I SILENZI DEL CUORE

29 settembre 2009 ore 03:46 segnala

Vorrei entrare nei tuoi silenzi

Quando a parlare non è il suono della tua voce

ma il battito del tuo cuore,

perdermi nei colori dei tuoi occhi,

nell’immensità della tua anima

e capire che le parole

che non mi hai detto non sono importanti,

perché a parlare è solo l’eco del tuo cuore

adoro i tuoi silenzi

perché fanno parte di te,

della donna che sei.

Grazie per avermi fatto dono del silenzio delle parole

ma non di quello del cuore.

                                                     C....G...A

Basta.....

17 settembre 2009 ore 23:50 segnala
.......ANCORA 6 RAGAZZI UCCISI X NULLA.

RICORDI

10 settembre 2009 ore 23:01 segnala
Le grandi notti d'estate
che nulla muove oltre il chiaro
filtro dei baci, il tuo volto
un sogno nelle mie mani.

Lontano come i tuoi occhi
tu sei venuta dal mare
dal vento che pare l'anima.

E ti baciai perdutamente
sino a che l'arida bocca
come la notte fu dischiusa,
portata via dal suo soffio.

Tu vivi allora, tu vivi!
Il sogno che esisti è vero,
ed io ti sto ancora cercando.

Vorrei stringerti per dirti che
i sogni sono belli come il tuo
volto, ma lontani come i tuoi occhi.

E il bacio che cerco è l'anima del tuo cuore.

IL RUMORE DEL SILENZIO

07 settembre 2009 ore 23:27 segnala

Non dire nulla e stammi a sentire. Ti parlerò in una lingua che non riuscirai a capire Il suono che emetterò non tutti lo sapranno ascoltare Solo il tuo cuore lo potrà decifrare I miei occhi parlano di luoghi bellissimi Di sensazioni vissute e di attimi brevissimi Se leggi dentro di loro vedrai la mia anima L’amore, il dolore, la gioia e lei che è vittima. Non ti ho detto niente e ti ho detto tutto Le parole inespresse son nei miei sguardi scritte Leggile solo se le puoi capire E portale con te solo se le puoi amare. Nessun rumore è più stridulo del silenzio Niente è più espressivo di uno sguardo che parla senza voce Nulla ha più significato di un sospiro sottovoce Perciò, non dire nulla e stai ad ascoltare.

AMORI LONTANI

27 agosto 2009 ore 03:13 segnala
C'è troppo silenzio nell'anima.

 Ascolto il sospiro del nulla.

Ascolto il rumore di un vento che spira troppo distante dalle mie labbra per portarmi su di esse il sapore di quel bacio che mai ci scambiammo.

Ce lo rubò la luna invidiosa d'agosto. Lo prese con se per tramutarlo in una stella.

La stella più bella che brilla nel cielo quando il tramonto muore e nasce la notte.

La stella che i miei occhi non potranno mai smarrire tra le mille che brillano nell'immenso firmamento.

La stella che, da lontano, mi osserva dormire e prima che i miei occhi si chiudono li accarezza con il suo tenue bagliore.

Ti porto nel cuore.

 Lì dove nessuno ha mai posato il suo capo prima di te.

Ti porto sulla pelle, come uno scialle leggero che mi protegge dalla brezza lieve della sera.

Ti porto nel palmo della mia mano, dove è ancora vivo il tepore della tua.

Ti porto in questo silenzio colmo di parole, dove l'anima si riposa pensando al giorno in cui le tue braccia torneranno a cingermi la schiena e noi ci nasconderemo dalla livida luna per amarci nel segreto antro della notte.

                      

                                                  P..........A

ADDIO AMICO MIO

10 agosto 2009 ore 23:11 segnala
Per giorni e giorni il vento del destino
ha soffiato per catturarti l’anima
e tu hai lottato, implorato...
contro l’avversa sorte
per i tuoi figli,
per la tua famiglia,
come il fiore reciso
che non vuol perdere i suoi petali.
Addio amico mio.
Lascia volare il seme della tua onestà
nel prato verde della vita
e quando sarai in cielo
ci sarà un fiore con nuovi colori
a ricordarti.

Quando guarderai la luna

31 luglio 2009 ore 00:55 segnala

 Quando guarderai la luna sappi che ti starò pensando.

I miei occhi apparterranno a lei e si poseranno sul tuo viso ogni volta che la luce pallida che la circonda ti blandirà il viso, baciandoti le palpebre appena socchiuse nel sonno.

Quando guarderai la luna, ovunque ti troverai, t'indicherò la strada per tornare a casa.

