da La Traviata di Giuseppe Verdi

06 luglio 2008 ore 10:21 segnala

da LA TRAVIATA: DE’ MIEI BOLLENTI SPIRITI

Lunge da lei per me non va diletto! Volaron già tre lune dacchè la mia Violetta agi per me lasciò, dovizie, amori e le pompose feste, ov’agli omaggi avvezza, vedea schiavo ciascun di sua bellezza. Ed or contenta in questi ameni luoghi tutto scorda per me. Qui presso a lei io rinascer mi sento, e dal soffio d’amor rigenerato scordo ne’ gaudi suoi tutto il passato. De, miei bollenti spiriti, il giovanile ardore ella temprò col placido sorriso dell’amor, dell’amor! Dal dì che disse: vivere io voglio, io voglio a te fedel, dell’universo immemore io vivo, io vivo quasi in ciel.

9610319
da LA TRAVIATA: DE’ MIEI BOLLENTI SPIRITI Lunge da lei per me non va diletto! Volaron già tre lune dacchè la mia Violetta agi per me lasciò, dovizie, amori e le pompose feste, ov’agli omaggi avvezza, vedea schiavo ciascun di sua bellezza. Ed or contenta in questi ameni luoghi tutto scorda per me....
Post
06/07/2008 10:21:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.