A ciascuno il suo modo

13 marzo 2014 ore 21:11 segnala

In quest'ultimo periodo, per me davvero difficile ho ricevuto missive da un signore,probabilmente pensando di far del bene e di scuotermi dallo
stato vegetativo nel quale secondo lui mi trovavo...
Alle mie rimostranze dopo una mail particolarmente mirata, risposi di non giudicarmi e di non sindacare sulla vita degli altri,quando non si conoscono perfettamente le vicende, questa fu la sua risposta:
"Io non ho la presunzione di sindacare e giudicare. Ognuno di noi ha vissuto esperienze più o meno drammatiche. C'è chi è vittima delle sue esperienze negative e chi dalle peggiori esperienze ha tratto la forza per reagire e per trovare la sua traiettoria ottimale. Io faccio anche volontariato e ti potrei portare mille esempi di situazioni tragiche affrontate con coraggio e forza.Non tutti purtroppo riescono a trovare la forza ma bisogna evitare almeno di crogiolarsi nel perenne martirio. Preciso anche che non sono ne credente ne tanto meno cattolico"
La mia fu questa:
"Nessuno si crogiola nel perenne martirio, del resto non mi sembra di scrivere post strappalacrime o dove mi dipingo come vittima... Non mi pare di aver tediato nessuno o chiesto la comprensione del prossimo,volontariato l'ho fatto anch'io e ne sono stata felice,ma a questo punto della vita delle esperienze negative del prossimo e compagnia bella,comincia a non importarmene più tanto!Avró anche il diritto di leccarmi le ferite in santa pace, oppure mi devo sentire un essere senza spina dorsale e dignità per questo?? Saluti e buona vita..."
Ognuno di noi ha il suo modo per metabolizzare e superare le difficoltà ed il dolore..non credo serva a nulla ergersi a giudici o ancora peggio sminuire il dolore che una persona sta provando! Il tempo lava e cancella le ferite,è controproducente voler bruciare le tappe e volersi fingere guariti...
9e501ea2-2585-474b-bbe4-d46642fc26f7
« immagine » In quest'ultimo periodo, per me davvero difficile ho ricevuto missive da un signore,probabilmente pensando di far del bene e di scuotermi dallo stato vegetativo nel quale secondo lui mi trovavo... Alle mie rimostranze dopo una mail particolarmente mirata, risposi di non giudicarmi e ...
Post
13/03/2014 21:11:50
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    17

Commenti

  1. VirPaucisVerbo 13 marzo 2014 ore 21:27
    Mai giudicare, mai sminuire. Hai ragione. Perché ogni persona ha un suo personale metro per misurare la propria sofferenza.
    E dirgli "ma di cosa ti lamenti, guarda gli altri" anche se detto con le migliori intenzioni, raramente aiuta.

