Nei meandri dei ricordi

18 ottobre 2021 ore 12:13 segnala
Ho trovato questo ricordo tra le tante cose che ho scritto e ancora mi fa male e mi ferisce il cuore

IL DILEMMA DELLA VITA

12 ottobre 2021 ore 21:58 segnala
Non so dove ho letto queste parole ma sono stupende e fanno molto riflettere.



Nel grembo di una donna incinta si trovavano due bambini,uno chiede all'altro:
-Credi nella vita dopo il parto?
-Certo che si,qualcosa deve esistere dopo il parto,forse siamo qui perche abbiamo bisogno di prepararci a ciò che saremo piu tardi.
-Sciocchezze!Non c'è nessuna vita dopo il parto. Come sarebbe questa vita?
-Non lo so, ma sicuramente... ci sarà piu luce di qui,magari camminiamo con i nostri stessi piedi e ci nutriamo dalla bocca.
- E' assurdo! Camminare è impossibile e mangiare dalla bocca è ridicolo,il cordone ombelicale è dove ci nutriamo. Ti dico una cosa: la vita dopo il parto è esclusa,il cordone ombelicale è troppo corto.
- Beh, credo che ci debba essere qualcosa. E forse è solo un po ' diverso da quello che siamo abituati ad avere qui.
- Ma nessuno è mai tornato dall'aldila,dopo il parto. Il parto è la fine della vita,e alla fine, la vita non è altro che un'angosciante esistenza nell'oscurita che non porta a nulla.
-Beh, non so esattamente come sarà dopo il parto, ma sicuramente vedremo mamma e lei si prendera cura di noi.
- Mamma? Credi nella mamma? E tu dove credi che sia?
- Dove,in tutto il nostro intorno,in essa e attraverso essa è come viviamo,senza di lei tutto questo mondo non esisterebbe.
- Beh, io non ci credo! Non ho mai visto mamma, quindi è logico che non esista.
- Beh, ma a volte, quando stiamo in silenzio, puoi sentirla cantare o sentire come accarezza il nostro mondo. Sai?... Penso che c'è una vita reale che ci aspetta e che ora ci stiamo solo preparando per lei...
dbe66e2e-0ec2-4e52-9b31-d051e62ae0e4
Non so dove ho letto queste parole ma sono stupende e fanno molto riflettere. « immagine » Nel grembo di una donna incinta si trovavano due bambini,uno chiede all'altro: -Credi nella vita dopo il parto? -Certo che si,qualcosa deve esistere dopo il parto,forse siamo qui perche abbiamo bisogno di...
Post
12/10/2021 21:58:13
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

L'ODORE DI LORY di Giovanni de Martis

28 settembre 2021 ore 11:32 segnala
Ogni tanto amo rileggere pensieri e racconti belli fatti per me e non da me e questo racconto direi che è un regalo dal valore immenso, scritto da un uomo meraviglioso che non c'è più, amico discreto e segretamente innamorato . La sua mente e la sua intelligenza sovrastava tutto e anche lui come la gran parte di uomini che mi hanno affascinata era stranamente più giovane ma a quel tempo io avevo la mente ottusa per riuscire a comprendere l'importanza del cervello e non di un numero anagrafico

Il racconto breve
GIOVANNI DE MARTIS
A: lory

L'odore di Lory.