Ti guiderò per i boschi e per i mari. Ti guiderò tra i monti e tra le foreste.

Ti sosterrò quando i tuoi piedi saranno troppo stanchi per continuare a camminare e asciugherò le lacrime dai tuoi occhi quando piangerai per il timore d'esserti smarrita.

Quando guarderai la luna, io sarò lì con te.

Sarò nel soffio del vento che sul finire della notte t'accarezzerà le labbra. Sarò nel profumo dei gelsomini che sbocceranno ogni primavera sulla nostra terrazza.

Sarò nel canto melodioso di un allodola che canterà alle prime luci del giorno, quando la luna sbiadirà nel cielo, cedendo il suo posto nel firmamento al pallido sole.

Quando guarderai la luna non essere triste. Anche se è troppo in alto affinché tu la possa afferrare, essa ti appartiene.

Appartiene ai tuoi occhi che ho tanto amato. Appartiene a quella promessa d'amore eterno che ci siamo scambiati sotto il suo raggio argenteo e che vive ancora qui con me, dove batte il cuore.

Quando guarderai la luna non chiederti perché io non sia lì tra le tue braccia. Non chiederti perché il destino c'abbia separato, ma chiudi gli occhi e sognami.

Chiudi gli occhi ed io tornerò per prenderti per mano ed insieme correremo, di nuovo, verso il mare...

                                             P.......A

UN AMORE RUBATO

21 luglio 2009 ore 23:57 segnala
Si sta facendo giorno, ma tu non mi lasciare. Stringimi tra le tue braccia nella quiete del primo mattino. Baciami le labbra con gli occhi socchiusi. Resta con me in questo letto caldo che ci ha accolto mentre le tenebre notturne tenevano sotto scacco le strade della città e la luna, bianca ed unica padrona della notte, giocava nel cielo a nascondere la luce tenue delle stelle.

Resta con me sotto questo soffitto bianco dove ci siamo rifugiati per celare agli occhi del mondo il nostro amore.

Resta con me a contare i minuti che ci dividono dal sorgere del sole. Lo so che presto mi dovrai lasciare e che tutto quello che mi rimarrà di te sarà il profumo della tua pelle che hai lasciato sopra il cuscino, ma voglio che le tue braccia mi cingano fino all'ultimo istante in cui i tiepidi raggi del sole verranno a blandirci il viso e le nostre vite si separeranno di nuovo.

Il nostro è un amore rubato alle grinfie malvagie della notte. Un amore che vive di scampoli e bugie. Un amore nato in un epoca sbagliata quando il destino ha voluto mostrarci come sarebbe stata la nostra esistenza se ci fossimo incontrati quando i nostri cuori erano liberi da ogni legame. Un amore che non avrà futuro ma che vive solo di attimi presenti.

Resta ancora un po' con me, amore mio. Avrò freddo quando te ne andrai. Tremerò tutto solo in questo letto. Maledirò il fato che ci ha reso schiavi di un tempo che non sarà mai nostro. Piangerò lacrime silenziose e chiederò alla luna di cacciare via il sole affinché sia sempre notte e tu non mi debba più lasciare.

Stringimi, stringimi un ultima volta. Lo so che è troppo tardi ormai, ma se tutto questo è un sogno io non voglio più destarmi...stringimi....

 

                                          P..........A

AL MIO AMORE

11 luglio 2009 ore 21:29 segnala
Ritaglierò i miei ricordi
e li adagerò nel fondo di un cassetto
per aprirlo nei momenti di malinconia.
Li tirerò fuori ad uno ad uno,
e come un puzzle li ricongiungerò.
Non saranno tutti uguali,
ci sarà quello piccolo,
ci sarà quello più grande.
Serviranno tutti quanti,
insieme formeranno il quadro
che ha dato origine al mio amore.
È vero col tempo i colori sbiadiranno…
Forse non ricorderò come intersecarli…
Ma credimi amore riuscirò a metterli insieme
e farò riaffiorare il ricordo che ho di te.




                                       G.F

PER SEMPRE

30 giugno 2009 ore 00:51 segnala
Per rivedere quel sorriso
e risentire quella voce
strapperei le nuvole dal cielo
e chiuderei la bocca al mondo.
Ma è una stanza vuota
con le finestre cieche
e una porta che dà sul nulla.

Mi benderò gli occhi
per vedere solo il passato
e ascolterò i ricordi.
Attenderò mille vite
e mille ancora
finché l'alba dell'ultima
mi strapperà da questa stanza.

Scoprirò che nulla è mutato
se non il tempo
che ha conservato ciò
che mai potrà morire


                                   P.C