CAMMINANDO

11 gennaio 2008 ore 02:15 segnala
Camminando per le vie della città deserta,

sento i passi risuonare tra le pareti e i marciapiedi.

 

Il suono si solleva verso l’alto e,

trasportato qua e la dal vento,

si mescola all’acre odore della legna

che arde nei camini domestici e

a quello pungente della terra bagnata

dalla rugiada mattutina.

 

Le campane suonano

e accompagnano il ritmo allegro e bislacco

che da terra, si leva a ogni passo.

 

Sollevo lo sguardo verso l’alto e

pezzi di cielo mi appaiono

come parti di un puzzle

tra case, palazzi e tetti.

 

Cocci di vetro appuntito e filo spinato

sui muri di cinta:

infinita tristezza

tra la privata e pubblica vita.

 

E come se ogni passo annunciasse un mio ricordo

e ogni ritocco di campana ne addolcisse il contorno,

proseguo il mio viaggio, forse, senza ritorno.

 

Né cocci di vetro appuntito, né filo spinato

nella mi mente.

 

Strane memorie e antichi ricordi,

scorci di vita passata e presente

balzano alla memoria come pezzi di un puzzle.

 

Sinfonia di colori, suoni e odori

vibra ora nell’atmosfera frizzante e spumeggiante.

 

Scorgo, d’innanzi a me, l’orizzonte

e mi perdo tra il suo infinito spazio

e la mia misteriosa sorte. 

 

 

Lunamoon D.C.

 

Foto da web:Cagliari

La metamorfosi

09 gennaio 2008 ore 00:25 segnala
 

Mentre il  cuore batte il tempo che va veloce e ha in se un senso,

mi stupisco, mi guardo intorno,

non capisco più come sono.

 

Niente specchi ne immagini riflesse,

nulla ferma il mutamento,

ma il destino avanza lesto

e porta con se un gran turbamento.

 

Mi desto dai pensieri e mi accorgo

di non esser più quello di ieri.

E’ in trasformazione questa casa senza tempo;

è inarrestabile il meccanismo che porta dentro.

 

Mentre il cuore batte il tempo

il mio corpo, come un’atleta stanco,

si muove lento e non trova più il senso

di stare dietro a questo strano cambiamento.

 

Lunamoon D.C.

L'uomo e il filo

04 gennaio 2008 ore 13:03 segnala
 

Questa è una strada che non finisce mai.

Sei stanco e arranchi sul pendio dell’incertezza.

Un filo appena, regge il corpo

in equilibrio sopra il mondo.

E’ un continuo bungee jumping

tra il cielo e la terra che si avvicina.

Non vuoi guardare giù

mentre il cuore batte fino a farti male

e sai che può scoppiare,

ma non lo puoi fermare.

Su e giù in equilibrio,

vinci se resti attaccato al filo

e quando un giorno si staccherà

volerai via tra la terra e il cielo

e racconterai a chi te lo chiederà,

che hai visto il mondo e la sua realtà,

alquanto incerta e molto precaria

affranta tra chi perde e chi perderà.

Non c’è via d’uscita, non c’è strada a metà

sei legato ad un filo corpo e anima.   

E sarà allora che la strada finirà

e porterai con te il ricordo di questa strana umanità,

per raccontarlo a chi te lo chiederà e…

dirgli che sei stato un uomo: Dio a metà.  

Anche quest'anno...

31 dicembre 2007 ore 17:08 segnala

Anche quest'anno ci faremo gli auguri perché finalmente "anche quest'anno è finito".

 Anche quest'anno sospireremo salutando l'anno nuovo tra bilanci, previsioni e false promesse.

 Anche quest'anno saremo fiduciosi che sarà migliore del precedente.

Anche quest'anno andrò a festeggiare con gli amici e i parenti e anche quest'anno stringerò mani che non conosco, abbozzerò sorrisi di circostanza, subirò la compagnia quando non la vorrò.

Anche quest'anno assisterò alle passerelle di donne truccate e con i tacchi a spillo, tutte luccicanti tra pailets e glitter.

Anche quest'anno non mi sottrarrò alla sfilata e indosserò anche io tacchi e trucchi..come spesso faccio in quanto donna e non solo per l'ultimo dell'anno... ma senza troppi luccichii e senza quell'aria da “modella sotto le stelle”..non mi riesce..non mi vien bene..Non li sento gli applausi quando passo..mi accontento di un sorriso. Vestito nero al ginocchio, spacco a metà coscia, stivali in raso con strass lungo la gamba e 10 cm di tacco..Anche quest'anno mi guarderò allo specchio così vestita..mi prenderò in giro e sorriderò..Anche quest'anno avrò il mal di piedi.. Anche quest'anno indosserò il mio sorriso..come ogni giorno.

Anche quest'anno ci saranno i "botti", i fuochi d'artificio, gli spumanti e i brindisi “tutti insieme perché porta bene”, perché si usa, perché fa festa.

Anche quest'anno  il capodanno sarà come ogni anno, con un unica enorme differenze per me: quest'anno tu non ci sarai. Per questo, quando a mezzanotte sorriderò, sarà un sorriso diverso il mio..ma nessuno si accorgerà..perché tutto sembrerà immutato.

Buon Anno!

