La Piazza del Purgatorio

21 novembre 2009 ore 21:02 segnala
 La Piazza del Purgatorio

quadrata

calcinata nel sole  di mezzogiorno

modulata dallo sciacquio

della fontana barocca.

 Il getto dell’acqua dalle mammelle

rigoglioso e subito attorcigliato

nel filo liquido

residuo.

 

 Le note del Lohengrin

e della zia

dal pianoforte

per la sala da pranzo

attraversavano il balcone

e rimbalzavano a sinistra

sulla facciata della chiesa.

 Le cariatidi

impassibili

le osservavano ondulare nell’aria

morbidamente cadere

nell’acqua e sul selciato.

 

 Seduto su un pouf di raso verde

di fianco a te

zia

osservavo emozionato

Il tuo busto eretto

nel nero della blusa

fasciate le gambe robuste

nel tessuto di seta

i tuoi piedi nei sandali

premevano alternativamente sui pedali.

Le dita s’incurvavano nei movimenti.

 

Le tue mani, oh le tue mani

come correvano veloci

da un capo all’altro

della bianca tastiera!

 Vagamente sognavo

una sposa per me

come te.

 

 Non dispiacerti, Tizi,

se volo alto.

Non credo di poter smettere

avendo bevuto il nettare.

 

 

 

11263080
 La Piazza del Purgatorio quadrata calcinata nel sole  di mezzogiorno modulata dallo sciacquio della fontana barocca.  Il getto dell’acqua dalle mammelle rigoglioso e subito attorcigliato nel filo liquido residuo.    Le note del Lohengrin e della zia dal pianoforte per la...
Post
21/11/2009 21:02:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. rosa48 21 novembre 2009 ore 23:57

    non sapevo che tu fossi anche un poeta complimenti

    rosalba

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.