I GORGHI

18 febbraio 2010 ore 20:23 segnala
me lo dicevano,vecchi marinai rosi dal sale, mi dicevano.. i gorghi esistono, non e' come credi, se ci guardi dentro ti inghiottono, e ti ritrovi in un'altra realta'...... ma io andavo, con la baldanza di chi non sa nulla.......
mi piaceva navigare, sempre incontro al sole... i gorghi...? mai incontrati...! fole, fole da raccontare ai bimbi, quando vogliono allontanarsi da casa......
invece esistono, e non occorre nemmeno allontanarsi troppo.... anzi, ti attendono dietro l'angolo.... ti aspettano con pazienza..... ti vengono a cercare.........
il primo lo trovai dentro casa... l'eta' era poca, i bisogni tanti..... era dentro ed un occhio premuroso... mi porto' in un mondo bigotto, di convenevoli soffocanti, e regole senza fondamento..... era un gorgo di melma, dolce e calda, mi sentivo al sicuro......... ma mi entrava dappertutto, chiudeva le mie porte, annegava i miei pensieri..... si, c'era vita, e c'erano emozioni, in quella melma, pero' mi erano estranee... erano confezionate con cura, ma secondo regole che non capivo, rivedute e corrette, pronte per l'uso, da assorbire senza critiche... mi avrebbero dato la felicita'.......
ne uscii con fatica... mi avvolgeva, mi circuiva...... mi girava come una trottola........
pero' un giorno, per distrazione, la melma divenne pių liquida, e vidi il mondo di fuori.... mi aggrappai ad un soffio di vento, e riempii d'aria i polmoni..............
e fu mentre sputavo quel fango, che caddi nel secondo gorgo....... correvo incontro al sole, la strada era luccicante... troppo... non vedevo dove andavo...........
pensavo fosse la sua troppa luce, ad accecarmi.... no, era un gorgo di pece, divoro' sogni, gioia e allegria...... avevo l'anima piena di buchi, li riempi' di regole e doveri che mi bruciavano la carne...... era pece nera, densa e appiccicosa, me la grattai via con le unghie........ grattavo via pece, pelle e sangue...... ma ne uscii, strisciando come un serpente ferito, senza le mani, senza gli occhi, senza la voce...... ma non mi avrebbe mai pių ripreso.........
avevo ancora melma nei polmoni, e pece sulla pelle, e incontrai il terzo gorgo....... pero' ancora non credevo, all'esistenza dei gorghi, io la chiamavo sfortuna..!!
fu in un giorno di sole, mentre mi cullavo nei miei tanti desideri...... quel gorgo mi venne incontro, suadente........ aveva l'aspetto di una cornucopia, e la consistenza di una nuvola..... offriva doni e affetto, ma era vapore gelido.... non esiste il vapore gelido, mi dissi, e ci caddi dentro.......... era un gorgo di ghiaccio puzzolente, inghiottiva sogni e volonta', ed era abitato da vampiri...... divorarono tutto, pure la speranza e, quando fui solamente un vuoto involucro, mi rigettarono fuori........ non vedevo e non sentivo, strisciavo, cercando un buco dove sparire..... e' strano, gorghi tanti, ma nessun buco dove sparire per sempre............
col tempo mi ricrebbe la. pelle, erano troppo stupidi, non avevano divorato proprio tutto...... iniziai a percepire luci e ombre... e colori.... raddrizzai la schiena, e m'incamminai verso il sole........ avevano ragione, navigare non e' facile, ne' semplice, c'e' sempre un gorgo in agguato..... mai guardarci dentro, o t'inghiottira', mai girarci intorno, non ti lasciera' scampo....... gli occhi fanno ponti, mi dicevano, dove si posa il tuo sguardo, li' vai a finire..... quando incontri un gorgo, distogli lo sguardo, e fissa il sole... guarda sempre la vita che cresce.......
viaggio da molto, ormai, lo sguardo fisso sul sole, e senza bagagli...... non so dove vado, non so nemmeno se ci sia un posto, dove andare....... ma ho imparato ad evitare i gorghi..... forse.............

scritto e inviato da Freya
11431462
me lo dicevano,vecchi marinai rosi dal sale, mi dicevano.. i gorghi esistono, non e' come credi, se ci guardi dentro ti inghiottono, e ti ritrovi in un'altra realta'...... ma io andavo, con la baldanza di chi non sa nulla....... mi piaceva navigare, sempre incontro al sole... i gorghi...? mai...
Post
18/02/2010 20:23:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. tecerco 18 febbraio 2010 ore 20:59

    Se per gorghi, intendi le persone moleste, hai ragione ad evitarle. Quando le incontro nella vita, le scanso. Quando le incontro nel blog, le blocco definitivamente!

    Ciao.

    Tc

  2. guerriera2 18 febbraio 2010 ore 22:01
    I GORGHI SON PERSONE E SITUAZIONI E TUTTO CIO' CHE DISTURBA E TENTA DI FAGOCITARCI E DISTRUGGERCI ..........
  3. crenabog 20 febbraio 2010 ore 21:04

    molto ben scritto, complimenti. a parte questo, uno dei rimpianti che ho e vorrei tanto portarci mio figlio, č non essere riuscito ad arrivare fino a Moeskensoe a guardare il maelstrom dalla scogliera... che peccato!

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.