    Buona serata!
  2. gattamannara 13 marzo 2014 ore 21:28
    Grazie..non aggiungo altro, credo che tu abbia capito alla perfezione quanto
    io volessi esternare :-)
    Un abbraccio
  3. VirPaucisVerbo 13 marzo 2014 ore 21:30
    Certo. Capisco bene perché so bene cosa vuol dire e come si sta :-)
    Abbraccio ricambiato.
  4. rembrandt966 13 marzo 2014 ore 21:49
    Sono pianamente d'accordo sulla frase "Ognuno di noi ha il suo modo per metabolizzare e superare le difficoltà". Ed in più, personalmente non trovo i tuoi post e le tue frasi tipici di una "che si piange addosso". A me hai dato da sempre l'impressione di una donna forte che "sa il fatto suo". Un bacione grande.
  5. gattamannara 13 marzo 2014 ore 21:52
    Grazie rembrandt, non sempre è facile alzare la testa e continuare il cammino,
    ma mai mi azzarderei a piagnucolare sulle spalle degli altri...questo mai!
    Un caro saluto :-)
  6. Under.AbloodRedSky 13 marzo 2014 ore 21:56
    Moooolto controproducente il voler bruciare le tappe ..... sempre!
  7. rembrandt966 13 marzo 2014 ore 21:57
    Grazie a te Gatta!!!!! :rosa
  8. dolcecarrie 13 marzo 2014 ore 22:36
    La nostra sensibilità ci porta a soffrire di più ma la sofferenza è un passaggio, ci serve per capire molte cose...ciao dolce serata :rosa :bacio
  9. 69leone69 13 marzo 2014 ore 23:58
    Nessuno può mai dire come ci si sente o si sta in questi casi, anche se l'ha passati in prima persona. Perchè ogni caso è a se ed ogni persona ne soffre in modo diverso, e altrettanto in modo diverso ne può uscire e/o lottare per uscirne. Noi possiamo solo, in questi casi, porgerti una mano e dirti....."quando vuoi e se vuoi io sono qui" ;-) dolce notte :rosa
  10. gattamannara 14 marzo 2014 ore 07:56
    Ciao Under, è davvero così, la fretta è sempre cattiva consigliera in tutto :-))
  11. gattamannara 14 marzo 2014 ore 08:03
    Ciao Carrie, per me è sempre stato così, ho dovuto sempre arrivare fino
    in fondo al percorso di dolore per poterlo metabolizzare correttamente e
    trarne i benefici dalle esperienze vissute...
    Mettermi fretta sarebbe controproducente,vorrebbe dire non essere arrivate
    completare quel percorso catartico che mi farà far tesoro delle esperienze...
    Un abbraccio :-)
  12. gattamannara 14 marzo 2014 ore 08:06
    Leone carissimo, ottimo consiglio...ti sono gratas per questi lunghi mesi
    nei quali mi sei stato accanto... :rosa
    Mi spiace che io non possa vedere il video..proverò direttamente su YouTube..
    Un abbraccione :rosa :bacio
  13. Anassagora.70 14 marzo 2014 ore 12:18
    Le difficoltà ed il dolore, sono esperienze che la vita ci affida da sperimentare per farci evolvere più velocemente, talvolta perché siamo rimasti indietro sul piano dell’evoluzione (che in noi si misura dall’ incremento della consapevolezza) o perché il flusso della stessa ha avuto uno sbalzo in avanti, e dobbiamo, anche se inizialmente non ne sentiamo l’impulso, seguire senza opporre resistenza, questa corrente di perfezionamento. Il paragone credo più azzeccato sia quello del bruco, che si trova tanto bene nel bozzolo che si è creato con tanta fatica, tempo e dedizione che non penserebbe mai di abbandonare, ma un giorno, sente in sé, una strana smania di crescere ed uscirne senza capirne il perché, osservando la felicità dei suoi simili che hanno passato questa trasmutazione, volare nel cielo senza alcuna fatica … La fatica nel rompere il bozzolo ed il dolore della crescita, vengono in breve tempo ricompensati da una sensazione sconosciuta ma bellissima di libertà e leggerezza, che prima avrebbe mai concepito, e lo fa entrare nel mondo di coloro che hanno LE ALI, e potendo osservare le cose dall’ ALTO, hanno una concezione della vita senz’altro più completa e si nutrono di ben ALTRO! Ognuno di noi, giustamente, gestisce nel suo “ bozzolo “ difficoltà e dolori, perché lo costruisce a sua immagine, dato che il tempo cicatrizza ma non cancella le ferite, perché ogni tanto le cicatrici tornano a bruciare rammentandoci quando abbiamo passato e superato . In caso contrario, l’evoluzione non avrebbe significato alcuno: la memoria interiore e non certo quella mnemonica, è l’unica e sola traccia incancellabile, vita dopo vita, del perfezionamento del nostro vero essere o Sé. Ciao gatta, ed alla prossima !
  14. gattamannara 14 marzo 2014 ore 16:42
    Ciao Anass, per me in questo momento è ancora la fase della crisalide
    ma conto quanto prima di spiccare il volo verso l'alto :-)
    Un abbraccio fortissimo...grazie!
  15. 69leone69 14 marzo 2014 ore 17:30
    :-)ahioooooo e se no gli Amici a che servono!?!?!? ;-) :clap dolce serata e felice week-end :rosa
  16. gattamannara 14 marzo 2014 ore 17:34
    :bacio :bacio :bacio :bacio :bacio :bacio :bacio :bacio :bacio :bacio :bacio :bacio bastano? :rosa
  17. 69leone69 14 marzo 2014 ore 17:38
    :scream :shy :shy :shy :shy :rosa :rosa :rosa :rosa :rosa :rosa :rosa bastano per ripagare la tua Amicizia!?!?! sei dolcissima e meriti tutta la Felicità di questo mondo :rosa spero ti piaccia la canzone :rosa
  18. gattamannara 14 marzo 2014 ore 17:42
    Si la conosco...so a memoria lo splendido testo...davvero azzeccato!

    mdrita di essere mwenzionato!

