IO ESISTO

28 marzo 2014 ore 19:33 segnala

LA SAGGEZZA DEGLI UOMINI
Contemplare la vita non basta .Se fosse il mare, se le sue onde fossero come il mio battere del cuore e la sua spuma come i miei giorni più frizzanti, che bello sarebbe !mi fermerei a contemplarla.

L'uomo ha inventato milioni di vocaboli in tante lingue diverse,Eppure io ancora devo alzare la voce per comunicare col mondo .
Cerco di dare un nome e dei confini a ciò che un nome e dei confini che confini non ha ...eppure io esisto. Nella vita ci vuole amore per comunicare ,e se viene a mancare è una vita piena di delusioni.

Se non c'è speranza è una vita piena di risentimento e senza scopo. Se non c'è saggezza è una vita piena di errori e fallimenti .
Nella vita ci vuole verità fiducia e amore , altrimenti, non c'è speranza e noi...
NON SAREMMO MAI DEGLI UOMINI ...SAGGI.Lina viglione
*******************
INDIETRO NON SI TORNA
Non possiamo dire che la vita è brutta in base a un momento, perché dopo quel momento arrivano sempre quelli giusti .La vita non è altro che un percorso.Se vogliamo arrivare alla fine, beh! andiamoci correndo , la via è libera ma non è mica facile.

Si deve sempre andare sempre avanti ,senza mai tornare indietro neppure per modificare le cose, ormai sono successe e fanno parte del nostro passato.
Ed è difficile darne un giusto significato e una giusta descrizione,ma molteplici cose messe così tutte insieme, succede che qualche volta le cose si mescolano a caso. Basta che togliamo la testa dalla sabbia e apriamo gli occhi, per migliorare tutto ciò che ci circonda per apprezzare ..
LE PICCOLE COSE DELLA VITA .Lina Viglione
*********************
APRIRCI AGLI ALTRI .
Per imparare a conoscere noi stessi non dobbiamo condannarci a subire l’autorevolezza degli altri specialmente se diversi da noi ,ma costruire le basi di un dibattito , e trovare sempre qualche cosa da dire, anche se a volte affrontiamo il rischio di rimanere delusi per non essere stati intesi .
Se ci apriamo agli altri,all'accettazione dell'altro, in ogni modo , è sempre positivo .

Confrontarci solo con noi stessi si rischia di diventare come quei "anarchici intellettualistici " ossia persone senza limiti e difetti , supporre di avere ragione su tutto perché le loro convincimenti non risultano mai scomponibili .

Io cerco di essere virtuosa come "modo perfetto d'essere"per conseguire con l'apprendimento delle cose che mi permettono di discernere quelle buone da quelle non buone in modo da permettere a me stessa di essere una persona ...
SEMPRE ...MIGLIORE . Lina Viglione.
3d8d77b0-c8a3-4a41-8353-6b26b9868a02
« immagine » LA SAGGEZZA DEGLI UOMINI Contemplare la vita non basta .Se fosse il mare, se le sue onde fossero come il mio battere del cuore e la sua spuma come i miei giorni più frizzanti, che bello sarebbe !mi fermerei a contemplarla. L'uomo ha inventato milioni di vocaboli in tante lingue div...
Post
28/03/2014 19:33:32
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
  • commenti
    comment
    Comment

LA SCUOLA DELLA VITA

28 marzo 2014 ore 18:23 segnala


NESSUN GIORNO E UGUALE A L'ALTRO .
A scuola ci hanno preparata su tutto ma non a vivere, a vivere ci ha pensato la vita, ed è la lezione più dura. Ma per per combatterla ci vogliono quattro elementi essenziali - la paura - la saggezza - la forza- e il coraggio .

Ma se non abbiamo il coraggio non potremmo apprendere la nostra forza .La paura è indispensabile perché se non abbiamo paura non tiriamo fuori il coraggio .Ed infine se non abbiamo la saggezza, non potremmo fare buon uso della forza.

