Boia De! Prontuario di Livornese dalla A alla Z

01 marzo 2014 ore 12:33 segnala



A
A entr son zucchini a usc son coomeri.

Alli zoppi pedate nelli stinchi.

Ama' senz'esse' amato come pulissi 'r culo senza ave' caato.

A un livornese ci vole cento lire pe' fallo 'ominci e mille pe' fallo smette.

A Livorno, r peggio portuale sona r violino co piedi.

Acqua fino ai coglioni e pesci punti!

Avete mangiato nei bussoli fino a ieri!


B
Botta botta, fio secco!

Bella 'osa arzassi presto, f un po d'acqua e torn a letto.

Brutta in viso, e sotto il paradiso.

C
Che passione, avello di ciccia e baciallo di 'artone.

Chi ha potta ha pane chi ha cazzo more di fame.

Chi more puzza e chi vive sgalluzza.

Chi ride 'r venerd e non ha chierica, sorride 'r sabato e piange la domenia.

Chi c'e l'ha pi lungo se lo tira.

Chi tromba solo la su moglie 'un vo' bene nemmeno a su figlioli

Chi un ci vani un'abbi voglie.

Chi v ar cesso e un caa bene, tre vorte v e tre vorte viene.

Cinque e cinque pane e torta.

Coscia lunga, taglio fine.

Culo alto, ci f un salto

Chi lavora e si strapazza malidetta la su razza

Ci pi ori leil della Madonna di Montenero"

Ca'are facile , ma pigliallo in culo un lampo.



D
Donna 'he dimena l'anca, se un' puttana poo ci manca.

Di tre cose diffida nella vita: della volpe, del tasso e delle fie col culo basso!

Donna nana tutta tana

Donna alta si ribalta

E
meglio ave' paura 'e toccanne.

come lecc la potta co' le mutande.

'onti tornano, i vaini no.


F
Facile tromb cor pipi ritto.

Facile fa ir finocchio cor culo di vell'altri.

Fra r'culo e la fia c' un passo di formia.

Fetta di 'ulo co pinoli.

Fa' vaini co' Pisani.

Forza buo passa le cee.

F da potta e da culo!

Fai onco ai ba'i ce'i

Fava ritta un vor consigli!

Finch bocca prende e culo rende vo in culo alle medicine e chi le vende!

G
Gli amici sono 'ome ' fagioli: parlano dietro.

Grassezza mezza bellezza.

Giri pi te della rta de' 'icchi.

H
Ha preso pi schizzi lei che li scogli di 'alafuria.

Hai cato fori dar vaso.

Hai mangiato l'ovo n'culo alla gallina.

Hai voglia di b ova! E...un ti rimetti!

Hai preso 'na pop di fiammata (rossata)!

Hai ma a puppammi la fava!


I
Ir bacio 'na telefanata ar cazzo perch si tenghi pronto

I discorsi li porta via il vento, le macchine i livornesi


L
La bella dalle lunghe ciglia: tutti la vogliono e nessuno la piglia.

La donna come 'r maiale, 'un si butta via nulla.

La fia ci fa, la fia ci sfa.

La testa di sotto 'omanda vella di sopra.

Le novit di questo porto? O piove, o tira vento, o sona a morto.

Le parole le porta via 'r vento, le bicirette i livonesi e i bischeri nessuno.

Le donne sono come le sarcicce: budelle fori, maiale dentro.

L'hai in Domo, come son a preda.

La signora der Cign, c'ha na fame un ne por pi.

Le donne oh so puttane o volano!


M
Meglio 'n quer corpo l che 'n fanteria.

Meglio puzz di merda 'e di povero.

Meglio un morto 'n casa che 'n pisano all'uscio.

Minestra riscardata 'n fu mai bona.

Ma vi insegn a babbo a pip?

Meglio ave' i pantaloni rotti ar culo che un culo rotto ne' pantaloni.

Meglio invidiati 'he compatiti.

Ma te c'hai un ghin in testa!

Maiale pulito un f mai grasso.

Meglio lei nuda che te vestito a festa!

