Ciao Marcello

19 dicembre 2016 ore 22:21 segnala
...
(Carla, l'amante di Guido, è appena arrivata al bar dove siedono Guido, Luisa e Rossella. Guido fa finta di non vederla continuando a leggere il giornale, Carla imbarazzata si siede lontana dai tre)

Luisa: "Calmati va, l'avevo già vista ieri sera appena sono arrivata". (Guido alza gli occhi dal giornale, si gira con aria interrogativa verso Luisa quindi vede Carla e scuote la testa).
Guido: "Ti giuro..."
Luisa: "Non ti ho chiesto niente! Non voglio saper niente! Risparmiami soltanto la vergogna di sentirti sempre giurare il falso!"
Rossella: "Quella è nata in marzo o aprile, ha tutte le caratteristiche dell'ariete, è proprio il tipo "ariete"".
Luisa: "Lo so io che tipo è quella lì!"
Rossella (ridacchia): "Ah, sì? Ma sono proprio quei tipi lì che hanno più facilità ad essere buone compagne di uomini deboli, abulici, senza chiarezza..." (rivolgendosi a Guido)
Guido: "Luisa, non lo sapevo! La vedo adesso per la prima volta, come la vedete voi. Ma insomma, dico, in un posto come questo dove viene tanta di quella gente, poteva anche capitarci quella disgraziata, no? Ah, è per questo che mi stai tormentando da ieri sera! Ma non lo potevi dire subito... E poi guarda se c'è una cosa che mi offende è il fatto che si possa pensare che io vada in giro con una combinata in quella maniera! (Rossella ride) Ma l'avete vista com'è vestita, sì?"
Rossella: "Sentite, facciamo una passeggiata?"
Guido: "Non parliamo più di questa storia, Luisa! È chiusa da tre anni ormai, finita! Basta!"
Luisa (a Rossella): "Mi fa impazzire! Parla come se dicesse la verità, fa l'onesto. Ma guardalo, ha ragione lui! (rivolta quindi a Guido) Ma come fai a vivere in questo modo? Ma non è mica giusto mentire sempre così, non far capire mai agli altri ciò che è vero e ciò che è falso. Possibile che è tutto uguale per te? Tutto? (rivolgendosi di nuovo a Rossella) Scusami, lo so, lo so, hai ragione, sono noiosa! Che malinconia fare la parte della borghese, di quella che non capisce! Ma che devo fare?! Dimmi tu quello che devo fare! Eh, ridere come fai tu proprio non posso!"
Rossella: "Ma no, tesoro! Io non ci rido mica".
Luisa (rivolta a Guido): "Che cosa le racconti a quella lì? Cosa le dici? (sospira, sorseggia e quindi riprende) Quello che mi fa più schifo è che tu l'hai mischiata alla nostra vita e che sappia tutto di me e di te! Quella puttana! (alzando il tono della voce) Vacca!"
Guido e Rossella: "Luisa!" (cercando di placarla)
Rossella (a Guido): "Ma guarda che pure tu sei un bel noioso, sai?"


8 1/2 - Federico Fellini - 1963


Marcello Mastroianni (Guido)
Claudia Cardinale (Carla)
Anouk Aimèe (Luisa)
Rossella Falk (Rossella)




La marcetta felliniana in Campidoglio, la bara chiara.
Artisti, la ressa dei fotografi, un giovane Rutelli sindaco, la grande folla intorno all’ultimo saluto di Roma a Marcello Mastroianni.
Sophia Loren, cappotto nero e sciarpa verde, piange tutte le sue lacrime:


"La chimica che c’era con lui non l’ho mai trovata con nessun altro.
Porterò Marcello sempre nel mio cuore, lo so".

Vent’anni fa, il 19 dicembre, moriva a Parigi Marcello Mastroianni, l'eterna sigaretta e quello sguardo, seducente e malinconico, la voce che Tullio Kezich definiva

"timbrata...leggermente velata, in grado di far vibrare all'istante una preziosa corda malinconica"

Centosessanta film, attore tra i più amati del nostro cinema, alter ego cinematografico di Federico Fellini e molto altro. Visconti, Ferreri, Monicelli, Bellocchio, De Sica, Comencini, Bolognini, Scola.
È stato il giornalista inquieto di La dolce vita, il marito impotente di "Il bell'Antonio", il maschio italico di "Matrimonio all'italiana", il prete ricattatore di "Todo Modo", l'omosessuale di "Una giornata particolare"
.

"Sono stato impotente, prete, partigiano, omosessuale.
Giovane quando ero già vecchio e vecchio che ero giovanissimo.
Credo di aver superato i centosettanta film: un bel record.
Quindi l'ho riempita, la mia vita. Mi posso contentare.
Insisto: sono fortunato"




Ciao Marcello



acab0e74-cee5-4b8f-9b00-30f51f4687fb
... (Carla, l'amante di Guido, è appena arrivata al bar dove siedono Guido, Luisa e Rossella. Guido fa finta di non vederla continuando a leggere il giornale, Carla imbarazzata si siede lontana dai tre)Luisa: "Calmati va, l'avevo già vista ieri sera appena sono arrivata". (Guido alza gli occhi dal...
Post
19/12/2016 22:21:17
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3

Commenti

  1. bialy 20 dicembre 2016 ore 08:43
    La classe e l'eleganza fatte persona :rosa
  2. Njlo 20 dicembre 2016 ore 14:13
    Grande attore, che altro aggiungere. Si calava in ogni ruolo in modo fenomenale e non era più Mastroianni, ma via via colui che impersonava.
    Grande persona che ho conosciuto attraverso le parole di una persona a lui vicina. Conservo gelosamente le mail in cui mi parlava di lui e l'unica cosa che posso rivelare è che aveva una immensa umanità. Era uno di noi.
    Viola :rosa
  3. vagarsenzameta 20 dicembre 2016 ore 15:01
    Ruolo molto simpatico in Fantasmi a Roma.
  4. JealousGuy 21 dicembre 2016 ore 22:34
    @bialy: non posso che sottoscrivere il tuo pensiero :rosa
  5. JealousGuy 21 dicembre 2016 ore 22:37
    @Njlo: credo che Mastroianni, come De Sica padre, Aldo Fabrizi e pochissimi altri, appartenga a quel gota di attori che oggi non esistono più.
    Esempi di classe, eleganza, stile, carisma.
    E, come hai detto tu, grande umanità.

    Un abbraccio Viola :rosa
  6. JealousGuy 21 dicembre 2016 ore 22:38
    @Vagarsenzameta: mi hai fato venire la curiosità di Fantasmi a Roma :-)
  7. vagarsenzameta 22 dicembre 2016 ore 13:08
    Un bel film,girato nel quartiere dove sono nata e vissuta,a due passi dalla vecchia torretta.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.