Bambole, pelouche, cuscini. Ricorderai la stanza. Ricorderai che sembrava un qualcosa che avvolgesse come una cosa morbida e impalpabile. Quando succede c'è sempre un momento in cui si rimane soli. Sono quei momenti che ti lasciano il tempo di farti delle domande. Ci sono anzitutto gli odori. C'è l'odore della donna che ti è stata a fianco. Ed ognuna lascia un odore differente. Alcune hanno come un odore di agrumi e sono quelle che si sono ascoltate mentre stavano insieme a te. Sono donne che attraversano la vita con invisibili scarpe dal tacco alto e amano sapere di essere. Essere, senza una qualche coscienza. Quando senti l'odore di agrumi finira' presto. Altre lasciano nella stanza un odore che assomiglia al pesco. Qualcosa di farinoso e dolce come una crema. Mentre respiri quel profumo di là, nel bagno, stanno pensando cosa stai pensando di loro, che raffronti avrai fatto, si vergognano non sanno bene di che. L'odore di pesco è l'odore delle donne che amano soffrire e sarà una storia che avrà lampi di felicità soltanto se ci saranno lacrime abbondanti e insicurezze da spargere sul tappeto.
Tutte le donne chi più, chi meno lasciano profumi dopo l'amore. Profumi che senti con la colonna sonora dell'acqua della doccia che scende. Non rimani a ripensare a quel particolare, a quel gesto, a quel gemito. Chiudi gli occhi e respira il profumo che ti ha lasciato. In fondo quel profumo è un piccolo strappo nella tela del futuro, una piccola apertura per capire l'anima di chi sta lavando via da sé il profumo che le hai lasciato.
In quella stanza piena di cose morbide il profumo di Lory sapeva di miele. Di quel miele che non è dolcissimo, che ha qualcosa di asprigno in fondo. Era un odore pieno di pensieri.
Tutto il morbido che c'era intorno era una parte di Lory che odorava di miele. Quelle bambole, quei pelouche. Se la respiravi e guardavi intorno capivi che Lory stava dicendo qualcosa. Sembrava che tutt'intorno fosse esplosa una specie di bolla piena di affetto e si fosse espansa, avesse trasbordato ogni limite. Quel pelouche lì comprato chissà dove era un momento in cui Lory si sentiva sola. Quell'altro di quel coloro più intenso doveva essere un momento in cui aveva voluto uno sguardo d'affetto che non era venuto.
L'odore del miele e tutte queste cose morbide intorno. Ti sforzi di capire quanto amore Lory deve aver distribuito sino a riempire la stanza, se stessa.
E ripensi a quelle stanze essenziali e leggermente spigolose dove vive la maggior parte della gente. Pensi a tutte le stanze che hai visto. Poi mentre senti che la doccia di là scorre chiudi gli occhi e ripiombi nella tua stanza. Pelouche, orsacchiotti. Quell'orsacchiotto che aveva il braccio scucito, marrone di pezza e un occhio strano che sembrava come un occhio con una cataratta. Il nero troppo circondato dal bianco diverso dall'altro. Anche l'orecchio era un po' malconcio. Che ci facevi ?
C'erano momenti di buio e la saracinesca era sempre con le stecche un po' aperte e la luce della notte entrava come sciabole dalle fessure. E si creava una penombra e tutte le cose assumevano forme strane e terribili. Quella giacca appoggiata alla sedia aveva la forma di un gatto cattivo e malizioso. Quel profilo dell'armadio era un gigante e quel comò certamente un orco ingobbito che si avvicinava.
Allunga la mano.
L'orsacchiotto scucito e con l'occhio strano non lo vedi nel buio ma lo tocchi e lo senti. E' morbido e ti fa sentire meno solo. Sta tra te e tutto questo mondo che vive nella penombra. Sentirlo vicino lo fa diventare un amuleto. Tiene gli occhi aperti per te e puoi dormire. Fino a domani quando la luce sarà più intensa e sentirai i passi di tua madre che viene ad alzare la saracinesca e a liberare le promesse di un giorno nuovo di zecca. Quel giorno che sembrerà non avere fine come tutti i giorni dei bambini.
Apri gli occhi. Cerchi una sigaretta. La fiamma brucia un po' di ossigeno intorno a te e segui questo fumo azzurrino che si distribuisce a caso a metà della stanza e ristagna. Il tabacco che brucia nasconde l'odore di miele di Lory e ti fa uscire dai ricordi . Ma poi, in fondo cosa c'è mai da ricordare? Che c'è stato un tempo in cui bastava il pelouche per non avere paura. Il tempo in cui i mostri arrivavano solo di notte e scomparivano all'alba. Un tempo in cui tutto aveva una promessa e le strade avevano sempre un angolo verso il quale correre e vedere cosa c'era dietro.
L'odore di miele del corpo di Lory sembra una promessa che ci sia ancora quel mondo. Anche se hai imparato che le strade vanno percorse piano, accostati alle mura delle case, un fianco coperto per soffrire meno. Anche se sai che le strade sono spesso piene di pioggia e sconnessioni e nessuno ti sorriderà incrociandoti sotto una pioggia fina che non ti lascia andare il cuore. Anche se lo sai perfettamente l'odore di miele di Lory sta lì.
Come una pellicola protettiva, come una carezza che non ti aspettavi, come una tazza di caffè che al mattino ti scalda e ti riavvia dopo i misteri del sogno. L'odore di Lory sta lì come qualcosa che ti difende e che ti dice "guarda, quanto amore che lascio intorno a me". E tu sai che sarebbe bello richiudere gli occhi e sentirla uscire e tenere gli occhi chiusi sino a che non si è distesa accanto a te. Fino a che quell'odore di miele diventa una mano che ti sposta i capelli.
Ma rimarrai con gli occhi aperti aspettando che la realtà e il suo odore di pioggia battente ti sveglino dai sogni. E poi te ne andrai tu che odori di nebbia e vivi tra una battuta e l'altra come nebbia tra la pioggia.
Le donne come Lory sono come dei porti che dopo tanto viaggiare non ti aspetti. Porti fragili da ricordare che è meglio non riempire di nebbia. Le donne che come Lory portano odore di miele sono piccole benedizioni tra la pioggia, non bisogna andarsene lasciando lacrime. Non lo meritano.
Accosti piano la porta e fuori già piove e non smetterà.
.
8339a7cd-6845-4cd1-8958-0962df5bd048
Ogni tanto amo rileggere pensieri e racconti belli fatti per me e non da me e questo racconto direi che è un regalo dal valore immenso, scritto da un uomo meraviglioso che non c'è più, amico discreto e segretamente innamorato . La sua mente e la sua intelligenza sovrastava tutto e anche lui come la...
Post
28/09/2021 11:32:04
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