Anche se a volte la ragionevolezza saltuariamente ci ha delusi, noi con i piedi dobbiamo camminare e con le mani dobbiamo toccare, e con gli occhi dobbiamo vedere...
MA COL CUORE DOBBIAMO VOLARE Lina Viglione
***********************
IL PERDONO E UN ATTO D'AMORE .
Una delle cose più difficili della vita di ogni uomo è il saper perdonare veramente. Colui che non arriva a perdonare demolisce il ponte sul quale egli stesso deve percorrere ; perché ogni uomo ha necessita di perdonare e essere perdonato.

Moltissimi sono capaci, in specificati momenti della vita, di grandi gesti di generosità : donano i propri averi , il loro tempo a chi ne ha bisogno, fondano le confederazioni i volontariato e associazioni umanitarismo di tutti i tipi: adozioni, solidarietà ecc. Tutte cose veramente eccellenti.

Ma tuttavia pochi, però, sono capaci di perdonare. Quando riflettiamo in distanza e con molta sincerità sul nostro modo di perdonare, valutiamo i limiti che possediamo. Lo verifichiamo anzi tutto nei rapporti che abbiamo con la famiglia , con gli amici, e con tutti gli altri.

Molti di coloro che patiscono un torto da una persona cara si sentono feriti perché lo reputano un vero tradimento che ha inquinato la fiducia e oltraggiato la propria dignità. Nasce, allora, l'impulso che molto spesso rimane incancellabile perché, come una cicatrice, faticosamente si dilegua dal loro animo.

Nel film Shiendler's list è allegorico , a tale proposito, lo sprovveduto suggerimento dato dallo stesso Shiendler al pubblico ufficiale del campo di accentramento , il quale si era poi convinto che il perdonare fosse una manifestazione di potere superiore a quello di vita e di morte che egli addestrava sui poveri internati.Se pigliassimo coscienza delle nostre fragilità chiederemmo più spesso perdono agli altri.

Quando sperimentiamo l'esigenza di sentirci perdonati, forse saremmo più disposti a perdonare gli altri di cuore e illimitatamente .la nostra vita sarebbe differentemente : tante guerre non avrebbero più senso, non ci sarebbero più certe forme distruttive di vendetta, le famiglie resterebbero unite, la società diventerebbe più produttivo , una partecipazione più genuina abbatterebbe altri confini .

Non per niente le ultime frasi di Gesù prima di morire esprimono il perdono verso il ladro incallito e verso coloro che lo stavano brutalizzando . Ciò vuol dire, che il perdono vero, sincero è il gesto più giusto e divino che ognuno di noi possa compiere . Ma è giusto solo per chi vuole innalzarsi verso la graduale santificazione .Sbagliare e umano...
PERDONARE E' DIVINO . Lina Viglione .
cc70a3ff-83ac-4185-9e5a-fabaca8fab1d
« immagine » NESSUN GIORNO E UGUALE A L'ALTRO . A scuola ci hanno preparata su tutto ma non a vivere, a vivere ci ha pensato la vita, ed è la lezione più dura. Ma per per combatterla ci vogliono quattro elementi essenziali - la paura - la saggezza - la forza- e il coraggio . Ma se non abbiamo il ...
Post
28/03/2014 18:23:01
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
  • commenti
    comment
    Comment

I COLORI DELLA VITA

28 marzo 2014 ore 17:55 segnala

LA VITA E COME UNA TELA BIANCA
Non pensiamo che la vita sia inutile. La vita è inutile per chi non sa amare.La strada della vita spesso la percorriamo volando, altre volte con calma e attenzione,altre volte in un modo impulsivo e frettoloso.

Ma ciò che conta è che noi la percorriamo sempre a testa alta e mai strisciando! Possiamo cercare di fuggire dai problemi, di girargli le spalle e tentare di andarcene lontano, ma loro ci seguiranno sempre, ci riprenderanno, e si presenteranno davanti sempre più grandi.

Non permettiamo ai miei problemi di vincere, guardiamoli in faccia e combattiamoli .La vita è come una bella tela con svariati colori da disegnare!Non permettiamo mai a nessuno...
DI SCEGLIERE I COLORI DEL NOSTRO QUADRO.
************************************
LA FORZA DELLA VITA
Si dice che il destino sceglie per noi un sentiero , ma se noi non siamo determinati quel sentiero non potremmo mai concretizzarlo. Approdare ad una meta già determinata dal destino non ha senso.

