NEWSPEAK

04 aprile 2021 ore 23:37 segnala


“La Neolingua, infatti, era distinta da quasi tutte le altre lingue dal fatto che il suo vocabolario diventava ogni giorno più sottile invece di diventare più spesso. Ogni riduzione rappresentava una conquista, perché più piccolo era il campo di scelta e più limitata era la tentazione di lasciar spaziare il proprio pensiero. Si sperava, da ultimo, di far articolare il discorso nella stessa laringe, senza che si dovessero chiamare in causa i centri del cervello.
Questo progetto era chiaramente ammesso nella parola in Neolingua “ocolingo”, che significava “parlare come un'oca”.”


George Orwell "1984"




Ecco, appunto, siamo su quella corsia di sorpasso…
b349decb-11fa-48e7-81ae-5fd5a6c63707
« video » “La Neolingua, infatti, era distinta da quasi tutte le altre lingue dal fatto che il suo vocabolario diventava ogni giorno più sottile invece di diventare più spesso. Ogni riduzione rappresentava una conquista, perché più piccolo era il campo di scelta e più limitata era la tentazione d...
Post
04/04/2021 23:37:37
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Commenti

  1. JonathanLivingston83 07 aprile 2021 ore 00:09
    Ho letto e riletto quel libro. La sua forza profetica non si spegne mai. Le nuove parole, quelle dei "nuovi diritti", sono proprio così, non ammettono discussione e quindi non ammettono l'azione del cervello.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.