le barche

19 marzo 2016 ore 09:18 segnala
era festa
quassù
tra
le tegole
vecchie
rosse
come il sole
il suono
del vento
tra i ciclamini
regalava
speranza ai martiri
mentre
il colore
delle tue labbra
donava
un sogno
alle mie
tasche vuote
nelle polverose vie
che attraversavi
son sceso all'ultimo piano
per vedere
di notte
ancora
come in un sogno
le barche salpare
verso i tuoi
seni bianchi
cd04ba55-a6f0-45db-8b6e-56080d074433
era festa quassù tra le tegole vecchie rosse come il sole il suono del vento tra i ciclamini regalava speranza ai martiri mentre il colore delle tue labbra donava un sogno alle mie tasche vuote nelle polverose vie che attraversavi son sceso all'ultimo piano per vedere di notte ancora...
Post
19/03/2016 09:18:21
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    3

le siepi

14 marzo 2016 ore 23:04 segnala
la tua leggerezza
le arance di sicilia
profuma
la sera
con i suoi giardini
non odo più
passi
tra le siepi di bosso
le altalene sospinte
dal vento
di marzo cigolano
parla poi
il silenzio
dei vinti
son dannate
le anime
del parco
non trova pace
il ricordo
son cresciuto
anch'io dannato
appesa ad
un chiodo
la mia borsa
di cuio
f5f6194b-63ed-4278-a2b6-a32f8ec041d3
la tua leggerezza le arance di sicilia profuma la sera con i suoi giardini non odo più passi tra le siepi di bosso le altalene sospinte dal vento di marzo cigolano parla poi il silenzio dei vinti son dannate le anime del parco non trova pace il ricordo son cresciuto anch'io dannato appesa ad un...
Post
14/03/2016 23:04:25
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    2

la bellezza

12 marzo 2016 ore 13:32 segnala
domani
sarò fedele
l'istrice mostra
i suoi aculei
alla volpe atterrita
ho guardato
il tuo seno
bellissimo
una sera di marzo
mentre una tua foto
riscalda ancora
queste fredde sere
Roma è lontana
non so cosa
dire
silenzioso
sto invecchiando
striscio a volte
come il serpe
stringendo le tue
parole al petto
goffo
nelle notti
cercando il piacere
862f1c50-7deb-4779-8e93-66c91ea94d85
domani sarò fedele l'istrice mostra i suoi aculei alla volpe atterrita ho guardato il tuo seno bellissimo una sera di marzo mentre una tua foto riscalda ancora queste fredde sere Roma è lontana non so cosa dire silenzioso sto invecchiando striscio a volte come il serpe stringendo le tue parole al...
Post
12/03/2016 13:32:38
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment

la mimosa

07 marzo 2016 ore 23:30 segnala
ho imparato
a scrivere
da bambino
a sentir poi
parlare
Rumeno
come
se l'occhio
del cigno nero
guardasse
attraverso le tue
labbra rosse
il mondo dell'acqua
del lago
e del cervo tra
la neve
come se la mimosa
domani
dovesse ancora
fiorire
gialla tra i tuoi
seni scoperti
a festa
e le tue mani
2de53cf6-4db0-4223-96c4-4fc5a53248e0
ho imparato a scrivere da bambino a sentir poi parlare Rumeno come se l'occhio del cigno nero guardasse attraverso le tue labbra rosse il mondo dell'acqua del lago e del cervo tra la neve come se la mimosa domani dovesse ancora fiorire gialla tra i tuoi seni scoperti a festa e le tue mani
Post
07/03/2016 23:30:03
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Ad un' amica

06 marzo 2016 ore 14:55 segnala
l'albero di ciliegio
è morto
il vecchio mulo
trasporterà
ora cenere
buona per i campi
il giorno dei
morti il crisantemo
ornerà
purtroppo
nuove tombe
ed il silenzio
dei vivi
non riscalderà nulla
mentre la mia
voce
si alzerà per sempre
dal coro dei vinti
e la tua bellezza
varcherà
la soglia
del perenne amore
non avrò paura
dei tuoi denti
e dei tuoi
seni nudi
offerti al mondo
come
se nessuna pioggia
t' abbia mai portato
L'odore mio
e della terra