ANIME GEMELLE ?

27 settembre 2021 ore 14:21 segnala
.........
continuo a fissare inebetita il monitor, sono spettinata come sempre, scalza e con una felpa che non ho il coraggio di buttare via perchè mi avvolge come in un tiepido abbraccio, la musica è la mia compagna , il mio gattino ha il suo musetto dolce appoggiato sul mio piede nudo ed io non ho il coraggio di spostarmi per non svegliarlo mentre la mia cagnolina è accucciata accanto a me, dolce amica fidata. Questa scena si ripete molto spesso perchè io amo stare cosi, senza tempo, immersa nei miei pensieri alcuni reali altri invece vagano per gli spazi interminabili dell'universo, saltano da una dimensione all'altra per il solo gusto di vivere. Sto pensando continuamente ad un uomo dolcissimo, non all'uomo al quale ho sempre dedicato centinaia di miei pensieri ma un giovane uomo conosciuto in chat, un uomo avvolto da una coltre di mistero che nello stesso momento ha saputo trasmettermi sensazioni belle e già conosciute.La curiosità di approfondire la sua conoscenza è iniziata perchè sembrava sapesse tutto di me ,ogni mio piccolo pensiero o tormento e le ore e le giornate in chat ma soprattutto al telefono sono trascorse senza lo scandire del tempo perchè il raccontarsi ci ha fatto perdere la dimensione della realtà.Nelle nostre conversazioni ho sentito il suo profumo, la sua pelle calda e le carezze amorevoli e dolci.
Amo sentire la sua voce rassicurante e pacata, mi porta via con la mente e mi affascina ogni giorno di più ma sento che è impaurito, lo so,sono una donna particolare sempre come un fiume in piena, un uragano, uno tzunami ed è anche vero che è molto difficile coinvolgermi in situazione particolari perchè i miei muri di difesa sono sempre molto alti ma lui....non so chi sia e ci riesce al solo parlarmi.La sua anima ha vagato per chissà quanto tempo nell'universo a cercarmi fino a che è arrivato a destinazione con un semplice ...ciao Lory... ma l'anima lo può fare senza problemi finchè viaggia nello spazio poi quando rientra nel corpo lo scombussola perchè non può più decidere quello che lei vuole.
Siamo convinti sempre di più di essere due anime gemelle che si sono cercate da sempre consapevoli che dopo esserci incontrati potremmo salutarci cadendo in disperazione dal dolore della separazione ma non sempre le anime gemelle possono restare eternamente insieme, sarebbe troppo bello, sarebbe la perfezione. Ho lunghi vuoti di silenzio che non riesco a riempire e mi chiedo cosa c'è che mi ribolle nel cuore, è la voglia di stare sempre con lui in ogni istante della giornata , sento il bisogno della sua voce calma e pacata mentre nelle lunghe notti buie se non mi chiama dormo con un piccolo cuscinetto morbido stretto fra le mani in cerca di quel contatto che vorrei fosse reale e tutto mio.L’empatia è intesa, sentiamo la sofferenza dell'altro e proviamo le stesse emozioni anche nelle piccole cose insignificanti. Sento di aver voglia di essere il meglio di me stessa per poi chissà forse progettare qualcosa di bello ma a che serve parlare lui lo sa perchè è quello che prova allo stesso modo.Cerco di allungare le braccia per cercare lui, ma lui non c'è . Chi sei? è la domanda che continuo a fargli come un mantra e lui mi risponde con il suo nome ma io non ci credo è impossibile che sia arrivato fino a me perchè è la mia parte interiore vista allo specchio , due fiammelle identiche. Cosa sarà di questa strana coincidenza io non lo so ma vorrei vivere ogni istante bello e accudire la sua anima che ha percorso l'infinito pur di raggiungermi.Domani? non lo so ma so che darò una risposta alla sua
domanda.
8fa47fa9-fee8-439e-b928-036fc0ed3b92
.........continuo a fissare inebetita il monitor, sono spettinata come sempre, scalza e con una felpa che non ho il coraggio di buttare via perchè mi avvolge come in un tiepido abbraccio, la musica è la mia compagna , il mio gattino ha il suo musetto dolce appoggiato sul mio piede nudo ed io non ho...
Post
27/09/2021 14:21:43
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

