Per te...ascolta

25 febbraio 2009 ore 18:07 segnala
Conti ferito
le cose che non sono andate come volevi
temendo sempre e solo di apparire peggiore
di ciò che sai realmente di essere
conti precisi per ricordare
quanti sguardi hai evitato
e quante le parole che non hai pronunciato
per non rischiare di deludere
la casa, l'intera giornata
il viaggio che hai fatto
per sentirti più sicuro
più vicino a te stesso
ma non basta
non basta mai...
Scivoli di nuovo e ancora come
tu fossi una mattina da vestire e da coprire
per non vergognarti scivoli di nuovo e ancora
come se
non aspettassi altro che sorprendere le facce
distratte, troppo assenti per capire i tuoi silenzi
c'è un mondo d'intenti dietro
gli occhi trasparenti
che chiudi un po’...
torni a sentire gli spigoli
di quel coraggio mancato
che rendono in un attimo il
tuo sguardo più basso
e i tuoi pensieri invisibili
torni a contare
i giorni che sapevi non ti sanno aspettare
hai chiuso troppe porte e per poterle riaprire
devi abbracciare ciò che non hai più
la casa, i vestiti, la festa
ed il tuo sorriso trattenuto dopo esploso
per volerti meno male
ma non basta
non basta mai...
Scivoli di nuovo e ancora come...
E non vuoi nessun errore
però vuoi vivere perchè chi non vive
lascia il segno del più grande errore
Scivoli di nuovo e ancora come...
che chiudo un po’...
che chiudi...

Profilo.....

03 settembre 2008 ore 21:34 segnala
Profilo di Nickname: Iscritto dal: 23/10/2007 Sesso: Età: 23 anni        (data di nascita: 13/5/1985) Scrive da: di Fabbrico Segno: TORO Stato civile: /A Aspetto: NON TOCCA A ME DIRLO Altezza: 170 Corporatura: NORMALE Capelli: DI LUNGHEZZA MEDIA CASTANI Occhi: AZZURRI Stile: ALLA MODA Punto di forza: GLI OCCHI Cucina preferita: ITALIANA Serata ideale: FAMIGLIA Gli studi: DIPLOMA MEDIA INFERIORE Professione:  OPERAIO/A Interessi:  Computer Musica (ascoltarla)  Cucina Musica: HOUSE, ALTRO Film: LE COMMEDIE, ALTRO Lingua: ITALIANO, Il suo motto: VIVI E LASCIA VIVERE Si descrive:

SONO TUTTA DA SCOPRIRE

Cosa ci sia da scoprire? L'acqua calda credo esista da un pezzo.....

quello che non sai è che di idioti a questo mondo ne esistono molti..

solo che hai sbagliato indirizzo..... qui non c'è l'idiota di turno,

per cui tela veloce e non perdere tempo nei saluti, spero che per te

domani non sia un buongiorno, ma un'occasione per riflettere e mettere

finalmente fine a questa farsa........giullare si.......ma...

hai sbagliato indirizzo!

 

 

Il..........

28 agosto 2008 ore 12:11 segnala

Ebbene si...sto qui come sempre

il fantasma di me stesso

sbircio qua e là in silenzio

ma ci sono......he si ci sono.....

Il respiro del vento

23 giugno 2008 ore 18:24 segnala


Senti con me...

il respiro del vento,

l’energia di un lampo,

il calore del sole.

Sfiora con me...

il sussurro del mare,

le armonie celesti, i

l vibrante amore.

Stringi con me... i

nfinite certezze,

sospiri di cielo,

appaganti altezze.

Guarda con me...

quello che resta

e cosa ti porterà l o n t a n o .

Lo sfiorare di sogni

e la realtà che viviamo.

Dammi la mano e...

sollevati in volo.

 

