rino

13 novembre 2007 ore 17:52 segnala
ieri si è conclusa la storia di Rino Gaetano ricostruita con cura, trasmessa su RAI I, è stato un pò come rivivere il passato, per chi si rivede nel personaggio; una vita forse comune a tanti ragazzi di quell'epoca, la ricerca continua di qualcosa, il bruciare i rapporti per nulla, un padre che nella disperazione della solitudine il destino fa ritrovare proprio nelle ultime ore di vita, solo per riconciliare un rapporto tra padre e figlio sempre burrascoso ma dovuto solo al bisogno di amore, di desiderio da parte di Rino di essere apprezzato dal proprio genitore.         

pensieri e parole!

12 novembre 2007 ore 16:10 segnala

A te che stai leggendo questa pagina:
regalo una rosa...
perché tu possa sentirne il profumo dolce ed estivo,
per ammirarne il colore unico e perfetto,
per capire che le spine ci sono
ma basta saperle maneggiare per farle essere innocue,
per scoprirne il cuore prezioso,
perché i petali possano accarezzarti e spingere via la tristezza
ed il gelo,
qualunque cosa ti stia capitando...
per farti compagnia, come fece il Piccolo Principe,
Ti regalo una rosa perché
io stessa avrei bisogno di qualcuno che mi lasci scoprire tutto questo.
Perché a volte mi capita di essere giù,
e pensare che ho ancora la possibilità di ricevere la mia rosa
mi da forza,
mi fa andare avanti,
mi permette di non arrendermi
perché io *non voglio* arrendermi mai;
La rosa, cos’è per me?
Un piccolo pensiero, nulla più,
ma a volte penso che è di questo che abbiamo bisogno...
di un pensiero d’amore.........

la mia amica Antonella mi scrive poesie che anche se non sue, non possono che far piacere riceverle, a chi le ama e le sà apprezzare!!!! GRAZIE!!  

HAI UN ANGELO ACCANTO A TE!

10 novembre 2007 ore 18:34 segnala
Tu non sei mai solo,
Hai un angelo accanto a te,
Nei momenti più bui
Ti stringe forte tra le ali e il cuore
E non ti lascia andare.
Tu non sei mai solo
Hai il tuo angelo accanto a te,
Nel silenzio dei tuoi giorni che
Sembrano così tristi,
Nella gioia dei tuoi momenti più bui
Hai un angelo accanto a te
Che sorride e spera per i tuoi sogni
Che ti soffia nel cuore una idea un’intuizione,
Che ti fa incontrare la persona giusta
Al momento giusto...
Tu hai un angelo accanto a te,
Ti accarezza e ti avvolge nel tuo cammino,
Se fai silenzio e allenti il rumore esterno
Lo potrai scoprire ad accarezzarti il viso
E a disegnarti un sorriso;
E quando è sera ed i pensieri, i ricordi,
I sogni, si fanno intensi,
Ricorda c’è il tuo angelo accanto a te
Che non ti lascia solo un’istante.
Sorridi ora, perchè leggendo queste parole,
Hai un angelo accanto a te
E ti accompagna per la vita.
(è la risposta ai miei pianti e tormenti nell' eterna ricerca di un ombra di me nella mia vita; inviatami da chi sa cosa significa sentirsi soli.)  

notti 1994

07 novembre 2007 ore 17:09 segnala

se la vita mia fosse un fiume

le sue acque scorrerebbero lente, quasi immobili,

e tu, non saresti stata altro che un esile fuscello

che, per chilometri, mi ha navigato

sino alle rapide

dove la violenza del destino, ti ha inghiottita,

lasciando di te, solo un vago ricordo

che,

a stento ed impotente cerca di riemergere

tra lo spumeggiare delle acque

ormai troppo turbinose

finchè sparirà per sempre.

e sulle acque ora di nuovo lente e calme

non resterà più traccia.

 

notti 1994

05 novembre 2007 ore 18:23 segnala

o Dio!

se solo avessi il potere di fermare il tempo!

non è la vita eterna che vorrei,

ma l'eternità

di un istante di felicità

notti 1994

05 novembre 2007 ore 17:42 segnala

aldilà del bene e del male

oltre la cortina di nubi

che dividono la vita dalla morte

veleggio nei miei pensieri

a volte travolto dallo sconforto

a volte gioioso nella visione di un miraggio

di serenità

che da sempre rincorro

nella speranza, disturbata da terrene difficoltà,

di raggiungerlo,

prima del tramonto del mio giorno.   

libero

03 novembre 2007 ore 16:23 segnala

oggi tra le montagne che amo percorrere, ho visto l'ultimo pastore della stagione con il suo gregge ed i suoi cani, era sdraiato iradiato dagli ultimi raggi di sole, e guardava il cielo, forse sognava la sua terra lontana o forse la sua donna che non è qui, ma in quei colori d'autunno in quel tepore che scaldava il silenzio ho pensato si trattasse di un uomo libero, libero dagli schemi obbligati della nostra società dei nostri sentimenti.

Era libero di sognare la libertà.   

notti 1994

30 ottobre 2007 ore 10:43 segnala

vorrei entrarti nel cuore

come il vento mi entra nei capelli

scuotere la tua vita

come un terremoto, scuote una grande città,

vedo il tuo volto, i tuoi occhi ridenti,

in qualsiasi momento, anche nel sonno,

non è possibile vivere in questo senso unico,

voglio, devo, entrarti nel cuore,

perchè tu non possa pù vivere senza pensarmi

senza il desiderio di avermi vicino.

questo terremoto che ha distrutto..

spero sia motivo di rinascita e non di morte,

spero che le nostre vite

si possano ricostruire insieme,

perchè altro non posso fare, adesso,

posso solo sperare

di entrarti nel cuore

 

momenti della mia vita

29 ottobre 2007 ore 17:55 segnala

attimi fermati nel tempo,

ricordi in immagini della mia vita 

antonella

26 ottobre 2007 ore 17:02 segnala

saranno parole nel vento

ma oggi ho una stella

una stella cometa,

una stella forse cadente

ma luminosa abbastanza da indicarmi

anche per solo pochi istanti la via nel buio delle mie notti

parole al vento, forse,

ma dal cuore certo.

26/10/2007