SILENZIO INTORNO A ME

28 agosto 2021 ore 12:55 segnala
Tutto intorno ho silenzio, non sento i cani abbaiare, non sento il rumore delle macchine che arano o tagliano l'erba dei campi, c'è il nulla e mi rendo conto quanto io odio il silenzio. E'un tormento che mi fa pensare a cose brutte, ad un rifiuto, mi fa sentire sbagliata e non lo percepisco come un momento di riflessione ma di disagio e qualche volta di paura. Non sto bene avvolta dal silenzio , è come se avessi delle piccolissime spine che mi pungono dappertutto e infatti cerco la musica per farmi compagnia e per allontanare pensieri strani e forse troppo profondi, ma questa è la mia vita,è passato il tempo dove sentivo le voci dei bambini a rendere gioioso ogni attimo, non c'è più nessuno o quasi della mia famiglia dove ogni scusa era buona per fare festa e cagnara,non sento più il profumo dei dolci appena sfornati o delle pentole che erano un concerto vivace di vita, non c'è più nessuno accanto a me che nei silenzi mi teneva stretta e mi sussurrava parole d'amore. A volte mi guardo intorno e c'è una staticità che mi spaventa e non mi piace proprio. C'è poi il silenzio delle persone che alcune lo definiscono portatore di mille sentimenti e cose belle, parole che non si ha il coraggio di pronunciare o pensieri mai detti per me invece è solo una punizione, una sofferenza del non sapere , il silenzio, questa sensazione che mi fa sentire ancora più sola.
8ad182ff-e0e4-4cd7-8331-8a2fddebfc5f
Tutto intorno ho silenzio, non sento i cani abbaiare, non sento il rumore delle macchine che arano o tagliano l'erba dei campi, c'è il nulla e mi rendo conto quanto io odio il silenzio. E'un tormento che mi fa pensare a cose brutte, ad un rifiuto, mi fa sentire sbagliata e non lo percepisco come un...
Post
28/08/2021 12:55:35
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    1

