L'uomo ideale

05 gennaio 2021 ore 13:46 segnala
Riprendo il discorso di ieri; si parlava dell'anima gemella e chiudevo il mio inutile e prolisso post con un interrogativo:
perché cercare tutte le caratteristiche desiderate in una persona quando posso, con minor fatica, trovarle in persone differenti?

Secondo molti non esiste una persona esattamente uguale ad un'altra e, quindi, la ricerca dell'anima gemella è una perdita di tempo; meglio puntare a qualcosa di meno ambizioso: che ne dici del partner ideale?
Del resto, se l'anima gemella è "l'altra parte della mela" porterà con sé i nostri pregi ma anche i nostri difetti e allora...fan*ulo.

Già mesi fa scrissi di come dovrebbe essere un uomo per piacere alle donne, secondo un sondaggio che una tizia, Louanne Ward, aveva fatto sul suo gruppo Facebook e le caratteristiche erano:
senso dell’umorismo, fedeltà e carisma, onestà, intelligenza e gentilezza.

Un altro articolo scovato su Cosmopolitan svela le 9 qualità che l'uomo perfetto avrebbe secondo la scienza e più o meno siamo lì:
è dotato di intelligenza, senso dell'umorismo, ti supporta per raggiungere i traguardi nello studio e nella carriera, è presente con i tuoi affetti come tu lo sei con i suoi, è intelligente anche emotivamente, è aperto alle tue idee e alle tue opinioni, non ha paura di mettere impegno nella relazione, gioisce dei tuoi traguardi e condivide i tuoi stessi valori.

E il sesso, dove lo mettiamo?
Beh qua è semplice e non necessito di studi ed articoli dato che un pochino d'esperienza ce l'ho per tracciare il profilo dell'uomo che una donna desidera avere nel letto:
preliminari lunghi il giusto e senza fretta, il piacere di Lei prima del tuo, mai lasciarla insoddisfatta, dalle tutto ciò che ama ricevere, impara a capire se sta godendo oppure no e dopo il sesso, coccole (è così che faccio e nessuna si è mai lamentata).

Magari risulterò un po' troppo cinico ma qualcuno potrebbe spiegarmi come si può anche solo lontanamente immaginare che un uomo simpatico, carismatico, gentile, intelligente, con tutte le caratteristiche sopra menzionate e che sc*pa da dio, possa essere anche fedele?
Uno così è come il miele per le api ed essendo tanto ambito dalle donne, sul serio pensi che non finirebbe a sc*parsi altre e resterebbe fedele a te?

Decisamente improbabile, almeno tanto quanto trovare l'anima gemella.

Apparentemente ci troviamo in una situazione di impasse: da un lato vorresti una vita sentimental-sessuale di coppia felice, dall'altro realizzi che le probabilità di incontrare l'anima gemella e/o l'uomo ideale sono alquanto remote.
Non solo: se per una botta di c*lo cosmica incontrassi l'uomo perfetto, avresti poi il timore che un'altra te lo porti via.
Ecché vita di m*rda!

Ed è qua che arrivo io.

Com'era l'interrogativo?
Ah, sì:
perché cercare tutte le caratteristiche desiderate in una persona quando posso, con minor fatica, trovarle in persone differenti?

Dato che non esiste l'uomo perfetto per te, perché non te lo crei?
Di fatto non è poi così difficile:
#1 - definisci le tue priorità;
#2 - scegli le persone più adatte a ricoprire tali ruoli;
#3 - nulla è che lo sai no...detesto i numeri pari.

Esempio:
magari cerchi un uomo con il quale condividere il desiderio di formare una famiglia, che sia intelligente...non un genio ma nella media via, simpatico, di animo gentile, un buon lavoratore, potenzialmente un buon padre, che sia presente sempre quando hai bisogno.
Di norma persone del genere a letto non sono il massimo e allora ti cerchi un amante con il quale passare ore di sesso appagante e passionale.

