da MADAMA BUTTERFLY di Giacomo Puccini

06 luglio 2008 ore 10:34 segnala

Il Tenente della marina degli stati uniti d’america F.B.Pinkerton è in giappone per le nozze con la bellissima Ciò Ciò San (Madama Butterfly) e, anche se lui risulterà D’essere un grande stronzo, parla così alla sua piccola sposa.

da Madama Butterfly: BIMBA DAGLI OCCHI PIENI DI MALIA

PINKERTON: Bimba dagli occhi pieni di malìa, ora sei tutta mia. Sei tutta vestita di giglio mi piace la treccia tua bruna, fra candidi veli. BUTTERFLY: Somiglio la Dea della luna, la piccola Dea della luna che scende la notte dal ponte del ciel.  P: E affascina i cuori.  B: E li prende, e li avvolge in un bianco mantel. E via se li reca negli alti reami.  P: Ma intanto finor non mi hai detto, ancor non mi hai detto che m’ami. Le sa quella Dea le parole che appagan gli ardenti desir?  B: Le sa, forse dirle non vuole per teme d’averne a morir.  P: Stolta paura, l’amor non uccide ma dà vita, e sorride per gioie celestiali, come ora fa nei tuoi lunghi occhi ovali.

9610339
Il Tenente della marina degli stati uniti d’america F.B.Pinkerton è in giappone per le nozze con la bellissima Ciò Ciò San (Madama Butterfly) e, anche se lui risulterà D’essere un grande stronzo, parla così alla sua piccola sposa. da Madama Butterfly: BIMBA DAGLI OCCHI PIENI DI MALIA PINKERTON:...
Post
06/07/2008 10:34:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.