Immenso amore della mia lunga vita

26 agosto 2021 ore 11:29 segnala
...quella tristezza infinita che ti prende mentre le lacrime escono e solcano il viso e non sanno dove andare, rivedo un video dove tutto mi parla di lui,cavalli che corrono liberi con le criniere al vento, immensi spazi dove non esitono desideri brutti ma solo calma, aria,vento, pioggia forse il niente o forse il tutto. Mi risuonano nella testa le frasi uniche, parole che devastano il cuore e rubano l'anima, momenti indimenticabili, un bacio,una spiaggia, una carezza, uno sguardo per descrivere tutto l'amore che c'è dentro al cuore, all'anima e a me stessa. Voglia di infinito senza tempo nè luogo,voglia di aprire le braccia verso il cielo, verso gli infinitio spazi, lui, ancora lui. Nella mia vita non ho mai provato una felicità simile poi martoriata e seguita da un dolore lancinate, devastante, distruttivo nel rendermi conto di averlo perso. Mi chiedo ancora perchè, ma guardo fuori dalla finestra, le foglie che nel tempo hanno cambiato colore, è passato un altro inverno, la primavera e l'estate ormai sta finendo e lui......non mi vuole nemmeno parlare , mi legge e non mi ascolta. La mia voce non ha un suono ma è solo un insistente pensiero che non vuole andare via e mi chiedo ancora il perchè sono qui a scrivere sulle pagine bianche di una chat invece che stare fra le sue forti braccia a sognare, a sentire quel cuore che ha battuto forte per me, che mi ha amata, che mi ha fatto conoscere un sentimento che nome non ha. Sono stata una donna senza anima perchè lei ha scelto sempre lui e non me e nonostante i miei sforzi di scappare e allontanarmi mi rendo conto che non è possibile, resterà un'eterno amore che si perderà nell'universo , un'energia che spero arrivi ad una donna che possa provare quello che ho provato io dopo anni vissuti combattendo le battaglie anche pesanti che la vita mi ha presentato.
Si, parlo di te .....sempre di te....
61b33a45-7026-4dd3-b33b-dce91c587465
...quella tristezza infinita che ti prende mentre le lacrime escono e solcano il viso e non sanno dove andare, rivedo un video dove tutto mi parla di lui,cavalli che corrono liberi con le criniere al vento, immensi spazi dove non esitono desideri brutti ma solo calma, aria,vento, pioggia forse il...
Post
26/08/2021 11:29:13
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

Solo un ciao

04 luglio 2021 ore 21:04 segnala
...ci sono momenti dove vorresti sentire solo un ciao perchè di più sarebbe troppo...
58332a42-84fb-4cdb-9772-15f9722b8a13
...ci sono momenti dove vorresti sentire solo un ciao perchè di più sarebbe troppo... « immagine »
Post
04/07/2021 21:04:07
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Amicizia

04 luglio 2021 ore 21:00 segnala
...l’amore è sempre complicato, ma c’è un altro sentimento che lo supera perchè è puro e unico,si chiama Amicizia ed io so benissimo di cosa si tratta...non esiste ancora una parola per descriverla ma lei esiste, beato chi ha la fortuna di viverla perchè contiene tutti i sentimenti e le passioni di un grande Amore disinteressato . Mi manchi orso del lago!

Luce

04 luglio 2021 ore 20:56 segnala
...non è ancora sera ma accendo tutte le luci per me e per te che non abbiamo più bisogno del buio ma di tanta luce...

I confini dell'amore

04 luglio 2021 ore 20:54 segnala
...con un amico ho trascorso la notte in chat a riflettere e cercare di capire fino a dove arrivano i confini dell'amore e quelli subdoli della ossessione o meglio della dipendenza affettiva,siamo arrivati alla conclusione che l'amore va oltre la mente umana,viaggia per conto suo, è qualcosa di alieno che ti sconvolge la vita e ti fa fare cose che mai faresti razionalmente , io ci sono rimasta in quella dimensione folle mentre tu sei tornato nella razionalità e nel gelo che ti sei creato intorno ma che non ti appartiene, è solo facciata quella facciata che sei stato capace di togliermi ma che è rimasta attaccata a te. Tu hai salvato me da me stessa ma hai punito te per esserti concesso il lusso di innamorati.