Perché dover scendere sempre a compromessi?
Perché accontentarsi del solito "gnigo-gnago" una volta alla settimana?
Il segreto è semplice: un uomo da sposare ed uno, o più, da sc*pare (tanto lo sai pure te che lo stallone che hai sposato tempo un annetto diventerà uno stanco ronzino in pantofole sul divano).

E non fare la cazzata di mollare l'uomo che hai sposato per stare con il tipo che ti porti a letto; il concetto è semplicissimo ma guai se lo capiscono eh...

Con l'amante passi qualche ora, o magari un fine settimana, di sesso, passione ed eccitazione ai massimi livelli; è tutto splendido ma a renderlo tale è proprio il fatto che lo vedi poco e desideri quei momenti perché non sono la routine.
Se fai come fanno molte donne, ovvero lasciare l'uomo "da sposare" per metterti con quello "da sc*pare" ti stuferai di lui dopo un po' perché mangiare caviale una volta ogni tanto è un conto ma ogni giorno a colazione, pranzo e cena finisce che ti stufi e non lo trovi più così...godurioso.
Ergo, scoprirai tutti i difetti dell'uomo "da sc*pare", diventerà impossibile sopportarlo, vi manderete affanculo e resterai senza l'uomo "da sposare" e senza quello "da sc*pare"; inziarai a bazzicare su siti di incontri e finirai per trovare coglioni che non sapranno nemmeno farti godere a letto.

Hai trovato un uomo "da sposare" con il quale stai bene?
Tienitelo stretto e ogni tanto portati a letto un uomo "da sc*pare" o più di uno eh...perché il concetto è semplice:
difficilmente troverai tutto ciò che cerchi in un uomo in un solo uomo e allora, provaci con due.

Devo fare post più corti, ca**o...

35281712-5d96-4c04-9ee3-74b1c0fd097c
Riprendo il discorso di ieri; si parlava dell'anima gemella e chiudevo il mio inutile e prolisso post con un interrogativo: perché cercare tutte le caratteristiche desiderate in una persona quando posso, con minor fatica, trovarle in persone differenti? Secondo molti non esiste una persona...
Post
05/01/2021 13:46:37
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Commenti

  1. 14nov 06 gennaio 2021 ore 19:14
    dunque...rispondo al quesito "perchè cercare un'unica anima gemella, invece che persone differenti che possiedono solo alcune delle caratteristiche ricercate" ti rispondo io:
    PERCHè SAREBBE, FONDAMENTALMENTE UN PUZZLE INCOMPLETO!! ecco!!
    sarebbe come portarsi a casa una scatola con soli...3 o 4 puzzle che...non formano nulla!! non credi??
    per es:
    se cerco in un uomo l'ironia e la trovo, vuol dire che con questo uomo potrò averci a che fare solo quando voglio essere ironica, mentre quando sarò triste, o seria dovrò rivolgermi ad un altro....

    per come sono fatta io, non m'interessa un harem di uomini, me ne interessa "uno fatto a genio"!!!
    ecco, tu dirai "difficile da trovare"
    io risponderò "eeh va be'!! del resto un pò tutto nella vita è difficile! raro trovare qualcosa di bello senza fare un pò di fatica!!" ;)
  2. LazyNik 06 gennaio 2021 ore 19:58
    @14nov

    Diciamo che la scelta di "comporre" l'uomo dei sogni è il piano B, da attuare quando una si è rotta le balle di cercare l'anima gemella oppure il/la partner ideale.
    Per chi come me è pigro è un'ottima soluzione ;-)

    È che credo l'aspetto sessuale sia il più critico.
    Routine, desiderio che non cala in modo bilanciato tra i due...
    Arrivi ad un punto in cui uno dei due non è più soddisfatto della vita sessuale di coppia; la simpatia, l'ironia, la gentilezza col tempo rimangono nella persona (a meno che uno non diventi arteriosclerotico) mentre la sessualità cambia ed ecco perché è sempre saggio avere l'uomo "da sposare" e quello "da sc*pare".
    Non immagini quanti matrimoni restano in piedi grazie agli/alle amanti.