Il lupo perde il pelo ma non il vizio! I remember

22 giugno 2008 ore 23:01 segnala

Da: Mary
A: Mari

Oggetto: Risposta al tuo sms Ricevuto il: 31/03/07 21:54

Ciao Maria..
verissimo quello che hai detto, ho aspettato prima di farti il numero
perchè temevo un pò della realtà, credendo ancora che qualcosa di tutta
quella storia fosse vera..
Grazie a te ho scoperto che era tutta una farsa e questo in parte mi
ha sollevato.....dal'altra parte mi ha aperto tutti i momenti che ci
sono stati, le emozioni e soprattutto un tuffo al cuore per
quell'immagine che ritrae questo ragazzo: i suoi occhi, la sua espressione, il suo
aspetto a cui ho pensato intensamente per un periodo. Non è tanto il
tempo forse, ma l'intensità ed in parte i sogni che ho fatto su questo
ragazzo... le lacrime che ho versato credendolo in fin di vita......è
stato veramente tutto notevole.....
Ora, ad essere sincera, sapere che comunque esiste e gode di ottima
salute mi rende veramente felice (come un tuttfo nel cuore), nello
stesso tempo sapere che non è lui l'artefice di tutta questa farsa mi lascia
perplessa....
Non sai quanto mi spiace per te, sapere che tu hai vissuto e creduto
in una persona che non posso pensar altro che alla sua ambiguità, e a
tutto il tempo che gli hai donato anche solo col pensiero: giorno dopo
giorno... ci credo molto nella tua rabbia, che per me è ancora
incredulità in tutta questa storia, consapevole però che è così cioè vera...
Certo che mi piacerebbe poter vedere quel Daniele che, per me, è il
ragazzo della stampella (Roby)...
Come tengo, a questo punto, di vedere chiaro su tutta questa
storia....
 

Data: Sun, 26 Feb 2006 09:57:56 +0100 (CET)
Da: "daniele " 
Oggetto: Ciao
A: "Mary

Ciao Mary
grazie x la lettera che hai mandato ma sopprattutto,
grazie anche a questo portatile che mi permette di
rimanere in contatto con persone in qualunque posto
mi trovi sopprattutto in Europa.
Cosa dire di me! Semplice e complicato nello stesso momento,
tante sono le cose attraversate in qusti anni che ci vorrebbero
kilometri di pagine x potere raccontare qualcosa della mia vita,
che x fortuna ha saputo anche donarmi alcuni anni meravigliosi.
Il mio profilo rispecchia quello che una persona ha sempre
desiderato,amare il proprio lavoro e dedicarsi nella ricerca
per cercare di avere un domani migliore e sopprattutto la
certezza di fare il necessario x continuare ad esserci,
ma soprattutto anche di riuscire a vivere una vita propria,
avendo vicino una persona con la quale potere condividere
tutti quei momenti che la vita è in grado di offrire.
Ho ottenuto una laurea in Fisica a 24 anni a Bologna e
due anni dopo in Astronomia a Roma, ma studiare era una cosa
piacevole,anche perchè sui banchi della terza Liceo conobbi
una ragazza con la quale iniziammo subito a fare coppia.
Maria era il suo nome Mery la chiamavo, strana coincidenza con te,
all'università scelse belle arti ed era bravissima.
A ventisei anni avuto la laurea in Astronomia completai un corso
x diventare un Astrofisico e subito l'ESA mi assunse con
un contratti cinquennali rinnovabili alla scadenza se ovviamente
le due parti trovavano accordo, la sede ESA è a Bruxelles
si tratta (dell'ente spaziale europeo) e io lavoravo tra Milano
e Roma,così poi Mery riuscì ad ottenere un ufficio a Parma e così,
ci siamo sposati e trovato una abitazione in periferia di Parma x
agevolarla nel suo lavoro,tanto io ero quasi sempre in viaggio e
rientravo di norma al venerdi sera,inutile dire che quelli furono
veramente anni fantastici. Poi si ammalò e riuscì a nascondere il suo
male sino alla fine e posso assicurarti che in quel momento tutto
quanto mi è crollato addosso.
Vendetti la casa di Parma e mi trasferia a Carpi di Modena in casa
con i miei genitori,cercando di usare il lavoro per dimenticare,
accettai dall'ESA missioni varie in europa e oltroceano anche
x potere approfondire conoscenze di cui il lavoro di ricercatore mi
obbligava oramai a prenderne conoscenza, parecchie volte volavo in
USA all'università dell'Utah dove risiedono e studiano i massimi esperti
Astrofisici della terra riuscendo ad ottenere l'amicizia di alcuni.
Così iniziai una vita nomade sempre in giro tra tante città e ogni tanto
rientro a casa dei miei genitori a trascorre alcuni giornate di riposo.
Poi a novembre scorso a fine del secondo ciquennale con L'ESA e su notevoli
pressioni di personaggi da parte dell'università dell'Utah lasciai l'azienda
europea per essere assunto all'onu che mi offriva garanzie nel mio lavoro
di ricerca accettai ma continuando il mio girovagare continuo.
Faccio parte di un team di 4 persone con un responsabile messicano
ma altamente professionale e grazie a lui sto imparando moltissimo.
Sono stato a dicembre in Australia a studiare le formazioni dei cerchi che
si formano nel grano e in coltivazioni di mais,studiandone le provenienze
le forme sempre perfette,le imitazioni dei soliti furbi,ma soprattutto di
dare una spiegazione logica a quegli strani fenomemi.
Adesso sono in Sardegna a cercare di fare un rapporto specifico su alcune
persone che avrebbero informazioni precise,ma anche purtroppo,emarginate
dalla società,definendole persone instabili di mente,ma dentro il loro
profondo,tante volte si nascondono verità impensabili.
Questa è il mio lavoro, che mi è stato modo di potere svolgere in completa
attività nelle forme del rispetto delle persone e di qualsiasi forma di
civiltà, ritengo di essere fortunato a svolgere simile attività,
allo studio e ricerca di forme di civiltà che possono esistere
nell'universo infinito,momenti esaltanti,affascinanti,ma anche di
tante delusioni perchè avvicinarsi alle verità non è tanto semplice.
Mi scuso x essere stato lungo e mi spiace,ma questo x me è un momento
piacevole,conversare con una persona dalla se nascesse una vera amicizia,
ne sarei contento.
Grazie Mary x questi momenti deliziosi.
ciao Daniele
Se ti va puoi usare questa email xxxxxxxx un abbraccio Daniele