Il destino non è una strada già percorsa, ma una strada che la dobbiamo edificare noi pezzo per pezzo,con fatica e sudore e con gli arnesi fabbricati da noi, fatta a misura apposta per noi...
e qui sta il vigore che dobbiamo avere - la forza di non avvilirsi e
ricominciare nuovamente , anche se il destino a volte ci gira le spalle,ci fa girare come una marionetta, e poi ci cambia la vita, per annientarci nel disdire i nostri desideri,o vederli realizzati .
Non aspettiamo che la vita elargisca piaceri e gioie a piene mani, ma auguriamoci che non ...
CI SORPRENDE CON ALTRI CALICI.Lina Viglione .
******************************
LA BELLEZZA DELLA VITA .
Dalla perfezione afferiamo l'essenza di vivere, ma è dai difetti che raccogliamo la bellezza della vita, poichè sono proprio loro che ci contraddistinguono. Anche se ciò che possiamo fare è soltanto una piccola goccia nel mare. Può darsi che sia proprio quella a dare rilevanza alla nostra sussistenza .

Ma tutto va fatto con avvedudezza e ordine.La vita è come un albero, non potrà mai generare foglie identiche, ogni foglia vivrà la sua unicità.
Non cerchiamo Maestri per imparare a vivere, la vita è la sola maestra che dobbiamo ascoltare .Scrive un saggio:Nessuno è nato sotto una cattiva stella; ci sono semmai uomini...
CHE GUARDANO MALE IL CIELO .Lina Viglione. .
:angel
6aa12d06-5e85-45e0-b5b8-aa011964e36c
« immagine » LA VITA E COME UNA TELA BIANCA Non pensiamo che la vita sia inutile. La vita è inutile per chi non sa amare.La strada della vita spesso la percorriamo volando, altre volte con calma e attenzione,altre volte in un modo impulsivo e frettoloso. Ma ciò che conta è che noi la percorriamo...
Post
28/03/2014 17:55:46
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
  • commenti
    comment
    Comment