    TUTTI SOFFRONO
    Quando il giorno e lungo e la notte,la notte e solo tua,
    Quando sei sicuro che ne hai avuto abbastanza di questa vita,resisti
    Non lasciarti andare,tutti piangono e tutti soffrono a volte
    A volte tutto è sbagliato.ora è tempo di cantare insieme
    Quando il tuo giorno è notte,solo(resisti,resisti)
    Se ti senti come se stessi andando via(resisti,resisti)
    quando pensi di averne avuto abbastanza di questa vita,resisti
    Tutti soffrono.trova consolazione nei tuoi amici
    Tutti soffrono.non rovesciare la tua mano.oh no.non rovesciare la tua mano
    Se senti di essere solo,no,no,no,non sei solo
    Se sei solo in questa vita,I giorni e le notti sono lunghe.
    Quando pensi di averne avuto abbastanza di questa vita da resistere
    Beh,tutti soffrono a volte.

    Tutti piangono.e tutti soffrono a volte.
    E tutti soffrono a volte.allora,resisti,resisti
    Resisti.resisti.resisti.resisti.resisti
    (tutti soffrono,non sei solo)
  19. 69leone69 14 marzo 2014 ore 17:51
    si un capolavoro dei REM, che andrebbe ascoltato e letto con attenzione, perchè può insegnare molto ;-) :clap :rosa
  20. gattamannara 14 marzo 2014 ore 17:52
    Davvero... :-)
  21. james54 15 marzo 2014 ore 08:59
    immaginare un mondo dove tutti hanno la stessa sensibilità, che noia!!!
    siamo dei biotipi unici per nostra fortuna...urge il bisogno di esercitare il rispetto e giudicare meno...buon sabato dolce Babs... :rosa
  22. gattamannara 15 marzo 2014 ore 09:12
    Buongiorno Giacomo, grazie per il tuo saggio commento...credo
    che davvero se ognuno di noi cercasse di vestire i panni dell'altro,
    i problemi si capirebbero meglio,ci sarebbe più comprensione
    ed il mondo sarebbe assai più vivibile e migliore!
    Un caro saluto :rosa
  23. Cicala.SRsiciliana 15 marzo 2014 ore 14:29
    Per elaborare un lutto, ognuno ha i suoi tempi. C'è chi ha la forza dopo poche settimane di innamorarsi di nuovo, c'è chi come me, ha avuto bisogno di più di un anno e il dolore era così immenso che non volevo più vivere, c'è chi se lo porta dietro tutta la vita. Nessuno può giudicare il dolore dell'altro, all'amico vero, sta il compito di stare vicino a chi vive un momento particolarmente difficile, una volta spronandolo con dolcezza, un'altra volta condividendo il suo dolore nel silenzio. Ti sono vicina Barbara, un bacio, Rita :bacio
  24. gattamannara 15 marzo 2014 ore 14:32
    Grazie Rita,un amico vero si deve sentire in dovere di spronare e confortare
    la persona che in quel momento sta soffrendo e lottando per rimanere a galla,
    il tempo poi provvederà a mitigare e alleviare il dolore...
    Grazie, un abbraccio fortissimo :bacio :rosa
  25. Cicala.SRsiciliana 15 marzo 2014 ore 14:44
    Verissimo Barbara, nessuno sa quanto dura il dolore della persona, neppure la persona in causa ne ha la più pallida idea. Solo il tempo, il più grande galantuomo, deciderà quando chi sta vivendo un momento di grande dolore, ritornerà a vedere splendere il sole. Se io fossi;" Il tempo", tu oggi stesso respireresti i profumi della primavera. Un abbraccio forte, Rita :rosa :rosa