--------------------------------------------------------------
Data: Sat, 31 Mar 2007 09:32:28 +0200 (CEST)
Da: "Mary Oggetto: Inoltra: Grazie di esistere
A: maria
....come puoi stare indifferente con una mail del genere?... e quella foto della stampella...

Puoi capire del perchè della mia ricerca? Sono convinta di si perchè anche tu sei molto sensibile....

Data: Sat, 18 Mar 2006 11:50:29 +0100 (CET)
Da: "daniele "

Oggetto: Grazie di esistere
A: "Mary 
 

Capita proprio così senza volerlo,senza pensare a niente,
che alle luci del primo mattino ti rivolgi al sole
per sentirne il suo calore, il risveglio in una carezza,
la notte è terminata da poco lasciando nella mente
i suoi segni,i suoi ricordi e guardi il sole che si alza
sorridendo perchè ti senti felice sapendo che sarà anche
una giornata molto lunga e faticosa perchè devi terminare
quello che sei venuto a fare,recuperare il tutto e ripartire.
Poi alla fine quando aspetti il momento di lasciare accendi
il portatile entri nella posta e ti senti morire.
Perchè quello che volevo fare conoscere non è stato capito.
So che questo è un momento particolare,che sto facendo cose che
non ho mai fatto,con timori e paure di un bambino che scrive
la sua prima lettera a una ragazza arrossendone al pensiero,
me lo sentivo dentro di me che qualcosa non andava e che ti
avrei involontariamente ferita. Mariangela io appartengo a una
famiglia felice,mio padre un tecnico dell'enel ormai prossimo
alla pensione,mia madre insegnante elementare tutto sommato
una famiglia di ceto medio che ha dovuto sudare le solite
sette camice per permettere a me e a mia sorella di completare
gli studi universitari,so benissimo che è stato un sacrificio
per i miei genitori e quando in estate potevo aiutarli,lo facevo
svolgendo qualsiasi occasione di lavoro per cercare di guadagnare
anche piccole somme perchè sapevo benissimo che dovevo aiutarli
quando potevo,ho fatto il cameriere in un bar di un amico di mio
padre e guadagnare qualcosa mi rendeva felice e sono stati i miei
momenti più belli che ho trascorso con gli amici con i quali si
divideva persino il panino e la bottiglia di coca cola.
Non pensavo mai di ferirti come ho fatto nello scriverti,non ci
siamo capiti o forse ho scritto male,ma non intendevo di certo
dire che non sono una Vostra signoria,ma volevo solamente cercare
di farti capire con il lavoro che sto facendo non sono più quel
ragazzino che lavorava per passare una serata in discoteca oppure
andare al cinema,ma quello che sto facendo mi porta a frequentare
una società diversa da quella a cui sono abituato,ci tenevo a fartelo
sapere perchè tu possa immaginare quello che sarà il mio futuro,
condividendolo o no volevo che tu lo sapessi.
Tu sei più importante di qualsiasi ceto sociale,sei superiore a
molti e lo dimostra la tua volonta con cui affronti giorno x giorno
i problemi della tua vita,del tuo lavoro e di tuo figlio.
Mariangela tu sei certamente migliore di tante persone benestanti
che vogliono distinguersi perchè tu hai qualcosa che altri non hanno
e non avranno mai e che è la tua volontà.
Volevo cercare di farti capire che non mi sentirò mai come una di
quelle persone importanti,una ci nasce così,non lo diventa,le mie
radici sono piantate profondamente nella terra e nella terra rimangono,
fare parte di una società diversa non mi piace perchè è una società
falsa e capace di tutto persino di deridere,ma non riescono a togliere
a una persona quello che gli appartiene cioè la sua dignità.
Sono nato da una famiglia che camminava con i piedi a volte scalzi,
appartengo a quelle origini e ne sono orgolioso perchè so che dentro
di me il mio animo non cambia,specialmente adesso che non ho più
quell'aiuto che mi davano gli amici d'infanzia e compagni di giochi,
li ho perduti perchè vivono di uno stipendio da fabbrica,li ho perduti
ma non li ho abbandonati perchè rimangono sempre nei miei ricordi,
li ho perduti da quando ho iniziato a fare parte di un mondo troppo
diverso da loro e allontanandomi da loro e questo è un peso terribile
da portare ogni giorno dentro me stesso.
Vorrei riuscire a darti tutto ciò che meriti,amore affetto amicizia,
il bene x tuo figlio,la migliore cosa x tuo figlio,mi sento solo e
questo mi rattrista costantemente,ho perduto l'amicia e l'amore di
tante persone,non vorrei perdere la tua amicizia.
Mi sento confuso a scrivere queste cose, emozionato proprio perchè
no ho mai scritto cose simili di me e di quello che adesso mi circonda,
dici di essere un po aggressiva ma questo è un tuo dono invece,che con
il quale ti permette di non farti schiacciare e a fare fronte a qualsiasi
problematica senza troppi indugi,è la tua forza che è in te che ammiro.
Dentro di me non esite niente,è tutto da ricostruire mattone x mattone,
non ho timore a dirlo,starei male non facendolo,so solamente che quel
vuoto che esiste lo sento sempre di più a volte fa persino molto male.
Quello che sto facendo mi da la forza di continuare perchè credo di fare
qualcosa di utile,qualcosa di giusto ma non per me, ma per dare il mio
piccolo contributo nel cercare di migliorare questa nostra esistenza.
Nel lavoro che sto facendo,di certe cose non posso parlarne ma di altre si,
ne diventa un componente fantastico nel sapere nel cercare e temere, a volte
si parte per un viaggio da cui non si potrebbe tornare indietro.
Tra qualche ora partiremo x Tokio e da allora non mi riuscirà più di
comunicare con te e questo mi spiace,al ritorno vorrei dirti tante cose,
ma per prima cosa che stai diventando sempre più importante per me.