Meglio lei a letto che te a chilo!

Le donne s 'ome le sarsicce: Maiale dentro, budello fuori e vanno 'onsumate calde

Mi pai quello che mi ca sull'uscio e poi la rivoleva!

Meglio i pantaloni rotti nel culo che il culo rotto nei pantaloni.

Meglio un culo piatto che un piatto in culo.


N
Ni fa come ir cazzo alle vecchie.

Ne per scherzo ne per burla 'ntorno ar culo un ci voglio nulla

Madonnahane


O
O di paglia o di fieno, purch 'r corpo sia pieno.

Ogni bella scarpa doventa 'na ciabatta.

Onci onci onci, bevi di meno ponci, lo vedi 'ome ti 'onci a b tutti ve' ponci.

Ogni testa dura trova 'r su' scoglio.

Onesto mor ner casino.


P
Piccino un lo senti, grosso ti fa male

Pipi ritto 'un vor consigli.

Potta, bui di 'ulo e ponci.

Pi schifo fai, meno spese hai.

Pai quello che mi ca sull'uscio e poi la rivoleva...

Preciso 'ome un dito 'nculo!


Q
Quando r'culo caa e r'cazzo rende, vo 'n culo alle medicine e chi le vende!

Questa v di Ges, dopo questa 'un ce n' pi!

Quaini e corna, chi ce l'ha son sua.


R
Regali fii boddoni.


S
Se 'r mondo fosse 'n culo, Livorno sarebbe 'r buo.

Se voi fa' 'n dispetto a Cristo, da 'n povero facci 'n ricco.

Si lavora, si fata, per 'er pane e pella fia, si lavora tutto l'anno ma la fia un ce la danno.

Senza llleri, 'un si lllera.

Se vo fa come ti pare, A Livorno devi andare.

Si sta meglio v che sotto ar filobusse.

Se le troie volassero a te ti darebbero da mangi con la fionda.

Se donna 'un vle, omo 'un ple.

Sai 'osa, e ragioni vanto i vattro mori.

Sei pi duro delle pine verdi.

Se t'avessi in culo t'andrei a ca alla meloria.

Sei morvidino te.

Sai 'osa e sei mutolino.

Sei 'ome Maria: larga di 'ulo e stretta di fia

Sei simpati'o come un gatto attaccato a 'oglioni


T
... tanto mangio dagli orecchi!

Ti c'ho ner cuore ma ti vo' ner culo.

Tira piu un pelo di potta che un carro di bovi.

Tre donne fanno 'n mercato, quattro 'na fiera.

Tromba di 'ulo, sanit di 'orpo: aiutami 'ulo senn son morto.

T'avessi in culo t'andrei a ca alla Meloria.... (cor vento di terra!!!!)

Trulli trulli, chi ce l'ha se li trastulli.

Tra scurregge e ruti Dio t'aiuti.

Tranquillo c'aveva le corna.

Tutti finocchi col culo dell'artri

Tre cose 'un si sopportano: gio di nulla, bacio di moglie e caffellatte diaccio.

Te si che sei omo mia la tu moglie


U
'Un ti mette' 'n cammino se la bocca 'un sa di vino.

un piscio mia darculo dhe' !

Un cinno mia cresciuti a bucce di coomero.

'Un c' ciuo 'he t'accontenti.


V
Voglia di lavora' sartami addosso, ma fammi lavora' meno 'e posso.

Vento di ponente: acqua fino a' 'oglioni e pesci niente.

Vestiti ammodino!

Tratto da http://www.fotolivorno.net/

+ in omaggio 2 video-lezioni :ok



81f62b03-06a5-41bc-bdba-7825bab59bab
immagine A A entr son zucchini a usc son coomeri. Alli zoppi pedate nelli stinchi. Ama' senz'esse' amato come pulissi 'r culo senza ave' caato. A un livornese ci vole cento lire pe' fallo 'ominci e mille pe' fallo smette. A Livorno, r peggio portuale sona r violino co piedi. Acq...
Post
01/03/2014 12:33:07
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.