MI PRESENTO

28 marzo 2014 ore 17:35 segnala

Mi chiamo Ange-Lina. Ma tutti mi chiamano Lina.
Io -sono felicemente sposata con Mimmo . Sono mamma e nonna .
Ho superato gli anta Alta 164. taglia 46
Io - ho scoperto quanto i"piccoli attimi"rendano intensa la felicità .
Io -finalmente ho cessato di piangere.
Io - ho un sorriso unico... bellissimo.
Io -chiedo a me stessa troppo.
Io - non sopporto le imposizioni.
Io - ho fiducia nel prossimo.
Io - sono di sinistra - orgogliosamente di sinistra.
Io -non sopporto la superficialità.
Io -adoro la Semplicità.
Io -dico quello che penso.
Io -a volte...temo il passato.
Io - sono una una donna fortunata perchè ho conosciuto la sofferenza.
Io - sono una lottatrice.
Io -non riesco a dimenticare.
Io - non riesco ad odiare.
Io -sono dolcissima.
Io - curo il mio aspetto interiore.
Io - curo il mio aspetto esteriore
Io -difendo con le unghie e con i denti le mie ragioni.
Io -guardo sempre negli occhi una persona prima di stringergli la mano.
Io -amo davvero tanto stringere le mani e sentirne il "calore".
Io -non riesco a riaprire una porta chiusa.io - soffro in silenzio.
Io - amo la vita... la amo tanto.
Io - devo ancora lavorare su me stessa.
Io -io. sono profonda. Io -sono anche leggera.
Io -io Tutto sommato mi piaccio.
MI PIACCIO COME SONO .Lina.Viglione
****************
IL TEMPO NON INVECCHIA
Le ali del tempo sono la nostra libertà,la nostra forza, la nostra fantasia e la nostra fortuna . Grazie a loro troviamo rifugio dove nessuno potrà trovarci .
Amiamo la naturalezza di un volto segnato dal tempo, con ancora tanti sogni folli nel cassetto .Non chiediamoci chi siamo davanti allo specchio, anche se non avremmo alcuna, risposta,semmai guardandoci dentro per scoprire di non essere mai cambiati .
Il tempo non invecchia l'anima di chi sogna. Saremo nel cuore del vivere solo quando del vivere...
AVREMMO TOCCATO IL CUORE .Lina Viglione
*****************
GIOVANE DENTRO
Ci sono tante omologazioni e suddivisioni sull'età per me non hanno alcun senso .Io anagraficamente sono "molto grande" ma mentalmente sono e mi sento "giovane dentro "
In casa in ogni stanza ho almeno due specchi , che guanto mi guardo mi fanno " notare" gli anni che sono passati , ma per fortuna la mia condizione mentale e spirituale attuale che io non la cambierei con i miei anni di gioventù !
Però anche l'estetica ha la sua importanza, ed io come curo lo spirito curo anche il mio corpo . Essere giovani dentro quando fuori ci si vede vecchi non è piacevole ma solo per chi non accetta lo scorrere del tempo: c'est la vie, solo l'arte che possiamo creare in noi è immortale ma, se noi viviamo nel ricordo di chi ci ama, è per questo che se siamo capaci ad amare e siamo riamati siamo sempre giovani e l'apparenza e le limitazioni dell'età...
DIVENTANO DETTAGLI DA POCO .Lina Viglione
:angel
66bca366-39a4-4e2e-b7e1-9af674e08b9c
« immagine » Mi chiamo Ange-Lina. Ma tutti mi chiamano Lina. Io -sono felicemente sposata con Mimmo . Sono mamma e nonna . Ho superato gli anta Alta 167 . taglia 46 Io - ho scoperto quanto i"piccoli attimi"rendano intensa la felicità . Io -finalmente ho cessato di piangere. Io - ho un sorriso un...
Post
28/03/2014 17:35:35
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
  • commenti
    comment
    Comment

UNA STUPIDA STORIA ...D'AMORE

28 marzo 2014 ore 15:55 segnala

IL COLPO DI FULMINE DI MAMMA E PAPA'
Mia madre aveva diciotto anni quando per la prima volta vide papà. Lui ne aveva venti sette, i lori sguardi subito si incrociarono . Papà stava fermo e si allacciava la scarpa alzando lo sguardo incrociò quello di mia madre , che già lo aveva notato e subito fu... amore .

Galeotta fu la scarpa. Si capisce che quando due cuori mi mettono a battere il bisogno di cercarsi diventa naturale. Nel sogno dei due fidanzati (dell'epoca) le figure dei genitori potevano diventare maligni o benigni dell'amore, nel caso dei miei genitori fu il nonno materno a fare il cattivo nei riguardi di papà.
Papà veniva da una famiglia poverissima, era orfano di padre da quando aveva due anni ed era il penultimo di nove figli e per poter sbarcare il lunario si arrangiavano tutti a vendere la frutta. Senza nessuna certezza per il futuro. Il nonno si opponeva con tutte le sue forze.

La famiglia di mia madre erano molto perbene e il nonno voleva per questa figlia una vita migliore. Ma anche perché aveva dato a questa figlia una vita migliore . Del resto tutti i genitori per i lori figli sognano il meglio.
Ritornando all'amore dei due colombi misero le ali alla loro passione e combinarono" Il fattaccio " onda che si lavava col matrimonio.

Ma di questo matrimonio mio padre non ne voleva proprio sapere, lui che aveva trascorso una vita di stendi si era prefissato che mai si sarebbe sposato e messo al mondo dei figli se non poteva garantirgli un futuro migliore del suo.
E quindi NO! al matrimonio riparatore dove non c'era neppure l'ombra della cicogna L'orgoglio del nonno fu Spezzato e , capitolando si arrese! una resa che lo portò addirittura a supplicare papà di sposare mia madre.

