedo, e pi mi piace...ma in quel cor non son capace  lieve affetto ad inspirar....ad inspirar amor!

9611630
il contadino Nemorino, povero, impacciato e timido, vedendo l'unica donna del paese che gli fa suscitare istinti d'amore parla di lei, Adina, cos: QUANTO BELLA, QUANTO CARA: Quanto bella, quanto cara! Pi la vedo, e pi mi piace...ma in quel cor non son capace  lieve...
Post
06/07/2008 17:33:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. bimbacciosa 09 luglio 2008 ore 01:42

    esiste un movimento contemporaneo nell'opera ???

    Io sono tra le persone che l'ha sempre trovata noiosa (salvo eccezioni) ma rivisitarla insieme a te, la rende quasi  interessante... :-)))

     

    Grazie

  2. bimbacciosa 12 luglio 2008 ore 01:37
    sto rielaborando i dati ricevuti...a presto l'output :-)

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.