un angolino...

05 luglio 2010 ore 20:06 segnala
siamo noi..
siamo proprio noi....siamo quelli che corrono, corrono, corrono.....
io sono il primo... e me ne rendo conto....

mattina bellissima, alba limpida e silenziosa
tutto sembra andare al rallenty....
ed io non ho niente da fare....
cavolo sono in vacanza da un mucchietto di ore....
ho sistemato quasi tutte le mie cose...la logistica è a posto...
finalmente sto un pò con me stesso...
esco...
sono le sei passate da poco...
bicicletta e ipod...e via...
lugano addio....di ivan graziani...
il vento è caldo e leggero...
si va con calma....
..si tu no vuelves...
oddio che voce shakira con miguel...
...no abrà vida no se lo que harè....
si pedala con ritmo...
arrivo sul lungomare...
immortality...celine dion e i bee gees...
però!...
il mare è una tavola...
mi fermo...
parcheggio la bici e mi siedo su una panchina..
cominciano a passare in parecchi....
camminano..veloci, corrono, sbuffano, sudano...
tutti quelli da soli con le cuffiette....
quelli a coppia...chiacchierano...
grandi sorrisi....
tante donne da sole.....
finsce celine dion....
ed è allora che ho chiuso gli occhi.....
faber....
le passanti, un omaggio a brassens....
e allora penso...
un bell'inizio...davvero...
ho già trovato un angolino....per me...
mmmmmmmmmm....

Io dedico questa canzone
ad ogni donna pensata come amore
in un attimo di libertà
a quella conosciuta appena
non c'era tempo e valeva la pena
di perderci un secolo in più.

A quella quasi da immaginare
tanto di fretta l'hai vista passare
dal balcone a un segreto più in là
e ti piace ricordarne il sorriso
che non ti ha fatto e che tu le hai deciso
in un vuoto di felicità.

Alla compagna di viaggio
i suoi occhi il più bel paesaggio
fan sembrare più corto il cammino
e magari sei l'unico a capirla
e la fai scendere senza seguirla
senza averle sfiorato la mano.

A quelle che sono già prese
e che vivendo delle ore deluse
con un uomo ormai troppo cambiato
ti hanno lasciato, inutile pazzia,
vedere il fondo della malinconia
di un avvenire disperato.

Immagini care per qualche istante
sarete presto una folla distante
scavalcate da un ricordo più vicino
per poco che la felicità ritorni
è molto raro che ci si ricordi
degli episodi del cammino.

Ma se la vita smette di aiutarti
è più difficile dimenticarti
di quelle felicità intraviste
dei baci che non si è osato dare
delle occasioni lasciate ad aspettare
degli occhi mai più rivisti.

Allora nei momenti di solitudine
quando il rimpianto diventa abitudine,
una maniera di viversi insieme,
si piangono le labbra assenti
di tutte le belle passanti
che non siamo riusciti a trattenere.



 

11669718
siamo noi..siamo proprio noi....siamo quelli che corrono, corrono, corrono.....io sono il primo... e me ne rendo conto....mattina bellissima, alba limpida e silenziosatutto sembra andare al rallenty....ed io non ho niente da fare....cavolo sono in vacanza da un mucchietto di ore....ho sistemato...
Post
05/07/2010 20:06:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. ta.Xenia 05 luglio 2010 ore 21:38

    a tutte quelle che respirano, insomma.

    grazie. :sniffa

  2. francy0401 06 luglio 2010 ore 10:44

    davvero una bella canzone.....e soprattutto davvero bello il pensiero che hai lasciato....quello che hai visto e che hai sentito in una semplice mattina come tante altre. Ma per chi sa vedere e sa ascoltare nessuna mattina è come le altre. Sappi che quel semplice momento te l'ho un pò invidiato.

  3. mirtilla.nera 15 luglio 2010 ore 11:28
    :-) Donna nel tuo esserci l'incanto dell'essere,la vita,tua storia segnata dal desiderio d'essere semplicemente donna.Nel tuo corpo ti porti come nessun altro il segreto della vita.Nella tua storia la macchia dell'indifferenza,della discriminazione,dell'oppressione....in te l'amore più bello,la bellezza più trasparente,l'affetto più puro che mi fà uomo!(Eliomar ribeiro De Souza) :bye

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.