anime

08 luglio 2011 ore 23:16 segnala
Non so esattamente cosa spinga due persone a legarsi. Forse la sintonia, forse le risate, forse le parole. Probabilmente,
l’incominciare a condividere qualcosa in più, a parlare un po’ di sé, a scoprire pian piano quel che il cuore cela. Imparare a volersi bene. O forse accade perché doveva accadere. Perché le anime son destinate a trovarsi, prima o poi... (Paulo Coelho
10c38893-9a8b-4f6a-b495-cf0e3f92dca3
« IMMAGINE: http://mayraglouis.blog.kataweb.it/files/mayra_g_louis/images/2007/03/26/kl9cf.jpg » Non so esattamente cosa spinga due persone a legarsi. Forse la sintonia, forse le risate, forse le par...
Post
08/07/2011 23:16:45
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    7

-*-*-

14 maggio 2011 ore 23:17 segnala
f7a831f0-8f2f-40d7-bb6f-75ad349a6dc3
« IMMAGINE: http://www.cancelloedarnonenews.com/wp-content/uploads/2011/01/tristezza-della-luna.jpg » Ma il pensiero, quello non lo fermi, le sensazioni che provoca non le plachi! Potresti anche esse...
Post
14/05/2011 23:17:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    1

C'è..

05 maggio 2011 ore 14:22 segnala
C'è chi parla e parla quando invece vorresti ti stesse ad ascoltare, c'è chi ti vede e crede di conoscerti quando invece non ha
ancora imparato ad osservarti, c'è chi ti giudica per mostrarsi superiore ma non ha fatto i conti con la tua e sua intelligenza, c'è chi ride perché ti ha ascoltato senza guardarti negli occhi, c'è chi ti cerca quando ormai non ci sei più e solo allora si sente più solo, c'è chi ti stima e solo allora sarai certo/a che non arriverà mai ad amarti... C.Cassani
6e8f965a-df7d-446c-b493-52b944b1bb95
« IMMAGINE: http://images.paraorkut.com/img/graphics/20071110101724_fantasy-2.jpg » C'è chi parla e parla quando invece vorresti ti stesse ad ascoltare, c'è chi ti vede e crede di conoscerti quando i...
Post
05/05/2011 14:22:56
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    1

Gente...

04 maggio 2011 ore 13:21 segnala
Ma la vita e questa...Gente che va,gente che viene,gente che ti stancherà,gente che nonostante tutto ti mancherà
gente che ricorderai,che rimpiangerai,gente che occuperà una piccola parte del tuo cuore Sempre..Gente che si prenderà il tuo cuore e che te lo restituirà distrutto,ma gente che lascerà un segno comunque vada.
0d12daca-24f0-4396-a14f-5e178dc9aba8
« IMMAGINE: http://sphotos.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-ash2/hs086.ash2/37619_143995108951030_114924875191387_430112_7231523_n.jpg » Ma la vita e questa...Gente che va,gente che viene,gente che ti stanche...
Post
04/05/2011 13:21:45
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    3

Leopoldo

30 aprile 2011 ore 22:59 segnala
Leopoldo era un vivace passerotto, che viveva in un bel nido con mamma, papà ed altri tre fratellini.
Le giornate trascorrevano tranquille e molto serene; mamma passerotta andava in cerca di cibo per i suoi piccini che la spettavano cinguettando allegramente.
Una mattina però, il nido era tutto in fermento; quella sarebbe stata una grande giornata, i passerottini avrebbero imparato a volare. Mamma passerotta mise in fila i suoi piccoli sul cornicione, Leopoldo che era il più piccino rimase per ultimo. Leopoldo osservava i fratellini prendere il volo e volteggiare nel cielo trasportati dal vento; uno, due, tre tutti i passerotti spiccarono il volo e chiamavano Leopoldo a gran voce: “Vieni Leopoldo è bellissimo,, si vedono cose meravigliose da qui!”. Leopoldo invece si sentiva atterrito e paralizzato, non riusciva a muovere un solo muscolo del suo piccolo corpicino; mamma passerotta gli si avvicino e con voce rassicurante gli disse: “Non ti preoccupare caro, se oggi non ti senti pronto spiccherai il tuo primo volo domani.”
Il giorno dopo e per molti altri giorni a venire Leopoldo non riuscì a spiccare il volo; i fratellini che ormai erano diventati esperti nell’arte del volo lo canzonavano e lo deridevano. Leopoldo si sentiva solo, triste e sfiduciato, passava le sue giornate osservando i fratellini volare liberi e sereni nel cielo azzurro e chiedeva alla mamma: “Perché mamma io non riesco a volare?” e la mamma sempre rispondeva: “A ognuno il suo tempo Leopoldo.”, Leopoldo però non capiva le parole della mamma fino a che una sera mentre dormiva fece un sogno.
La mattina seguente Leopoldo si svegliò di buon umore e finalmente riuscì a spiccare il volo; volò tutta la mattinata e quando ritorno a casa per il pranzo la mamma gli si accosto e gli disse: “A ognuno il suo tempo Leopoldo.” e Leopoldo abbracciò la mamma e disse: “Ora mamma ho capito cosa intendevi dire con quella frase!!”
815a2df7-9c29-43fc-a8c9-416b63b5d220
« IMMAGINE: http://ima.dada.net/image/medium/144210.jpg » Leopoldo era un vivace passerotto, che viveva in un bel nido con mamma, papà ed altri tre fratellini. Le giornate trascorrevano tranquille e ...
Post
30/04/2011 22:59:16
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment