Polpo alla pignata

07 settembre 2009 ore 21:28 segnala
Ingredienti:
1 polpo
cipolla
carota
sedano
patate a pezzetti
pomodori pelati (4/5)
prezzemolo
olio
aglio
peperoncino


Procedimento:
Lavare bene il polpo e tagliarlo a pezzi, metterlo in una casseruola insieme alla cipolla, carota, sedano, pomodori, peperoncino e le patate a pezzi.
Salare, pepare e condire con olio ed uno spicchio di aglio; coprire la casseruola con il coperchio e far cuocere a fuoco lento per circa un'ora abbondante.
A cottura ultimata (quando il colore del polpo diventa marrone scuro e i tentacoli si spezzano con una forchetta) aggiungere una manciata di prezzemolo.
Servire caldo.

‘Mpepata di cozze

05 settembre 2009 ore 19:05 segnala
Ingredienti:
1 Kg di cozze;
8 Pomodorini;
Origano;
Prezzemolo;
Fette di limone;
1 Spicchio d'aglio;
Olio di oliva.


Procedimento:
Lavare accuratamente le cozze ripulendo con cura i gusci, mettere le cozze in una casseruola ed aggiungere tutti gli ingredienti.
Porre la casseruola sul fuoco lento e coprire.
La cottura sarà ultimata quando le cozze si saranno aperte.
Servire tiepide.


Piscuetti cu lu pumbitoru (Frise al pomodoro)

03 settembre 2009 ore 19:16 segnala
Ingredienti:

frise
pomodorini
olio extravergine d’oliva
sale
origano


Preparazione

Essendo questo un prodotto tipico di una zona delle puglie ho pensato di arricchire la ricetta con alcuni cenni storici.
Pare che le sue origini risalgano a circa il X sec. a.C., all’epoca della civiltà Fenicia, quando i mercanti durante le loro navigazioni erano soliti consumare ciambelle scure di grano ammorbidite con acqua di mare e insaporite con olio d’oliva. La frisa è sopravvissuta nel corso dei secoli non solo grazie alla sua bontà, ma anche per ragioni economiche. Oggi le frise si sono “arricchite”, si possono trovare frise di grano duro, d’orzo, di farina integrale.
La loro preparazione è la stessa con tutte le farine: si modellano dei cilindri di pasta che vengono chiusi a ciambella; dopo una parziale cottura a legna i pani, ancora tiepidi, sono sezionati con uno spago in dischi ruvidi dalla superficie irregolare; infine le frise vengono nuovamente infornate, a temperatura inferiore rispetto alla precedente, per la fase della biscottatura.
La preparazione è di estrema semplicità; è sufficiente ammorbidire le frise con l’acqua ( non esagerare altrimenti si sfaldano, io consiglio di passarle sotto il rubinetto per un paio di volte) adagiatele sul piatto aprite in due i pomodorini strofinateli sulla superficie ruvida delle frise e poi lasciateceli sopra (saranno sufficienti 3 pomodorini per frisa), salare aggiungere origano a piacere e l’olio. Si possono accompagnare con del formaggio tipo provola piccante, ci si può, volendo aggiungere della rucola. Nel brindisino è uso accompagnarle con le cozze che per tradizione vengono consumate anche crude.

RUSTICONE ALLA BRINDISINA

02 settembre 2009 ore 20:03 segnala
INGREDIENTI:

Due rotoli di pasta sfoglia già pronta
450 grammi di latte
45 grammi di farina
60 grammi di burro
Sale
Pepe nero
Noce moscata
Un pomodoro pelato
100 grammi di mozzarella
50 grammi di prosciutto cotto
3 uova
1 bicchiere di olio d’oliva