Il Sole e la Luna

29 dicembre 2007 ore 23:51 segnala
Quando il Sole e la Luna si incontrarono per la prima volta, si innamorarono perdutamente e da quel giorno cominciarono a vivere un grande amore. A quel tempo il mondo ancora non esisteva e nel giorno che Dio decise di crearlo gli diede il tocco finale......la luce!!!! Decise anche che il Sole avrebbe illuminato il giorno e che la Luna avrebbe illuminato la notte. Cosi facendo Sole e Luna furono obbligati a vivere separati. Si abbatte sopra di essi una grande tristezza quando vennero a sapere che mai più si sarebbero incontrati. La Luna cominciò ad essere sempre più amareggiata e nonostante la brillantezza che Dio le aveva donato, soffriva di solitudine. Il Sole a sua volta aveva guadagnato il titolo nobiliare di "Re degli Astri", ma neanche questo lo rendeva felice. Dio allora li chiamò e spiegò loro: “Non dovete essere tristi,ambedue, ora,possedete una brillantezza che vi distingue l’uno dall’altro. Tu luna,illuminerai le notti fredde e calde,incanterai gli innamorati e sarai molte volte motivo di poesia. Quanto a te Sole, manterrai questo titolo perchè sarai il più importante degli astri,illuminerai la terra durante il giorno,fornirai calore agli esseri umani e la tua semplice presenza farà molto felici le persone.” La Luna si rattristò molto per il suo terribile destino e trascorreva i giorni piangendo. Il Sole soffriva per la tristezza della Luna, ma non poteva lasciarsi andare perché doveva darle la forza di accettare il destino che Dio aveva deciso per loro. La sua preoccupazione, però, era cosi grande che decise di fare una preghiera a Dio: “Signore, aiuta la Luna per piacere, lei è più fragile di me,non sopporterà la solitudine!”. E Dio con la sua immensa bontà creò le stelle per farle compagnia. La Luna, quando si sentiva molto triste, si rivolgeva alle stelle che facevano di tutto per consolarla, ma quasi sempre non ci riuscivano. Ancora oggi il Sole e la Luna vivono cosi....separati. Il Sole finge di essere felice, la Luna non cerca di nascondere la sua tristezza. Il Sole è ancora caldo di passione per la Luna e essa, ancora, vive nella oscurità della solitudine. Dicono che per ordine di Dio la Luna sarebbe dovuta essere sempre piena e luminosa, ma essa non riuscì in questo......Perché è femmina, e una donna nella sua vita ha delle fasi. Quando è felice riesce ad essere piena, ma quando è infelice è calante e quando è calante non è possibile vedere la sua brillantezza. Luna e Sole seguono il loro destino, lui solitario però più forte, lei in compagnia dalle stelle ma più debole. Gli esseri umani tentano in ogni momento di conquistarla, come se questo fosse possibile. A volte alcuni la raggiungono, ma ritornano sempre soli, nessuno di essi è mai riuscito a portarla fino alla terra, nessuno di essi è mai riuscito a conquistarla realmente, anche se alcuni si illudono di averlo fatto. Successe che Dio decise che nessun amore in questo mondo fosse del tutto impossibile, anche quello tra la Luna ed il Sole, e fu cosi che creò l'eclisse. Oggi Sole e Luna vivono nell’attesa di questo meraviglioso istante, unico momento raro che fu loro concesso. Quando guardiamo il cielo e vediamo il Sole nascondere la Luna è perché egli si sdraia sopra di essa e cominciano ad amarsi ed è a questo atto d’amore che venne dato il nome di eclissi. Importante è ricordare che la luce della loro estasi è cosi grande che è consigliabile non guardare il cielo in quel momento, gli occhi potrebbero essere accecati nel vedere tanto amore. Noi esseri umani sappiamo dell’esistenza del Sole e della Luna e anche dell’eclisse…ma non conoscevamo tutta la loro storia.

I bambini...

28 dicembre 2007 ore 18:29 segnala
...la mia passione..il mio lavoro...la mia vita...e perchè nessuno può diventare un uomo senza qualcuno..

Perchè Lunamoon?

27 dicembre 2007 ore 20:34 segnala

Qualche mese fa mi è stato chiesto perché scelsi Lunamoon come mio pseudonimo. In realtà non pensai tanto quando lo scelsi, però la domanda mi fece riflettere e trovai che la scelta non fu poi così casuale. Risposi come segue e in questo modo voglio aprire il mio blog e dare il benvenuto a chiunque vi faccia visita.

Non lo so perché ho scelto questo come mio pseudonimo ma in fondo mi piace il suono della parola Luna…è dolce e anche io lo sono..la luna è tonda e il cerchio è accogliente, è femminile,..però non sempre la si vede tutta..a volte la sua forma appare con punte affilate..taglienti..ma in realtà al centro è sempre e comunque concava..accogliente appunto. La luna la si vede di notte ma c'è anche di giorno. Lei c'è sempre per tutti..Come me. La luna influisce sul mondo..sulle maree..sulle persone. Io non ho la presunzione di avere tanti influssi, ma so di non suscitare indifferenza..in genere lascio traccia di me alle persone...ma senza l'intenzionalità di farlo..senza arroganza senza presunzione. La luna emoziona. Forse lei è un po’ troppo protagonista del cielo e della notte..io vivo la mia vita da attrice ma non necessariamente da protagonista principale..sto meglio dietro le stelle io..niente avanguardia..niente prima scena...spesso sto nel backstage..a volte scendo in tribuna..ad ogni modo ci sono..sono lì. La luna fa un evoluzione intorno a se stesse perché ama e rispetta se stessa come principio assoluto, ma contemporaneamente compie una rotazione intorno alla terra. E' bello il movimento di rotazione. Avvolge, abbraccia, mette al centro, ammira, include, fidelizza, accoglie, contiene..si prende cura. La luna è sola, ma ha bisogno della luce del sole per risplendere e della vicinanza di altre calde stelle per non morire di freddo quando tutto è inverno..quando piove..quando è notte..quando è buio.

Luna