Persistenza della memoria

22 marzo 2011 ore 00:27 segnala
Nel mio passo lento, alternato tra curiosità e meraviglia ecco, come di incanto, un titolo ed un dipinto che forse avrebbe vestito elegantemente e con indiscutibile precisione, uno dei pensieri più frequenti ritenuto figlio naturale della mia mente in questi mesi, per la sua somiglianza all'anima e per la sua indistinguibile voce intonata nel silenzio.
Persistenza della memoria...che titolo impegnativo...penso tra me e me mentre le dita ripassano la pelle liscia di barba quasi a voler imitare o scimmiottare chissà quale intenditore di arte.
Dalì.....già....forse ti conosco o forse avrei dovuto, la memoria come sempre imprecisa lo accosta erroneamente a qualche mago ma questa confusione passa subito in secondo piano perchè questo titolo mi piace....mi appartiene e questo quadro è uno dei tessuti più delicati e pregiati che un mio pensiero ripetuto avrebbe voluto indossare per ripararsi dal rigore del nuovo inverno, che non speravo tale.
Davanti l'immagine di un paesaggio di mare, forse precedentemente realizzato, che trasmette serenità mista ad inquietudine, 3 orologi deformati, che sembrano squagliarsi e colare a mò di vernice,rappresentano l'aspetto psicologico del tempo, il cui trascorrere, nella soggettiva percezione umana, assume una velocità e una connotazione diversa, interna, che segue solo la logica dello stato d'animo e del ricordo.
Così quella immagine è impressa con tutto il suo significato nella mia camera, prende forma tra libri scompostamente poggiati l'uno di fianco l'altro,
ha il profumo timido di detersivo per bucato a mano ed è ripiegato disordinatamente in pochi cassetti ricoperti dalla polvere della nostalgia.
Quell'immagine si riposa in un letto appena composto ed in lenzuola sempre troppo pulite e sbilanciate,
si affaccia in finestroni di vetro spessi dove il sole non ha colore ma è solo un'idea.
La persistenza della memoria cammina a passi scalzi su un pavimento impolverato dove le orme si inseguono all'indietro ma non si raggiungono più e si rincorrono in avanti senza avvicinarsi mai.
La persistenza della memoria ha il fruscio di questa penna la notte, il respiro più lento ed intimorito e tra gli occhi tutto questo che c'è e che non doveva essere.....
Persiste ancora questa memoria nei suoi colori ancora vivi e nelle sue forme così tangibili, così vere.....
poteva essere un ricordo, uno straccio di carta in bianco e nero senza anima nè vita....
Riprendo il mio passo più pensieroso e forse questo artista in realtà è riuscito nel suo gioco di prestigio....quello di dare forma e colori ad uno stato d'animo appena realizzato in poche righe scure in una moltitudine di pensieri........di carta bianca......tutto ciò come testimonianza della persistenza della memoria...la mia......
1d5dcbbd-b1c3-44be-97b8-52d6ad505927
Nel mio passo lento, alternato tra curiosità e meraviglia ecco, come di incanto, un titolo ed un dipinto che forse avrebbe vestito elegantemente e con indiscutibile precisione, uno dei pensieri più frequenti ritenuto figlio naturale della mia mente in questi mesi, per la sua somiglianza all'anima e...
Post
22/03/2011 00:27:35
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.