priorità

26 novembre 2013 ore 14:14 segnala
Tutti prima o poi cedevano a quel sentimento chiamato amore, un termine che ho sempre trovato poco rispettoso nei confronti di amici, parenti, animale di casa e del pesciolino rosso rinchiuso nella sua boccia di vetro.
“ Lui lo amo agli amici voglio bene. “
Quasi come se fosse una classifica di sentimenti, di persone a cui si voleva più bene e meno bene, per questo detestavo quella parola.
Una si dava da fare per mantenere i rapporti di amicizia e improvvisamente arrivava lo stronzo di turno e tu incominciavi a contare sempre di meno.
Un po' come se all'altro venisse servito un pezzo di carne entrecote e a te il culo del maiale.
Mi dava la nausea.
Mi nauseavano quelle persone che non cercavano più nuove canzoni perché troppo innamorate,
ma nauseava chi incominciava a credere nei per sempre quando non ci aveva mai creduto, quando diceva a qualche altra persona che anche lui avrebbe trovato il grande amore.
Soldi.
Alla gente si dovrebbe augurare una vagonata di soldi, non l'amore, quasi come fosse una bacchetta magica pronta a risolvere tutti i problemi .
Non ti piaci ? Quando qualcuno ti amerà incomincerai ad amarti.
Non riesci tirare fino alla fine del mese ? Ama e scorderai.
L'amore veniva decisamente sopravvalutato, venduto come se fosse stato una panacea.
La realtà era che se lui ti avesse lasciato ti saresti trovata solo con tracce di canzoni pronte a ricordartelo,
la realtà era che se il tuo amore fosse andato via, la tua autostima gli sarebbe corsa dietro come se fosse stata un cagnolino,
la realtà era che al pezzo di merda a cui hai servito il culo di maiale avresti dovuto trattarlo meglio e non come il secondo o il terzo classificato in una scala di sentimenti,
la realtà era che i tuoi fianchi troppo larghi sarebbero rimasti tali e che l'amore avrebbe fatto ben poco al contrario di un tapis roulant.
L'amore non salva, non fa dimagrire , non è molto probabile che sia per sempre, non vi procura uno stipendio per sopravvivere, quindi fossi in voi eviterei di metterlo al primo posto.


64626706-2994-4a74-9514-0a93b8e11fd2
Tutti prima o poi cedevano a quel sentimento chiamato amore, un termine che ho sempre trovato poco rispettoso nei confronti di amici, parenti, animale di casa e del pesciolino rosso rinchiuso nella sua boccia di vetro. “ Lui lo amo agli amici voglio bene. “ Quasi come se fosse una classifica di...
Post
26/11/2013 14:14:10
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Commenti

  1. nicetius555 26 novembre 2013 ore 15:50
    Sull'amore non faccio commenti ma... che bella foto hai messo!
  2. mynikforever 26 novembre 2013 ore 16:42
    sei grandeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee
  3. MorganaMagoo 26 novembre 2013 ore 17:41
    l'unica cosa che può rimanere siamo noi stessi,
    il nostro io,
    tutto il resto può andarsene.
    per quello sarebbe necessario amarci. :rosa
  4. rigalizius 26 novembre 2013 ore 21:08
    Siediti,ti racconto una storia se hai un po' di tempo,una storia vera neh!
    Avevo un amico,uno dei non molti amici veri,quasi sessantenne,figli grandi,moglie con molti rimpianti,vita di routine fatta di lavoro,televisione,riposo,solitudine presumo...aveva conosciuto una,una donna di pari eta',obesa,carattere calmo,amava la vita,era capitato per caso presumo,come capitano ste cose. Non conosco i particolari,so che andarono avanti nel frequentarsi per un certo tempo,forse un paio d'anni,stavano bene insieme.
    Una sera lui ando' da lei come al solito,busso',ma non ottenne risposta,(la faccio corta) allarmato guardo' dalla finestra e la vide seduta con la testa china,chiese aiuto ai vicini per entrare. La trovo' morta,un attacco cardiaco credo, aveva in grembo un album di foto che li ritraevano insieme,solo loro due,nessun altro. L'album aveva un titolo scritto con un pennarello : "i migliori anni della mia vita".
    Certo,in questo caso c'e' una certa drammaticita' che enfatizza la cosa,ma niente sarebbe cambiato se lei avesse continuato a vivere,il passato,perlomeno non puo' essere cambiato,quel che e' stato e' stato,fosse finita pure la loro storia,forse,spero,lei avrebbe avuto il coraggio di ammettere la bellezza di quel periodo.

    Non so,forse l'amore e' un invenzione,una specie di autoipnosi,un autoconvincimento idiota,una cazzata,ma francamente darei il braccio destro per essere la parte migliore della vita di qualcuno.
    Di tutto il resto me ne frego,pensa, anche di avere i fianchi larghi.
    Ciao
  5. life888 26 novembre 2013 ore 21:13
    Dico solo di non metterlo al primo posto, tutto qui. Ma ognuno ha le sue priorità.
    Per il resto è uno delle tante cose che scrivo.
  6. rigalizius 26 novembre 2013 ore 21:23
    Ma io non ho emesso una critica,ho raccontato un fatto.
    E poi"metterlo al primo posto" mica puoi cercarlo come fossero chiavi perse nel prato,a volte capita,a volte no. Puo' esserci un senso,puo' non esserci,ognuno ha la liberta' di ritenere importanti cose che ad altri sembrano cazzate e viceversa,cosa lo sia realmente nessuno lo sa'...ed e' giusto cosi' secondo me,o sarebbe ancor piu' terribile questa vita.

    Scrivi,scrivi,ci sai fare,buona continuazione.
  7. life888 26 novembre 2013 ore 23:59
    Ho scritto che hai emesso una critica ?
    Ho appunto scritto che ognuno ha la sua priorità.


    Grazie, anche a te.
  8. rigalizius 27 novembre 2013 ore 13:13
    Mica tutto si scrive,dicendo tu "Dico solo di.." ho intravisto un cercare una posizione di difesa,ho capito male? Capita, scusa e ciao.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.