E'morto il compagno Mario Monicelli.

30 novembre 2010 ore 00:00 segnala
‎"La speranza è una trappola inventata dai padroni". Compagno Mario resisteremo un minuto più del padrone anche per te..

Donne mie..

26 novembre 2010 ore 19:42 segnala

"Non dimenticare le tue Sorelle, saranno sempre più importanti man mano che invecchierai. Non importa quanto amerai tuo marito,o i bambini che potrai avere: avrai sempre bisogno di loro. Fai ogni tanto delle cose con loro..Chi sono le tue Sorelle? Tutte le donne: le amiche, le figlie, le altre donne che ti saranno vicine... Avrai bisogno di altre donne; le donne ne hanno sempre bisogno."

“Leggere”

25 novembre 2010 ore 16:08 segnala
“…leggere mette in moto tutto dentro di te: fantasia, emozioni, sentienti, e’un’apertura dei sensi verso il mondo , è un vedere e riconoscere cose che ti appartengono e che rischiano di non essere viste. Ci fa riscoprire l’anima delle cose. Leggere significa trovare le parole giuste, quelle perfette per esprimere ciò a cui non riuscivi a dare una forma. Trovare una descrizione a ciò che tu facevi fatica a riassumere.Nei libri le parole di altri risuonano come un’eco dentro di noi, perché c’erano già. E’ la conoscenza di cui parlava Platone, quella che già ci appartiene, che è dentro di noi. Non importa se il lettore  giovane o vecchio, se vive in una metropoli o in un villaggio serduto nelle campagne. Così come è indifferente se l’argomento di cui sta leggendo riguarda un’epoca passata, il tempo presente o un futuro immaginario; il tempo è relativo e ogni epoca ha la sua modernità, e poi leggere è bello, punto…E’ bello e affascinante leggere, ma rileggere è ancora più potente, per me. Quando rileggo l’interesse non è tanto verso la storia, che già conosco, ma per i mondi che avevo immaginato. Sono curioso di sapere se quelle immagini si ripropongono e si manifestano in me nello stesso modo, e soprattutto se sono ancora in grado d ospitarmi e lasciarsi abitare da me. Quando leggi un libro che ti piace, quelle pagine un po’ ti cambiano; quando rleggi sei tu che cambi loro…”

da “Il tempo che vorrei” di Fabio Volo
11829757
“…leggere mette in moto tutto dentro di te: fantasia, emozioni, sentienti, e’un’apertura dei sensi verso il mondo , è un vedere e riconoscere cose che ti appartengono e che rischiano di non essere viste. Ci fa riscoprire l’anima delle cose. Leggere significa trovare le parole giuste, quelle... (continua)
Post
25/11/2010 16:08:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

IL BUCO SBAGLIATO..

22 novembre 2010 ore 16:49 segnala
da guardare e ascoltare attentamente..

Ma alla fine cosa rimane?

08 novembre 2010 ore 16:05 segnala
Solo il banale orrore di due persone che si trovano per caso, si piacciono, si amano... Magari pensano perfino che l' amore sia qualcosa di eterno... Finchè una delle due non abbandona l'altra... E scompare... Così come scompaiono mille e mille estranei che ...nella vita incontriamo per un attimo e non rivedremo mai più..."

 (Hamlin - Gente che scompare n°59)

L'omossessualità sconvolge e spaventa..

05 novembre 2010 ore 16:54 segnala

Vedere due persone dello stesso sesso che si scambiano tenerezze ed effusioni amorose ci irrita, ci disturba, ci fa rabbrividire. Ma la perversione, il malaffare, la deliquenza, "il puzzo del compromesso morale", lo sfruttamento e la manipolazione emotiva delle masse per scopi spregevoli e criminosi che aleggiano incontrastati nel nostro Paese ci lasciano INDIFFERENTI. Ecco un video che narra l'Amore tra donne..dedicato a tutti coloro che soltanto leggendo il titolo proveranno un senso di disgusto..

