Perludio

02 ottobre 2011 ore 19:13 segnala
Ho inutilmente cercato di respirare aria di qualcun'altro sperando che tutto ciò potesse rendermi migliore, così facendo mi sono riempita i polmoni nel vano tentativo di migliorarmi, colmandoli il doppio del dovuto, capendo così che non posso reggere un'altra persona dentro me. Non posso sopportare anche la sua aria.
Così esco dal guscio e mi trascrivo descrivendomi in parole poco corrisposte, ad esseri invani che cercheranno di comprendere il cammino di qualcuno troppo pieno di mare ed aria dentro di se, e con poca terra.
Viaggio nella mia mente cercando il conforto che braccia non mi daranno mai, e che non voglio ricevere.
Succube di un dolore persistente, mi sento drogata della mia dolce agonia, ripetendomi quanto essa non debba lasciarmi mai.
Desidero la sofferenza perchè dopo essa sopraggiunge il piacere dell'addio al dolore.
Quella sensazione magnifica che ti fa sentire invicibile perchè hai combattuto e vinto ancora una volta ciò che ti faceva stare male.
Così facendo rincorro persone e cose che possano donarmi questi attimi di agonia pura. Di dolore in vena.
Rincorro chi non mi vuole per legarmi a lui e soffrire dell'abbandono, amo chi non mi ama per combattere una battaglia persa in partenza, cercando di portarlo a me, degustando già il sapore del sangue tra i denti della lingua morsa dopo percosse interiori. Quell'odio verso se stessi che mi nutre ogni giorno.

Non sentirmi mai abbastanza e godere profondamente nel premere tutto ciò che possa farmi male contro di me.
Provare piacere nel baciare il male.
Arrivare al culmine dell'orgasmo dopo ore di pianto.

Vorrei morire, perchè sarebbe come la scopata migliore della mia vita.

b341af0e-d5be-41be-8ad9-a1c2d1caf1ad
Ho inutilmente cercato di respirare aria di qualcun'altro sperando che tutto ciò potesse rendermi migliore, così facendo mi sono riempita i polmoni nel vano tentativo di migliorarmi, colmandoli il doppio del dovuto, capendo così che non posso reggere un'altra persona dentro me. Non posso sopportare...
Post
02/10/2011 19:13:00
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Commenti

  1. grebenshi 02 ottobre 2011 ore 21:29
    conosci palahniuk? ha scritto un paio di anni fà "snuff" (che in italia hanno, come sempre infelicemente,trasformato in "gang bang"). è una scrittura scorrevolissima ...simile alla tua in questo senso... e l'argomento è fottutamente simile. l'ho terminato tra ieri e oggi, praticamente in una seduta. te lo consiglio... a lui però non consiglierò te... mi ti tengo tutta... dentro. con l'aria.
  2. puntoacapo99 11 novembre 2011 ore 18:04
    Lo scopare lascia il tempo che trova, quando il sesso lascia il posto all'amore. Mi piace come scrivi. Ciao :-)

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.