Un abbraccio fortissino
Daniele


Data: Sat, 31 Mar 2007 09:34:28 +0200 (CEST)
Da: "Mary Oggetto: Inoltra: spiace
A: maria
beccati questa!!! Come si può esser indifferenti?

Ma tu pensa!!!!!


Data: 2 Apr 2006 09:40:50 -0000
A: Mary

Oggetto: spiace
Da: "area 51"
Ciao Mary
area 51, un utente registrato della chat di Fuorissimo.com, ti ha mandato questo messaggio (senza mostrargli il tuo indirizzo di posta), dopo aver visto il tuo profilo. Buon divertimento in chat!

testo del messaggio:
--------------------------------------------
Ciao io capisco tuo problema perchè Dany parla spesso sempre a me. Io capire questo momento difficile per tutti team gruppo amici e sua amicizia in tutti noi. Capito che non sai accaduto forse lui non detto a te per non fare dolore. Settimana fa lui ferita in prova di lavoro a piede caviglia sembrare tutto bene ma esami raggix ripetuti a Londra hanno detto malattia di Dany a ossa e non potere fare parte di gruppo e questo molto dispiace. Grave malattia e non volere fare sapere a niente forse vivere fino a estate e spiace molto. Ieri partito per Boston per clinica specialista per malattia e forse andare altri posto per cure. Lui stare male e molto dispiacere per lavoro. Noi gruppo partire martedi x lavoro lontano e non sapere quando tornare europa. please John

From : "sam" sam.2003@libero.it
To : "Maria 
Date : Wed, 18 Apr 2007 11:59:46 +0200
Subject : cercando di vivere