PROCEDIMENTO:
Preparare la besciamella facendo sciogliere il burro in una pentola di grandezza
media. Spegnere il fuoco e aggiungere la farina mescolando energicamente. Sempre
a fuoco spento aggiungere il latte pochissimo alla volta mescolando di continuo.
Rimettere il composto sul fuoco sempre mescolando finchè la besciamella non si
sia addensata del tutto. Quando è pronta spegnere il fuoco e aggiungere il sale,
il pepe e la noce moscata regolandosi con le quantità. Amalgamare bene.
Accendere il forno a 250 gradi. Stendere su una teglia oliata abbondantemente
(1/2 bicchiere d’olio) la pasta sfoglia adagiandovi sopra le fette di prosciutto
cotto. Versare la besciamella sul prosciutto e cospargervi sopra la mozzarella a
dadini non troppo piccoli e il pomodoro pelato a pezzetti. Appoggiare sopra al
preparato l’altro rotolo di pastasfoglia, già steso e infarinato e chiudere bene
i bordi, facendo attenzione a non danneggiarli. Spalmare sulla superficie, con
le mani o con un pennello, il restante olio d’oliva. Bucherellare la superficie
con una forchetta facendo attenzione a non toccare il fondo. Mettere i rossi
d’uovo in un piatto e sbatterli energicamente. Spennellarli sulla superficie del
rustico abbondando vicino ai bordi. Mettere la teglia in forno per circa 30
minuti controllando di tanto in tanto. Sfornare e lasciar raffreddare per circa
mezz’ora. Sistemare in un piatto e servire.

Riccio di caffè

01 settembre 2009 ore 14:51 segnala
Ingredienti:

200g di margarina
200g zucchero
1 tazzina di caffè forte
4 tuorli d’uovo
1 confezione di savoiardi
cacao amaro in polvere
mandorle tostate
1 bicchierino di liquore san marzano
1 caffettiera da sei tazze di caffè
latte q.b.

Preparazione

Preparare dapprima il caffè ricordandosi di raccogliere una tazzina del primo caffè che esce. Lasciarlo raffreddare. In una terrina mettere la margherita tagliata a pezzettini aggiungere 150g di zucchero e la tazzina di caffè ed amalgamare bene gli ingredienti. A parte sbattere i tuorli d’uovo con lo zucchero rimanente fino a montarli. Unire le uova alla margarina ed amalgamare bene il tutto. Porre il caffè con il liquore ed il latte in un piatto fondo nel quale poi si dovranno bagnare i savoiardi. Stendere un velo di crema sul fondo di una pentola di alluminio usa e getta da otto porzioni e disporre il primo strato di savoiardi bagnati nel caffè. Coprire con la metà della crema e disporre su di essa il secondo strato di savoiardi inzuppati. Finire con la restante crema, stenderla in modo da lisciarla e ricoprirla di cacao amaro. Tritare le mandorle e ricoprire con la granella.
N.B. Non è propriamente un dolce per bambini, vista la presenza di caffè soprattutto di liquore del quale comunque si può fare a meno.

Polpettine di alici

27 giugno 2009 ore 21:28 segnala
Ingredienti per 4 persone:

400g di alici pulite e diliscate
50g di grana
50g di pane grattugiato
1 limone non trattato
1 uovo
prezzemolo
sale
pepe
olio per friggere


Preparazione

Lavare e far asciugare bene i filetti di alici. Lavare il limone grattugiarne la scorza e spremerne il succo. Tritare una cucchiaiata di prezzemolo. Mettere in una ciotola le alici l’uovo, la scorza di limone e due cucchiai di succo, il prezzemolo, il grana, sale, pepe e metà del pan grattato. Mescolare il composto e formare delle polpettine grandi come noci. Rotolarle nel pan grattato rimasto e friggere in abbondante olio caldo. Servire spruzzate di succo di limone.

Fritte

25 giugno 2009 ore 20:36 segnala
Ingredienti:

800g di farina 00
200g di semola di grano duro
1 cucchiaio colmo di sale
1 cucchiaio colmo di zucchero
3 cucchiai di olio extra vergine di oliva
2 cubetti di lievito di birra
3 cucchiai di vino bianco
4 mozzarelle grandi
250 gr. di pomodori pelati
Origano q. b.
Olive verdi
Olia per frittura (e.v.o. o semi di arachidi)


