La solitudine

07 gennaio 2008 ore 23:31 segnala
Mi rincorreva nelle giornate di sole, mi tendeva agguati, era pronta ogni minuto, ogni istante, mi corteggiava, mi chiedeva incontri nel buio di una stanza, sotto un cielo stellato, mi guardava negli occhi desiderosa di potermi avvicinare... c'erano troppe voci, troppi richiami, troppa felicità per potermi fermare ad ascoltare i madrigali che affidava al vento per indurmi a sostare, ad appoggiarmi morbidamente al tronco ruvido di un albero in fiore per poterla fissare, per lasciarla entrare lieve nel mio cuore, nella mia mente, per poter fissare i pensieri che volevo gustare senza il rumore delle risate che mi impedivano di lasciarla accostare...
Spesso giungevo ad un compromesso le promettevo di dedicarle un breve istante prima di lasciarmi avvincere dalle nebbie del sonno... ero così stanca delle mie giornate piene di sole, affollate di sorrisi che l'attimo in cui posavo il capo sul cuscino mi vedeva già catturata dai sogni... mi fissava al mattino e c'era rimprovero nei suoi occhi non le sapevo dedicare un istante...
Corri senza fermarti, trascinata in una giostra di attimi impazziti pieni di vita e poi te la trovi davanti sorridente... tacciono le voci, ti trovi troppe volte sola... fai rumore per spaventarla, per allontanarla...
di cosa hai paura? ti sussurra piano...
ti darò il tempo per riflettere, per accarezzare i tuoi sogni, per mettere sulla carta i tuoi pensieri, tutte le parole che hai racchiuso nel cuore e che vorresti mostrare a chi ti sta ancora vicino e non riesce a capire cosa taci, cosa non vuoi dire...
Ti ho lasciato avvicinare, alla fine mi hai vinta, nel silenzio ti racconto i miei segreti, le speranze deluse, i sogni in cui volevi entrare in punta di piedi... ora ne sei padrona...
parlo per non farti avvicinare e tu sorridi... è a te che sto parlando, all'unica mia amica...
la solitudine.
8620663
Mi rincorreva nelle giornate di sole, mi tendeva agguati, era pronta ogni minuto, ogni istante, mi corteggiava, mi chiedeva incontri nel buio di una stanza, sotto un cielo stellato, mi guardava negli occhi desiderosa di potermi avvicinare... c'erano troppe voci, troppi richiami, troppa felicità...
Post
07/01/2008 23:31:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. 55amica 07 gennaio 2008 ore 23:50
    ti auguro una serena notte :bacio
  2. 55amica 08 gennaio 2008 ore 08:30
    buongiorno x tutto il giorno :rosa
  3. piccolodiavolo75 08 gennaio 2008 ore 10:07
    la tua unica amica???;-(;-(;-(;-(;-( vuoi che faccia sprofondare il tuo blog in una valle di lacrime??? ;-(;-(;-(;-( guarda che ne sarei capace!!!:hihi:hihi:hihi bacio Ro' ;-)
  4. piccolodiavolo75 09 gennaio 2008 ore 13:22
    vabbe'...ho riletto e mi rendo conto che forse per il troppo piangere mi si e' annebbiata la vista e il cervello e non ho visto bene le lettere finali.. perdonoo!!!0:-)0:-)

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.