Perle del mio libro, piccoli pezzetti di me....6

26 aprile 2021 ore 15:46 segnala
... Appena arrivato nei pressi di casa mia,D.... dopo essersi perso per le strade del paese si era fermato dietro il mio cancello,un pò imbarazzato d'altra parte come lo ero io che non capivo più nulla e non riuscivo nemmeno a ragionare. Descrivere l’emozione nel vederlo di persona per la prima volta dopo mesi di amore in chat, era impossibile mi sentivo inebetita e incredula per tanta gioia. L’avevo tenuto fuori di casa per una ventina di minuti mentre rimbambita stavo appoggiata alla porta a fissarlo,a guardare incredula quell’uomo che amavo alla pazzia. Era stupendo,il mio principe azzurro che esisteva per davvero e mentre lo ammiravo lui imbarazzato giocava con i miei due cani mentre continuavo a volare con la mente perchè ero semplicemente innamorata persa. Ad un tratto l'ho sentito dirmi sorridendo “ mi fai entrare o devo scavalcare il cancello? “ ed è stato allora che sono ritornata con i piedi sulla terra e mi sono decisa a farlo accomodare, non sentivo le gambe perchè tremavano dall'emozionee e forse balbettavo. Non dimenticherò mai quel momento, D..... si era fermato in piedi in mezzo alla cucina di casa mia e guardandomi con l'espressione di un bimbo che non sa cosa fare mi ha sussurrato " Lory eccomi qui,come desideravi tu” la mia risposta non poteva essere che buttargli le braccia al collo stringendolo all’inverosimile ma senza aver il coraggio di guardarlo negli occhi dall’emozione. Il mio sguardo era rivolto in basso o sinceramente non ricordo dove perchè non so in quale dimensione mi stavo trovando e alzandomi delicatamente il mento ho sentito la sua voce dirmi dolcemente " perché non mi guardi negli occhi Lory" ma io ero già sciolta in un mare di amore. Avrei voluto mangiarlo per sentire il suo sapore tanto sognato,baciarlo per provare emozioni solo immaginate e mentre ero avvinghiata a lui l'ho sentito dirmi con una tenerezza infinita" Lory non so se ricordo più come si fa a baciare",mio Dioooooooo quanto l’ho amato, i suoi baci erano fuoco,erano passione, erano un tutt’uno con la mia bocca, eccome se sapeva baciare era incantevole,in quei momenti si stava realizzando il nostro sogno tanto atteso. Era un susseguirsi di parole d'amore e mi rendo conto che ho dei vuoti di memoria tanta era la mia emozione di stare finalmente fra le sue forti braccia. Oh, com'eravamo impacciati, due adolescenti vecchi e dopo un pò mentre eravamo seduti sul divano della tavernetta vedevo i suoi occhi che non si allontanavano dal mio seno,le sue mani mi sfioravano ma non osava oltrepassare il confine della sottile maglietta che avevo indossato per l’occasione, anche perchè di comune accordo avevamo deciso che sarebbe stato un incontro tranquillo senza follie ma che avremmo proseguito un cammino insieme gradatamente senza fretta . D.....era talmente imbarazzato che non trovava il coraggio di infilare le mani sotto la mia maglietta per toccare le sue tette cosi sognate e immaginate ma viste solamente in foto. Non sono mai stata una donna che si offre spudoratamente ad un uomo per prima anzi, sono sempre stata un pò timida in queste cose ma sentivo che lo volevo con ogni parte di me e senza pensarci su gli ho chiesto di aspettare qualche minuto e che sarei ritornata di li a poco. Nel frattempo i miei cani Artù e Briciola avevano deciso di appropriarsi di D.... l’uno stendendosi beatamente sulla sua pancia e l’altra restando appiccicata al suo fianco tanto che ormai lui era diventato una loro proprietà e non solo ma sembravano felici della sua presenza.
Il mio pensiero era quello di mettermi la famosa camiciona jeans che tanto piaceva a me e a lui, l'intento macchinoso era quello di facilitare il percorso per arrivare al mio seno senza troppi preamboli e infatti ritornando da lui mi aveva colpito la sua espressione di stupore ma anche di alto gradimento, forse anche lui aveva avuto lo stesso pensiero ma non osava chiedere nulla per educazione e per il gentleman qual'era. Con un atto di coraggio gli ho preso le mani, quelle mani che aspettavo da mesi e gliele ho appoggiate sulle mie tette, i suoi brufoletti come le chiamava lui, sentire quel contatto tanto sognato era qualcosa di troppo bello, il susseguirsi di emozioni,la sua voglia di me era alle stelle e si era buttato a mordicchiarmi i capezzoli come un bambino affamato che cerca il seno della mamma, i baci, le carezze, gli abbracci erano diventati un uragano di follia, lo lasciavo fare e finalmente era estasiato di quei momenti cosi unici e indimenticabili. Dopo attimi di vera passione ci siamo alzati dal divano e mentre andava una musica bellissima l’ho stretto a me, ero avvinghiata come una cozza sullo scoglio e desideravo ballare o semplicemente dondolare insieme a lui ma la sua risposta non poteva essere altra che "io non so ballare Lory" ma lo stava già facendo ,era troppo bello seguire quelle dolci note, tutto era magico, non lo mollavo un attimo perchè non volevo perdermi nulla di lui e dopo un pò l’ho preso per mano e ....
08678fb8-d1af-43ed-8c2a-500c65994030
...Descrivere l’emozione di vederlo era indescrivibile. Appena arrivato non riuscivo ad aprire il cancello di casa, l’avevo tenuto fuori per una ventina di minuti mentre stavo rimbambita appoggiata alla porta a fissarlo, a guardare quell’uomo che amavo alla pazzia. Era stupendo, il mio principe...
Post
26/04/2021 15:46:07
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Commenti

  1. yoqu.iero 26 aprile 2021 ore 18:14
    Stupendo!!!

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.