Mia madre era caduta! espressione dell'epoca che era di disonore e molto degnamente fu rialzata da papà che la sposò, il quale adduco a queste nozze mai convinto , ma più convinto che mai a far pagare a mamma quello che lui chiamava tranello. Da parte di papà così fu! la sua vendetta fu sempre tangibile .
Poverina mamma! lei aspettava sempre una carezza da papà che non arrivava mai! Lei trascurava persino i figli per un sogno che nella sua mente la faceva da padrona e il suo Padrone era papà !

Noi figli in questa lora storia d'amore forse siamo nati più dalla rabbia di un giovane che si era sentito togliere la sola cosa che possedeva...la libertà ( ci sono tanti sogni in ognuno di noi).

Oggi mi chiedo quali sogni mio padre avesse. Questa storia era conosciuta da tutta la famiglia e quindi era inevitabile che ne venissimo a conoscenza.
Per colpa di una falsa storia d'amore noi figli abbiamo sofferto una vita reale di dolori , e umiliazioni e di una carenza affettiva che ci ha segnato per tutta la vita.Mia madre inseguiva una carezza da papà . Noi inseguivamo lei -
PER UNA CAREZZA E UN PO' D'AMORE- Lina .
****************************
LA MORTE DI NONNA GIOVANNINA.
Di fronte alla morte di nonna Giovannina mi sentivo spezzare il cuore dal dolore,sentivo che la mia vita non sarebbe più stata la stessa di prima, mi aveva lasciata tra persone che io istintiva mente intuivo che mai mi avrebbero voluto bene quanto lei.

Posso dire che con la una morte terminò completa mente la mia infanzia ( avevo 9 anni) da quel momento incominciai a comportarmi da adulta. Se per lei io ero la sua nipote preferita, lei era per me tutto il mio mondo. Le mie giornate erano piene del suo amore. ai miei occhi coglievo ogni suo gesto , gesti che bene si armonizza vano con la gentilezza del suo animo.

La nonna morì com'era vissuta, silenziosa mente , una morte che si chiamava INFARTO. eppure il vicinato scuoteva la testa dicendo: Povera donna, ha visto che tutti i prigionieri di guerra sono tornati e suo figlio no! il dolore le ha spezzato il cuore.

Il mio amore di bambina si mortificava dal dolore ,pensando che forse il mio amore non era per lei tanto importante se poi era morta. La mia ragione di bambina non accettava il dolore di una madre, dicendo a me stessa:Nonna! perché sei morta? non ti bastava il mio amore per vivere?
I miei i pensieri amareggiavano il mio dolore: Ma oggi che sono madre e nonna capisco che i sentimenti possono essere diversi.

Il dolore di una madre che perde il figlio di solo venti due anni in guerra e non le viene restituito nemmeno il suo corpo, e sa che mai più lo rivedrà e il dolore di una madre il più terribile che solo la morte può dare riposo .
Quella morte che la tolse a me, voglio sperare che l'avrà riconci unta al suo amato figlio. e mi piace pensare che la ....

MIA NONNA OGGI VIVE FELICE IN UN MONDO CIRCONDATA DA TUTTI I SUOI FIGLI .
CIAO NONNA SEI SEMPRE NEL MIO CUORE .Tua nipote Lina.
*****************************
CARO PAPA'
Oggi che la mia mente e libera da ogni giudizio negativo, ritrovo sepolto nella mia mente ricordi di bambina mai dimenticati, attraverso i quali giunge al mio cuore il tuo amore per i fiori.

Questa tua passione ti portò a chiedere il permesso agli altri abitanti del cortile se potevi mettere una mensoletta sulla quale poggiare i tuoi fiori.
Il permesso ti fu dato, e tu felice incominciasti a curare il suo giardino pensile. Dalla sua figura robusta spuntavano mani forti e callosi, rese tali dal tuo lavoro di muratore.

Eppure con quanta delicatezza curavi i tuoi fiori, con quanta invidia io li guardavo . Quando i fiori fiorivano riempiendo il muro di colori e profumi si affacciavano con prepotenza alla ricerca del loro padrone.