> Parma 18 marzo 2007
>
>
> C'è il vuoto,
> c'è il silenzio
> di parole spezzate
> e respiri dimenticati,
> c'è il nulla
> pieno di nulla,
> in questo ospedale.
>
> I miei occhi
> vedono solo
> un fiume di nulla,
> grigio e solitario
> colmo di secchi sorrisi
> e umidi pianti.
>
> Tra mille vortici
> scompaiono
> segreti e silenzi,
> scompaiono,
> tra fruscii
> di vecchi salici,
> sogni nati
> da macinate
> parole e speranze.
>
> Ora sul greto
> di questo fiume
> vive il mio sogno,
> vive ogni sera
> nell'attesa
> di ritrovare
> un giorno nuovo,
> per viverlo
> come il primo
> giorno d'amore,
> per viverlo
> come l'ultimo
> giorno d'amore,
> per viverlo
> ogni istante
> come l'ultimo
> attimo di te.

E questa è la ciliegina sulla torta!
Io ti amo

daniele  ha scritto:

Lo sapevo che scrivere una lettera non è cosa facile
ma ci sto provando, anche per darti delle spiegazioni
dopo tanti giorni senza sentirti.
So benissimo che non crederai a quello che cerco di scrivere
proprio perchè nella tua vita hai dovuto affrontare
prove continue e dure che sei riuscita a vincere grazie
a quella tua immensa forza d'animo che sempre ti accompagna.
Le tue ultime parole che mi hai detto dicevano che mi
avresti richiamato e per due giorni ho atteso quella chiamata.
Allora non credevi al guasto dell'alimentatore del pc a libro
quello che è la guida principale degli altri pc e senza quello
non è possibile entrare in rete con gli altri.
Nei giorni seguenti ho cercato quel pezzo dappertutto,
poi grazie a ebay sono riuscito a trovare quel benedetto
"liteon 6 amper con attacco a 3 pin " grazie a un cinese
di Milano che lo ha fatto spedire da Hon Kong.
Naturalmente solamente dopo avere ricevuto il bonifico
bancario è partita l'ordinazione.
Ma tutto questo è solamente superficialità di nessuna importanza.
Sentirti dubitare di quello che dicevo,doveva sembrarti incredibile ma,
quello che dicevo era tutto vero,non mentivo Maria,non posso farlo,
da quel fresco giorno di marzo sulla collina abbracciato a te
ho avuto la possibilità di incontrare una persona meravigliosa,
è iniziato un amore che già da tempo sentivo dentro di me,
da quel giorno ho avuto la realtà di viverlo veramente,
quel dono è iniziato grazie a te e quell'amore che ho per te,
mi accompagna ogni istante e non potrà mai finire dentro di me,
ti amo come non puoi mai immaginare e anche quando la nera
signora con la falce mi porterà via,il mio spirito e nella mia
anima questo amore ci rimarrà sempre perchè tu Maria sei tutto
quello che di più importante una persona possa desiderare.
Ma anche io ho delle colpe,specialmente nei silenzi,
ma quando non sto bene e mi sento male non posso dirtelo
per non farti stare male,preferisco che ti arrabbi verso di me,
anche che tu prenda decisioni non favorevoli per me,
io quello non potrei mai farlo,ti amo troppo, tu,
sei troppo importante per me,preferisco sia io a soffrire ma
almeno sperando si saperti felice,perchè tu meriti
di essere felice,mentre io in questi tempi non ti ho dato
che solamente delusioni.
Il 21 di ottobre sono stato male,non riuscivo a reggermi in piedi,
così in ambulanza mi hanno portato al pronto soccorso e per mia
fortuna un bravo medico ha capito che avevo un problema al cuore
così mi ha fatto trasferire subito a Parma.
Dopo giorni di esami e tante di quelle iniezioni sono
riusciti a capire che il problema veniva da dentro il mio cuore,
cioè il palloncino messo nel 2000 si era sconfiato e dopo una serie
di cure mi hanno rifatto un nuovo intervento di angioplastica
rimettendo un altro palloncino che dovrebbe durare almeno 10
anni questa volta,e poi mi hanno attaccato a una macchina
per due giorni per pulire il sangue,cioè hanno eliminato delle cellule
linfomatiche che si erano formate nelle arterie.
Una sola cosa mi ha aiutato a vincere questi lunghi giorni,
la forza del mio amore per te e del tuo,che sentivo sempre vicino a me.
Per tanti giorni guardavo dalla finestra le foglie che cadevano dai rami
per posasarsi sulla umida terra,cadevano a centinaia,morivano a centinaia,
sentivo il ramo piangere mentre le osservava cadere,
guardavo il cielo,ascoltavo il vento e mentre guardavo la terra
pensavo alla libertà, e questo mi toglieva il respiro perchè
non mi vedevo libero,ma in catene,non sono libero come il fratello falco
che deve combattere per sopravvivere,non sono libero nel vento ad
ascoltarne i suoni,i rumori il sentirsi i capelli muoversi nel vento
oppure nella libertà di camminare scalzi sulla nuda terra
perchè provengo dalla terra e nella terra ritornerò libero.
Io sono come quel giorno di marzo,non posso cambiare,ho ricevuto da te
il dono più importante che una persona può mai ottenere,
la vita,un cuore che batte per qualcuno,sì pur soffrendo,pur piangendo
a volte,ma è forte perchè tu lo hai reso possibile.
Ho trascorso tra queste mura il mio compleanno,
anche se un luogo vale un altro,mi sono sentito dimenticato,
ma questo me lo sono cercato,ma nei sogni ti sentivo sempre.
Ieri dovevano dimettermi,ma si tratta di venerdì 17,così non ho
voluto,ho preferito uscire questa mattina con più tranquillità,
sono stato 28 giorni senza pc e telefono,mia figlia mi aveva detto che è
arrivato l'alimentatore per posta,così finalmente posso rimettermi in rete,
poi mio figlio mi ha regalato un portatile vero,pensando che l'altro
non si riuscisse ad alimentarlo,un portatile che solo adesso ho potuto toccare
anche se ho avuto la possibilità di vederlo.
Sono a casa,in questa casa dai tanti problemi,dai troppi problemi,
io che cammino a fatica e ci vuole un po di tempo per riprendermi,
poi ho trovato mia madre che cammina con le due stampelle e vedere questo
mi ha fatto male,poi ho visto mia moglie e sinceramente non so come riesca
a continuare soffrendo così perchè vedo che è molto peggiorata fisicamente
e inizia a rifiutare di alimentarsi.
I prossimi giorni so che saranno duri,per recuperare dovrò iniziare a salire
alcune rampe di scale per ritrovare la forza delle gambe che adesso fanno
fatica a sorreggermi. Ho aperto il cellulare e ho visto che mi hai
cercato alcune volte, ho letto anche gli sms ma non posso commentarli
proprio perchè io ti amo Maria come ieri come oggi come domani e niente
toglierà questo tuo amore che mi porto nel cuore perchè anche se la tua strada
si dovessero separare dalla mia,io continuerò sempre ad amarti come il primo giorno.
Mi spiace se in questo tempo hai sofferto,mai avrei voluto,ma avevo paura
che dicendoti tutto avresti sofferto di più e tu questo non lo meriti.
Ti amo Maria ricordatelo sempre ma voglio anche la tua felicità.
Daniele
Amore? Amore? Amore?

