il Natale di Mario

16 dicembre 2008 ore 21:36 segnala

Natale,

ancora un altro Natale,

ancora una corsa all'ultimo regalo, la gente si ammassa

si indebita, si vende, per comprare l'ultimo regalo..

Mario no, lui guarda tra l'indifferenza e lo stupore..

forse correva anche lui un tempo

ora sulla strada si muove lento guarda a terra

raccoglie una carta e se la mette in tasca

il sudicio della pelle non traspare sotto la folta barba

ma dalle mani, nere come quelle di un carbonaio

ti chiede una sigaretta quasi a gesti, e se ne va..

d'estate lo si vede sovente sulla panchina più tranquilla dei giardini

dove con cura si adagia e dopo un buon sorso, l'ultimo della serata,

chiude gli occhi e si ritrova su di un buon letto con lenzuola fresche e pulite

ma d'inverno ..dove sarà ora, l'inverno viene anche per lui

anche per lui è freddo ....e viene Natale

un Natale che sarà un'altra ferita nel suo cuore ed alla sua dignità.

 

 

 

 

 

10345207
Natale, ancora un altro Natale, ancora una corsa all'ultimo regalo, la gente si ammassa si indebita, si vende, per comprare l'ultimo regalo.. Mario no, lui guarda tra l'indifferenza e lo stupore.. forse correva anche lui un tempo ora sulla strada si muove lento guarda a terra raccoglie una carta e...
Post
16/12/2008 21:36:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. giaggiolo 17 dicembre 2008 ore 11:35

    Ciao Massimo,

    il tuo post dovrebbe fare riflettere...

    quanti per Natale,sono soli,  non hanno famiglia è soldi per il mangiare...

    e molti egoisticamente nn ci pensano....

    ne so qualcosa facendo volontariato..

    un abbraccio amico mio

    Angy..

  2. RospaPensante 18 dicembre 2008 ore 11:57

    Il fatto che tu lo abbia pensato potrebbe scaldargli il cuore. Diglielo però!

    Spesso per timore troviamo difficile tendere una mano, regalare più sorrisi, abbracciare gente che conosciamo appena o semplicemente dire: ti voglio bene! Senza pensare che non solo priviamo gli altri di qualcosa di fortementre benefico e ristoratore, ma anche noi stessi. Un gesto allarga il cuore e credi non lo dico perchè è Natale, anzi essendo sempre controtendenza, in questi giorni sono molto più stronza del solito.;-)

     

  3. madmax134 19 dicembre 2008 ore 22:54

    è vero, quando capita di lanciare un sorriso o un semplice "buongiorno" a chi magari non se lo aspettava...ma lo desiderava 

    senti un gran senso di benessere interno, ...forse è la loro riconoscenza che ci viene trasmessa attraverso un semplice sguardo...e ci arriva dritta al cuore.. :ok

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.