Le caratteristiche delle persone intelligenti

08 ottobre 2020 ore 09:27 segnala
Credo i tempi siano maturi per una modifica della Costituzione italiana, se non tutta almeno del primo articolo, che dovrebbe recitare: «l'Italia è una Repubblica democratica, fondata sull'effetto Dunning-Kruger».

L'effetto Dunning-Kruger è una distorsione cognitiva a causa della quale individui poco esperti in un campo tendono a sopravvalutare le proprie abilità autovalutandosi, a torto, esperti.
In altre parole la meritocrazia ha progressivamente lasciato il posto a cazzoni che, ammantati di supponenza, millantano capacità e competenze delle quali sono totalmente sprovvisti; in compenso sono ben dotate di una stupidità a tratti imbarazzante.

Spesso mi sono domandato se esistono caratteristiche, tratti comuni alle persone intelligenti che consentono di riconoscerli in mezzo a tanta stupidità e parrebbe di sì, ben 11…anzi 11 + 1:
si adattano facilmente;
sanno di non sapere
hanno un'insaziabile curiosità
non sono chiuse mentalmente
sono solitarie
hanno un elevato autocontrollo
sono simpatiche
sono empatici
possono collegare i concetti apparentemente non correlati
sono procrastinatori
si interrogano sul senso della vita.

Le 11 caratteristiche delle persone intelligenti (secondo l'Independent)

Un'ulteriore dimostrazione di intelligenza è la pigrizia.
Come avevo scritto in un post precedente, la ruota l'ha inventata sicuramente uno pigro, così da fare meno fatica; non solo: uno studio pubblicato dalla Current Biology dimostra che il cervello è programmato per ridurre al minimo il consumo di energia.

I ricercatori hanno chiesto ad alcuni volontari di camminare con un esoscheletro robotico che aumentava lo sforzo sulle ginocchia rendendo così più difficile del normale la passeggiata.
Dopo alcuni minuti hanno modificato il loro modo di camminare, nel tentativo di ridurre al minimo lo sforzo. Il risparmio energetico è stato massimo del 5%, una cifra quasi irrisoria, ma significativa per i ricercatori che hanno così constatato che il consumo energetico non è una conseguenza dei nostri movimenti ma un elemento condizionale.

Come ha detto la coordinatrice della ricerca, la dottoressa Jessica Selinger:
"Monitorare e ottimizzare il consumo di energia in modo rapido e accurato è una caratteristica chiave del nostro sistema nervoso. Bisogna essere intelligenti per essere pigri”.

Bisogna essere intelligenti per essere pigri

E pare ci sia un'altra caratteristica comune alle persone intelligenti: l'amore per i gatti.

I ricercatori della Carrol University del Wisconsin hanno sottoposto al test del quoziente intellettivo i padroni di gatti e di cani, tracciandone anche gli aspetti della personalità.
Lo studio è stato condotto su 600 studenti universitari, che sono stati sottoposti al test del quoziente intellettivo: il 60% di loro ha dichiarato di preferire i cani, l’11% i gatti, il 49% invece non ha espresso preferenze o ha dichiarato di non essere appassionato da nessuno dei due animali.
Sottoposti al test del QI, hanno ottenuto però punteggi più alti gli intervistati che possiedono un gatto.

Oltre al test di intelligenza gli studiosi hanno voluto analizzare anche i tratti caratteriali di chi possiede o preferisce uno dei due animali:
i cinofili risultano essere più vivaci e socievoli, molto pratici ed estremamente rispettosi delle regole; i gattofili sono più introversi e solitari, manifestano una maggiore sensibilità, creatività e possiedono un’intelligenza più incline a trovare espedienti per risolvere un problema, piuttosto che seguire alla lettera le regole.

Chi ama i gatti è più intelligente di chi preferisce i cani: lo dice una ricerca Usa

Una persona cinofila è più vivace perché vuole sempre essere fuori casa a fare nuove conoscenze, mentre chi ama i gatti invece può essere più introverso, sensibile e preferirà stare a casa a leggere un libro perché il suo micio non avrà mai bisogno di essere accompagnato per fare una passeggiata.