  Mercoledì 29 marzo 2006, 11:41 Da: A: maria
area 51, un utente registrato della chat di Fuorissimo.com, ti ha mandato questo messaggio (senza mostrargli il tuo indirizzo di posta), dopo aver visto il tuo profilo. Buon divertimento in chat!

testo del messaggio:
--------------------------------------------
Roma 29 marzo 2006 Io non capisco o forse in piccola parte si. Ma non so cosa potrei fare. please John 
   

 Io pensare Giovedì 30 marzo 2006, 10:16 Da: A: maria

area 51, un utente registrato della chat di Fuorissimo.com, ti ha mandato questo messaggio (senza mostrargli il tuo indirizzo di posta), dopo aver visto il tuo profilo. Buon divertimento in chat!

testo del messaggio:
--------------------------------------------
Rome 30.marzo 2006 Prima cosa devo dire che cè amicizia tra quella persona a te amica e suo figlio Luigi Roberto mio collaboratore. Io non so dove fino dire questa cosa ma io conosco padre di Luigi Robby e chiamarsi Daniele ma non so come vostra amicizia sia a punto. Visto e letto tuo sito e lettere su tuo profilo,capire benissimo che storia di te e padre di Robby molto intensiva e questo è bene perchè tante cose successe e altre da accadere. Io pensare che persona tempo tua amica passare per altra persona per fare male a te e a tuoi pensieri. Forse capito cose da tue scritture e capito tua disposizione a relazione. Certamente persona stupida con pensiero a ferire. Tu parlare con lui e cercare di fare smettere. Io amicizia tra loro e molto amico. Auguri per voi tutti. please John