Il glicine

05 marzo 2016 ore 00:05 segnala
verrà
di sicuro qualcuno
a parlarmi
stanotte
fossero anche
le farfalle rosse
d'Africa
o tu regina
dei glicini viola
che mi parli
spesso
delle tue scarpe rotte
così simili alle mie
e delle colline
dell'est
dove cacciano
ancora la lepre dorata
a piedi
mentre
il tuo seno
inquieto
cerca carezze
per dominar la sera
insieme agli occhi
l'avvenire
75fee1c2-2484-4b33-9a60-1dc727dde401
verrà di sicuro qualcuno a parlarmi stanotte fossero anche le farfalle rosse d'Africa o tu regina dei glicini viola che mi parli spesso delle tue scarpe rotte così simili alle mie e delle colline dell'est dove cacciano ancora la lepre dorata a piedi mentre il tuo seno inquieto cerca carezze per...
Post
05/03/2016 00:05:22
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

la morte del piacere

28 febbraio 2016 ore 20:33 segnala
sono stanco della tua pelle
stasera il piacere
è morto
guardo il pudore
da un treno in corsa
è fatto di alberi
e piogge torrenziali
la tua vagina
si spalanca
nuova
avanti lampi
e tuoni
non ruberò mai
il tuo amore
o un bacio
a sera tutto
con te
profuma
340aae3f-54dc-42ac-9b78-40b19568fc5f
sono stanco della tua pelle stasera il piacere è morto guardo il pudore da un treno in corsa è fatto di alberi e piogge torrenziali la tua vagina si spalanca nuova avanti lampi e tuoni non ruberò mai il tuo amore o un bacio a sera tutto con te profuma
Post
28/02/2016 20:33:25
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

La tua bocca

20 febbraio 2016 ore 10:23 segnala
il grano
i tuoi occhi
dove sei stasera
un mio quadro
alla parete
sembra che parli
devo vestirmi
e correre
a fare la spesa
ho comperato
un nuovo
lampadario
per la camera
da letto
potrò
vederti nuda
nella penombra
giocare con il mio
corpo
e baciarti
il naso
poi la bocca
nella luce soffusa
della mia stanza
dove ti offrirò
the
e miele profumato
dopo l'amore
87e2a0a6-4e9a-4268-b5f1-7b4374d7b553
il grano i tuoi occhi dove sei stasera un mio quadro alla parete sembra che parli devo vestirmi e correre a fare la spesa ho comperato un nuovo lampadario per la camera da letto potrò vederti nuda nella penombra giocare con il mio corpo e baciarti il naso poi la bocca nella luce soffusa della...
Post
20/02/2016 10:23:30
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

il piacere

18 febbraio 2016 ore 23:09 segnala
il piacere
sazia
ho forgiato
nuovi chiodi
per costruire
zattere
di legna
per raggiungere
il sogno
mistico
di ricongiungermi
alle tue labbra
a volte
sei lontana
come
quella luna
che baciava
la marina notturna
e poi l'onda
amica
come le tue carezze

il mare

31 gennaio 2016 ore 09:16 segnala
o che
amo il grido
della rodine
a sera
trovo insopportabile
la tua lontananza
e
questo
vento
che mi porta
via
l'odore
della tua pelle
mentre
attraverso
solo
questo vicolo
stretto
che mi separa
dai tuoi occhi
e
dal mare
dalle spiaggia
bagnata
e
camminando
l'orma del mio piede
si perde
silenziosa
nella tempesta
appena
iniziata
543c417d-1d68-429f-a118-835d55be27e1
o che amo il grido della rodine a sera trovo insopportabile la tua lontananza e questo vento che mi porta via l'odore della tua pelle mentre attraverso solo questo vicolo stretto che mi separa dai tuoi occhi e dal mare dalle spiaggia bagnata e camminando l'orma del mio piede si perde...
Post
31/01/2016 09:16:12
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment