Parlare o non parlare dialetto?

04 maggio 2008 ore 15:14 segnala

Girando su alcuni forum, una domanda che viene spesso posta è questa:

"Tu in famiglia parli il dialetto?"

Molti rispondono di non parlarlo e nemmeno di non conoscerlo (di solito chi vive in città o nei centri maggiori da questa risposta), altri dicono di parlarlo (e in linea di massima vivono nei comuni di provincia)....chi dice di non parlarlo,spesso da una motivazione del genere

"parlare il dialetto è da ignoranti, fosse per me non dovrebbe esistere"

Chi dice così, ovviamente ignora le ragioni storico-politiche che hanno portanto a quel patrimonio (molto invidiato) che rappresentano quelli che noi chiamiamo dialetti.

Ricordo di una persona australiana conosciuta via internet che era stata in vacanza da noi, e oltre a rimanere stupito per le bellezze archittettoniche ed artistiche è rimasto impresso quando gli è stato spiegato che sebbene l'italiano sia una lingua nazionale, oltre ad esso ogni regione parla una propria lingua,che a volte può cambiare anche nel giro di un paio di chilometri; mi scrisse più o meno così: "beati voi che avete questa fortuna, in Australia la lingua inglese non ha differenze da costa a costa..e questa è una noia, le lingue aborigene sono quasi estinte."

Chi ha studiato un minimo di storia, sa che la diversità di queste lingue regionali è dovuta al fatto che l'Italia è una nazione relativamente giovane, solo 147 anni (dall'anno di nascita dello Stato Italiano, Nettuno non ha ancora compiuto un giro completo attorno al Sole), prima di ciò essa era suddivisa in tanti staterelli, governati prima dalle popolazioni barbariche (principalmente di origine germanica) e poi dalle grandi nazioni del 700-800 come Austria-Ungheria, Francia e Spagna..questo ha portato un miscuglio di termini e modi di parlare che col passare del tempo si sono modificati creando le varie lingue regionali di oggi.

Il termine dialetto quindi è usato impropriamente, ed lo stato italiano se n'è accorto, anche se oggi in costituzione (ad eccezione delle lingue alloglotte delle minoranze di confine) vengono riconosciute come lingue solo quella sarda e quella veneta.

Esiste una sostanziale differenza trail termine dialetto e lingua regionale:

il dialetto è un linguaggio formato da modi di dire ed accenti diversi, rispetto alla lingua madre ma che cmq risulta intellegibile tra due interlocutori...ad esempio un padovano ed un barese che parlano in italiano avranno accenti e modi di dire diversi, ma questo non renderà difficile la comunicazione. Lo stesso discorso può applicarsi anche tra due paesini dove viene parlata la stessa lingua regionale,ma con delle differenze di accenti, ad esempio il veneto parlato a Padova è differente da quello di Vicenza,ma ciò non ostacola la comprensione tra i due interlocutori.

la lingua regionale è invece una lingua che sebbene abbia un ceppo comune di partenza, essa si differisce per filogenesi....ad esempio un padovano ed un barese che parlano la propria lingua di regione, avranno molta difficoltà a capirsi..sebbene entrambe le lingue appartengano al gruppo delle lingue italiche che bene o male raggruppa tutte le lingue all'interno dei confini nazionali, quindi una base comune di partenza c'è.

Oggigiorno lo stato italiano tutela le lingue regionali, ma sono le regioni stesse a non promulgarne l'insegnamento e anche le famiglie....la mia non fa eccezione, ma comunque mi trovo in una regione dove al di fuori della città il veneto è ancora fortemente parlato e capito, pertanto che uno mi parla in veneto io lo capisco,anche se gli risponderò in italiano in quanto non sono stato abituato a parlarlo; penso che questa sia anche la situazione di molti.

In conclusione spero che chi dice che "il dialetto è da ignoranti" si sia fatto una leggera opinione, su questo patrimonio che ci è stato lasciato in tanti secoli di storia e che oltretutto si renda conto che quello che ho scritto in questo post è stato scritto in dialetto fiorentino. ;-)

9273856
Girando su alcuni forum, una domanda che viene spesso posta è questa: "Tu in famiglia parli il dialetto?" Molti rispondono di non parlarlo e nemmeno di non conoscerlo (di solito chi vive in città o nei centri maggiori da questa risposta), altri dicono di parlarlo (e in linea di massima vivono nei...
Post
04/05/2008 15:14:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. lillysorriso 13 maggio 2008 ore 21:56
    ti invito a visitarmi liliana

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.