Ciao

22 giugno 2008 ore 22:21 segnala

Da: Dany A: Maria Cc: Oggetto: Ciao Ricevuto il: 11/05/08 12:59

E' proprio vero che i tempi stanno cambiando,
e purtroppo in un modo sempre più diverso una
nuova versione del tempo completamente diversa
nella quale non so riconoscermi forse perchè
non riesco ad accettare questo tempo, questo
sistema che adesso mi coinvolge in questo tempo strano.
Ho sempre rispettato il tempo, questo tempo concesso
a noi stessi,nel rispettare le persone,nell'aiutare quelle
che andavano aiutate, dare una mano a coloro che si trovavano,
in difficoltà, così ho sempre fatto, ho cercato
nel mio piccolo di aiutare persone,che veramente avevano bisogno,  
non ho mai esitato a fare quello che potevo,
come persona e anche come responsabile di azienda sia nelle quote
sia nelle richieste, nelle preventivazioni facendo del mio meglio.
Mi piacevano quei tempi,non volevo superare me stesso,ma erano momenti
particolari e poterlo fare mi faceva star meglio.
  Poi i tempi sono cambiati,ho avuto la fortuna di
incontrare una persona meravigliosa, veramente,che è riuscita
a farmi ritrovare il piacere della vita,ho amato quella donna,
amo quella donna perchè fa parte di me,è la cosa più bella che ho avuto,
è entrata dentro me trovandosi un posto,che pur soffrendo, ho la
fortuna di sentire dentro di me il suo amore e nelle notti non puoi
immaginare la felicità che mi porta.
Moltissimo,perchè mi segue sempre,cammina al mio fianco e molte
volte sembra sentire la sua mano stretta alla mia mentre il suo
profumo mi parla per lei.
  Non mi nascondo dietro a nessuno,non sono un vigliacco, come una
persona che si sente ferita, può dire, anche se dirle sono
parole di una persona che ama infinitamente e che si sente delusa.
Se cercare di fare soffrire una persona il meno possibile significa
"essere vigliacco" allora le tue parole sono giuste e le accetto.
Anche se come ti accade le tue parole escono senza freno e senza
riflettere un momento, così come lame,le parole entrano nelle
carni facendo un male terribile,a me e tanto anche a te.
Ancora una volta non ai capito del perchè sono rimasto in silenzio
e tu neppure questa volta ti sei chiesta del perchè,se stavo male.
Non cerco di giustificarmi adesso con questa lettera anche se mi
farà molto male riuscendo a capire i motivi della tua rabbia,
ma sappi che non potevo fare niente per avvisare te e non puoi
immaginare quanto mi sia costato no poterlo fare.
Speravo solamente che tu riuscissi a capire ma ancora una volta mi
ai accusato di avere fatto una cosa che mai riuscirei a fare.
So che ancora in te esiste dell'amore x me, lo ai scritto in un
messaggio e so che solamente quando si ama veramente si hanno
queste reazioni ed io non posso rimproverare che me stesso.
  Sono sempre quella persona che in quel giorno di marzo ho avuto
la fortuna di abbracciare e baciare davanti al mare, una stupenda
persona di cui sono innamoratissimo, ma non avrei mai creduto che amare
così una persona significasse soffrire così intensamente.
Adesso chiudo, non sto bene e ancora per un po di tempo
avrò problemi nel restare seduto, sto recuperando passando il tempo
rimanendo il più possibile in piedi per poi riposare su un fianco,
cosa terribilmente noiosa che mi accompagna da un po di tempo.
So di averti fatto del male e non volevo che accadesse ancora,
io resto quì con i miei tormenti nella mia compagna disperazione,
rimanendo anche in silenzio verso di te proprio perchè le tue parole
scritte in momenti particolari,fanno tantissimo male,
e fa ancora più male quando penso che poco lontano da me
c'è una persona che vorrei solamente restarle vicino.
Ciao amore mio
Ciao Maria.

Se esprimi un desidero
è perchè vedi cadere una stella,
se vedi cadere una stella
è perchè stai guardando il cielo,
se stai guardando il cielo
è perchè credi ancora in qualcosa. 
           
 Dany.