    Ma ripeto, l'ideale sarebbe avere tutto in una persona, ovvero il/la partner ideale.
    Io a 52 anni e con svariate decine di esperienze non l'ho ancora trovata; auguro a Te maggiore fortuna (e di cuore) :ok
  3. 14nov 06 gennaio 2021 ore 20:14
    grazie dei auguri lazy!!
    purtroppo credo che nel mio destino questo sogno (come tanti altri) sia destinato a rimanere tale...
    me ne farò una ragione...oppure ci soffrirò...va be'...tanto la vita è così, decide lei cosa darti o non darti e tu non puoi farci nulla..

    riguardo il sesso...
    be'...per me il sesso non ha una grande rilevanza in un rapporto...sinceramente...
    quando provo interesse per un uomo non è mai squisitamente sessuale...ma è più un interesse di tipo romantico-sentimentale...
    quindi....boh...non mi pongo il problema del "se poi mi stufo di lui".
    se mi stufo di lui, forse...non è quello giusto (?)
    ma se mi stufo, è una cosa globale....e non solo sessuale...
    per come sono fatta io non accetterei mai di avere un marito ed un amante...e non accetterei nemmeno che mio marito tenesse 1 piede in due scarpe...
    sono per i rapporti monogami, esclusivisti ed esclusivi, queste situazioni da soap opera non mi piacciono nemmeno nei film..quindi...
  4. 14nov 06 gennaio 2021 ore 20:15
    *DEGLI (scusa l'errore, ho scritto di fretta) ;)
  5. LazyNik 06 gennaio 2021 ore 23:53
    @14nov
    In effetti le cose vanno sempre come devono andare.
    Da buon pigro la uso un po' come scusa eh...ma tutto ciò che di bello mi è capitato nella vita, è arrivato senza che fossi io a cercarlo (e per fortuna dato che non saprei nemmeno da che parte cominciare...)

    Ah se ti stufi di lui non lo è di certo quello giusto, ma credo sia inevitabile succeda, soprattutto se negli anni si ha goduto del piacere dello stare da soli.
    Penso che alla lunga la convivenza stanchi, a meno di non avere i propri spazi.
    Non credo siamo fatti per la monogamia ma è semplicemente una mia personalissima sensazione eh... Di fatto ammiro chi riesce ad essere monogamo.
  6. 14nov 07 gennaio 2021 ore 18:44
    le cose seguono logiche che ancora mi sfuggono.......ma spesso mi sembrano logiche b*stard*............

    dici che è inevitabile stufarsi delle persone nella convivenza.....nah, non credo sia così..
    ci sono persone fatte per stare sole (tipo gli anaffettivi) e ci sono persone che in solitudine soffrono....quindi...no, una relazione tra due persone complementari:
    1-non stufa
    2-non si basa di certo sul sesso

    io sinceramente quando sono stata in coppia non mi sono mai sentita di non avere i miei spazi...spazi per fare cosa poi??
    alla fine uno deve solo decidere che tipo di persona è e cosa vuole dagli altri, quando si hanno le idee chiare si riescono a fare scelte molto più consapevoli e di cui poi difficilmente ci si pente. nell'incontro con l'altro bisogna avere gli stessi obiettivi e gli stessi interessi, se mancano queste basi, difficilmente si costruirà qualcosa ma sarà un semplice passatempo.
  7. LazyNik 07 gennaio 2021 ore 19:46
    @14nov
    Di sicuro sei una donna che sa quello che vuole e ammiro la tua sicurezza.

    Beh spazi perché non sempre desideri avere una persona attaccata a te ma ogni tanto desideri fare qualcosa per conto tuo, il ché non vuol dire sesso con altri eh...

