Non era una facciata la sua.

17 luglio 2013 ore 23:10 segnala
Non era una facciata la sua.
Non mentiva quando diceva che nella parola ti amo non ne vedeva il significato e non voleva nemmeno darsi un tono.
Non è che non era innamorata, voleva bene ma si era distaccata da quel termine. Innamorata è un termine passeggero e i suoi sentimenti non erano mai passeggeri.
Scrollava sempre un po’ la testa quando le persone portavano come esempio i loro nonni che si amavano da anni e anni.
Non comprendevano che molte coppie del passato erano ancora insieme per del bisogno, che non si erano mai amati davvero ma che era solo una necessità sposarsi per andarsene via di casa.
Aveva avuto uno di quei passati dove le delusioni d’amore erano le ferite più dolci in cui potesse sperare forse per questo non capiva e non avrebbe mai capito chi si struggeva per quel sentimento.
Lei ti guardava e non provava davvero nulla per un tuo amore adolescenziale perso.
Era nata per lei stessa, forse le persone più forti nascevano solo per se stesse mentre chi un po’ più debole anche per gli altri in modo da potersi sorreggere.
Aveva anche lei un uomo da guardare, da toccare, non era mai stata invidia la sua. Semplicemente non fantasticava mai su baci di altri e anzi, trovava irrispettosa quella manifestazione d’affetto spesso pubblica o spesso sbattuta sui social network senza nessun ritegno, senza nessuno che si preoccupasse che quell'amore potesse finire.
Quell'uomo che aveva scelto non la rimproverava per i suoi occhi severi, per la dolcezza che non possedeva se non raramente, per questo lei riusciva a carezzarlo.
Era un un po’ paradosso ma era stato l’unico che non pretendeva in lei i vocaboli che quella donna detestava tanto e lei non pretendeva da lui che lasciasse la sua chitarra , le sue passioni per baciarla.
Eppure non ci scommetteva nulla su quella storia e la cosa più romantica che trovò da dire un giorno fu che forse sarebbero durati fino al natale, quasi fossero destinati a consumarsi, e questo lo disse in estate.
Da lei sicuramente non sarebbe arrivato mai nessun per sempre, nessuna frase fatta, nessuna puttanata romantica.

Era fredda a volte anche cattiva nonostante i suoi occhi grandi.
Lasciò agli altri la convinzione di credere che doveva solo innamorarsi per davvero per poter parlare come loro, che il suo allontanare le persone fosse solo uno scudo quando in realtà lei era libera, liberissima e sincera.
Non allontanava e non mentiva a nessuno.
E' che dovevi solo amare il freddo per starle accanto.

58848990-0992-432b-8410-3b60017a622e
Non era una facciata la sua. Non mentiva quando diceva che nella parola ti amo non ne vedeva il significato e non voleva nemmeno darsi un tono. Non è che non era innamorata, voleva bene ma si era distaccata da quel termine. Innamorata è un termine passeggero e i suoi sentimenti non erano mai...
Post
17/07/2013 23:10:05
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5

Commenti

  1. nicetius555 18 luglio 2013 ore 16:42
    Certamente l'innamoramento, quella cosa che poi finisce, una sua funzione ce l'ha: forse ci strappa per un po' dal nostro individualismo. Ma l'amore, invece, quello si che è un bel mistero... ne'?

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.