.

17 luglio 2009 ore 04:16 segnala

OGNI RIFERIMENTO A COSE,FATTI,NIK,O PERSONE è PURAMENTE CASUALE)

POESIA


L'IDIOTA


CARO IL MIO IMBECILLONE LO SAI CHE SEI UN GRAN COGLIONE?

FAI SEMPRE IL GRAN GASATO COME MAI NON TI HANNO ANCORA BANNATO?

CHISSà QUANTI CULI HAI LECCATO!
MA PERCHè NON MI HAI ANCORA DENUNCIATO?
MA VAI A CAGARE IN UN BEL PRATO!


VIENI A TROVARMI IN CARROZZELLA
INTANTO MI SUCCHI LA CAPPELLA.
BEVI NETTARE PRODIGIOSO
COSì DI NOTTE NON BAGNI IL LENZUOLO


CAGHI SENTENZE IN OGNI MOMENTO
A TUTTI GLI UTENTI TU DAI IL TORMENTO
LO SAPPIAMO è IL TUO GODIMENTO
E LA MAGA TI LAVA IL PAVIMENTO
MA TU VOMITI MERDA IN OGNI MOMENTO
E QUINDI DI PIETRO NON è CONTENTO..........

.

17 luglio 2009 ore 04:13 segnala
[quote][b]RitornaTatanka scrive:[/b]
RE: L'ULTIMA DICHIARAZIONE DI BERLUSCONI
PUOI CHIEDERE CONFERMA AI MODEATORI CHE NON HO MAI CHIESTO LORO DI CANCELLARE O BANNARE NESSUNO....[/quote]..

ip

17 luglio 2009 ore 04:08 segnala
 Indirizzo IP
Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

Un Indirizzo IP è un numero che identifica univocamente un dispositivo collegato a una rete informatica che comunica utlizzando lo standard IP (Internet Protocol.

Concetti generali

Un indirizzo IP può essere visto come l’equivalente di un indirizzo stradale o un numero telefonico riferito a dispositivi collegati ad una qualsiasi rete telematica. Infatti, così come un indirizzo stradale o un numero telefonico identificano rispettivamente un edificio o un telefono, un indirizzo IP identifica univocamente uno specifico computer o dispositivo di rete. Gli indirizzi IP possono essere assegnati localmente per realizzare una LAN (Local Area Network), come succede con la numerazione degli interni di un edificio. Ma, al contrario degli indirizzi stradali, gli indirizzi IP possono mutare il loro valore a seconda di molti fattori (diversa LAN, indirizzamento dinamico) o a seconda della volontà dell’utente.

Più esattamente l’indirizzo IP viene assegnato a una interfaccia (ad esempio una scheda di rete) che identifica l’host di rete, che può essere un personal computer, un palmare, un router, elettrodomestici in generale, ecc. Va considerato, infatti, che un host può contenere più di una interfaccia: ad esempio, un router ha diverse interfacce (minimo due) e per ognuna occorre un indirizzo IP.

Gli indirizzi IP pubblici e i range di indirizzi sono rilasciati e regolamentati dall’ICANN tramite una serie di organizzazioni delegate. Tuttavia è da tener presente che a livello mondiale e nazionale i primi provider di connessione Internet si sono accaparrati un numero non controllato di indirizzi IP. Ciò ha portato a prevedere la terminazione degli indirizzi entro pochi anni dall’uscita del protocollo e, per ovviare a tale disagio, si è proceduto alla ridefinizione della versione 6 del protocollo IP (attualmente la versione largamente in uso è la 4). Tale versione è basata su indirizzi a 128 bit anziché a 32 e ciò permetterà l’assegnazione di un numero decisamente maggiore di indirizzi; si suol dire, a tal proposito, che nel mondo esisteranno più indirizzi IPv6 (IP versione 6) che molecole nell’universo. Ma la difficile implementazione a livello globale dell’IPv6 ha portato all’introduzione di nuovi concetti che hanno rivoluzionato la teoria delle reti. Vanno citati l’abbandono del concetto di classi di indirizzi IP e l’utilizzo sempre maggiore di indirizzi classless (privi del concetto di classe), il subnet mask, la riorganizzazione gerarchica degli indirizzi mediante utilizzo massivo di NAT.

Visualizzare gli indirizzi IP

Per conoscere il proprio indirizzo IP, subnet mask e gateway nei sistemi basati su Linux (Ubuntu,Debian,Fedora etc) è sufficiente aprire una shell e digitare il comando ifconfig.

Nei sistemi operativi Microsoft Windows, il comando ipconfig non è installato ma opzionale, contenuto nella cartella\Support\Tools nel CD di installazione. Per installarlo, un doppio click sul file suptools.msi.

Ora, da Start/Esegui, digitando "command" potete aprite una finestra DOS e lì digitare "ipconfig".

