Stanchezza, fragilità

04 marzo 2014 ore 10:57 segnala

In questo periodo sono satura delle parole, frammenti che volano per aria e si infagottano a tal punto da diventare cappotti così pesanti ma così pesanti che non ce la faccio più...ieri combattevo una guerra a colpi di telecomando, divisa tra due scelte :alimentare quella innegabile parte di me che vuole l'effimero, una droga per la mente e la totale chiusura dell'intelletto attivo ( piccola parte giuro...), e quell'altra che preme come un ariete per potersi ribellare, scavalcando i muri delle idiozie che ci circondano e ribaltare lo stato melmoso in cui affoghiamo.....così tra l'Arcuri di acuta presenza, e l'Alessia che nitrisce nello spettacolo, mi sono ritrovata a lavare i piatti mentre Presa Diretta parlava delle banche.............................................un piatto è scivolato schiumoso tra le mani, ed è andato in frantumi nel lavandino......ho pensato che, metaforicamente, noi stiamo per fare la stessa fine.
.......
anche in una banalissima azione del quotidiano, ce n'è a sufficienza per perdere il sorriso.
Povero paese mio, bello ed agonizzante, tra i mille bla bla bla che ci bombardano,promesse e salivazioni pregustanti il potere, quando addosso solo la voglia maledetta di chiudere orecchie e cuore, e noi qui a dimenarci senza armi e senza generali a comando.
Stefania
65a30a4e-7870-415c-adb5-b16136e3d5cf
« immagine » In questo periodo sono satura delle parole, frammenti che volano per aria e si infagottano a tal punto da diventare cappotti così pesanti ma così pesanti che non ce la faccio più...ieri combattevo una guerra a colpi di telecomando, divisa tra due scelte :alimentare quella innegabile p...
Post
04/03/2014 10:57:23
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7

Commenti

  1. Edelvais63 04 marzo 2014 ore 17:59
    Italia ,una volta detta "il bel paese",sta diventando un balocco in mano a chi lo sta facendo a pezzi e noi...assistiamo impotenti e vittime di tale scempio..Buona serata cara..Ros
  2. nelmionome 05 marzo 2014 ore 16:57
    Ho scritto e cancellato diverse volte il commento... Il taglio era troppo politico e non è mia intenzione scendere su questo campo(anche se è il solo che potrebbe spiegare questo nostro stato "catatonico"). Mi limito a trovarmi d'accordo con quanto scrivi. Banalità che si rincorrono, mentre molti e molte arrancano, soffrono, vivono nell'incertezza e spesso anche peggio. Ahimè, credo però che l'atavica tendenza a trovare sempre i "generali" o gli uomini della provvidenza, questa volta ha prodotto l'ennesima delusione. Il sogno resta una vera e propria presa di coscienza da parte della popolazione(cosa difficile a giudicare dalla realtà finora imperante). Una rivoluzione culturale, che possa permettere un drastico cambiamento a livello socioeconomico, credo sia l'unica speranza alla quale guardare.
    Ops...non perdo il vizio! ...Meglio che mi fermi...

    Grazie dell'ospitalità e dei buoni spunti di riflessione che fornisci con il post.

    Buona giornata :-)
    Franco
  3. Lady.Wilde 06 marzo 2014 ore 10:21
    Franco, onorata io di accoglierti in questo mio diario, per avere io scintille su cui sviluppare eventuali dibattiti....anche parzialmente politici ( ma non troppo perchè annegherei nel silenzio).
    Una frase....che lasci qui quasi ad incentivare una replica:
    Ahimè, credo però che l'atavica tendenza a trovare sempre i "generali" o gli uomini della provvidenza, questa volta ha prodotto l'ennesima delusione....
    allora ti chiedo:alternative a questa ricerca di luce di guida di una capacità umana ed intellettuale che possa governare la "massa"......se pensi che l'anarchia sociale, o la sommossa gestita per il semplice fine di ribaltare un sistema, seppur marcio ed obsoleto, possa essere una soluzione, allora di dico che la soluzione è un'alternativa, oltre che una ribellione....ma un'alternativa che abbia un capo ed una coda, che sappia davvero dove si vada a parare, data la delicatezza del momento e la sua durata non certo quasi finita. E ti dirò di più,io preferirei pochi ma buoni a cui dare "mandato", piuttosto che ritrovarmi in mezzo ad un bordello di gente che non sa assolutamente cosa stia succedendo......il problema è che quando ci fu chiesta una svolta, noi abbiamo ascoltato i proponenti solo per mancanza di fari, per poi ritrovarci di nuovo e senza speranza nel caos. Io per prima........ma credimi se ti dico, con un sacchetto ben resistente a contenere eventuali "rigurgiti".
    Forse non ho afferrato il tuo messaggio nascosto, ma se l'ho fatto ne sono lieta, se al contrario ho sbagliato, ho avuto almeno occasione di dire la mia.
    Per come ormai sbandiamo, se domani decidessi di presentarmi e lo facessi esaltando il carattere alternativomaunpococonservatore...della mia proposta, farei furore!!!! anche se francamente della politica, della sua putrefazione ideologica, io me ne infischio.
    Chiedo solo di poter campare e dare valore alla mia onestà, in questa società fallita.
    Stefania

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.