    È che le persone cambiano e con esse le priorità, ciò a cui diamo valore.
    Possiamo avere gli stessi interessi oggi e domani magari cambia.
    E poi dimentichi che si può sempre incontrare una persona che ci fa perdere la testa.
    Quelle sono cose non regolate dalla ragione.
    Certo, se uno è disciplinato come un vulcaniano allora resiste a tutto, ma mettere la testa sempre davanti al cuore, alla passione, alla "follia" forse non è la cosa migliore da fare.
    Magari ti ritroverai a non aver costruito qualcosa ma...potrai dire di aver vissuto intensamente ogni emozione.
    E te lo dice uno che per gran parte della vita ha vissuto le relazioni col freno a mano tirato eh...grandissimo errore.

    Quindi davanti al bivio cuore o mente tu sceglieresti la mente?
  8. 14nov 07 gennaio 2021 ore 20:05
    ma non capisco perchè associ la monogamia con la rigidità, addirittura coi vulcaniani!!
    cioè...boh..
    la vedo in modo diametralmente opposto...
    se incontrassi l'uomo della mia vita, penso che vorrei stare con lui e basta...
    alla mia età non cerco più il brio che potevo magari ricercare a 20anni, dato più dalla curiosità che da altro..
    quando trovi "l'altra metà della mela" completi il cerchio!! almeno a livello sentimentale e questa persona entra nella tua vita a pieno titolo!!
    tu dici "l'attrazione per altri ci può essere"
    sì, ci può essere!
    esiste l'attrazione, ma l'attrazione non è amore, l'amore è qualcosa che costruisci nel tempo, conoscendo una persona nel suo profondo.
    se passeggiando per strada i tuoi occhi si posano sul corpo sinuoso di una bella biondona, è attrazione!! sono ormoni!!
    quando invece ti ritrovi a fare dei sacrifici per la persona che ami, quello è amore!!
    ma si fa col cuore e non solo con la testa.

    cmq tempo fa lessi un articolo a riguardo:
    monogami vs farfalloni
    è una cosa genetica a quanto ho capito!!
    fedeli si nasce, come si nasce traditori!!
    il traditore in genere è una persona che si annoia facilmente e che ha sempre bisogno di novità, il fedele invece ama le certezze, ama avere dei punti fermi nella sua vita.
    penso di appartenere alla seconda categoria, e più vado avanti con l'età più mi rendo conto che una storia solida...no..non vale il brivido che ti può dare una notte di passione con un bel fustacchione!, assolutamente no.
    sono scelte, ecco, scelte da fare con una certa cura, perchè alcune volte..possono anche cambiarti la vita
  9. LazyNik 08 gennaio 2021 ore 14:11
    @14nov
    Se la teoria degli opposti che si attraggono fosse vera, io e te ci innamoreremmo follemente l'uno dell'altra :hihi

    Coi vulcaniani perché loro mettono la razionalità sopra ogni cosa e le "follie" umane non li toccano.
    Per certi versi anche il mio suggerimento è razionale, dal momento che esclude la possibilità di trovare l'anima gemella (o la persona ideale) e di fatto uccide un sogno...però allo stesso tempo suggerisce che possiamo cercare di avere una vita sentimental-sessuale piacevole andando a prendere ciò che ci manca altrove.
    Potendo scegliere sarebbe l'ideale avere accanto la persona perfetta ma, considerato che non è possibile, meglio averne una ideale al 70% e cercare il 30% altrove, oppure accontentarsi?

