Saltare il fossato.

30 marzo 2021 ore 00:08 segnala
Uno psichiatra chiese ad un suo paziente che batteva continuamente le mani:

"Perché continui a battere le mani?" Il malato rispose:
"Per scacciare gli elefanti". Lo psichiatra ribatté:
"Ma non ci sono elefanti qui". Il malato replicò continuando a battere le mani:
"Vedi che funziona".

In realtà non è una barzelletta, ma un comune modo di esperire di noi comuni mortali. Ognuno ha i suoi elefanti e alcuni comportamenti che mette in atto, gli confermano la bontà delle sue azioni. Ma spesso la paura di un male, ci conduce ad un male peggiore.

Benoit descrisse con un analogia letteraria tutto questo.

- Un uomo sta sulle punte dei piedi in una piccola stanza buia e vuota, le braccia protese in alto, le mani aggrappate alle sbarre della piccola finestra, unica fonte di luce nella stanza. Se si aggrappa saldamente e gira la testa verso un certo angolo, può vedere un raggio di sole tra le sbarre superiori. Non correrà rischio di perderla. E così continua a tendersi verso quel raggio di sole, saldamento aggrappato alle sbarre. Tanto è impegnato nello sforzo di non perdere di vista quel barlume di luce vitali, che non gli viene in mente di lasciare la presa ed esplorare il resto della cella. Così non scoprirà mai che la porta all'altro lato estremo della cella è aperta e lui è libero. Sarebbe sempre stato libero di uscire nella luminosità del giorno, se solo avesse lasciato la presa. -
f8f67945-243b-4b4c-9e06-b75031501518
Uno psichiatra chiese ad un suo paziente che batteva continuamente le mani: "Perché continui a battere le mani?" Il malato rispose: "Per scacciare gli elefanti". Lo psichiatra ribatté: "Ma non ci sono elefanti qui". Il malato replicò continuando a battere le mani: "Vedi che funziona". In realtà...
Post
30/03/2021 00:08:52
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.