Io ci sono

22 giugno 2008 ore 22:17 segnala

Da: sam.2003 A: Maria Cc:

 Oggetto: Io ci sono

Ricevuto il: 01/03/08 18:23

 Ciao amore mio
è dalla scorsa settimana che non sto bene
e sentivo sempre freddo anche vicino al calore,
poi una serie di controlli che non hanno dato esito
fino a questa mattina facendo una prova da sforzo
trovando che quel palloncino che 9 anni fa mi inserirono
in una coronaria si è sconfiato e una ecografia lo avrebbe
poi confermato. Così devo restare a riposo assoluto poi lunedì
mattina mi ricoverano  per esami e fare una coronografia ed
eventuale intervento di angioplastica sostituendo subito quel
palloncino con un nuovo sistema.
Da qualche giorno sono a casa di mia figlia così da lei ho
potuto riposare senza dovere intervenire a casa che  mio figlio
in questi giorni mi ha sostituito permettendomi così di riprendermi.
Martedì mattina faranno certamente l'intervento e dopo due giorni
potrò ritornare a casa,so quello che mi aspetta e so che non è una
cosa grave,la cosa più noiosa da affrontare è che dopo l'intervento
bisogna rimanere fermi il più possibile per circa 30 ore fino al
momento in cui toglieranno il sondino che rimane per tale tempo
per intervenire se dovessero accadere complicazioni.
Restare fermi per me è non è cosa facile abituato come sono nel
rigirarmi spesso nel sonno e questa è l'unica difficoltà credo che
debba superare.
Mi spiace per l'incontro che si stava per programmare, ma sai alla
fine poi penso che dopo poco tempo potrò tornare a passeggiare
e rivederti nel mese di Marzo farà capire l'importanza di questo mese.
Non preoccuparti per me e tu cerca di stare meglio che potrai e se per
alcuni giorni non riuscirai a sentirmi non preoccuparti, io porto sempre
dentro di me una cosa bellissima: il tuo amore  Maria.
Ti amo come quel primo giorno del tuo bacio, oggi più di domani.
Ciao amore mio ci sentiremo presto.
Dany

Pensieri

21 giugno 2008 ore 22:53 segnala


lunedì 24 dicembre 2007
Pensieri
Scritto da Hetaniel 15.12 Briciole di pensieri

nascono nella notte

guardando il tuo volto

sereno illuminarsi

e sparire nel buio.

Non è la spada

infilata nella testa

di un drago

che mi fa sentire uomo

nemmeno le urla

del tuo ventre

riescono a seppellire

i miei dubbi.

Se mi vesto da padrone

da Re

se folli pensieri

mi fanno sentire temuto

invidiato  desiderato

potente  superiore

ugualmente tutto ciò

non riesce a convincermi

che sono uomo.

Mi sento uomo

quando i tuoi occhi

si aprono

la tua mano mi cerca

e ascoltano le tue parole

"Buon giorno,

oggi amore mio

è una nuova giornata

viviamola assieme"...

Come sempre

21 giugno 2008 ore 22:33 segnala

mercoledì 26 dicembre 2007
Come sempre
Scritto da Hetaniel 17.47 L’ultimo saluto agli amici

l’ultima carezza ai tuoi affetti più cari,

l’ultimo sguardo alla città dove sei nato

vissuto,dove hai amato,hai pianto.

L’ultimo treno...

l’ultima stazione è arrivata...

scendo con le lacrime agli occhi...

estraneo a me stesso

alieno in un mondo alieno...

Ti cerco nel mio essere...

sulla mia pelle...

ti trovo soltanto nella

luce lontana di una città straniera...

dove c’eravamo soltanto noi...

e tutta la gente intorno

faceva da spettatore al nostro amore...

 

L'amore

21 giugno 2008 ore 18:09 segnala

venerdì 30 novembre 2007
L'amore
Scritto da Hetaniel 17.57

Qualcuno ha fatto l’amore sotto la pioggia...
E’ cambiato qualcosa nel mondo?

Non lo sò
Ma è bene che ciò accada..
Che le carezze di una donna
Colmino il cuore di un uomo..
Questo solo conta..

Niente deve sembrare sbagliato se esiste l’amore,
Niente più bugie ma solo labbra che s’incontrano,
pioggia sottile che scivola via per,
lasciare posto a sentimenti lievi..

Sensazioni inespresse che prendono vita
E si alzano in volo per diradare le nuvole
Come colombe fatte di petali di rosa..

Comè l’amore adesso..
da molto tempo non lo ricordo,
da troppo tempo mi manca..
rimane il ricordo di un abbraccio forte..
un cuore colmo di emozioni..
un pianto che non consce fine..
come l’amore che mi porto dentro..

Non si vive senza amore
non si piange per il dolore
ma si muore per il sentimento.

Occhi tristi girano tra le fredde vie
occhi spenti perchè sono senza calore
passi che portano verso un tramonto
verso un’alba su un balcone sul mare.

Comè l’amore adesso..
da molto tempo non lo ricordo,
da troppo tempo mi manca..
da troppo tempo mi manchi..