Ricordi di ...Jack

04 settembre 2016 ore 21:05 segnala
Solo chi ha avuto un cane potrà capire questo mio doloroso post:

Svegliarsi la mattina e pensare: Devo dargli le medicine ma... lui non c'è più.
Tornare a casa e non vederlo più davanti al vetro della porta del balcone che mi aspetta.
Cucinare e non averlo più li accanto che mi tiene d'occhio.
Abbassare il volume dello sfiato della pentola a pressione perchè a lui faceva paura quel rumore e andava sempre a nascondersi.
Pranzare e cenare senza il suo sguardo fisso, elemosinoso...di qualcosa di buono da mangiare.
Sedersi sul divano a guardare la tv, con le gambe sul tavolino,...senza di lui accanto.
Guardare l'orologio e pensare che è l'ora in cui sarei dovuta uscire con lui per la passsseggiata.
Guardare il prato e l'angolo dove lui amava sdraiarsi al sole, in relax.
Prendere la borsa per uscire e non incontrare più il suo sguardo interrogativo: mi porti con te?
Stendere il braccio, la notte, per sentire con la mano se il suo cuore batte regolarmente e .... non trovarlo più, accanto al mio letto.
:cuore
e49777c0-12c9-4a44-a7c3-85ae8dfed41e
Solo chi ha avuto un cane potrà capire questo mio doloroso post: Svegliarsi la mattina e pensare: Devo dargli le medicine ma... lui non c'è più. Tornare a casa e non vederlo più davanti al vetro della porta del balcone che mi aspetta. Cucinare e non averlo più li accanto che mi tiene...
Post
04/09/2016 21:05:06
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    10

Commenti

  1. gandalf3 04 settembre 2016 ore 21:28

    :rosa :rosa :rosa
  2. Fiore.diCampo2012 05 settembre 2016 ore 21:19
    Grazie Pino...è carinissimo!
  3. gandalf3 06 settembre 2016 ore 11:52
    :rosa :rosa :rosa
  4. Njlo 09 settembre 2016 ore 13:30
    Sono momenti infinitamente brutti e dolorosi. Ho perso tanti amici come il tuo Jack e ogni volta credevo che il dolore non passasse più, poi ho imparato a immaginarli sul ponte dell'arcobaleno, come dice una famosa poesia, saltellanti di gioia e libertà. Pian piano ho ripreso a sorridere.
  5. semplicemente.1965 06 luglio 2017 ore 16:06
    ti capisco, anche se non per un cane ho sofferto molto per la morte del mio adorato gattone Felipe, dolore ancora più lacerante perchè ho dovuto decidere di sottoporlo ad eutanasia. Ricordo ogni momento, ogni immagine di quella terribile mattinata di maggio, e son già passati tre anni.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.