La Cassata Siciliana...

05 aprile 2009 ore 13:59 segnala
Si sa, per chi va in Sicilia, è impossibile non assaggiare anche per sbaglio una fetta di questo originalissimo e coloratissimo, nonché ottimo dolce tipico della tradizione gastronomica locale. Di cosa stiamo parlando?! Ma della Cassata naturalmente!
Un documento ufficiale del sinodo dei Vescovi Siciliani, tenutosi a Mazara del Vallo nel 1575, afferma infatti, che la Cassata è un dolce irrinunciabile durante il periodo Pasquale ed a testimonianza di questo c’è anche un antico proverbio Siciliano che recita: “Tintu è cu nun mancia a cassata a matina ri pasqua”, letteralmente, “meschino chi non mangia la Cassata la mattina di Pasqua”.

La Cassata siciliana è un dolce molto calorico a causa della ipercaloricità degli ingredienti e della densità del dolce.

Il segreto della cassata sta nel dosare in modo sapiente gli ingredienti in modo tale da ottenere un dolce non stucchevole e con un gusto bilanciato.

La Cassata siciliana è una tradizionale torta siciliana a base di ricotta zuccherata, pan di Spagna, pasta reale, frutta candita e glassa di zucchero. Come per ogni ricetta tipica di una regione, anche della Cassata esistono innumerevoli varianti locali diverse soprattutto per le svariate decorazioni che possono variare da una semplice decorazione fatta di glassa e un po’ di scorza d’arancia candita fino a opulente decorazioni realizzate con perline e frutta candita. Naturalmente, sempre secondo le varianti locali, ci possono essere numerosi ingredienti aggiuntivi come pistacchio, cioccolato, pinoli, cannella, maraschino ed acqua di zagara. Una delle varianti più famose è quella dei “Minnuzzi di Sant’Aita”, dolci tipici della bellissima Catania dove vengono preparati in occasionedella festa patronale.

Questi dolci, fatti con pan di spagna imbevuto di liquore, farcito con crema, e ricoperti di glassa bianca con sopra una ciliegia candita, rappresentano una mammella e simboleggiano una chiara allegoria delle mammelle che furono asportate alla Santa prima del martirio finale.

Per quanto riguarda le origini della Cassata, questo dolce il cui nome deriva dall’ arabo “qas’at“, “bacinella”, risale alla dominazione saracena in Sicilia dal IX al XI secolo.

Gli Arabi, infatti, avevano introdotto nella gastronomia Siciliana la canna da zucchero, il limone, il cedro, l’arancia amara, il mandarino e la mandorla che, insieme alla tipica ricotta che si produceva in Sicilia fin dall’antichità, sono gli ingredienti base per la preparazione della Cassata.

C’è da dire che però, all’inizio, la Cassata non era altro che un involucro di pasta frolla con un ripieno di ricotta ed una copertura di zucchero mentre, con l’avvento della dominazione Normanna, fu “inventata” la cosiddetta “pasta reale” un impasto di farina di mandorle e zucchero, che, colorato di verde con estratti di erbe, sostituì la pasta frolla come involucro decretando così, il passaggio dalla cassata al forno a quella a freddo.
Furono gli Spagnoli ad inserire poi il cioccolato ed il pan di Spagna in Sicilia, ed in seguito, durante il Barocco furono introdotti anche i canditi, altro elemento essenziale della Cassata.Custodi del segreto della cassata erano soprattutto le suore dei monasteri ed i cuochi dei nobili casati. Alcuni monasteri, come quello di Valverde, erano famosi per la qualità e la delicatezza della loro cassata che veniva preparata prevalentemente durante
il periodo Pasquale.

10715285
Si sa, per chi va in Sicilia, è impossibile non assaggiare anche per sbaglio una fetta di questo originalissimo e coloratissimo, nonché ottimo dolce tipico della tradizione gastronomica locale. Di cosa stiamo parlando?! Ma della Cassata naturalmente!Un documento ufficiale del sinodo dei Vescovi...
Post
05/04/2009 13:59:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Commenti

  1. PrincipessaOto88 05 aprile 2009 ore 14:27

    zietto..mhmmhmhm amo la cassata!ciao ciao

  2. igrottina.69 05 aprile 2009 ore 15:43
    mi fai soffrire tanto sono golosa....(¯`•´¯)
    .....`.♥•.,.(¯`•´¯)
    .......(¯`•´¯)♥.•´ buona domenica
    ........`•♥.,.•´
    ... ♥,.*•...•*,.
    .....`.♥•.,.(¯`•´¯)
    .......(¯`•´¯)♥.•´
    ........`•♥.,.•´ con affetto sabry
    ... ♥,.*•...•
  3. EuridicaAle 05 aprile 2009 ore 17:07
    _____________________$$$$
    ____________________$$$$$$$$
    ____________________$$$$(@)$$$$
    __________________$$$$$$$$$$
    ________________$$$$$$$$$$
    ______________$$$$$$$$$$$$$s
    __________$$$$$$$$__$$$$$$$$
    ______$$$$$$$$$$____$$$$$$$$
    ___$$$____________$$$$$$$$$
    _____s$$$$$$$$$$$$$$$$$$$
    ___j$$$$$$$$$$$$$$$$$
    __$$$$$$$___$$$$__________$$$$
    _.$$$$$$__$$$$$$$$______$$$$$$$$
    r$$$$___$$$$$$$$$$$$__$$$$$$$$$$$$
    $$$____$$_$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$_$$
    $$____$$__$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$__$$
    $______$$_$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$_$$
    ________$$__$$$$$$$$$$$$$$$$$$__$$
    __________$$__$$$$$$$$$$$$$$__$$
    ____________$$__$$$$$$$$$$__$$
    ______________$$__$$$$$$__$$
    ________________$$__$$__$$
    __________________$$__$$
    ____________________$$

    Buona Domenica delle Palme a te Tesoro :fiore :fiore :fiore
    Serenita` Felicita` e Pace... :fiore :fiore :fiore
  4. Shakiki.290 05 aprile 2009 ore 21:57

    Chiudi gli okki e dai inizio al tuo splendido viaggio Parti alla ricerca di te..lungo la strada troverai ricordi che ti appartengono,troverai delusioni, amori e sconfitte,piccole briciole lasciate nel tempo.

    L’importanza del viaggio è di ritrovare gli entusiasmi che ti fanno proseguire lungo il tuo cammino

    buona serata..e ottimo inizio settimana..con tanto affetto...~..Kiara.............♥.
    ....(¯`•´¯)
    .....`.♥•.,.(¯`•´¯)
    .......(¯`•´¯)♥.•´
    ........`•♥.,.•´
    ... ♥,.*•...•*,.

  5. ivana56 05 aprile 2009 ore 22:00

    serena notte

    e buon inizio settimana

    :batabacio ivana

  6. dionisia52 05 aprile 2009 ore 22:52
    :rosa
    DI QUEL DELIZIOSO DOLCE CHE SOLO IN
    SICILIA SAPETE FARE,MANGIANE UNA FETTA
    ANCHE PER ME
    CIAOOO :bye

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.