Quindi non solo gli amanti dei cani sono meno intelligenti ma scassano pure la min*hia perché vogliono sempre fare qualcosa e ciò mi dà il "la" per citare il fin troppo citato Hank:
«Ci sono delle persone che devono sempre andare da qualche parte; andiamo in barca! Andiamo al cinema! Andiamo a scopare! Andate a cagare tutti quanti, dico sempre io, lasciatemi in pace qui.»

Ah, si scherza eh…la storia è piena di persone intelligenti che amavano ed amano i cani: non me ne viene in mente manco uno ma ci saranno sicuramente.

Ebbene, nonostante abbia molte (tutte) le caratteristiche che contraddistinguono le persone intelligenti, non mi ritengo certo un genio; se lo fossi non sarei costretto a lavorare per vivere perché godrei dei frutti della mia invenzione: la Nutella che fa dimagrire e tonifica la muscolatura.

E anche se amo i gatti e ne posseggo uno, non sono nemmeno tanto acculturato:
il tempo che passo in casa non lo trascorro leggendo libri ma masturbandomi guardando video porno saffici (o sco*ando quando sono in compagnia di Morosa o Amiche Amanti).

Del resto, potevo non essere la famosa eccezione che conferma la regola?



https://pin.it/7bHcBrv
cc030ea4-2393-41f4-ba72-c4c0b60189c1
Credo i tempi siano maturi per una modifica della Costituzione italiana, se non tutta almeno del primo articolo, che dovrebbe recitare: «l'Italia è una Repubblica democratica, fondata sull'effetto Dunning-Kruger». L'effetto Dunning-Kruger è una distorsione cognitiva a causa della quale individui...
Post
08/10/2020 09:27:17
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5

Commenti

  1. eurekaa77 08 ottobre 2020 ore 11:04
    una persona intelligente nn sente mai il bisogno di "urlare" la propria intelligenza, anzi le da fastidio proprio perche e' quasi sempre diffidente del fatto. :nono1

    mi sa che Beethoven aveva un cane :fuma
  2. LazyNik 08 ottobre 2020 ore 11:13
    @eurekaa77
    Esatto. Un po' come quelli che ce l'hanno grosso e lo dicono a tutti :hihi :hihi

    Davvero aveva un cane?
    Anche Gianni Morandi ha un cane...Freddie Mercury invece, gatti: il primo ha composto "Fatti mandare dalla mamma", il secondo...ehm...Bohemian Rhapsody :fuma
  3. eurekaa77 08 ottobre 2020 ore 13:22
    :scream merito del gatto, si :bacato

    (da piccola avevo una brutta paura dei gatti, quasi una fobia, solo perche li trovavo troppo furbi :-x )
  4. LazyNik 08 ottobre 2020 ore 13:33
    @eurekaa77
    Non sarà merito dei gatti ma del fatto che chi ama i gatti ha determinate "caratteristiche" ;-) :batasizza
    E si che i gatti sono così coccolosi...
    We Love Pussy :cens
  5. eurekaa77 08 ottobre 2020 ore 13:54
    :cens :pazz :lol
  6. ombra.dargento 08 ottobre 2020 ore 18:48
    ho sempre condiviso la mia vita con animali di molte specie diverse :cuore ... non è obbligatorio amarli, ma rispettarli sì, sempre! e se empatia e sensibilità sono pure "sintomi" d'intelligenza, ben vengano! :-)
  7. LazyNik 08 ottobre 2020 ore 18:57
    @ombra.dargento
    Amen :ok
    Commento che condivido totalmente.
  8. ModestinaPolare 08 ottobre 2020 ore 22:11
    ehm:nono1 io adoro i pappagalli e i pesci rossi..che grado di intelligenza avrei?:nono1
  9. LazyNik 08 ottobre 2020 ore 22:16
    @ModestinaPolare
    I pappagalli? Domani svelerò le personalità legate agli animali e...il pesce rosso non c'è ma il pappagallo sì ;-)

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.