Preparazione

Disponete la farina a fontana sulla spianatoia, aggiungere lo zucchero, l'olio extravergine di oliva, il vino,il sale e il lievito sciolto in due bicchieri di acqua tiepida. Impastate bene ed aggiungete acqua tiepida fino ad ottenere un impasto piuttosto morbido ed elastico. Formate un panetto, copritelo con un panno umido e lasciatelo lievitare. A lievitazione ultimata, prendete il panetto, lavoratelo ancora un attimo e da esso ricavate delle palline della grandezza di una piccolo mandarino. Ricopritele con un panno umido e lasciate lievitare per ancora un po’ di tempo. Nel frattempo, preparate in una ciotola i pelati spezzettati e la mozzarella tagliata a pezzettini; salate leggermente e se vi gusta aggiungete un po’ di origano. Ricavate dalle palline di pasta lievitata dei dischi di circa 15 cm di diametro. Sistemate al centro il composto di mozzarella e pomodoro pelato sgocciolato ed un oliva. Richiudete quindi il disco a mezzaluna che avrete cura di sigillare bene, schiacciando il bordo al fine di evitare fuoriuscita di liquido durante la successiva fase di frittura. Friggete quindi in abbondante olio extravergine di oliva o di semi di arachidi molto caldo, girando i panzerotti fino a che diventano dorati. Serviteli molto caldi facendo attenzione a non scottarvi con il ripieno. Il ripieno è quello tradizionale, può però prevedere delle varianti o aggiunte tipo prosciutto cotto a quello tradizionale o sostituire la mozzarella con del tonno, capperi e acciuga.

Cacchitieddi cu lu pepi (tarallini con il pepe)

14 giugno 2009 ore 16:11 segnala
Ingredienti:

500g di farina tipo 00
180g di olio d’oliva
vino bianco secco q.b.
pepe q.b. (secondo il gusto)
2 cucchiaini di sale


Preparazione

Setacciare la farina aggiungere l’olio ed il pepe, meglio se appena macinato, nella quantità desiderata. Impastare il tutto aggiungendo il vino poco per volta fino ad ottenere un impasto della consistenza simile a quella del pane. Tirare la pasta in forma cilindrica, tagliarla e formare dei tarallini. Infornare su teglia antiaderente rivestita di carta da forno a 180°C fino a doratura.
Degustare accompagnandoli con un buon bicchiere di vino rosso. Al posto del pepe eventualmente si può utilizzare il peperoncino, i semi di finocchio o anche la paprika.

Parmigiana di zucchine

13 giugno 2009 ore 14:26 segnala
Ingredienti per 4 persone:

500g di zucchine di media grandezza
250g di mozzarella
sugo di pomodoro q b
100g prosciutto cotto
parmigiano q b
3 uova di cui 2 sode
olio per friggere
farina, sale q b


Preparazione

Lavare e tagliare le zucchine longitudinalmente dello spessore di 5 ÷ 6 mm, salarle e lasciarle riposare. Nel frattempo, in un piatto aprire l’uovo salarlo e sbatterlo fino a renderlo molto fluido. Preparare la farina per infarinare le zucchine che una volta infarinate vanno passate nell’uovo e poi fritte in olio bollente. In una pirofila da forno stendere uno strato di sugo, precedentemente preparato, ed adagiarvi le zucchine fritte a formare il primo strato. Ricoprire lo strato di zucchine con la mozzarella e le uova sode sminuzzate e le fettine di prosciutto, spolverare di parmigiano. Stendere un altro strato di zucchine da ricoprire con il sugo e spolverare di parmigiano. Infornare in forno già caldo per circa 20 min. a 220 °C. Servire dopo averla fatta intiepidire un po’.

Orecchiette al pomodoro fresco e basilico

12 giugno 2009 ore 15:47 segnala
Ingredienti per 4 persone:

500g di orecchiette
1½ Kg di pomodori freschi per il sugo
basilico fresco q b
olio,sale, cipolla o aglio q b
cacioricotta grattugiato


Preparazione

Lavare i pomodori e togliere i semi, metterli in pentola con pochissima acqua lasciarli bollire fin quando non si saranno ammorbiditi. Toglierli dalla pentola lasciarli intiepidire e passare con un passatutto per ricavarne la salsa da usare per il sugo. In un’altra pentola mettere l’olio la cipolla tritata o l’aglio ( dipende dai gusti ) e alcune foglie di basilico. Soffriggere leggermente senza far bruciare ed aggiungere la salsa di pomodoro fresco preparata in precedenza, lasciar cuocere una mezz’oretta. Cuocere in abbondante acqua salata le orecchiette colarle e condirle con il sugo ed ulteriori foglie di basilico spezzettate a mano ed il cacioricotta.