"ipconfig/all" mostra anche la subnet mask e il gateway, predefinito, utili in particolare per la connessione a una rete locale. In alternativa, esiste il comando "NETSTAT": "NETSTAT /?" mostra tutte le opzioni; in particolare, "NETSTAT -n" mostra alla sinistra il proprio indirizzo IP e le porte utilizzate in locale, e a destra gli IP a cui si è collegati e a quali porte remote.

Chi naviga utilizzando un router usando tale comando visualizzerà le informazioni relative al proprio router e non alla connessione internet. In questo caso bisogna andare su un sito predisposto per la visualizzazione degli indirizzi ip. Uno di questi è

Domain Name System
Per approfondire, vedi le voci Domain Name System e Risoluzione DNS inversa.

Il DNS è un servizio di directory utilizzato per la risoluzione dei nomi dei server da indirizzi logici e testuali (URL) in indirizzi IP. Questa funzione è essenziale per l’usabilità di Internet, visto che gli esseri umani hanno più facilità a ricordare nomi testuali, mentre i dispositivi di instradamento (interfacce di rete e router di livello 2 e superiore) lavorano su indirizzi binari. Permette inoltre ad una qualsiasi entità di cambiare o riassegnare il proprio indirizzo IP, senza dover notificare tale cambiamento a nessuno, tranne che al proprio server DNS di riferimento.

Un’altra delle peculiarità del DNS è quella di consentire, ad esempio ad un sito web, di essere ospitato su più server (ognuno con il proprio indirizzo IP), con una conseguente divisione del carico di lavoro.

Ad esempio, www.wikipedia.org viene risolto in 91.198.174.2.

Indirizzamento IP statico e dinamico

Gli indirizzi IP possono essere assegnati in maniera permanente (per esempio un server che si trova sempre allo stesso indirizzo) oppure in maniera temporanea, da un intervallo di indirizzi disponibili.

Indirizzi dinamici

Gli indirizzi dinamici vengono utilizzati per identificare dispositivi non permanenti in una LAN. Un server DHCP presente nella LAN assegna dinamicamente e automaticamente l’indirizzo scegliendolo casualmente da un range preimpostato. Si può scegliere l’intervallo di indirizzi a seconda del numero delle utenze della rete impostando la netmask, ossia dicendo al server DHCP quanti bit dell’indirizzo sono assegnabili dinamicamente a ogni singolo client che fa accesso. Per esempio, se la netmask ha valore 255.255.255.0 (dove ogni blocco separato da puntini denota un gruppo di 8 bit) solo gli ultimi 8 bit sono assegnabili agli host. Gli Internet Service Provider (ISP), per esempio, utilizzano un numero di indirizzi assegnabili ristretto per una vasta clientela facendo leva sul concetto che non tutti i client saranno connessi nello stesso momento. Questo sistema viene utilizzato soprattutto per gli accessi dial-up, Wi-fi o in qualsiasi altro accesso temporaneo permettendo, per esempio a un portatile, di connettersi a un’ampia varietà di servizi senza la necessità di dover conoscere i dettagli di indirizzamento di ogni rete.

Indirizzi statici

Gli indirizzi statici vengono utilizzati per identificare dispositivi semi-permanenti con indirizzo IP permanente. I Server utilizzano tipicamente questo metodo di indirizzamento. L’indirizzo statico può essere configurato direttamente sul dispositivo, oppure come parte di una configurazione DHCP che associa all’Indirizzo MAC il corrispondente indirizzo IP statico.

Versioni

Oggigiorno sono presenti due tipi di indirizzo IP che si basano dai protocolli IPv4 e IPv6. La versione attualmente in uso è la v4 poiché la v6 presenta non indifferenti problemi di attuazione

IPv4
Per approfondire, vedi la voce IPv4.

L’indirizzo IPv4 è costituito da 32 bit (4 byte). Viene scritto con 4 numeri decimali che rappresentano 1 byte ciascuno (quindi ogni numero varia tra 0 e 255) separati dal simbolo "punto". Un esempio di indirizzo IPv4 è 195.24.65.215.

IPv6
Per approfondire, vedi la voce IPv6.

L’indirizzo IPv6 è costituito da 128 bit (16 byte), viene descritto da 8 gruppi di 4 numeri esadecimali che rappresentano 2 byte ciascuno (quindi ogni numero varia tra 0 e 65535) separati dal simbolo "due punti". Un esempio di indirizzo IPv6 è 2001:0DB8:0000:0000:0000:0000:0000:0001, che può essere abbreviato in 2001:DB8::1 (i due punti doppi stanno a sostituire la parte dell’indirizzo che è composta di soli zeri consecutivi. Si può usare una sola volta, per cui se un indirizzo ha due parti composte di zeri la più breve andrà scritta per esteso).