    Sul tradimento avevo letto anche io un articolo simile; tuttavia, come molte teorie buttate lì da psicologi (categoria professionale verso la quale non nutro alcuna stima) trovo un po' semplicistico dire che è una cosa genetica.
    Penso che siano molteplici i motivi per i quali una persona decide di avere una relazione parallela.
    Ma di certo che uno avesse accanto l'anima gemella, non avrebbe bisogno di tradire perché avrebbe già soddisfatto ogni suo desiderio, voglia o perversione :-)
  10. 14nov 09 gennaio 2021 ore 14:10
    in realtà non è uno studio che fanno gli psicologi....visto che loro non lavorano col dna....
    cmq ne hanno fatto diverse di ricerche, qui ce n'è una australiana
    https://www.focus.it/scienza/salute/ricerca-infedeli-per-dna-scoperti-i-geni-del-tradimento

    che spiega come il corredo genetico influenzi il comportamento rispetto al tradimento.
    poi ce n'è anche una svedese di ricerca sempre su questo ambito
    http://www.italiasalute.it/copertina.asp?Articolo_id=9329

    sì, effettivamente noi siamo abbastanza opposti!!
    però io credo che gli opposti non siano fatti per stare insieme!!
    quando sento "gli opposti si attraggono" mi viene da rispondere "sì ma alla fine quando si conoscono si schifano!"
    (LOL)
    io ho formulato invece la teoria dei COMPLEMENTARI:
    una persona NON UGUALE A NOI, ma NON OPPOSTA, cioè COMPLEMENTARE, che quindi s'incastra in modo POSITIVO e FUNZIONALE al nostro carattere!!
    un pò come la chiave e la serratura!!
    la chiave sbagliata non apre la serratura, la chiave giusta sì!!
    quindi questa coppia per funzionare DEVE completarsi a vicenda!!

    sui traditori invece ho un'aòtra teoria ancora:
    penso che chi è incline alle scappatelle, lo è per sua natura e quindi...è totalmente inutile cercare un qualcosa che tanto non servirebbe a calmare quel bisogno di evadere, di novità e quant'altro.
    sì conosco i vulcaniani!! e avevo capito benissimo cosa intendessi dire, però io penso che se sono sposata con l'uomo della mia vita, quello che reputo perfetto e giusto al mio fianco, farei una scelta DI CUORE, evitando di tradirlo, non sarebbe solo mero calcolo!!
  11. LazyNik 09 gennaio 2021 ore 16:21
    @14nov
    Non sarebbe mero calcolo ma converrai con me che resistere alle tentazioni richieda una notevole dose di disciplina.
    E non intendo il figo che passa e che vedi e finita lì, ma quelle persone che entrano nelle vite in svariati modi e che ti fanno mettere in discussione l'idea di avere accanto l'uomo ideale.

    Ho sempre pensato che non si tradisce solo perché non se ne ha l'occasione; non intendo dire che tu o qualunque altra donna non abbiate l'opportunità di farlo, anzi...ma perché non si è trovato la persona in grado di far perdere la testa.

    Per me il concetto di partner ideale rimane una quasi utopia: alla fine ci si adatta sempre, vuoi perché si sta male da soli (o perché non si vuole più stare da soli) o perché il tempo ci ha fatti cambiare e ciò che eravamo ieri oggi non lo siamo più.
    Ed in queste condizioni, se trovi una persona in grado di farti battere il cuore, che sia infatuazione o innamoramento, finisci per cedere (a meno di non essere mr. Spock) o solo per una storia breve di sesso oppure perché quella persona è più completa di quella con la quale stai e, magari, finisce che la molli.

    Sono d'accordo con te, di base: il partner ideale non lo tradisci e nonostante io non sia mai stato fedele (se non alla vita) sono convinto che con la donna giusta accanto ci riuscirei...la persona che hai perfettamente definito come complementare.

