Arrigo

30 luglio 2011 ore 00:12 segnala
quanta vita in quei occhi nostalgici
ricordi e passioni velati dal tempo
ascolto incantato i lenti racconti
di te su per i monti
tra cime ardite ed impervie discese
non vi è parete che a te non si arrese
tutti i grandi hai avuto al tuo fianco
ed io ascolto commosso il narrar delle imprese
quei nomi di un tempo a me sconosciuti
poi ritrovati tra i campioni di ieri
e quando oggi curvo t'appoggi al bastone
ti vedono comunque i miei occhi com'eri
ma quel sorriso amaro mentre mi stringi le mani
mi chiude la gola quando negli occhi
ora vedo un uomo che non ha più domani
mi stringe il cuore quando vi leggo
tutta la tristezza di chi nella montagna
vedeva una ragione di vita
come negli occhi di chi ama la propria compagna
sciocco ci provo :
"mai dai Arrigo fai quel che si può"
lui annuisce,
un gesto di mano,
senza parole si alza pian piano
sorride mi guarda appoggiato al bastone
e se ne va lentamente con un camuffato magone.


d05820b3-fbb7-4e68-8e34-d343b9c99a0a
quanta vita in quei occhi nostalgici ricordi e passioni velati dal tempo ascolto incantato i lenti racconti di te su per i monti tra cime ardite ed impervie discese non vi è parete che a te non si...
Post
30/07/2011 00:12:34
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Commenti

  1. did.lina 06 agosto 2011 ore 18:24
    Bellissima, dolce e struggente. Quanta tenerezza! Ciascuno di noi ha da qualche parte un Arrigo, da non lasciare solo...
    Mi hai commossa
    Ciao :)

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.