Sono passato tantissimi anni papà! Eppure ancora ricordo! Ancora oggi vorrei essere il fiore più bello del tuo giardino pensile, per conoscere la delicatezza di quelle mani che mai hanno sfiorato le mie guance per. Una tenera carezza. Grazie papà di avermi donato la cosa più preziosa La Vita !
CON AFFETTO TUA FIGLIA LINA .
***********************************
CARA MAMMA .
Ho scritto su tutti e su tutto, ma quando arrivo a te il mio cuore si rattrista, perché vuoto del tuo amore . Cerco nella mia mente una tua carezza, ma per quanto mi sforzi credimi! Non trovo nulla! La pena che ancora oggi mi fa soffrire e questo buio d'amore che conservo di te!

Sapessi mamma, quanto ho sognato di primeggiare offrendomi volontaria nei servizi di casa, e ogni mia fatica era un gesto d'amore per te! Tutto questo quanto danno ha portato nella mia anima, questo tuo mancato amore nei miei riguardi.
Quando chiudo gli occhi rivedo la tua figura scostante a volte anche accusatore di cosa non lo so! Oggi ho deciso di questo mio dolore, cercando di capire il perché di tante cose e vero!

La vita e stata crudele con te! Ti ha dato un marito che non ti ha saputo amare e per una donna questo e la sfortuna più grande.
Il cuore di una donna se non è raccolto con delicatezza dall'uomo che ama si gela!. Riconosco che papà non era uno stirpe di santo. Il suo disamore hanno inaridito il tuo cuore.

Pure tu come noi figli hai sofferto la fame e il freddo. Tu! Madre di tanti figli addolorati non hai saputo combattere ne per te ne per noi! Ti sei arresa alla volontà di un destino infame! Hai percorso la tua di dolore chiedendo il tuo cuore in una fredda logica mentale e per meglio difenderti hai allontanato dal tuo cuore ogni emozione, chiudendo i tuoi sogni di donna calpestata dietro quella maschera d'indifferenza.

E per la prima volta mi chiedo: mamma! Quanto hai sofferto! quanto sono le cose di te che non conosco, la tue sofferenze nascoste, eppure mai ho visto lacrime nei tuoi occhi! anche quelle ti sono state rubate mettendo nei tuoi occhi il gelo! Perdonami mamma, se avvolte il mio pensiero diventa triste e ti accusa!

Sai mamma! anche questo è amore! Io vorrei trovare parole di perdono per te , perché so che e giusto farlo, ma vedi, ci sono momenti che il dolore diventa presente e allora come una bambina capricciosa piango e grido il tuo nome e ti chiedo:
Mamma! Perché non mi hai saputo amare? Ma io sono sicura che c'è stato un momento dove nelle tue braccia e, succhiando al tuo seno, la tua mano avrà sfiorato il mio piccolo volto in una tenera carezza! Mamma, come vedi nonostante il tempo siamo ancora unite. Non importa se questo è amore o odio...
L'IMPORTANTE E' STATO CHIAMARTI MAMMA . Con affetto tua figlia Lina.
*********************
UN INFANZIA RUBATA
L'infanzia è il paradiso dove risiedono i nostri ricordi della nostra infanzia e un il bene più grande che ogni bambino dispone , è per lui un ciclo fatato. Il solo di tutta una vita che non finisce mai, e lo accompagna sino all'ultimo respiro.

A me non mi è stato dato la facoltà di essere bambina,e ne di andare a scuola , non ho potuto, perché mi è stato reso impossibile , e anche adesso che sono adulta ricorro ciò che mi è mancato di più: la mia infanzia.
Dice un saggio: Il giorno in cui il bambino si rende conto che tutti gli adulti sono imperfetti, diventa un adolescente; il giorno in cui li perdona, diventa un adulto; il giorno che perdona se stesso, diventa un saggio. Ed io sono una persona saggia ...Lina Viglione .
:pianto
d83cc8ca-36c3-4365-989e-19280540bbfb
« immagine » IL COLPO DI FULMINE DI MAMMA E PAPA' Mia madre aveva diciotto anni quando per la prima volta vide papà. Lui ne aveva venti sette, i lori sguardi subito si incrociarono . Papà stava fermo e si allacciava la scarpa alzando lo sguardo incrociò quello di mia madre , che già lo aveva nota...
Post
28/03/2014 15:55:05
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

IL POZZO DEI DESIDERI

28 marzo 2014 ore 15:36 segnala

LA PORTA DEL CUORE
Il desiderio ha una sola età e non si modifica negli anni. E come tali noi siamo i creatori della nostra realtà.

