L'amore tra i fiori

23 ottobre 2013 ore 20:17 segnala
Domani è il compleanno di mia madre. La fiorista sta scegliendo le rose migliori. Spulcia nel mazzo delle rose rosse e ne prende cinque, quelle coi petali più sani. Le dispone su una carta da regalo e improvvisamente si ricorda che deve aggiungerci i fiori da composizione.
-Non capisco più niente, oggi. Sono qui dalle cinque del mattino...non capisco più niente. E poi lui...lui non viene più qui. Lui è là adesso.
Indica con la testa e con gli occhi tristi una fotografia appesa alla parete. Il muro a destra del bancone è tappezzato di fotografie di un uomo sulla sessantina, con un sorriso aperto, un viso cordiale. E' morto sei anni fa, ci dice.
- Sa, quando c'era ancora mio marito era bello d'inverno. Mi prendeva in giro, io stavo qui fino a tardi, e gli chiedevo: hai acceso il camino? E lui: no, devo ancora accenderlo! E invece poi tornavo, e trovavo tutta la casa calda. Era bello d'inverno, quando c'era lui. Adesso invece torno a casa, ed è tutto così freddo. Sono sola. - Sospira, riguarda la gigantografia del suo grande amore appesa alla parete, poi riprende. - Poteva almeno aspettarmi. Potevamo andarci insieme. Invece...lui è andato prima di me. Sono passati sei anni...era così bravo. Lui era più bravo di me.
Aggiunge i fiori bianchi, chiude i gambi con la stagnola. Fa per tirare un fiocco, e rompe inavvertitamente il nastro. "Era più bravo di me", parla tra sè, sospira, getta uno sguardo alla parete. Te ne parla a cuore così aperto che non riesci a non fare altrettanto. Guardo la fotografia della fiorista, qualche ventennio fa, con il suo grande amore, ancora ragazzi. L'amore che li deve avere legati si vede, si sente. Si sente nell'aria ancora adesso; lei fiorista, lui giardiniere, è impossibile non sentire amore in mezzo a tutti quei fiori. Si vede, nei suoi occhi, più lucidi della ceralacca che ha appena spruzzato su una delle rose.
Si sente, dal fatto che per una volta nella vita mi fido di quello che vedo, e penso che allora un po' di amore esiste sul serio, e non penso che sia ridicolo. Penso che sia straordinario. Le sorrido, è riuscita a far venire gli occhi lucidi anche a me.
- Fai gli auguri alla mamma.

Esco, con un mazzo di rose rosse in mano, e il cuore più leggero.

73b4c62c-67d6-4ea1-8194-3ca12f4addd3
Domani è il compleanno di mia madre. La fiorista sta scegliendo le rose migliori. Spulcia nel mazzo delle rose rosse e ne prende cinque, quelle coi petali più sani. Le dispone su una carta da regalo e improvvisamente si ricorda che deve aggiungerci i fiori da composizione. -Non capisco più niente,...
Post
23/10/2013 20:17:20
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7

Commenti

  1. nicetius555 23 ottobre 2013 ore 23:30
    Fai gli auguri alla mamma.
  2. Hildegarde 24 ottobre 2013 ore 12:37
    quando finisco di litigarci.
  3. nicetius555 24 ottobre 2013 ore 13:32
    Falle gli auguri lo stesso, perché anche lei avrà bisogno di forza per continuare a litigare con te, che nel frattempo ti sei fatta più agguerrita, ne'?
  4. 86.Vince 22 gennaio 2014 ore 10:03
    Wow...leggere questo pezzo ha fatto venire gli occhi lucidi anche a me....
    E sì, è questo l'Amore, quello Vero....l'Amore che resiste a tutto....al tempo, alla distanza e perfino alla morte....
    Aaaaaah avessimo tutti la fortuna di incontrarlo.....

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.