Perdere La Pazienza

26 ottobre 2010 ore 16:26 segnala

La vita è più grande

è più grande di te

e tu non sei me

le lunghezze che percorrerò

la distanza dai tuoi occhi

...oh no, ho detto fin troppo

l'ho voluto io

Sono io quello nell'angolo

Sono io quello alla ribalta

che perdo la mia pazienza

cercando di sostenermi con te

e non so se posso farlo

oh no, ho detto fin troppo

non ho detto abbastanza

pensavo di averti sentito ridere

pensavo di averti sentito cantare

credo che pensassi di averti visto tentare

Ogni sussurro

di ogni ora in cui sono sveglia

scegliendo le mie confessioni

tentando di mantenere un occhio su di te

come uno sciocco ferito, perduto e accecato

Oh no, ho detto fin troppo

l'ho voluto io

Considera questo

l'aiuto del secolo

considera questo

l'errore che mi portò

fallito alle mie ginocchia

che importa se tutte queste fantasie

arriveranno a colpire qui

ora ho detto veramente troppo

pensavo di averti sentito ridere

pensavo di averti sentito cantare

credo che pensassi di averti visto tentare

Ma quello era solo un sogno

era solo un sogno...

non ci siamo cercati

21 settembre 2010 ore 13:15 segnala
Non ci siamo nemmeno cercati.Siamo semplicemente capitati l'una nella vita dell'altro cosi'.Come se fossimo destinati a percorrere insieme quella strada che sembrava deserta per entrambi,dove fino a ieri parlavamo da soli illudendoci che qualche orecchio potesse percepire i nostri bisbigli.Erano monologhi ma ad entrambi piaceva sperare che forse prima o poi a qualcuno sarebbe interessato leggere le nostre labbra e capire quale fosse la nostra meta.Le nostre vite si sono incrociate,ci siamo ritrovati abbracciati sotto le stesse lenzuola,ad emozionarci al solo tocco delle nostre mani sulla pelle.A fremere bramosi di baci,per soffocarci insieme,quasi a condividere lo stesso ossigeno,per assorbirci meglio con un sottofondo di violini ad accompagnare teneramente quel passaggio di anime da un corpo all'altro.A commuoverci dopo aver fatto l'amore perche' mai come in questi momenti ci siamo sentiti legati,incatenati,a qualcuno col solo desiderio di restare cosi,stretti.Uniti.Voglia solo di noi. Di proseguire quella strada insieme,consapevoli che se uno dei due inciampera',l'altro tendera' la mano anticipando la caduta..La felicita' non si cerca,ti trova.E io non posso fare altro che ringraziare quel giorno in cui sotto una pioggia cullati da una brezza che ci scompigliava i capelli,siamo capitati li,su quel viale,e abbiamo proseguito insieme...anche se purtroppo ci siamo fermati qui....

com'era bello averti...

20 settembre 2010 ore 15:44 segnala
e pensare potesse forse essere per sempre. Per sempre cosa? Guardati intorno e dimmi se c'è qualcosa che possa mai durare per sempre. Tutto quanto è destinato a scomparire...anche noi...

Ho perdonato errori quasi imperdonabili,

04 settembre 2010 ore 02:45 segnala
ho provato a sostituire persone insostituibili e dimenticato persone indimenticabili. Ho agito per impulso, sono stato deluso dalle persone che non pensavo lo potessero fare, ma anch'io ho deluso. Ho tenuto qualcuno tra le mie braccia per proteggerlo; mi sono fatto amici per l'eternità. Ho riso quando non era necessario, ho amato e sono stato riamato, ma sono stato anche respinto. Sono stato amato e non ho saputo ricambiare. Ho gridato e saltato per tante gioie, tante. Ho vissuto d'amore e fatto promesse di eternità, ma mi sono bruciato il cuore tante volte! Ho pianto ascoltando la musica o guardando le foto. Ho telefonato solo per ascoltare una voce. Io sono di nuovo innamorato di un sorriso. Ho di nuovo creduto di morire di nostalgia e ho avuto paura di perdere qualcuno molto speciale (che ho finito per perdere) ma sono sopravvissuto! E vivo ancora! E la vita, non mi stanca… E anche tu non dovrai stancartene. Vivi! È veramente buono battersi con persuasione, abbracciare la vita e vivere con passione, perdere con classe e vincere osando, perchè il mondo appartiene a chi osa! La Vita è troppo bella per essere insignificante! [Charlie Chaplin]