Con il nostro pensiero creiamo la realtà che viviamo ogni giorno . Facciamo che l'anima sia il nostro pozzo dei desideri, l'unico specchio dei nostri pensieri. Riapriamo la porta del nostro cuore,e colmiamolo di nuove e infinite emozioni.

Il viaggio che faremo in un mondo senza odio e rancori ,un luogo che carpisce fallimenti e che da essi possiamo costruire giorni intensi di successi e riscatti.
La felicità, in fondo, cos'è? È un attimo, già nell'istante in cui la raggiungiamo, non è più nostra . Afferriamo tutto l'azzurro del cielo e..
DEPOSITIAMOLO NEL NOSTRO CUORE .Lina Viglione .
****************************
AMO LA VITA
Per noi l'oggi ben vissuto ci rende ogni ieri un giorno di felicità, e ogni domani una visione di speranza. Questi cambiamenti delineano la nostra esistenza e ci Accompagneranno per tutta la vita. Oggi gioiamo per ciò che ci dà , domani per ciò che ci toglie. Quando non è vero il contrario...

possiamo solo chinare la testa e guardare avanti con positività e ottimismo ma l'artiglieria pesante della vita ci sorride di compassione. Possiamo credere di avere in pugno il nostro destino ma sappiamo che non è così.
Ma nonostante tutto Amiamo questa la vita! Serenamente apriamo e chiudiamo con attenzione le nostra parentesi e coltiviamo il nostro giardino convinti che del resto l'incoscienza...
NON E' IN ASSOLUTO UNA CATTIVA COMPAGNA DI VITA .Lina.Viglione.
***************
LE LANCETTE DELL'OROLOGIO
Se la vita fosse come un film, non dovremmo avere paura di invecchiare. Non per niente le cose migliori capitano tutte verso la fine, e forse non saranno i nostri buoni propositi a far cambiare il mondo, ma per noi è un buon inizio.

A volte basta semplicemente pensarci prima. E' inutile tirare indietro le lancette di un orologio tanto il tempo non torna mai. Allora guardiamo avanti con nuovi propositi che crescono e lievitano e diventano sogni, e un giorno chissà ...
FORSE ANCHE REALTA' Lina Viglione
e62b5087-2709-4758-a244-74f1490b6b8a
« immagine » LA PORTA DEL CUORE Il desiderio ha una sola età e non si modifica negli anni. E come tali noi siamo i creatori della nostra realtà. Con il nostro pensiero creiamo la realtà che viviamo ogni giorno . Facciamo che l'anima sia il nostro pozzo dei desideri, l'unico specchio dei nostri p...
Post
28/03/2014 15:36:12
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
  • commenti
    comment
    Comment
    1

BRAVI O CATTIVI?

28 marzo 2014 ore 15:07 segnala

BUONI O CATTIVI?
A questa domanda arrivo alla conclusione che ognuno di noi ha una parte buona ed una cattiva, c'è chi la manifesta più frequentemente e chi invece riesce a controllarla o reprimerla.

Ma anche in base alle proprie esperienze sappiamo cosa è più giusto far prevalere. Per tanto non sono d'accordo quando si dice che cattivi si nasce,ci si può anche diventare per che probabilmente anche gli eventi possono cambiare la nostra vita e farci diventare amorali .

