Iniziale del nome e carica erotica - lettera S

22 settembre 2020 ore 20:02 segnala
Ti chiami Scolastica? Semiramide? Sofronia? Sefora? Tuo padre, astrofilo, ha scelto per te il nome di Fumalsamakah ma tu hai optato per un più banale Stella?

Hai segreti, autocontrollo e sei timida.
Sei molto sexy, sensuale e passionale, però non te lo permetti e solo nel più intimo privato si rivela questa parte della tua natura.
Conosci tutti i piccoli trucchi per negoziare.
Puoi giocare qualsiasi ruolo e prendere la tua vita amorosa seriamente.
Non sei tonta, hai la pazienza di aspettare che arrivi la persona giusta.

La prima S. comparve più o meno nel 1974 ed era una mia compagna di classe delle elementari.
Da lì e fino alla quinta compresa fui irrimediabilmente cotto di lei; ovviamente non le dichiarai mai quanto mi piacesse.
Due sono le caratteristiche che sono rimaste tali e quali dall'età di 6 anni ad oggi:
la mia proverbiale timidezza e le dimensioni del pene (ora capisci perché ho affinato la tecnica del cunnilingus).

La seconda S. diversi anni dopo.
Padre brasiliano, madre italiana, nata a Parigi, molto somigliante ad una donna dello spettacolo famosa negli anni 80, una certa Dalila di Lazzaro.
Se ti stai domandando come mai una così si sia messa con uno come me...beh, credimi che a distanza di 32 anni manco io l'ho capito.
La relazione durò un'estate, quella del 1988; la mia prima volta fu con lei.
Prima mi ero limitato al sesso orale (con R.) ma con S. passai a quello "scritto".
Lo facemmo dentro l'auto di mio padre, infrattati in una gloriosa Alfetta.
Rammento che quando le dissi che era la mia prima volta, lei non mi credette; i casi sono due: o sono stato bravo oppure è stata gentile a non farmi notare la mia scarsezza in fatto di sesso.

La terza S. era una blogger.
Mora, forme giunoniche (che vuol dire alta e formosa), zona Bergamo.
Oltre ad avere un visto bellissimo (come ho scritto spesso, a colpirmi in una donna sono prima di tutto il viso e le mani) era anche divertentissima ed intelligente.
Poteva essere forbita come un'adepta dell'Accademia della Crusca e scurrile come un camallo ligure a seconda delle situazioni: combinazione decisamente erotica.
Un giorno scrive sul blog che vorrebbe scattare delle foto di nudo ad un uomo, mi offro, per scherzo, e lei accetta.
Non me lo aspettavo...
Ci diamo appuntamento in un hotel non molto lontano da dove viveva.
Lei mi dice come muovermi, cosa fare, e io obbedisco; nel frattempo "togli questo, togli quello" ed in men che non si dica mi ritrovo nudo, con lei inginocchiata a darmi piacere con la sua bocca.
Ci incontrammo una seconda volta, a casa sua.
Passammo il pomeriggio a sco*are e dopo cena andammo a trovare una coppia di suoi amici.
La sera pioggia battente, lei che guida la sua Polo lungo la tangenziale, a velocità tali che mi aspetto di andare indietro nel tempo, mentre mi masturba.
Il piacere che provavo era decisamente maggiore al terrore di schiantarci.

E arriviamo al 2011 quando incontro S. e da quel momento nulla fu più come prima.
Blogger, bellissima, un viso da bambola con due stupendi occhi verdi, 26enne.
Aveva un blog "tranquillo" e uno molto erotico nel quale raccontava le sue storie passate; io li seguivo e commentavo entrambi.
Decidiamo di incontrarci un lunedì. Mi presento a lei con una t-shirt di Spank, così da mettere in chiaro che sono davvero come sul blog: un pirla.
Ci sediamo a chiacchierare in un locale, sorseggiando gin lemon.
Per la prima volta provo cosa vuol dire incontrare una donna che annulla tutto il resto: esiste solo lei, tutto il resto sparisce.
Mi racconta della sua vita, del fatto che stava facendo la "brava" da due anni ma prima…
Era stata escort per un po', fatto provino per entrare nel mondo del porno, e ogni altra esperienza che si può immaginare, incluso gangbang con 5 uomini, sesso saffico, sesso occasionale con uomini e donne conosciuti 10 minuti prima: un sogno.
Ero affascinato ed ascoltavo rapito le sue porno avventure.
Saliamo in auto, giriamo un po' per le campagne della pianura Padana fino a quando, non riuscendo più a resistere, prendo una strada sterrata in mezzo ad un campo di mais e…
Iniziò così una storia che ancora oggi stento a credere di aver vissuto davvero.
Tutto il tempo che passavo in auto per andare da lei sentivo le farfalle nello stomaco, mai provate prima.
Sempre di lunedì: qualche drink in un locale, uscivamo un po' barcollando, in auto la masturbavo mentre guidavo e lei mi faceva un pom*ino…poi il solito hotel dove tra sesso, coccole e semplicemente guardarla, passavamo la notte, sonnecchiando non più di mezz'ora in tutto.
Quattro mesi nei quali non ho vissuto su questo pianeta ma altrove…completamente dipendente dalla più potente droga che si possa immaginare: S.
Finì, come ogni cosa ma…dopo 8 anni ci ritrovammo e oggi…rivivo le stesse emozioni.
Ora è sposa e mamma; non ci vediamo spesso ma quel poco tempo che mi regala è pura magia.
Grazie a lei ho imparato a vivere i miei sentimenti completamente, farmi travolgere.
Grazie a lei ho capito il significato di "sco*are con amore"...anzi, ho capito cosa significa innamorarsi.
Lei rappresenta la protagonista delle mie fantasie porno-erotiche dell'adolescenza:
immagini la fortuna che ho avuto nell'incontrarla?

E sì, il profilo è decisamente calzante.



https://pin.it/1B47cYY
aeac6d7c-0ee8-43ed-b3ea-c043009be3fb
Ti chiami Scolastica? Semiramide? Sofronia? Sefora? Tuo padre, astrofilo, ha scelto per te il nome di Fumalsamakah ma tu hai optato per un più banale Stella? Hai segreti, autocontrollo e sei timida. Sei molto sexy, sensuale e passionale, però non te lo permetti e solo nel più intimo privato si...
Post
22/09/2020 20:02:36
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. ModestinaPolare 22 settembre 2020 ore 21:41
    interessante il nome scolastica.. :haha
  2. LazyNik 22 settembre 2020 ore 22:20
    @ModestinaPolare
    Ma sai che esistono nomi davvero strani?
    Poi uno si domanda perché i figli abbandonano i genitori :hihi :hihi :hihi
  3. eurekaa77 23 settembre 2020 ore 14:18
    una certa Dalila di Lazzaro?! ..... ma se era bellissima ..... :nono1

    per il resto del post ..... :-x :-))) :pazz

    p.s. certi genitori sicuramente devono davvero odiare i propri figli per chiamarli con certi nomi :gun
  4. LazyNik 23 settembre 2020 ore 18:16
    @eurekaa77
    Concordo.
    Un giorno scriverò un post sui nomi più strani.
    Ora che ci penso, perché non chiamare le persone col codice fiscale...

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.