  26. gattamannara 15 marzo 2014 ore 17:20
    :bacio :rosa della primavera tu ne hai portato il profumo...
  27. Cicala.SRsiciliana 15 marzo 2014 ore 20:29
    Grazie Barbara, magari io fossi il profumo della primavera! Però sono felice per la stima e per l'affetto che provi per me. Un bacione, Rita :cuore :bacio

  28. Cicala.SRsiciliana 21 marzo 2014 ore 15:32
  29. gattamannara 21 marzo 2014 ore 16:38
    Grazie Rita,vorrei tanto che la primavera facesse con me quello che
    fa con i ciliegi... :rosa :bacio
  30. Cicala.SRsiciliana 21 marzo 2014 ore 22:58
    e tu sei sicura che non lo farà?:cuore :cuore :bacio

  31. gattamannara 22 marzo 2014 ore 08:06
    E' tanto che lo sto aspettando... :-)
  32. Cicala.SRsiciliana 22 marzo 2014 ore 10:22
    Barbara se tu avessi voluto, quel tempo sarebbe arrivato. Ti saresti messa col primo che ti avrebbe dimostrato amore e comprensione. Ma tu non vuoi questo, tu stai aspettando la persona che piace a te, con i requisiti che hai sempre desiderato nella vita. Ma non stare davanti alla pentola, perchè non bolle mai. Vivi anche se con noia e tristezza, questo momento della tua vita, senza pensare ma quando arriva l'amore? Arriverà quando avrai smesso di torturarti, sarà un momento magico. Fidati piccola è così. Un bacione grande, Rita :cuore :rosa

  33. 85viking 18 aprile 2018 ore 20:21
    non ti abbraccio ..rimango basito da come scrivi
  34. 85viking 18 aprile 2018 ore 20:27
    non ti abbraccio perche' non vorrei capissi male..un abbraccio virtuale per come scrivi e per la sensibilita' che dimostri ci sta
  35. gattamannara 18 aprile 2018 ore 20:28
    ;-) grazie di cuore...
  36. 85viking 18 aprile 2018 ore 20:30
    grazie a te a me piace leggere blog..i tuoi e l'ho scritto in uno precedente..provocano emozioni e in un mondo in cui si scrive solo e' tanto
  37. highwire 12 dicembre 2018 ore 18:18
    il giudicare in un social...lo trovo ridicolo...come si fa a conoscere le persone...a parte i casi dei fenomeni di chat
  38. gattamannara 12 dicembre 2018 ore 18:19
    Infatti...ogni altro commento è superfluo ;-)
  39. highwire 12 dicembre 2018 ore 18:22
    eh si...
  40. NoctuaAthenes 07 settembre 2021 ore 05:49
    @gattamannara
    questa comunicazione ha valore legale.
    signora, le scrivo qui nel modo più discreto di cui dispongo perché nella consapevolezza del modus operandi al quale lei e il suo entourage ricorrete in queste situazioni, vorrei evitare che si formasse il solito pollaio a base di insulti e offese che vi caratterizza, la informo che pur tacendo non mi è sfuggita nessuna delle allusioni che spesso indirizza alla mia persona, quindi le comunico che mi rivolgerò alle autorità competenti perché questo suo continuo e feroce accanimento nei miei confronti cessi, le ricordo che io non le ho più rivolto la parola o attenzione da molto tempo, la ignoro completamente eppure lei non perde occasione per insinuare e attaccarmi in vari commenti, non scrive il mio nick ma che si rivolga a me è palese. inoltre ha affermato pubblicamente di essere entrata in possesso della mia corrispondenza privata, comportamento illegittimo e illegale, quindi prenderò i debiti provvedimenti legali affinché lei la smetta di nominarmi, offendermi, di intromettersi nella mia vita, frequentazioni, scelte, che le ricordo non la riguardano minimamente, pensi agli affari suoi e non si impicci mai più di ciò che faccio, non la conosco e non sono tenuta a darle alcuna spiegazione né lei ha diritto di chiederne. Serenella Maiocchi
  41. gattamannara 07 settembre 2021 ore 08:45
    Fai come credi, altrettanto faró io!
    Poi da che pulpito questa predica, tu sei la prima che mette in atto tutto ció del quale accusa gli altri!
    Evidentemente hai la coda di paglia se ti sentì tirata in Ballo!
    Addio e a non più rileggerci, grazie!

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.