RESPIRARE FINO A MORIRE

21 agosto 2010 ore 09:23 segnala

Non riesco ad abbagliarmi di quella luce che scalda il corpo giorno dopo giorno, non ne capisco forse l'importanza o l'apparenza mi rende cieca da non viverne il momento, cosa mi sta succedendo? Perché non riesco a distinguere ciò che è lecito e cosa non lo è irrimediabilmente? Dentro sento un vuoto ma nel frattempo si amplifica la mia voglia di essere posseduta mentalmente da un qualcosa che mi renda viva. Possibile che in questo squarcio di mondo io rimanga ad osservare ciò che mi circonda senza muovere involontariamente un muscolo! Mi sento come ipnotizzata in uno spazio temporale al quanto astratto, prima pretendo un qualcosa di irraggiungibile, tanto da desiderarlo più di ogni cosa e un secondo dopo mi ritrovo ad odiare i miei pensieri. Ad ogni alba mi prefiggo di vivermi ma quando il tramonto si prospetta davanti a me nel suo splendore qualcosa cambia, qualcosa non ha funzionato a dovere, sono io sicuramente che devo ancora capire quanto sia importante respirare un'aria nuova, quanto sia inverosimilmente stupendo sorridere con la spensieratezza di una Donna della mia età, troppa acqua è scesa sul volto e la paura di cambiare a volta frena le gocce sul cuore non lasciandole scendere completamente.
 
Forse ora come ora, orgogliosa al massimo, devo ammetterlo....ho bisogno!

11716380
Non riesco ad abbagliarmi di quella luce che scalda il corpo giorno dopo giorno, non ne capisco forse l'importanza o l'apparenza mi rende cieca da non viverne il momento, cosa mi sta succedendo? Perché non riesco a distinguere ciò che è lecito e cosa non lo è irrimediabilmente? Dentro sento un...
Post
21/08/2010 09:23:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3

Commenti

  1. Talker 15 aprile 2012 ore 10:27
    Magari ad osservare .... ma senza mai smettere di seguire il flusso delle proprie sensazioni... ed ogni emozione è un respiro in più ...

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.