    Sul discorso che dietro al tradimento ci sia un discorso genetico...non sono un genetista ma credo la monogamia non sia naturale.
    Alla fine certe caratteristiche dei nostri antenati saltano fuori: essere monogami 200 o 300.000 anni fa significava correre il rischio di estinguersi quindi "inseminare" più donne era un modo per aumentare le probabilità di avere figli.
    Ovvio che oggi non abbiamo più quel problema e che i rapporti paralleli nascono per altri motivi, ma credo che l'istinto ci sia...quello e l'innegabile piacere di essere sedotti, del flirt, dell'innamorarsi ancora.
    Le famose "farfalle nello stomaco" dopo un anno al massimo muoiono (sempre secondo studi); puoi accontentarti di una bella persona accanto che non è più in grado di scatenarle ma se incontri qualcuno che le risveglia...non è facile non cedere.
    Io di sicuro non ci riesco; e visto la mia pigrizia, nemmeno ci provo ;-)
  12. 14nov 10 gennaio 2021 ore 19:53
    ma infatti, tu devi seguire SEMPRE quello che ti senti di fare....certo sui tradimenti avrei molto da ridire...
    cioè se una persona è consapevole di avere questo limite (non essere in grado di essere fedeli) dovrebbe almeno evitare di fidanzarsi...oppure dire tutto subito "guarda, io sono così, non aspettarti da me la fedeltà perchè non ne sono capace".
    ecco in questa chiave di "onestà intellettuale" penso che pure l'infedele lo potrei tollerare..
    diciamo che per me come la vedo io, per i miei valori morali, cerco sempre di "non fare agli altri ciò che non vorrei fosse fatto a me" e quindi cerco di essere COERENTE con questo pensiero dando per prima l'esempio.
    quindi in genere io seguendo questo "comandamento" non vado con persone impegnate e non sono infedele!!
    quello che dici riguardo la cotta, la sbandata però è vero!!
    magari vivi una storia e poi spuntano fuori persone interessanti che ti fanno gola, però lì sei davanti ad un BIVIO, o te ne freghi e ti fai la storia parallela, oppure rinunci.
    nel primo caso, però vai incontro al rischio di ritrovarti poi senza più nessuno dei due, oppure di rovinare la tua storia.
    personalmente se venissimi tradita non credo che perdonerei...o cmq pure se lo facessi la storia non avrebbe più lo stesso senso di prima...conoscendomi, penso che l'unica cosa sensata da fare sarebbe separarmi e basta...
    sai io sono una ....come dire...che non riesce a nascondere nulla...se sono arrabbiata, esce fuori, se ho qualcosa da dirti te lo dico...
    spesso gli uomini si lamentano delle donne "enigmatiche" be'...con me sarebbero a posto, perchè io dico sempre tutto quello che penso, che provo...e anche senza le parole capisci dall'atteggiamento, dalla faccia o dal modo di fare che qualcosa non va!!

    diciamo che la tentazione, difficile da resistere credo capiti di più ai "pischelli" ai ragazzini!! infatti come ti dicevo a 20 anni, non ero pronta per una storia seria, nemmeno ci pensavo.
    ed è giusto così, a 20 anni devi poter scroprire il mondo, capire chi sei, capire come ti vedono gli altri, a cosa puoi ambire e a cosa no.
    la storia seria, invece inizi a sentirne il bisogno in età più matura e adulta, quando ti avvicini ai 30.
    io ora, quest'anno ne fo 40 di anni e sinceramente non mi ci vedo a saltare da un letto all'altro o a fare la trombamica...non ho più quell'ansia di vivere tipica della gioventù, traggo piacere da cose semplici e da piccole abitudini, ma questo non significa che son noiosa!!
    anzi, una cosa che mi sento dire spesso è che son simpatica!!
    sentimentalmente alla mia età ho due possibilità per come la vedo io:
    1°- stare single e bon
    2°-trovare un compagno giusto col quale creare una storia seria e sensata, inutile dire che questa idea debba essere per forza di cose CONDIVISA da lui!! è scontano no?!

    riguardo la genetica...io credo che geneticamente siamo tutti diversi, ci sono quelli FATTI PER LA MONOGAMIA, e quelli fatti per la NON MONOGAMIA!!
    fare molti figli non significa per forza di cose far prosperare la specie, perchè i figli vanno poi saputi crescere e portare all'età adulta senza avergli fatto subire traumi...quindi, se da almeno 2000 anni l'uomo ha inventato la monogamia e in 2000 anni, siamo arrivati a 8miliardi...direi che la strategia è stata più che vincente!! ;)

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.