I dispositivi connessi ad una rete IPv6 ottengono un indirizzi di tipo unicast globale vale a dire che i primi 48 bit del suo indirizzo sono assegnati alla rete a cui esso si connette, i successivi 16 bit identificano le varie sottoreti a cui l’host è connesso. Gli ultimi 64 bit sono ottenuti dall’indirizzo MAC dell’interfaccia fisica. Per una descrizione più dettagliata consultare IPv6.
La raccolta dei dati

Attraverso gli indirizzi IP è possibile arrivare alle generalità degli utenti, sia pure con le incertezze date dai limiti di una non completa corrispondenza biunivoca. Un soggetto che riteneva violato il proprio diritto d’autore aveva inviato diffide ai titolari degli IP. Il tribunale di Roma ha ritenuto che tale prassi violava la tutela della privacy che è norma di rango superiore

renderMessage("ctl00_MainPageContent_rptMessages_ctl08_Body"); Rispondi al messaggio function showMoodPreview(id, mood, baseurl) { var e = document.getElementById(id); if (mood == "") mood = "none"; if (e != null) { e.src = baseurl + mood + ".gif"; e.alt = mood; } } Prima di scrivere un messaggio assicurati di aver preso visione del regolamento del forum.

Autore objR('BID10962156');  Scrivi a kkirc  Cancella picar1, scrivi un nuovo commento function initClientBlogService() { var url = "http://blog.chatta.it/picar1/10818807/POESIA.aspx?tp=&act=w"; var key = "44035E095600464C4004420B4001510E00070F444A0C46031009561A41025C00431D47071F4701060F434601"; ClientBlogService.init( url, key ); } BaseLibrary.addPageStartupEvent( initClientBlogService ); Scrivi un commento

picar1 Età: 59 anni
Sesso: uomo

Motto:
""

Info blog

Aggiungi ai blog che leggo Chi legge questo blog (0) Rss nuovi post var addthis_pub = "chattait"; var addthis_language = 'it'; var addthis_brand='Chatta.it'; var addthis_logo = 'http://res.chatta.it/style/img/logo-chatta.gif'; var addthis_options = 'favorites, email, facebook, delicious, myspace, google, live, segnalo, technorati, digg, more';

Archivio:
  • Maggio 2009 (2)
  • Indice completo post
Cerca nei blog if(window.Adv){Adv.FillSlot("200x200_MID");}
La responsabilità del contenuto di questo blog è dell'autore: picar1
//Fix CSS Background Error function levellingCenterDiv() { var om = document.getElementById("blogmenu"); var om2 = document.getElementById("blogmenusec"); var oc = document.getElementById("content"); h1 = om.offsetHeight; h2 = om2.offsetHeight; h3 = oc.offsetHeight; var h4 = 0; if (h1 > h4){h4 = h1} if (h2 > h4){h4 = h2} if (h3 > h4){h4 = h3} oc.style.height = h4 + 20; } levellingCenterDiv(); if (window.BaseLibrary && BaseLibrary.onPageStartup) { BaseLibrary.onPageStartup(); }; var adlSite = 'chatta.it'; var adlZone = 'ros'; var adlPro = window.location.protocol == 'https' ? 'https:' : 'http:'; if (typeof getAdLinkAdTag !='function'){ document.write(''); } GA_googleAddAdSensePageAttr("google_color_border", "FFFFFF"); GA_googleAddAdSensePageAttr("google_color_bg", "FFFFFF"); GA_googleAddAdSensePageAttr("google_color_link", "FF6611"); GA_googleAddAdSensePageAttr("google_color_url", "324373"); GA_googleAddAdSensePageAttr("google_color_text", "324373"); if (window.Adv && window.Adv.x300x250_MID ) { Adv.FillSlot("300x250_MID"); } if (window.Adv && window.Adv.x728x90_TOP ) { Adv.FillSlot("728x90_TOP"); } if (window.Adv && window.Adv.x728x90_MID ) { Adv.FillSlot("728x90_MID"); } if (window.Adv && window.Adv.x160x600_LEF ) { Adv.FillSlot("160x600_LEF"); } if (window.Adv && window.Adv.x200x200_MID ) { Adv.FillSlot("200x200_MID"); } if (window.Adv && window.Adv.x728x90_BOT ) { Adv.FillSlot("728x90_BOT"); }
--> if (window.YServiceJs && YServiceJs.IsAdvLoaded()) { document.write(""); document.write(""); } //log impressions if(typeof(objAdvList)=="undefined"){var prLog="";}else{var prLog="1";} if ( window.YServiceJs && YServiceJs.TraceDebug && prLog != "" && objAdvList.length>0 ) document.write(''); var gaJsHost = (("https:" == document.location.protocol) ? "https://ssl." : "http://www."); document.write(unescape("%3Cscript src='" + gaJsHost + "google-analytics.com/ga.js' type='text/javascript'%3E%3C/script%3E")); try { var pageTracker = _gat._getTracker("UA-7005272-1"); pageTracker._setDomainName(".chatta.it"); pageTracker._trackPageview(); } catch(err) {} if(window.WebMessengerConfiguration && WebMessengerConfiguration.EnableOnPageLoad) { document.write(""); document.write(""); }

denuncio tutti

10 maggio 2009 ore 03:42 segnala
lasciatemi stare altrimenti denuncio tutti