Ma se poi prevale che cattivi si nasce , direi che anche i buoni sanno esserlo e sono i peggiori cattivi quando lo diventano .
Impediamoci di diventare cattivi. Impediamo ai dolori di usare il rancore come una lama per colpire - finché c'è ...tempo. Perdoniamo e perdoniamoci...
ESSERE BUONI E' RICONOSCERE CON SEMPLICITA' CHE VERAMENTE BUONO E' SOLO DIO .Lina.Viglione.
***************************
I CATTIVI E I BUONI
Il parere dei saggi ( che condivido) e che i cattivi e i malvagi sono sempre stati protagonisti nella storia della letteratura. William Shakespeare non avrebbe potuto scrivere meravigliose tragedie se non si fosse servito di malvagi come Iago in “Otello” o Lady in “Macbeth”.

Così come ” I promessi sposi” di Manzoni non sarebbero stati tali senza la cattiveria don Rodrigo e ” Cuore” di De Amicis non ci avrebbe fatto versare fiumi di lacrime se non avesse raccontato il terribile Franti.

Senza dimenticare le malvagie matrigne di Biancaneve e Cenerentola.La triste verità però è che molto del male viene compiuto da persone che non si decidono mai ...
SE ESSERE BUONI O CATTIVI .Lina Viglione
*************************
NESSUNO E PERFETTO
Prediligo pensare fino a dove può arrivare la solidarietà delle persone,perchè solo pensando alla soavità , alla Sensibilità e all'amore verso il prossimo che si può cercare di creare qualcosa nello stesso modo buono, reale e Umano.

La cattiveria è una componente necessaria della natura Umana, perchè solo in cospetto di essa si può venerare ed elogiare la benignità d'Animo di ogni Esseri Umani. Se non ci fosse la cattiveria non ci sarebbe la Bontà, e se non ci fossero esseri umani cattivi non proveremmo stima ed venerazione per ogni essere umano buono ..
DEGNI DI ESSERE DEFINITI UMANI . Lina Viglione .
d8e321df-93de-4001-bc88-5182b67a0d4a
« immagine » BUONI O CATTIVI? A questa domanda arrivo alla conclusione che ognuno di noi ha una parte buona ed una cattiva, c'è chi la manifesta più frequentemente e chi invece riesce a controllarla o reprimerla. Ma anche in base alle proprie esperienze sappiamo cosa è più giusto far prevalere....
Post
28/03/2014 15:07:47
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    3

PER AMORE SOLO PER AMORE

28 marzo 2014 ore 14:58 segnala

ASCOLTARE IL CUORE .
Facciamo spazio nel nostro cuore e viviamo il presente .Apriamo la finestra della nostra buia soffitta al mondo, e facciamo filtrare la sua luce . Respiriamo la sua magia, e disintossichiamo la nostra anima dai veleni di un passato ormai lontano .

Non vendiamo la felicità al prezzo di un sorriso malinconico, la dove senza spese si offre, e sorridiamo la dove il nostro cuore ci sorriderà.Noi siamo persone meravigliose, sopra ogni dire. Lottiamo incessantemente, senza remore, affinché anche l'impossibile possa diventare possibile.Viviamo l'oggi senza aspettare domani . Cogliamo l'attimo adesso, e facciamo sbocciare...
IL FIORE DELLA VITA .Lina Viglione
*********************
LA NOSTRA OMBRA
La vita è un viaggio, e quando invece di sorriderci ci spinge ad abbatterci, noi lottiamo.Sorridiamo al mondo e prima o poi la vita migliorerà!
Arrenderci mai .

Possiamo esplorare la terra in tutti i suoi meandri per acquisire conoscenze, ma dobbiamo viaggiare nel nostro essere, per avere il sapere che illumina il cammino.E se nel nostro pelligrinare lasceremo qualche ombra,è perché con audacia ci siamo.
MOSSI NELLA SUA LUCE .Lina Viglione
36c6b038-f10f-445c-af5e-e36cb2bb7216
« immagine » ASCOLTARE IL CUORE . Se vivessi in un mare di piacere mi lascerei trascinare ben presto in basso e stordirmi e in esso annegherei . Ma se dovrei annegare nel dolore cercherei di tenermi bene a galla e mai lasciarmi andare !Voglio assomigliare a una minuscola e brillante goccia che ca...
Post
28/03/2014 14:58:36
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
  • commenti
    comment
    Comment
    1